Eurostat certifica: in Italia nessuna Austerity spesa cresce continuamente

freude

Blus a Balus !
Registrato
12/10/08
Messaggi
47.551
Punti reazioni
1.429
Austerity, su le tasse ma anche la spesa pubblica. In barba alla spending review - Il Fatto Quotidiano

Austerity, su le tasse ma anche la spesa pubblica. In barba alla spending review. La spesa pubblica “reale” nel 2012 ha raggiunto il 59,7% del Pil, mentre sono spariti dagli schermi tagli come quello delle province che avrebbe dovuto portare un risparmio di 2 miliardi l'anno

Cosa è stato della spending review? Che fine ha fatto il taglio delle Province? L’Italia è davvero alle prese con un piano di austerity? NO A queste tre domande risponde Eurostat , istituto di statistica dell’Unione Europea, che ha evidenziato come l’austerity non sia stata affatto “italiana” nell’ultimo triennio. In Italia, a fronte di una crescita nulla del prodotto interno lordo (pari allo 0,9 per cento in tre anni), la spesa pubblica è cresciuta di più: 1,3 per cento tra il 2010 e il 2012.

....è facile comprendere che è una scelta totalmente politica quella di avere un debito elevato, ormai al 127 per cento del Pil o pari 2.047 miliardi di euro.


Al netto dell’economia in nero, stimata in un prudenziale 18 per cento, lo Stato spende circa il 60 per cento di quanto prodotto nell’economia italiana e dalle sue famiglie. La spesa pubblica “reale” ha raggiunto dunque nel 2012 l’incredibile cifra del 59,7 per cento del prodotto interno lordo.


etc etc
 
che scoperta!!
roba da premio nobel
 
fin che dura va bene così! :clap::bye:



:clap::bow:

 
Solo l'FMI può stanare i parassiti piddini e le loro mangiatoie.


Forza FMI!!!!
 
Austerity, su le tasse ma anche la spesa pubblica. In barba alla spending review - Il Fatto Quotidiano

Austerity, su le tasse ma anche la spesa pubblica. In barba alla spending review. La spesa pubblica “reale” nel 2012 ha raggiunto il 59,7% del Pil, mentre sono spariti dagli schermi tagli come quello delle province che avrebbe dovuto portare un risparmio di 2 miliardi l'anno

Cosa è stato della spending review? Che fine ha fatto il taglio delle Province? L’Italia è davvero alle prese con un piano di austerity? NO A queste tre domande risponde Eurostat , istituto di statistica dell’Unione Europea, che ha evidenziato come l’austerity non sia stata affatto “italiana” nell’ultimo triennio. In Italia, a fronte di una crescita nulla del prodotto interno lordo (pari allo 0,9 per cento in tre anni), la spesa pubblica è cresciuta di più: 1,3 per cento tra il 2010 e il 2012.

....è facile comprendere che è una scelta totalmente politica quella di avere un debito elevato, ormai al 127 per cento del Pil o pari 2.047 miliardi di euro.


Al netto dell’economia in nero, stimata in un prudenziale 18 per cento, lo Stato spende circa il 60 per cento di quanto prodotto nell’economia italiana e dalle sue famiglie. La spesa pubblica “reale” ha raggiunto dunque nel 2012 l’incredibile cifra del 59,7 per cento del prodotto interno lordo.


etc etc

articolo un tantinello approssimativo, o no?
 
Indietro