ex bayerische

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

FaGal

Utente Registrato
Registrato
21/7/02
Messaggi
17.980
Punti reazioni
231
28 maggio 2003
Bayerische si trasforma in Ergo Previdenza
R.Sa.


MILANO - Bayerische vita cambia nome e modello di business. La compagnia che fa capo al colosso tedesco della riassicurazione Munich Re assumerà dal primo agosto la denominazione di Ergo previdenza, dal nome della società che direttamente ne controlla il 70% del capitale. Più importante ancora è il cambiamento annunciato con il suo piano strategico 2003-2005 presentato ieri dall'amministratore delegato Gianfranco Bennati. La società, che nel 2002 ha collocato oltre l'80% della nuova produzione attraverso la rete multilevel, si affiderà in futuro anche ad altri canali distributivi. Ed in particolare stima, per il 2005, di vendere il 71,2% delle polizze di nuova produzione attraverso accordi di bancassurance, che attualmente sono del tutto assenti dal suo business. Le prime intese - ha preannunciato Bennati - saranno operative a settembre, non saranno necessariamente in esclusiva e potranno prevedere anche l'ingresso di Bayerische nel capitale delle banche. «L'ingresso nel capitale in una prima fase sarà comunque limitato», ha osservato aggiungendo che non è previsto invece l'ingresso delle banche nel capitale di Bayerische. Nel piano strategico non viene abbandonato il canale multilevel (l'accordo con la società Ssi, cui fa capo una forza di di vendita di 10mila soggetti, scadrà soltanto nel 2015) ma, appunto, saranno altri i principali vettori della crescita di Bayerische vita. Il numero delle agenzie passerà dalle attuali 230 alle 400 del 2005 (500 nel 2007) e quello dei promotori assicurativi crescerà nel corso del triennio da 150 a 400. A tutto questo si aggiungeranno sportelli bancari (circa 330) dove la compagnia venderà i suoi prodotti. I cambiamenti strategici annunciati ieri sono stati stimolati anche dalla circolare con la quale l'Isvap nei mesi scorsi ha fortemente limitato l'operatività delle reti multilevel vietando loro il collocamento diretto di prodotti pensionistici e polizze finanziarie. Secondo le linee direttrici del piano l'utile nel 2005 giungerà a 16 milioni dai 3,7 milioni del 2002. I premi passeranno a 1.037,6 milioni nel 2005 (648,6 del 2002) con un embedded value, il valore intrinseco della compagnia, che giungerà a 710,9 milioni a fine triennio. Tutto ciò dovrebbe spingere all'insù il ritorno sul capitale (roe) dall'1,64 al 6,6% del 2005

http://www.assinews.it/rassegna/articoli/sole280503ba.html
 
non si abbandona....

SSI:rolleyes:
 
...

da Finanza Mercati

28 maggio 2003
Bayerische Vita mira al raddoppio di premi e profitti entro fine 2005


MILANO. Bayerische Vita alza il velo sul piano industriale e il disegno, realizzato dall'amministratore delegato Gianfranco Bennati, è proiettato sulla crescita della raccolta, che passerà in tre anni da 648 a 1.037 milioni di euro. Un salto dimensionale che consentirà alla compagnia di aumentare le sinergie con il gruppo tedesco Ergo, che controlla il 70% della società, e di portare gli utili a 16 milioni di euro nel 2005 con una crescita media annua del 62,9%. Target ambiziosi per una compagnia che ha conosciuto recentemente molti cambiamenti e che già con la fine del 2003 intende agguantare il raddoppio dell'utile netto, a 7 milioni di euro. Il piano punta sulla diversificazione dei canali di vendita in una logica multicanale e multiprodotto. A questo scopo alla rete agenziale, che sarà potenziata attraverso il reclutamento di agenti e senza acquisizioni di altre compagnie, saranno affiancati accordi di bancassurance con banche di medie dimensioni di carattere regionale. Dopo la firma di una prima convenzione con un istituto del centro-nord Italia, i primi accordi saranno operativi nel mese di settembre e rafforzati con l'ingresso di Bayerische Vita nel capitale delle banche. «L'ingresso nel capitale in una prima fase sarà comunque limitato», ha spiegato Bennati, aggiungendo che l'obiettivo è quello di disporre di 330 sportelli bancari nel 2005.

http://www.assinews.it/rassegna/articoli/fm280503ba.html
 
Indietro