Fiat, lo 'sgarbo' di Boldrini a Marchionne:

Ceronio

Nuovo Utente
Registrato
7/5/09
Messaggi
4.995
Punti reazioni
205
"Non verrò in visita. No a ribasso sui diritti"

Brava !;)
 
Brava !!! Resta il fatto che allo speculatore gli rimbalza tutto tranne l'andar in giro per il mondo a sfruttare i lavoratori e a raccatar denari a dx e manca.
 
s'è dimostrata la bimba dispettosa che è, senza la minima idea dell'economia e del mercato del lavoro

questa al massimo poteva fare l'hostess ai convegni di montezemolo
 
questa qui ha due palle che fa diventare rossi anche i lupetti blu
 
Per anni la Boldrini è stata portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In prima linea per difendere i diritti umani e civili di ogni popolo, soprattutto di quelli costretti a lasciare il proprio Paese. Qui inevitabile è il confronto con le altre “signore della politica“, impegnate solamente ad urlare e battibeccare la domenica pomeriggio dalla D’Urso o a sfilare in costume da bagno su passerelle di grandi stilisti.
 
Per anni la Boldrini è stata portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In prima linea per difendere i diritti umani e civili di ogni popolo, soprattutto di quelli costretti a lasciare il proprio Paese. Qui inevitabile è il confronto con le altre “signore della politica“, impegnate solamente ad urlare e battibeccare la domenica pomeriggio dalla D’Urso o a sfilare in costume da bagno su passerelle di grandi stilisti.

ecchissenefrega
di economia ne capisce quanto le signore suddette, forse meno
e lo dimostra ad ogni occasione
 
Per anni la Boldrini è stata portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In prima linea per difendere i diritti umani e civili di ogni popolo, soprattutto di quelli costretti a lasciare il proprio Paese. Qui inevitabile è il confronto con le altre “signore della politica“, impegnate solamente ad urlare e battibeccare la domenica pomeriggio dalla D’Urso o a sfilare in costume da bagno su passerelle di grandi stilisti.


E sti c*****...:o
 
s'è dimostrata la bimba dispettosa che è, senza la minima idea dell'economia e del mercato del lavoro questa al massimo poteva fare l'hostess ai convegni di montezemolo

Perche' tu con Marchionne saresti capace di intavolare qualche discussioni sui diritti/retribuzioni dei lavoratori... e/o progetti di sviluppo futuro che non sia completamente a carico delle casse dello stato ?

:o suvvia...
 
non ha mai visto una fabbrica in vita sua e non capisce nulla di economia. intervento del tutto fuori luogo e fuori tempo ...
 
"Non verrò in visita. No a ribasso sui diritti"

Brava !;)

la signora pensa che i lavoratori italiani senza diritti e mal pagati siano gli operai della fiat

forse pensa che tutti gli altri guadagnino quanto guadagna lei
 
Potrebbe proporre di revocare la cittadinanza italiana a Marchionne e ai rampolli della dinastia Agnelli sostituendo costoro con delle "risorse"....
 
«Il mio pensiero va a chi ha perduto certezze e speranze. Abbiamo l’obbligo di fare una battaglia vera contro la povertà, e non contro i poveri: dobbiamo garantirli uno a uno. Quest’Aula dovrà ascoltare la sofferenza sociale. Dovremo farci carico dell’umiliazione delle donne uccise da violenza travestita da amore. Dovremo stare accanto ai detenuti che vincono in condizioni disumane e degradanti. Dovremo dare strumenti a chi ha perso il lavoro o non lo ha mai trovato, a chi rischia di perdere la Cig, ai cosiddetti esodati, che nessuno di noi ha dimenticato. Ai tanti imprenditori che costituiscono una risorsa essenziale per l’economia italiana e che oggi sono schiacciati dal peso della crisi, alle vittime del terremoto e a chi subisce gli effetti della scarsa cura del nostro territorio».
 
La Fiat va dove le danno i soldi
La Fiat è andata in Usa, associandosi alla Chrysler con la quale probabilmente si fonderà, perchè il governo Usa ha messo molti capitali. Adesso va in Serbia perchè la Serbia usando i fondi UE (aiuti ricevuti anche se non ne fa parte) finanzia lo stabilimento per tre quarti (inoltre chi ci lavora si accontenta). La Fiat voleva andare in Germania, ma là di soldi non gliene davano per niente e quindi ha rinunciato.
Dell'Italia ormai alla Fiat, e a Marchionne, interessa poco. Gli appelli al patriottismo li lasciano molto indifferenti, quelli alla padanità di certi leghisti li faranno semplicemente ridere.
Mentre si capiva che maturavano queste linee di condotta il governo italiano è stato assente. Berlusconi non ha mai detto una parola nè fatto una riunione in merito. Ha altri pensieri. Il ministero che dovrebbe occuparsene è da mesi senza titolare (dimissioni causa scandali), alle riunioni in extremis il governo manda un ministro che si preoccupa soltanto di dare ostracismi alla Cgil.
Un Paese come l'Italia rimane senza una idea di politica industriale, di contatti con importanti mercati esteri (in Cina in una occasione importante non si è presentato nessuno), senza azioni per lo sviluppo o per lo meno di contrasto contro l'arretramento.
Un po' alla volta scompariranno anche quei pochi residui di industrie di un certo livello tuttora rimasti. Rimarranno le fabbrichette, in concorrenza con i Paesi cosiddetti in via di sviluppo!
 
Demoagogia e populismo :yes:
 
Per anni la Boldrini è stata portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In prima linea per difendere i diritti umani e civili di ogni popolo, soprattutto di quelli costretti a lasciare il proprio Paese. Qui inevitabile è il confronto con le altre “signore della politica“, impegnate solamente ad urlare e battibeccare la domenica pomeriggio dalla D’Urso o a sfilare in costume da bagno su passerelle di grandi stilisti.

ma ...IN SOSTANZA.... di cosa stiamo parlando ?

la Boldrini non è più alla nazioni unite, adesso è in Italia paese disastrato
che ha bisogno di coesione d'intenti e unità
due cose che lei con il suo comprtamento mina pericolosamente

oltre ai rifugiati si interessi anche i diritti dei cittadini italiani se non li vuole vedere
'rifugiati' in Danimarca, Norvegia, U.K. Canada o dovunque ci sia lavoro e codizioni di vita migliori

questa è l’ennesima pagliacciata all’insegna dell’ipocrisia in un paese ipocrita all'ennesima potenza.......

ho amiche che lavoran in associazioni e dicono che fanno da tempo molti contratti calando salari e stipendi….alla ducati anni fa hanno tolto i minuti
per lavare le mani con la saponetta

e questa fa la ‘sceneggiata’ con la fiat per cose che bene o male succedono in tante eziende’ per farsi bella con una parte politica
che ha nel dna l’odio viscerale per le imprese…

H a fatto meglio Natuzzi a non invitarla mai, tanto da quelle parti li conoscono i ‘loro polli sellini d’allevamento ’ KO!

questi burocrati non sanno un mazza di imprese, lavoratori, sacrifici, sanno solo fare operetta per incantare il popolino credulone e boccalone
e per accapparrarsi voti a più non posso con sceneggiate come questa

come sono caduti in basso KO!

:bye:
 
La Fiat va dove le danno i soldi
La Fiat è andata in Usa, associandosi alla Chrysler con la quale probabilmente si fonderà, perchè il governo Usa ha messo molti capitali. Adesso va in Serbia perchè la Serbia usando i fondi UE (aiuti ricevuti anche se non ne fa parte) finanzia lo stabilimento per tre quarti (inoltre chi ci lavora si accontenta). La Fiat voleva andare in Germania, ma là di soldi non gliene davano per niente e quindi ha rinunciato.
Dell'Italia ormai alla Fiat, e a Marchionne, interessa poco. Gli appelli al patriottismo li lasciano molto indifferenti, quelli alla padanità di certi leghisti li faranno semplicemente ridere.
Mentre si capiva che maturavano queste linee di condotta il governo italiano è stato assente. Berlusconi non ha mai detto una parola nè fatto una riunione in merito. Ha altri pensieri. Il ministero che dovrebbe occuparsene è da mesi senza titolare (dimissioni causa scandali), alle riunioni in extremis il governo manda un ministro che si preoccupa soltanto di dare ostracismi alla Cgil.
Un Paese come l'Italia rimane senza una idea di politica industriale, di contatti con importanti mercati esteri (in Cina in una occasione importante non si è presentato nessuno), senza azioni per lo sviluppo o per lo meno di contrasto contro l'arretramento.
Un po' alla volta scompariranno anche quei pochi residui di industrie di un certo livello tuttora rimasti. Rimarranno le fabbrichette, in concorrenza con i Paesi cosiddetti in via di sviluppo!

mi sà che sei rimasto indietro...il tessuto delle micro-piccole impresa lo hanno già minato e si stà distruggendo da tempo
vista l'inerzia nel fare misure di 'tutela' da parte de governi politico- burocrati -tecnici-bocconiani-ecc

:bye:
 
ma ...IN SOSTANZA.... di cosa stiamo parlando ?

la Boldrini non è più alla nazioni unite, adesso è in Italia paese disastrato
che ha bisogno di coesione d'intenti e unità
due cose che lei con il suo comprtamento mina pericolosamente

oltre ai rifugiati si interessi anche i diritti dei cittadini italiani se non li vuole vedere
'rifugiati' in Danimarca, Norvegia, U.K. Canada o dovunque ci sia lavoro e codizioni di vita migliori

questa è l’ennesima pagliacciata all’insegna dell’ipocrisia in un paese ipocrita all'ennesima potenza.......

ho amiche che lavoran in associazioni e dicono che fanno da tempo molti contratti calando salari e stipendi….alla ducati anni fa hanno tolto i minuti
per lavare le mani con la saponetta

e questa fa la ‘sceneggiata’ con la fiat per cose che bene o male succedono in tante eziende’ per farsi bella con una parte politica
che ha nel dna l’odio viscerale per le imprese…

H a fatto meglio Natuzzi a non invitarla mai, tanto da quelle parti li conoscono i ‘loro polli sellini d’allevamento ’ KO!

questi burocrati non sanno un mazza di imprese, lavoratori, sacrifici, sanno solo fare operetta per incantare il popolino credulone e boccalone
e per accapparrarsi voti a più non posso con sceneggiate come questa

come sono caduti in basso KO!

:bye:
Ma perche' sono mai stati in alto ?
 
ma ...IN SOSTANZA.... di cosa stiamo parlando ?

la Boldrini non è più alla nazioni unite, adesso è in Italia paese disastrato
che ha bisogno di coesione d'intenti e unità
due cose che lei con il suo comprtamento mina pericolosamente

oltre ai rifugiati si interessi anche i diritti dei cittadini italiani se non li vuole vedere
'rifugiati' in Danimarca, Norvegia, U.K. Canada o dovunque ci sia lavoro e codizioni di vita migliori

questa è l’ennesima pagliacciata all’insegna dell’ipocrisia in un paese ipocrita all'ennesima potenza.......

ho amiche che lavoran in associazioni e dicono che fanno da tempo molti contratti calando salari e stipendi….alla ducati anni fa hanno tolto i minuti
per lavare le mani con la saponetta

e questa fa la ‘sceneggiata’ con la fiat per cose che bene o male succedono in tante eziende’ per farsi bella con una parte politica
che ha nel dna l’odio viscerale per le imprese…

H a fatto meglio Natuzzi a non invitarla mai, tanto da quelle parti li conoscono i ‘loro polli sellini d’allevamento ’ KO!

questi burocrati non sanno un mazza di imprese, lavoratori, sacrifici, sanno solo fare operetta per incantare il popolino credulone e boccalone
e per accapparrarsi voti a più non posso con sceneggiate come questa

come sono caduti in basso KO!

:bye:

io dico solo che ha fatto + che bene a nn accettare invito di marpionne
da qui a dire che sel pd sono da votare c'è di mezzo un'oceano
sono il primo a pensare che a sx sono solo meeting e bla bla ;)
 
Indietro