Finalmente ci siamo arrivati, sfrattati i primi italiani per fare posto agli africani

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
francamente

dall'articolo
.............
una situazione disumana. Inaccettabile", ci dice al telefono don Luigi Larizza, parroco del Sacro Cuore che, attualmente, ospita nella propria parrocchia i 47 italiani cacciati dal centro d'accoglienza gestito dall'associazione ABFO presso una scuola comunale in disuso.
.................

l'associazione ONLUS di sicuro è di quelle fasulle nate per fottere soldi, ma facendo il discorso in chiave PURAMENTE imprenditoriale

se guadagna di PIU' ospitando i neri (con i soldi dell'UE, perchè attualmente i 35 euro sono soldi cacciati dalla UE [parte anche italiana]) perchè NON doveva cacciarli fuori ?


il mercato lo vuole :o e pure i deficienti che continuate a votare

ha fatto bene!
 
Adesso il comune requisirà le
case sfitte e co metterà questi
italiani sfortunati!
 
Per capire quello che succede adesso il discorso è semplice:
diseredati e nullafacenti italiani -> arrangiarsi
diseredati e nullafacenti immigrati -> ospitati con vitto e alloggio + paghetta

A prescindere dal fatto che uno possa ritenere lecito mantenere a spese dello Stato le persone, è ovvio che c'è una chiara disparità di trattamento

Questo è razzismo
 
Per capire quello che succede adesso il discorso è semplice:
diseredati e nullafacenti italiani -> arrangiarsi
diseredati e nullafacenti immigrati -> ospitati con vitto e alloggio + paghetta

A prescindere dal fatto che uno possa ritenere lecito mantenere a spese dello Stato le persone, è ovvio che c'è una chiara disparità di trattamento

Questo è razzismo

una volta che le Commissioni finiscono di vagliare le richieste d'asilo anche gli immigrati vengono sfrattati e messi fuori dalla porta..
Ad oggi abbiamo migliaia di persone senza permesso di soggiorno che dormono per strada.
 
Per capire quello che succede adesso il discorso è semplice:
diseredati e nullafacenti italiani -> arrangiarsi
diseredati e nullafacenti immigrati -> ospitati con vitto e alloggio + paghetta

A prescindere dal fatto che uno possa ritenere lecito mantenere a spese dello Stato le persone, è ovvio che c'è una chiara disparità di trattamento

Questo è razzismo



macchè razzismo, hanno fatto bene, l'affitto non lo pagavano!
Piazza pulita! Adesso il proprietario avrà la grana dallo stato
 
macchè razzismo, hanno fatto bene, l'affitto non lo pagavano!
Piazza pulita! Adesso il proprietario avrà la grana dallo stato

Io non discuto del fatto che si debbano mandare via o no, quello che puntualizzo è che c'è disparità nel trattamento a seconda della provenienza geografica.
Quindi si tratta di razzismo.
Il mio è un discorso molto semplice, non è difficile da capire.
 
Se per te sono pochi :rolleyes:

ho specificato pero'....100mila espulsi??
50mila (anche meno) fanno ricorso a gratuito patrocinio a spese dello Stato:censored: .......15 mila mediamente vengono accettati dopo il ricorso.........
10 milioni di euro l'anno solo in avvocati".
A Milano solo il 30% fa ricorso.
Va eliminata la possibilita' di fare ricorso.
 
Ultima modifica:
Venezia, 27 luglio 2016

- "Il presidente della Baviera, Horst Seehofer, ha chiesto nuove verifiche per i profughi arrivati in Germania: 'Dobbiamo sapere chi si trova in questo Paese' ha dichiarato alla Süddeutsche Zeitung. Sapere chi si ospita e' un diritto che diventa un dovere se di mezzo c'e' anche la lotta al terrorismo. Purtroppo in Veneto non sarebbe possibile esercitare questo diritto-dovere: dei quasi 25 mila immigrati arrivati circa 14 mila si sono dati alla macchia e di queste persone non sappiamo nulla, non sappiamo chi e dove siano".

http://www.stranieriinitalia.it/att...mbetti-in-veneto-piu-di-14-mila-fantasmi.html
 
Indietro