Fino al censimento del 2001 circa il 30% degli ucraini erano di madrelingua russa

glu

Nuovo Utente
Registrato
1/5/09
Messaggi
750
Punti reazioni
58
Una ucraina in cui esistono solo gli abitanti di lingua ucraina dove gli abitanti di lingua russa non possono parlare la propria lingua madre, come dobbiamo chiamarla? Pulizia etnica? E noi dovremmo accettare di sostenere questo progetto? Questo progetto non può essere nell'interesse della pacifica convivenza dei popoli dell'Ucraina.
 
Ultima modifica:

vinkor

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
6/3/09
Messaggi
18.471
Punti reazioni
971
Una ucraina in cui esistono solo gli abitanti di lingua ucraina dove gli abitanti di lingua russa non possono parlare la propria lingua madre, come dobbiamo chiamarla? Pulizia etnica? E noi dovremmo accettare di sostenere questo progetto? Questo progetto non può essere nell'interesse della pacifica convivenza dei popoli dell'Ucraina.
Da quanto ne so, tutti gli ucraini parlano il russo incluso Zelensky
Gli unici che non la parlano sono quelli della regione occidentale di Leopoli che apparteneva all' impero austriaco

Poi ci sono ucraini bilingui e quelli che parlano solo il russo, cioe' quelli del Donbas e Crimea

Odessa e' anche una citta' prettamente russa (dove inizio' la rivoluzione russa)anche se alcuni bombardamenti russi li han fatto cambiare idea
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.734
Punti reazioni
3.307
Non è mai esistita nessuna legge per cui in Ucraina non si potesse parlare il Russo.
Quindi il problema non si pone.
Se anche ci fosse una legge del genere, però, ciò non giustificherebbe fare centinaia di migliaia di morti per permettere a qualcuno di "parlare Russo". Ma ripeto, il problema non si pone.
 

Lupak

Nuovo Utente
Registrato
25/11/06
Messaggi
17.033
Punti reazioni
1.000
Fino al censimento del 2022, il 100% degli abitanti del Ticino parlava italiano
 

glu

Nuovo Utente
Registrato
1/5/09
Messaggi
750
Punti reazioni
58
Non è mai esistita nessuna legge per cui in Ucraina non si potesse parlare il Russo.
Quindi il problema non si pone.
Se anche ci fosse una legge del genere, però, ciò non giustificherebbe fare centinaia di migliaia di morti per permettere a qualcuno di "parlare Russo". Ma ripeto, il problema non si pone.
Si può parlare il russo come le altre lingue minoritarie a casa, forse in chiesa . Secondo la legge del 2017 emendata nel 2019 è un crimine non addottare la lingua ucraina come lingua di Stato cioè negli uffici pubblicvi, nelle scuole, tribunali e persino nei media.
https://euromaidanpress.com/2019/04/25/ukraine-adopts-law-expanding-scope-of-ukrainian-language/



 
Ultima modifica:

Sency

Agorista
Registrato
26/8/04
Messaggi
4.246
Punti reazioni
445
Quindi nessuno ha vietato di parlare il russo in Ucraina, anche dopo la guerra iniziata da Putin nel 2014.
Ma mi chiedo: a Konigsberg si può parlare tedesco negli uffici pubblici? E a Mariupol si può parlare ucraino?
Io credo che lì si parla solo russo, ma non perché è vietato, ma perché li hanno deportati tutti o sono scappati prima...
 
Ultima modifica:

mib30

acquisto BUONSENSO
Registrato
21/8/00
Messaggi
44.053
Punti reazioni
1.434
Fino al censimento del 2022, il 100% degli abitanti del Ticino parlava italiano
Oddio, non proprio

Quando da Lugano mi arrivano le mail con scritto "ordinazione" penso sempre che hanno scambiato un componente idraulico con una cena al ristorante

ORDINAZIONE
 

Xasa

Nuovo Utente
Registrato
19/10/13
Messaggi
3.758
Punti reazioni
217
Una ucraina in cui esistono solo gli abitanti di lingua ucraina dove gli abitanti di lingua russa non possono parlare la propria lingua madre, come dobbiamo chiamarla? Pulizia etnica? E noi dovremmo accettare di sostenere questo progetto? Questo progetto non può essere nell'interesse della pacifica convivenza dei popoli dell'Ucraina.

Quando si crea un Th si ha l'obbligo morale d'informarsi. Non l'hai fatto.

Nessuno ha messo questo divieto. In pratica il russo era stato inserito come lingua "locale". Ovvero veniva riconosciuta nei distretti a maggioranza russa come lingua ufficiale nella gestione statale.


Per capirci, é come se in Italia, in Lombardia, venissero pubblicare informative in italiano e in Bergamasco.

Poi se non ricordo male, si é cercato di porre rimedio, ovvero di fare elevare l'ucraino come lingua di stato e quindi si é tolta l'ufficialità concessa.


Lo abbiamo fatto anche noi in Italia, perché uno stato e una sola lingua ufficiale, poi nessuno impedisce l'uso di lingue locali. Esempio: il napoletano a Napoli lo parlano tutti e lo usano. Ma se vai a presentare una domanda in comune mica la presenti in napoletano scritto...


Quindi, finendo, nessuno ha messo il divieto che venisse parlato, non ti fucilano né ti massacrano. Solo che se stai in Ucraina devi sapere l'ucraino. E mi sembra anche normale. Lo fanno tutti gli stati, si chiama lingua ufficiale.

E da lì sono nate politiche per la diffusione capillare. E ricordiamoci che la carta dei diritti tutela quei sistemi linguistici a rischio estinzione, e non mi pare che il russo rientri in questa categoria...
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.734
Punti reazioni
3.307
L'Ucraina è un paese sovrano, quand'anche vietasse l'uso della lingua russa, nessuno ha il diritto di invaderla.
Ma sarebbe una cosa Fascista, ti dicono. Poi se chiedi agli stessi che cosa pensano del Fascismo... :rolleyes:
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.734
Punti reazioni
3.307
una delle tante contraddizioni dei "non filoputiniani" :D
Poi danno addosso ai "Nazisti", ma quando c'era Borghezio che faceva quello che faceva e aveva contatti con ambienti neonazisti sul serio, da decenni...eh vabbuò. O Gentilini che voleva vestire gli immigrati da lepre per andare a caccia...eh vabbuò.
Poi c'erano gli adoratori del Terzo Reich, perchè la Banca Centrale stampava e faceva stare bene tutti...eh vabbuò.
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.734
Punti reazioni
3.307
Quando si crea un Th si ha l'obbligo morale d'informarsi. Non l'hai fatto.

Nessuno ha messo questo divieto. In pratica il russo era stato inserito come lingua "locale". Ovvero veniva riconosciuta nei distretti a maggioranza russa come lingua ufficiale nella gestione statale.


Per capirci, é come se in Italia, in Lombardia, venissero pubblicare informative in italiano e in Bergamasco.

Poi se non ricordo male, si é cercato di porre rimedio, ovvero di fare elevare l'ucraino come lingua di stato e quindi si é tolta l'ufficialità concessa.


Lo abbiamo fatto anche noi in Italia, perché uno stato e una sola lingua ufficiale, poi nessuno impedisce l'uso di lingue locali. Esempio: il napoletano a Napoli lo parlano tutti e lo usano. Ma se vai a presentare una domanda in comune mica la presenti in napoletano scritto...


Quindi, finendo, nessuno ha messo il divieto che venisse parlato, non ti fucilano né ti massacrano. Solo che se stai in Ucraina devi sapere l'ucraino. E mi sembra anche normale. Lo fanno tutti gli stati, si chiama lingua ufficiale.

E da lì sono nate politiche per la diffusione capillare. E ricordiamoci che la carta dei diritti tutela quei sistemi linguistici a rischio estinzione, e non mi pare che il russo rientri in questa categoria...
Ma non c'è neanche bisogno di parlare di questa cosa. Invadere uno Stato sovrano, perchè mette una lingua ufficiale o cose del genere è una follia totale da pazzi criminali. Ma chi può credere veramente a una cosa del genere? E' una cosa fuori dal mondo totalmente, una cosa che una mente sana non può nemmeno concepire. E infatti i motivi sono altri. Sono solo i putiniani che prendono la scusa ufficiale del momento, per rilanciarla e supportarla. Prima era la denazificazione, poi la liberazione, poi il cambio di regime, poi la NATO, domani sarà un'altra cosa.
 

kannon

Nuovo Utente
Registrato
24/9/08
Messaggi
7.219
Punti reazioni
388
Una ucraina in cui esistono solo gli abitanti di lingua ucraina dove gli abitanti di lingua russa non possono parlare la propria lingua madre, come dobbiamo chiamarla? Pulizia etnica? E noi dovremmo accettare di sostenere questo progetto? Questo progetto non può essere nell'interesse della pacifica convivenza dei popoli dell'Ucraina.
La madrelingua non c'entra nulla con la nazionalità. Altrimenti un aborigeno australiano si dovrebbe sentire canadese visto che entrambi sono di madrelingua inglese.

Il russo era la lingua veicolare dell'Unione sovietica, quella sì che vietava l'insegnamento della lingua ucraina nelle scuole e negli spazi pubblici proprio per evitare che si sviluppasse un nazionalismo ucraino.

Gli ucraini che sono di madrelingua russa sono ucraini come tutti gli altri, infatti il loro presidente è di madrelingua russa e si sente ucraino, mica russo.

La coincidenza tra nazionalità e lingua è una specificità della cultura dei popoli dell'Europa occidentale, prodotto dello stato nazione ottocentesco, ma è una nostra eccezionalità. Fuori dall'Europa, nella maggior parte degli stati, si parlano anche decine di lingue tutte riconosciute dalla stato. Persino gli USA non hanno una lingua ufficiale, e volendo uno potrebbe essere di madrelingua spagnola ed essere comunque di nazionalità statunitense.

Sono cose comunque abbastanza banali, vi potreste informare con facilità, se solo lo voleste.
 

glu

Nuovo Utente
Registrato
1/5/09
Messaggi
750
Punti reazioni
58
L'Ucraina è un paese sovrano, quand'anche vietasse l'uso della lingua russa, nessuno ha il diritto di invaderla.
Quando si crea un Th si ha l'obbligo morale d'informarsi. Non l'hai fatto.

Nessuno ha messo questo divieto. In pratica il russo era stato inserito come lingua "locale". Ovvero veniva riconosciuta nei distretti a maggioranza russa come lingua ufficiale nella gestione statale.


Per capirci, é come se in Italia, in Lombardia, venissero pubblicare informative in italiano e in Bergamasco.

Poi se non ricordo male, si é cercato di porre rimedio, ovvero di fare elevare l'ucraino come lingua di stato e quindi si é tolta l'ufficialità concessa.


Lo abbiamo fatto anche noi in Italia, perché uno stato e una sola lingua ufficiale, poi nessuno impedisce l'uso di lingue locali. Esempio: il napoletano a Napoli lo parlano tutti e lo usano. Ma se vai a presentare una domanda in comune mica la presenti in napoletano scritto...


Quindi, finendo, nessuno ha messo il divieto che venisse parlato, non ti fucilano né ti massacrano. Solo che se stai in Ucraina devi sapere l'ucraino. E mi sembra anche normale. Lo fanno tutti gli stati, si chiama lingua ufficiale.

E da lì sono nate politiche per la diffusione capillare. E ricordiamoci che la carta dei diritti tutela quei sistemi linguistici a rischio estinzione, e non mi pare che il russo rientri in questa categoria...
Quando si crea un Th si ha l'obbligo morale d'informarsi. Non l'hai fatto.

Nessuno ha messo questo divieto. In pratica il russo era stato inserito come lingua "locale". Ovvero veniva riconosciuta nei distretti a maggioranza russa come lingua ufficiale nella gestione statale.


Per capirci, é come se in Italia, in Lombardia, venissero pubblicare informative in italiano e in Bergamasco.

Poi se non ricordo male, si é cercato di porre rimedio, ovvero di fare elevare l'ucraino come lingua di stato e quindi si é tolta l'ufficialità concessa.


Lo abbiamo fatto anche noi in Italia, perché uno stato e una sola lingua ufficiale, poi nessuno impedisce l'uso di lingue locali. Esempio: il napoletano a Napoli lo parlano tutti e lo usano. Ma se vai a presentare una domanda in comune mica la presenti in napoletano scritto...


Quindi, finendo, nessuno ha messo il divieto che venisse parlato, non ti fucilano né ti massacrano. Solo che se stai in Ucraina devi sapere l'ucraino. E mi sembra anche normale. Lo fanno tutti gli stati, si chiama lingua ufficiale.

E da lì sono nate politiche per la diffusione capillare. E ricordiamoci che la carta dei diritti tutela quei sistemi linguistici a rischio estinzione, e non mi pare che il russo rientri in questa categori

Quando si crea un Th si ha l'obbligo morale d'informarsi. Non l'hai fatto.

Nessuno ha messo questo divieto. In pratica il russo era stato inserito come lingua "locale". Ovvero veniva riconosciuta nei distretti a maggioranza russa come lingua ufficiale nella gestione statale.


Per capirci, é come se in Italia, in Lombardia, venissero pubblicare informative in italiano e in Bergamasco.

Poi se non ricordo male, si é cercato di porre rimedio, ovvero di fare elevare l'ucraino come lingua di stato e quindi si é tolta l'ufficialità concessa.


Lo abbiamo fatto anche noi in Italia, perché uno stato e una sola lingua ufficiale, poi nessuno impedisce l'uso di lingue locali. Esempio: il napoletano a Napoli lo parlano tutti e lo usano. Ma se vai a presentare una domanda in comune mica la presenti in napoletano scritto...


Quindi, finendo, nessuno ha messo il divieto che venisse parlato, non ti fucilano né ti massacrano. Solo che se stai in Ucraina devi sapere l'ucraino. E mi sembra anche normale. Lo fanno tutti gli stati, si chiama lingua ufficiale.

E da lì sono nate politiche per la diffusione capillare. E ricordiamoci che la carta dei diritti tutela quei sistemi linguistici a rischio estinzione, e non mi pare che il russo rientri in questa categoria...
tu ricordi male. C'è una legge riconfermata dalla Corte Costituzionale ucraina che considera un crimine non addottare la lingua ucraina come lingua di Stato cioè negli uffici pubblicvi, nelle scuole, tribunali e persino nei media. https://euromaidanpress.com/2019/04/25/ukraine-adopts-law-expanding-scope-of-ukrainian-language/
Ti porto un altro paragone piuttosto che il tuo. Alla minoranza tedesca in Alta Adige è garantito la linga tedesca al pari dell'italiano a livello ufficiale e sono solo lo 0,065 % della popolazione del nostro.paese. Di dico di piu' sono sorti contenzioni tra il Governo ucraino e paesi come l'Ungheria che ha una minoranza in quel Paese Hungary-Ukraine relations hit new low over troop deployment
Informati meglio prima di rispondere. Altrimenti fai prima a sostenere il diritto ad applicare una politica fascista .
 

lorenzov1963

RdC?! A Lavorare!
Sospeso dallo Staff
Registrato
30/7/08
Messaggi
29.307
Punti reazioni
1.028
Una ucraina in cui esistono solo gli abitanti di lingua ucraina dove gli abitanti di lingua russa non possono parlare la propria lingua madre, come dobbiamo chiamarla? Pulizia etnica? E noi dovremmo accettare di sostenere questo progetto? Questo progetto non può essere nell'interesse della pacifica convivenza dei popoli dell'Ucraina.
Quindi in nome di sta cosa -un sacco di gente parla russo- giusto fare una guerra con diverse centinaia di migliaia di morti?!?!
 

lorenzov1963

RdC?! A Lavorare!
Sospeso dallo Staff
Registrato
30/7/08
Messaggi
29.307
Punti reazioni
1.028
tu ricordi male. C'è una legge riconfermata dalla Corte Costituzionale ucraina che considera un crimine non addottare la lingua ucraina come lingua di Stato cioè negli uffici pubblicvi, nelle scuole, tribunali e persino nei media. https://euromaidanpress.com/2019/04/25/ukraine-adopts-law-expanding-scope-of-ukrainian-language/
Ti porto un altro paragone piuttosto che il tuo. Alla minoranza tedesca in Alta Adige è garantito la linga tedesca al pari dell'italiano a livello ufficiale e sono solo lo 0,065 % della popolazione del nostro.paese. Di dico di piu' sono sorti contenzioni tra il Governo ucraino e paesi come l'Ungheria che ha una minoranza in quel Paese Hungary-Ukraine relations hit new low over troop deployment
Informati meglio prima di rispondere. Altrimenti fai prima a sostenere il diritto ad applicare una politica fascista .
Leggiamo cosa dice:

Dice che l'Ucraino è lingua ufficiale dell'Ucraina.. E che c'è di così strano? Forse che in UK per le comunicazioni ufficiali usano l'Italiano?!?!

Non è proibito usare il russo:

La legge non si applica alla sfera della comunicazione privata e della religione ma obbliga ogni cittadino a conoscere la lingua di Stato. I richiedenti la cittadinanza ucraina dovranno superare un esame sulla conoscenza dell'ucraino. Sono previste esenzioni solo per i militari dell'esercito o per coloro per i quali la concessione della cittadinanza è interesse dello Stato, ma a tali soggetti sarà richiesto di studiare la lingua di Stato nel prossimo anno.

Dopo quello che hanno passato il minimo sindacale è che vogliano usare la loro di lingua.
 

gianni marco

Nuovo Utente
Registrato
1/6/17
Messaggi
10.543
Punti reazioni
361
perché si sfrutta la vecchia storiella della vessazioni delle minoranze per fornire un pretesto necessario per giustificare l'invasione russa dell'Ucraina.

Lo ha fatto hitler ai tempi dei sudeti di Cecoslovacchia.

Purtroppo al cremlino, per scopi loro, hanno dovuto resuscitare questi schemi narrativi in Europa, nel 2022, che servono a mascherare le conquiste territoriali che realmente interessano alla russia...altro che la tutela del cittadino ucraino che parla il russo e che forse gradiva fare a meno dell'esercito russo giunto in Ucraina che gli ha buttato giù la casa, saccheggiato quello che è rimasto dei suoi beni ed accoppato metà se non tutta la sua famiglia...
 

glu

Nuovo Utente
Registrato
1/5/09
Messaggi
750
Punti reazioni
58
perché si sfrutta la vecchia storiella della vessazioni delle minoranze per fornire un pretesto necessario per giustificare l'invasione russa dell'Ucraina.

Lo ha fatto hitler ai tempi dei sudeti di Cecoslovacchia.

Purtroppo al cremlino, per scopi loro, hanno dovuto resuscitare questi schemi narrativi in Europa, nel 2022, che servono a mascherare le conquiste territoriali che realmente interessano alla russia...altro che la tutela del cittadino ucraino che parla il russo e che forse gradiva fare a meno dell'esercito russo giunto in Ucraina che gli ha buttato giù la casa, saccheggiato quello che è rimasto dei suoi beni ed accoppato metà se non tutta la sua famiglia...
Alla faccia delle minoranze, tra russi, ungheresi, moldavi ecc fanno quasi il 30% della popolazione della Ucraina e non avrebbero il diritto di vedere di essere amministrati nella propria lingua e matenere le proprie tradizioni come noi italiani abbiamo concesso ai sud tirolesi che sono lo 0,065% della popolazione italiana? Allora ditelo che aveva fatto bene Mussolini a italianizzare il Sud tirolo e che la sua ideologia, quella fascista, è quella che l'Europa ciecamente sostiene in quel Paese a vantaggio non dei popoli ucraini ma nell'interesse di una cricca al potere ultracorrotta e di una pretesa ultranazionalista e in ultima analisi nell'interesse americano di eliminare pericolosi concorrenti.
 
Ultima modifica:

gianni marco

Nuovo Utente
Registrato
1/6/17
Messaggi
10.543
Punti reazioni
361
Alla faccia delle minoranze, tra russi, ungheresi, moldavi ecc fanno quasi il 30% della popolazione della Ucraina e non avrebbero il diritto di vedere di essere amministrati nella propria lingua e matenere le proprie tradizioni come noi italiani abbiamo concesso ai sud tirolesi che sono lo 0,065% della popolazione italiana? Allora ditelo che aveva fatto bene Mussolini a italianizzare il Sud tirolo e che la sua ideologia, quella fascista, è quella che l'Europa ciecamente sostiene in quel Paese a vantaggio non dei popoli ucraini ma nell'interesse di una cricca al potere ultracorrotta e di una pretesa ultranazionalista e in ultima analisi nell'interesse americano di eliminare pericolosi concorrenti.
non mi sembra che l'attuale governo di Kiev, nel corso di questa guerra che vede il paese invaso dalla russia, intende perseguitare i suoi concittadini che parlano la lingua russa; anche perché tantissimi ucraini sanno parlare con disinvoltura sia la lingua ucraina sia la lingua russa.

Inoltre comprendo che appare una cosa difficile da capire per qualcuno, perché così si smonta questa presunta avversione del governo ucraino per i cittadini ucraini che parlano russo, e viene compromessa perciò tutta l'impalcatura creata dal regime russo per invadere l' Ucraina.