Fiscale: valore carico terreno con successione e fine contenzioso

sorpreso

Nuovo Utente
Registrato
22/9/05
Messaggi
1.675
Punti reazioni
55
Sottopongo il problema di un mio conoscente (dati ai valori di oggi)
--Riceve un terreno i eredità 20 anni fà al valore di 1 euro (e paga tassa successione)

--ha un accertamento tributario che ipotizza un valore del terreno per 30 euro e inizia una causa

-- nel 2002 vi è una legge che consente di chiudere il contenzioso tributario pagando 1/3 del dovuto . La persona aderisce, il contenzioso si chiude ufficialmente

-- la legge del 2002 non specificava se a questo punto il valore di carico diventasse 30 euro. Il mio conoscente ipotizza di si anche perchè in un altro caso del genere del 1992 un'altra legge diceva esplicitamente che il valore di carico diventava il 25% di quanto accertato . In questo caso no . Anzi esiste una circolare che , riferendosi pero alle quote societarie (per la legge del 2002) spiega chiaramente che il valore di carico diventa quello accertato al 100%

-- quindi lui transa, accetta quanto detto dal fisco, chiude la causa prima che poteva anche vincere e il valore di carico diventa 30 euro

--nel 2005 vende il terreno a 27 euro a mq e non paga tasse

-- ora il fisco gli accerta una plus partendo da 1 euro , ossia 26 euro a mq
parlandoci vedono l'accertamento e la fine contenzioso (non lo sapevano) ma sostengono che avendo pagato 1/3 del dovuto (con l'adesione) il valore di carico è 10 euro e quindi l'accertamento è su 16 euro.

-- questo senza alcuna motivazione legale. Chiedendo su quali basi questo ragionamento dicono che esiste una misteriosa circolare che tuttavia non sanno che codice ha e non riescono a mostrare alla persona. La persona mostra allora la sua circolare e questi allora iniziano a giocare al rialzo e dicono che se paga mi acertano sul 50% ossia su 12 euro (27-15)

-- a questo punto è causa

Chi ha ragione, ci sono elementi giuridici a cui rifarsi ????
 
Indietro