flamel tech un nanotecnologico

stecael

Nuovo Utente
Registrato
18/5/03
Messaggi
157
Punti reazioni
11
Un saluto a tutti, sono nuovo del forum anche se lo seguo da molti anni. Ho investito una modesta cifra su questo titolo relativo ad una azienda francese che opera nel campo delle Nanotecnologie quotata sul Nasdaq. Vorrei sottoporvi questo studio di Soldi Quindici e sapere cosa ne pensate!
FLAMEL TECHNOLOGIES

Nata nel 1990, Flamel Technologies deve il suo nome a Nicolas Flamel, un alchimista francese del Medioevo. Basata a Lione, è quotata sul Nasdaq dal 1996. Forte di un portafoglio tecnologico di prim'ordine, dovrebbe approfittare del crescente interesse per le nanotecnologie. Potete acquistare.


Due piattaforme

Specializzata nelle applicazioni tecnologiche dei polimeri, Flamel Technologies ha principalmente sviluppato due piattaforme utilizzate nei processi di rilascio controllato dei medicinali, chiamati Micropump® e Medusa®. Micropump® è una tecnologia di rilascio controllato e mascheramento del sapore per la somministrazione di medicinali per via orale. Avvolgendo attorno ad un polimero adattato le microparticelle di medicinale, permette di controllare la dose di medicinale rilasciata nell'organismo per un periodo di 12 ore, contro le 3 o 4 del medicinale classico. Questo allungamento del tempo d'azione è doppiamente benefico poiché riduce il numero di somministrazioni quotidiane ed evita il rilascio troppo rapido nell'organismo, cosa che è spesso fonte di effetti collaterali indesiderati.

Medusa®, è una nanotecnologia concepita per la somministrazione di proteine terapeutiche il cui inconveniente è quello di degradarsi rapidamente una volta nell'organismo, cosa che ne limita l'efficacia. Medusa® permette di incapsularle, e quindi proteggerle e gestirne la quantità e l'azione.


Una strategia

Flamel ha come strategia l'associare la sua tecnologia a prodotti già esistenti o in fase di sviluppo. I suoi clienti sono quindi, soprattutto, aziende farmaceutiche o biotecnologiche alle quali rilascia una licenza per la sua tecnologia in cambio del finanziamento della ricerca e dello sviluppo così come il pagamento di royalties sulle vendite dei prodotti che includono la sua tecnologia. Questo modello economico presenta due vantaggi. Flamel non ha bisogno di una rete di vendita per commercializzare i suoi prodotti - se ne occupano i partner - evitando così anche pesanti spese di marketing. Inoltre, il 90% dei medicinali che possono essere migliorati grazie alla sua tecnologia si trova già in commercio, cosa che riduce a 2 o 3 anni il periodo di sviluppo rispetto ai 12, in media, di un medicinale classico.


Dei partner solidi

Oltre al miglioramento del modo di somministrazione dei medicinali per i pazienti, la tecnologia di Flamel presenta anche il vantaggio, per i suoi clienti, di prolungare la durata dei suoi brevetti. Infatti, un semplice cambio di posologia può costituire una nuova indicazione e l’associazione della tecnologia di Flamel ad un medicinale può quindi permettere il prolungamento del brevetto. Sapendo che molti medicinali scadranno nel 2005/2006 e subiranno quindi la concorrenza dei prodotti generici, non ci sono dubbi che Flamel raccolga l'interesse di più di un partner. La società ha già concluso accordi di collaborazione con svariati giganti della farmaceutica quali GlaxoSmithKline, Merck o Bristol-Myers Squibb.


Un affare rischioso

Salire sul treno delle nanotecnologie non è certo esente da rischi, ad esempio la maggior parte delle società del settore non sono ancora redditizie. E se Flamel ha raccolto degli utili nel 2002, lo deve soprattutto alla firma di molteplici collaborazioni. Tuttavia la concessione di licenze non permette di raggiungere, da sola, una redditività durevole. Solo la commercializzazione dei prodotti per i quali la società ha rilasciato la licenza lo permette. E attualmente questa commercializzazione è ancora in dubbio. Inoltre, la ricerca e sviluppo di nuovi prodotti necessitano di notevoli capitali. Non è quindi escluso un ricorso al mercato, cosa che potrebbe diluire la partecipazione agli utili degli azionisti.

Infine, ricordiamo che Flamel è una società di crescita il cui prezzo fluttua sulla scia degli accordi di collaborazione firmati. Se crediamo in un apprezzamento del titolo nel lungo periodo, non possiamo escludere una forte volatilità nel medio/breve periodo. A titolo indicativo, il prezzo di quest'anno si è mossa in una forchetta compresa tra 3,74 e… 42,85 dollari.


Conclusioni

Flamel a già firmato parecchi accordi di un certo livello, soprattutto per il Genvir® (trattamento dell'herpes) e il Basulin® (trattamento del diabete). Se il primo dovrebbe essere commercializzato all'inizio del 2005 con un mercato stimato in 1,7 miliardi di dollari, la vera gallina dalle uova d'oro sarà il secondo, che si rivolge ad un mercato stimato in 3 miliardi di dollari nel 2002. A condizione di saper accettare i rischi, l'investitore con un orizzonte di largo periodo può acquistare il titolo FLAMEL (codice ISIN: US3384881096) sul Nasdaq
 
ciao..interessante,..seguo flamel da un po..credo sia una buona azienda..ma a quando risale il report che citi?..ciao..ache io sono investito sul nanotech con alti e jmar
 
Il report è del 02/12/2004, ma soldi quindici ha nuovamente ribadito il buy in data 13/01/2004, con target 48 $. Adesso devo andare cercherò nella giornata di domani di postare il resto in mio possesso, e soprattutto, se non lo conosci, darti notizie di "soldi quindici" ( Altroconsumo) A presto.
 
Insisto nel segnalare questo titolo di società operante nelle nanotecnologie, un settore che dovrebbe avere alti tassi di crescita nei prossimi anni. Tenete conto che l'azienda è francese ed è solo quotata al nasdaq
 
ciao albert,, percè attenzione?
 
guarda qui:

over view tecnica:
http://quotes.barchart.com/texpert.asp?sym=flml

situazione acquisti sul titolo:
http://thomson.finance.lycos.com/ly...er?t=FLML&range=30&mgp=0&i=3&hdate=&x=19&y=17

movimenti principali istituzionali:
http://thomson.finance.lycos.com/ly...er?t=FLML&range=30&mgp=0&i=3&hdate=&x=19&y=17

sviluppi tecnologici promettenti in ambito delle proprie tecnologie farmaceutiche basate sul nanotech e sui sistemi di micropump per drug delivery:
http://www.flamel-technologies.fr/techAndProd/comprehensivePipeline.shtml

importanti alleanze ormai consolidate:
http://www.flamel-technologies.fr/company/strategy.shtml

insomma..un business...quasi maturo e molto appetibile....ormai ha le carte in regola per affermarsi come uno dei principlai player in amnbito bionanotecnologico......inoltre a livello tecnico pare aver ripreso un forte up trend...come minimo è da tener sott'occhio direi....
 
p.s...unica nota negativa...tra virgoletta, l'incremento degli short..che sono comunque ad un livello accettabile..nella media...
 
da notare infine un segnale tecnico spesso efficace..la media mobile a 200gg e quella a 50gg stanno per incrociarsi e si configura la condizione in sui si ha grafico-media mobile a 50gg sotto e sotot ancora media mobile a 200gg....configurazione di solito bullish...

http://stockcharts.com/def/servlet/SC.web?c=flml,uu[h,a]daclyyay[df][pc200!c50][vc60][iUb14!Lf]&pref=G
 
albert ha scritto:
guarda qui:

over view tecnica:
http://quotes.barchart.com/texpert.asp?sym=flml

situazione acquisti sul titolo:
http://thomson.finance.lycos.com/lycos/iwatch/cgi-bin/iw_ticker?t=FLML&range=30&mgp=0&i=3&hdate=&x=19&y=17

movimenti principali istituzionali:
http://thomson.finance.lycos.com/lycos/iwatch/cgi-bin/iw_ticker?t=FLML&range=30&mgp=0&i=3&hdate=&x=19&y=17

sviluppi tecnologici promettenti in ambito delle proprie tecnologie farmaceutiche basate sul nanotech e sui sistemi di micropump per drug delivery:
http://www.flamel-technologies.fr/techAndProd/comprehensivePipeline.shtml

importanti alleanze ormai consolidate:
http://www.flamel-technologies.fr/company/strategy.shtml

insomma..un business...quasi maturo e molto appetibile....ormai ha le carte in regola per affermarsi come uno dei principlai player in amnbito bionanotecnologico......inoltre a livello tecnico pare aver ripreso un forte up trend...come minimo è da tener sott'occhio direi....


interessantissimo,,,grazie vecio
 
proverò guardare anche questa, grazie e ciao da gas
 
Indietro