Fondi Pensione Vol.15

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
Bella e interessante questa PC !!!
 

laradio

Nuovo Utente
Registrato
4/2/14
Messaggi
3.516
Punti reazioni
183
volevo sapere se è possibile nominare un erede universale per i propri fondi pensione.
ho chiesto al fondocometa tramite PEC , ma non ho avuto risposta, al telefono non rispondono nemmeno a piangere.
ho visto che esistono dei moduli da compilare per indicare un erede diverso da quelli legittimi per legge, ma non ho capito se si può nominare solo se non si hanno eredi o se è possibile anche se si hanno eredi .

Non si usano più i moduli in Cometa per designare il soggetto/i che può/possono riscattare la posizione in caso di premorte dell'aderente, si fa tutto on-line nella propria posizione, un minuto ci si mette senza scomodare o telefonare a nessuno. Ma da quando non entri più nella tua posizione?
 

laradio

Nuovo Utente
Registrato
4/2/14
Messaggi
3.516
Punti reazioni
183
A titolo di rettifica di sciocchezze , che si vedono qui scritte da chi non sa. Per il riscatto della posizione di un aderente da parte del beneficiario designato , che sia anche uno degli eredi, non opera l'istituto della collazione in quanto la "posizione dell'aderente non è incondizionatamente nella sua disponibilità per cui è da escludere che faccia già parte del suo patrimonio". (Copiv + AdE) . In altre parole il credito previdenziale riscattato per premorienza dell'aderente è escluso dell'asse ereditario e pertanto non è soggetto a imposta di successione.
 
Ultima modifica:

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
... è diventato problematico partecipare ad una discussione, si diceva:


Un conto è designare beneficiari gli eredi fatto salvo il diritto alla collazione, altra cosa e il l'erede universale, che tale è e tale resta con o senza designazione.

...poi

La collazione ereditaria (ai sensi degli art. 737 e ss. del Codice civile) è l’operazione con cui determinati soggetti ossia i figli, i loro discendenti nonché il coniuge del de cuius, sono chiamati a conferire nella massa ereditaria tutti i beni – mobili e immobili – ricevuti a titolo di donazione o per mezzo di disposizioni testamentarie dal de cuius. Lo scopo è quello di formare delle porzioni ereditarie eque in modo da prevenire pregiudizi che possono verificarsi a causa delle liberalità di cui sopra.
La collazione ereditaria è quindi un onere a cui non possono sottrarsi i soggetti succitati che hanno deciso di accettare l’eredità e ha lo scopo di ripristinare la parità di trattamento che – con disposizioni testamentarie o liberalità – può essersi alterata per mano del de cuius.
È ovviamente fatta salva la dispensa in sede di donazione o testamento meglio infra precisata.

https://www.officinanotarile.it/col...a è l,disposizioni testamentarie dal de cuius.
 

gove

Nuovo Utente
Registrato
13/1/05
Messaggi
1.522
Punti reazioni
44
Non si usano più i moduli in Cometa per designare il soggetto/i che può/possono riscattare la posizione in caso di premorte dell'aderente, si fa tutto on-line nella propria posizione, un minuto ci si mette senza scomodare o telefonare a nessuno. Ma da quando non entri più nella tua posizione?

Grazie mille.
Da molto che non entro ,oramai controllo solo di tanto in tanto la posizione da app.

Ho creato forse un po di confusione con la mia richiesta e adesso cercando di capire ,ci capisco ancora meno .
Se ho capito bene ,leggendo anche dal sito di altro fondi ,scegliendo un destinatario ,questo diventa il primo a cui vanno destinato il fondo ,a prescindere poi dalla successione di eredità legittima .
Nel mio caso il destinatario del fondo coincide anche con l'erede universale
 

laradio

Nuovo Utente
Registrato
4/2/14
Messaggi
3.516
Punti reazioni
183
Grazie mille.
Da molto che non entro ,oramai controllo solo di tanto in tanto la posizione da app.

Ho creato forse un po di confusione con la mia richiesta e adesso cercando di capire ,ci capisco ancora meno .
Se ho capito bene ,leggendo anche dal sito di altro fondi ,scegliendo un destinatario ,questo diventa il primo a cui vanno destinato il fondo ,a prescindere poi dalla successione di eredità legittima .
Nel mio caso il destinatario del fondo coincide anche con l'erede universale

Non hai creato nessuna confusione .
Il soggetto designato dall’aderente , in caso di premorte dell’aderente medesimo, è colui che può riscattare la sua posizione. Se il soggetto designato fosse un erede ,la somma che il fondo gli liquida è a titolo di “iure proprio” e non invece a titolo di "iure hereditatis” per cui ci paga solo l’imposta sostitutiva dal 15 al 9% sull’imponibile e non anche la tassa di successione, in quanto questa somma non fa parte dell’asse ereditario. Pertanto nulla possono pretendere gli altri eredi e quindi non può essere esercitato l’istituto della collazione, e chi scrive che è fatto salvo il diritto alla collazione non sa quello che scrive, probabilmente deve essere un addetto a fare cioccolati o qualcosa di simile.

Attenzione però che tutto questo vale quando la premorte dell’aderente avviene prima che il medesimo acquisisca il diritto alla pensione (fase di accumulo) . Se la premorte avviene quando l’aderente ha già acquisito il diritto alla pensione , cioè continua a permanere nel fondo pensione, allora cessa , per il soggetto designato, qualora fosse anche un erede, il diritto a percepire la somma a titolo di “iure proprio”.
 
Ultima modifica:

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
La confusione c'è e viene artatamente creata, per le seguenti ragioni:

. nella fattispecie si parla di erede universale e quindi il teatrino non c'entra
. nel caso degli eredi viene montato il teatrino ma anche in caso di premorte gli eredi esclusi possono agire sui contributi versati in caso di lesione di legittima
 

laradio

Nuovo Utente
Registrato
4/2/14
Messaggi
3.516
Punti reazioni
183
Che dire della “coltura” dei cioccolatai?

E’ solo sui premi relativi a contratti assicurativi che , un erede non beneficiario , può agire in caso di lesione della legittima per effetto dell’art. 741 CC

Non c'entrano niente i contributi versati ai fondi pensione con l' istituto della collazione.
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
In fase di accumulo i versamenti o contributi c'entrano, cosi come c'entrano quelli di un pac . Non si capisce perchè non dovrebbero entrare!!!
 

laradio

Nuovo Utente
Registrato
4/2/14
Messaggi
3.516
Punti reazioni
183
Evita di scrivere di cose di cui non conosci stravolgendole.

Mettere sullo stesso piano i PAC con i fondi pensione.... mhaaa! Quando mai i pac hanno l'indicazione di un soggetto designato?
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
Si equivoca sapendo di equivocare!!!
 

laradio

Nuovo Utente
Registrato
4/2/14
Messaggi
3.516
Punti reazioni
183
Si equivoca sapendo di equivocare!!!



No, no hai affatto equivocato, nello scrivere del diritto alla collazione , per il riscatto della posizione del premorto aderente ad un fondo pensione, da parte del soggetto designato ed erede, ma più semplicemente hai scritto di cose che non sai , e per di più, tentando poi, una ridicola giustificazione basata sui PAC.
 
Ultima modifica:

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12/8/19
Messaggi
5.424
Punti reazioni
583
volevo sapere se è possibile nominare un erede universale per i propri fondi pensione.
ho chiesto al fondocometa tramite PEC , ma non ho avuto risposta, al telefono non rispondono nemmeno a piangere.
ho visto che esistono dei moduli da compilare per indicare un erede diverso da quelli legittimi per legge, ma non ho capito se si può nominare solo se non si hanno eredi o se è possibile anche se si hanno eredi .

Puoi nominare chi vuoi e la scelta non intacca la legittima. Molti fondi mettono a disposizione una funzione ad hoc per indicare il codice fiscale dell'erede (eventualmente diverso da quello designato da legge) nella piattaforma web (senza PEC, raccomandate e bizantinismi vari).

Grazie mille.
Da molto che non entro ,oramai controllo solo di tanto in tanto la posizione da app.

Ho creato forse un po di confusione con la mia richiesta e adesso cercando di capire ,ci capisco ancora meno .
Se ho capito bene ,leggendo anche dal sito di altro fondi ,scegliendo un destinatario ,questo diventa il primo a cui vanno destinato il fondo ,a prescindere poi dalla successione di eredità legittima .
Nel mio caso il destinatario del fondo coincide anche con l'erede universale
Nessuna confusione.
Distinguo assicurativi a parte, tutti ti hanno dato indicazioni simili.
 
Ultima modifica:

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
Il ridicolo cioccolataio chiede al sig. notaio :

. perchè il diritto proprio dell'erede, limitatamente ai contributi versati in caso di lesione di legittima non prevede la collazione . Dove sta scritto ,quale sentenza, quale ratio , chi l'ha deciso, quando .

In altre parole perchè la previdenza integrativa gode di un privilegio che le polizze vita non contemplano ?
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
Puoi nominare chi vuoi e la scelta non intacca la legittima. Molti fondi mettono a disposizione una funzione ad hoc per indicare il codice fiscale dell'erede (eventualmente diverso da quello designato da legge) nella piattaforma web (senza PEC, raccomandate e bizantinismi vari).


Nessuna confusione.
Distinguo assicurativi a parte, tutti ti hanno dato indicazioni simili.

Non vuole nominare chicchessia vuole nominare l'erede universale!!!
 

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12/8/19
Messaggi
5.424
Punti reazioni
583
Non vuole nominare chicchessia vuole nominare l'erede universale!!!
Non facciamo sofismi.

Ho dato per scontato che abbia usato involontariamente un termine improprio, anche perché erede universale è, per definizione, colui che eredità TUTTO il patrimonio.
La locuzione "erede universale dei fondi pensione" (usata per altro in riferimento al solo fondo cometa) perde pertanto il significato originario, e quindi, implicitamente gli abbiamo indicato la procedura tralaciando il termine "universale".

Veniamo ai fatti: nell'area web del proprio fondo pensione potrà indicare come erede chi vuole, senza preoccuparsi di quote di legittima, collazione, etc.
Procedura che dovrà essere ripetuta per ogni eventuale altro fondo pensione aperto (e per ogni fondo potrà nominare anche un erede diverso).

Ovviamente se ha dei figli, mette l'amante come erede del fondo, e poi ad 80 anni inizia a versare 100k/anno nel fondo stesso, dovrà mettere in conto il rischio che i figli tentino di rivalersi una volta ottenuto estratto conto bancario da cui si evince l'importo dei versamenti.

Ma non è un problema che riguarda l'utente medio dei fondi pensione (a cui per altro conviene versare tramite trattenuta diretta su stipendio) e non siamo qui a discutere di comportamenti elusivi o tesi ad aggirare le leggi.
 

gove

Nuovo Utente
Registrato
13/1/05
Messaggi
1.522
Punti reazioni
44
Erede universale eredita tutto, ma poi va tenuto conto della legittima .
Intestare il fondo a un erede universale ha senso proprio perché nemmeno un testamento che rende universale un erede a volte non è sufficiente
 

Semprenero

Nuovo Utente
Registrato
14/5/20
Messaggi
110
Punti reazioni
2
comanda la data del bonifico.[/QUOTE

Quindi la quota che il fpn trattiene sullo stipendio di dicembre 2022, andrà tra le deduzioni di competenza 2023 ? Nel frattempo avevo chiesto al call center del fondo, mi avevano detto che vanno per competenza.
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.163
Punti reazioni
471
Erede universale eredita tutto, ma poi va tenuto conto della legittima .
Intestare il fondo a un erede universale ha senso proprio perché nemmeno un testamento che rende universale un erede a volte non è sufficiente

Non cambia nulla , per nominare un erede universale basta un testamento olografo e un atto di accettazione al momento della SUCCESSIONE. Quindi compilare un modulo non serve , perchè quando sarà il momento l'ente pagatore chiederà :

. il certificato di morte
. se il de cuius ha lasciato testamento

Il resto è teatrino.

.
 

uella

Nuovo Utente
Registrato
14/11/21
Messaggi
72
Punti reazioni
12
bene:)

@uella
anche il mander alla fine riconosce che



che ai tempi di previlog non era così (come risulta dalla nota informativa che ho recuperato in internet archive)


e che la differenza dovrebbe stare negli accordi a livello di ccnl.

Quindi se la differenza è reale o un errore te lo dovrebbe saper raccontare il tuo sindacato oppure l'associazione imprenditoriale a cui aderisce il tuo datore di lavoro (firmatari degli accordi)

Volevo ringraziare tutti voi per avere portato avanti la discussione e avermi fornito altri spunti su cui ragionare, tra i quali il ccnl cui non avevo pensato :bow: