Fondi Total/Absolute Return: smascherati !!!

Pek ha scritto:
Mi hai dato dello spicolabile/cardipatico.....

Pek come mai ti sei così identificato in una mia affermazione generica che non intendeva riferirsi necessariamente a te?
 
Performer ha scritto:
Pek come mai ti sei così identificato in una mia affermazione generica che non intendeva riferirsi necessariamente a te?

Perchè io uso anche strategie market neutral
(come te ad inizio anno)

Mi ha dato quindi dello spicolabile/cardiopatico
 
Pek ha scritto:
Perchè io uso anche strategie market neutral
(come te ad inizio anno)

Mi ha dato quindi dello spicolabile/cardiopatico

Io veramente più che nella categoria dei cardiopatici ti vedo bene in quella dei sedicenti guaritori.

Insisto che se uno gioca sul breve è inutile che ricerchi strategie total, absolute o più in generale flessibile perchè tanto vale rivolgersi a soluzioni market neutral soprattutto se si è in grado di comporle da sè visto che il mercato presenta prodotti dall'affidabilità spesso incerta o dal rendimento costante ma esiguo.

Sul lungo periodo tanto vale accettare la volatilità qualunque essa sia ed operare con etf e farla finita una volta per tutte con inutili palpitazioni sulle oscillazioni di prezzo o sulle tentazioni di vendita.

Inoltre sbraito contro chi fa con le opzioni trading di breve in modo direzionale perchè lo ritengo un approccio con un premio a rischio non attentamente valutato (soprattutto quando si opera a leva) e con una performance statisticamente tendente a zero all'aumentare dei trade e comparabile con le scommesse sportive. Questo naturalmente a meno di asimmetrie informative tutte da dimostrare.
Più opportuni quindi in questo caso ancora approcci neutraleggianti realizzati acquistando opzioni in configurazioni varie (strangle. straddle ecc ecc) nella quota di portafoglio destinata appunto al trading o all'hedging e più in generale all'operatività di breve che non è detto debba coincidere con il 100% del portafoglio.

Ti è più chiaro così oppure si vuole indurre chi legge a ritenere che gli approcci market neutral siano esattamente corrispondenti a quelli total o absolute?

Oppure ti piace fare confusione tra approcci di lungo o di breve periodo tanto per tirare acqua al tuo mulino e far credere ai tuoi "pazienti" che quello che va bene nel breve debba andare necessariamente bene anche per il lungo periodo?

Un'altra cosa che di solito caratterizza gli psico-labili è l'assolutismo che deriva dall'ossessivo bisogno di certezze che li porta a ritenere che una soluzione deve avere validità indipendentemente dal contesto.

Per cui se io sostengo gli approcci MN al posto del trading di breve tu ne deduci automaticamente che vadano invece bene indipendetemente da quel tipo di operatività.
E quindi può essere benissimo che come negli Alcolisti Anonimi tu possa essere contemporaneamente paziente e terapeuta.
Ma il problema rimane comunque solo tuo e di chi fa affidamento su di te.
 
Ultima modifica:
Performer ha scritto:
Angelo, se non ti scaldassi troppo per le tue affermazioni, leggendo più attentamente il mio post ti saresti reso subito conto che intendevo proprio sostenere quello che intendi tu e cioè che non vale la pena di investire in prodotti a basso VAR in un periodo in cui i mercati presentano da tempo volatilità bassa e citavo proprio l'improponibile confronto con il 1987 (vedi precedente grafico) di cui però si parla molto in questi giorni negli ambienti più bearish e di conseguenza anche quì nel FOL http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=690122

Questo a meno di non essere particolarmente psico-labili.
Ma questa sembrerebbe essere una caratteristica di molti che scrivono quì.
Be quiet.

Performer, perdonami, non avevo capito che citavi l’esempio del crollo del 1987 per sottolinearne la non confrontabilità con quello di Maggio 2006.

Devo tuttavia farti notare che l’uso dell’espressione “psico-labili” riferita a coloro che scrivono sul forum non è degna di una persona preparata come te………………..


.
 
Anche quì mi leggi di corsa perchè io non ho detto che quelli che scrivono quì sono psicolabili (se è per questo c'è anche di peggio).
Ho detto che coloro che vanno in paranoia per oscillazioni di prezzo di entità superiore al 5% effettivamente presentano sintomi preoccupanti.
Da quì un primo tentativo di diagnosi.

Ricordo che un tempo (oggi francamente non so) nei prospetti dei fondi a contenuto azionario si scriveva che trattavasi di prodotti ad alto rischio specificando che per alto rischio si intendevano oscillazioni anche superiori al 20%.
E non paghi si aggiungeva che alto rischio significa parimenti la possibilità di perdere soldi nel breve periodo.

Ma se su Morningstar o altrove si va a selezionare indipendentemente dalla SIM le dalla tipologia di fondi quelli che hanno avuto la migliore performance negli ultimi 10 anni si vedrà che l'elenco è composto di prodotti azionari, di elevata volatilità, molto diversi tra loro e soprattutto da quelli che invece in questo FOL vanno per la maggiore.

Ma questa è ormai una storia vecchia ed è dimostrabile che per vendere un prodotto nuovo e più redditizio per le SIM come anche una consulenza pseudo-indipendente oggi è più facile fare leva sulle paure recenti della gente.
 

Allegati

  • 10 anni.jpg
    10 anni.jpg
    101 KB · Visite: 262
Ultima modifica:
.

Performer cosa ne pensi dei fondi Oyster Selection e Lemanik Italy segnalati prima da reef?

.
 
Angelo M. ha scritto:
.

Performer cosa ne pensi dei fondi Oyster Selection e Lemanik Italy segnalati prima da reef?

.

Penso che siano degli ottimi fondi che hanno avuto performance ottime anche a fronte di cambiamenti del gestore.
E per me se la performance rimane elevata al cambiare del gestore è un punto di forza.

Il fatto che il Lemanik abbia spesso battuto il benchmark lo renderebbe anche preferibile all'ETF nostrano. Ma sul lungo periodo capisco pure chi preferisce per i motivi detti prima l'ETF sull'SPMIB al posto del Lemanik che è invece un bilanciato.
 
Ultima modifica:
Performer ha scritto:
Ricordo che un tempo (oggi francamente non so) nei prospetti dei fondi a contenuto azionario si scriveva che trattavasi di prodotti ad alto rischio specificando che per alto rischio si intendevano oscillazioni anche superiori al 20%.
E non paghi si aggiungeva che alto rischio significa parimenti la possibilità di perdere soldi nel breve periodo.
In effetti, leggendo vari thread, pare i prospetti informativi e sintetici dell'investimento non vengano presi neppure in considerazioni da una parte cospicusa dei risparmiatori, con la solita conseguenza di acquistare a 100 e vendere 50 dopo neanche 10-15 giorni dall'investimento.
 
Performer ha scritto:
Io veramente più che nella categoria dei cardiopatici ti vedo bene in quella dei sedicenti guaritori.

Incredibile per negare un insulto passi alla diffamazione
Incasso l'ennesima diffamazione/insulto gratuito :o
Sempre meglio di "compagno di merende" che purtroppo è comune sinonimo di "maniaco-assassino"

In ogni caso è inaccettabile prendersi dello psicolabile da chi ad inizio anno dichiarava di aver un portafoglio prevalentemente market neutral


Performer ha scritto:
Ti è più chiaro così oppure si vuole indurre chi legge a ritenere che gli approcci market neutral siano esattamente corrispondenti a quelli total o absolute?

Non mi è mai chiaro quello che scrivi
Cambi continuamente versione
Prenditi la responsabilità di quello che scrivi
Eventuali chiarimenti si fanno sui post
seguenti,non cercando di rendere incomprensibili
le critiche successive editando i post vecchi

Performer ha scritto:
Oppure ti piace fare confusione tra approcci di lungo o di breve periodo tanto per tirare acqua al tuo mulino e far credere ai tuoi "pazienti" che quello che va bene nel breve debba andare necessariamente bene anche per il lungo periodo?

Io faccio confusione?
Davvero pensi che tra i 20 anni di un investimento di lungo e i 2 di uno a breve non ci siano necessità intermedie?

Davvero pensi che sfruttare la nota anti-correlazione
di lungo tra dollaro e oro rientri nella categoria degli hedge
market neutral?
http://www.finanzaonline.com/forum/showpost.php?p=9261052&postcount=51

Facciamo un po' di chiarezza visto che almeno una cosa giusta tra le tue mille correzioni l'hai detta:

Performer ha scritto:
E si possono avere porzioni di portagfoglio dedicate ad assets e strategie diverse.

questo sopra è corretto ed è concorde quanto sostengo
qua

Non bisogna essere assolutisti,ma sfruttare tutti gli strumenti a disposizione per costrire il proprio portafoglio
non tradendo gli obiettivi di rischio e rendimento,compatibilmente con l'orizzonte temporale

Venendo alla sostanza del post
-Total Return è una definizione vaga
Ci si aspetta una gestione correlata con i due asset classici
ed eventualmente un peso variabile tra questi
E' possibile avendo buona, cognizione delle strategie di gestione,costrire una parte di portafoglio assemblando alcuni di questi.
Rimane comunque un asset fortemente legato al sottostante

-Absolute Return
quando il nome non è solo uno spot,vanno incluse tutta una serie di strategie che si propongono di essere decorrelate dai mercati sottostanti
La volatilità non è per forza minima conseguentemente l'orizzonte temporale non è sempre brevissimo 1-3 anni
Le market neutral sono un sottoinsieme delle absolute,caratterizzate dall'uso di strumenti ben correlati sullo stesso mercato

Molte di queste strategie hanno dei punti deboli strutturali:
soffrono le inversioni brusche (sia al rialzo che al ribasso)

Rimangomo però decorrelate dai mercati,mirano a guadagnare anche con mercati calanti
Quando perdono nei ritracciamenti sembra siano correlate
ai mercati,non è così possono perdere anche nei rimbalzi violenti :D

Certo chi ha un orizzonte temporale ben oltre i 10 anni
può farne tranquillamente a meno così come chi crede (non tu) che l'orizzonte temporale di un investimento azionario sia di 5 anni :D

I portafogli degli altri potranno sicuramentre trarre giovamento dall'inserimento di componenti decorrelate
da bond,azioni,materie prime e a volatilità comunque controllata

ps ho cercato di rispondere all'untima versione di questo
post,modificato durante tutto il pomeriggio almeno 4 volte
:o
 

Allegati

  • pp.gif
    pp.gif
    21,8 KB · Visite: 247
Pek ti percepisco agitato e quindi non si capisce di cosa farnetichi.
Non è la prima volta.
Immagino non sarà per te neanche l'ultima.
"Chi è causa del suo mal pianga se stesso."

Che in buona sostanza significa che se non sei d'accordo per me va bene ugualmente ma tanta agitazione da parte tua meriterebbe un controllo medico ogni tanto.
 
Performer ha scritto:
Pek ti percepisco agitato e quindi non si capisce di cosa farnetichi.
Non è la prima volta.
Immagino non sarà per te neanche l'ultima.
"Chi è causa del suo mal pianga se stesso."

Calmissimo invece
Non devo inventarmi polemiche e cercare di trovare la forma migliore o l'insulto più "simpatico"
 
il tempo passa inesorabile per tutti chi vivra' vedra a tutti buonanotte
 
Lasciatemi dissentire da questo modo di esprimere le proprie convinzioni.
La strada che spesso vedo percorrere in questi ultimi tempi è fatta di insulti reciproci e accuse astiose.
I frequentotori di questo forum costituiscono un panorama eterogeneo e composito per estrazione e preparazione,ma una cosa ci dovrebbe accomunare:il rispetto reciproco al di sopra di ogni diatriba.
Ognuno ha le sue idee e il diritto di manifestarle apertamente,ma ciò non dovrebbe pregiudicare la buona educazione.
Gli insulti personali sono sterili parole che non apportano alcunchè alla divulgazione scientifica,che invce dovrebbe rappresentare il fine ultimo della nostra presenza qui.
Grazie a tutti per l'attenzione.
 
Veramente ultimamente nell'aria c'e una tensione particolare.Speriamo si calmino gli animi e che il gain sia di tutti non solo delle mani forti :bow:
 
Cari Rosencranz e Felice apprezzo naturalmente il modo sereno e pacato che cercate spesso di introdurre nel vostro modo di argomentare.

Ritengo però pericoloso scambiare per insulti dei riferimenti che al massimo possono risultare sarcastici per chi non ha voglia di pensare di essere al centro dell'universo.
Ma anche la capacità di offendersi facilmente è tipica delle personalità fragili per cui si finisce inevitabilmente per rientrare nella già citata casistica.

Sono consapevole che il mezzo non faciliti la comprensione e che possa alterare i toni senza che ci sia la volontà di chi scrive.
Ma penso pure che non sia un caso che, seppur non invitato nè direttamente appellato, sia sempre qualche "solito noto" a ritenere di essere chiamato in causa.

Sarebbe forse più divertente che questa sezione del FOL si dividesse serenamente in due tronconi liberi di potersi esprimere tranquillamente senza subire ogni volta l'incursione di chi la pensa diversamente.

Si potrebbero chiamare "Quelli che......passano la vita a limare le discese" e "Quelli che......i conti li fanno solo alla fine".
E ciò che è scientifico per l'uno non è detto che sia scientifico o utile per l'altro.

Ma che ci volete fare?
La sola consapevolezza dell'esistenza delle discese a volte non consente ad alcuni di vedere oltre il proprio naso.
 
La cosa bella che alla fine che sono solo numeri e nemmeno ci si viene a capo della soluzione.Scusate se mi sono intromesso ogni tanto tra i vostri post con interventi che in realta non avevano nessun fondamento scientifico ed all'altezza del vostro spessore culturale finanziario come del resto tutti i miei post sono solo da semplice osservatore che cerca di capire qualcosina leggendo e ricordandosela.Mi ritiro nei meandri della mia ignoranza finanziaria di livello inferiore al parco buoi :'( :'( :'( :'( :bow: :bow: :bow: :bow:

P.S. performer quando parti e per quanto tempo sei off line in rete :bow:
 
Ultima modifica:
Caro Felice, in questi giorni sarò ancora a Londra ma la prossima settimana rientro alla base.
Il mese di luglio lo passo a fare scatoloni. Poi vado un pò in vacanza e ad ottobre mi trasferisco a Singapore.

E' probabile che a fine anno anche io entrerò di diritto nella categoria degli psicolabili se il mio orologio biologico non si adatterà per tempo al nuovo fuso orario.
 
fallo rientrare presto il tuo orologio biologico cosi non avrai problemi di sorta buon viaggio e buon lavoro
 
reef ha scritto:
Questi due sono classificati "Bilanciati moderati":
Oyster Selection
Lemanik Italy

Non voglio entrare nella disputa Total/Absolute che mi interessa relativamente poco, ne' nella eterna polemica pro/contro Alan (che personalmente stimo e al quale sono grato per molte utilissime indicazioni date pubblicamente).

Ciao
:)

Reef,purtroppo Morningstar è vittima di un baco ed anche i due fondi in questione hanno fatto esattamente come gli altri.
Basta che fai una modifica al benchmark e ti accorgi dell'errore.
Rimangono tuttavia rendimenti interessanti anche se in questa fase non hanno potuto evitare la botta.
Aspettiamo che Angelo ci suggerisca come "camminare sulle acque" :D
 
Indietro