Fondo Aureo Materie prime o ETF corrispondente (se c'è)?

Mark Lenders

Spotless Mind
Registrato
8/12/05
Messaggi
3.593
Punti reazioni
172
Ciao a tutti e grazie per i consigli che eventualmente mi darete :)

Sono tentato di sottoscrivere il fondo Aureo Materie prime che mi ha proposto la mia banca tramite un caro amico che ci lavora: gli avevo detto che cercavo qualcosa di simile e lui me l'ha consigliato, ed effettivamente le performance di questo fondo per quest'anno sono davvero lusinghiere, vicine al 40%...

Ora, il mio punto è: esiste un ETF simile, visto che il fondo ha il 2% di commissioni di gestione annue e l'1,2% di commissioni d'ingresso? Se si, quale?

Grazie ancora a tutti per i consigli.
 
su fineco c'è qualcosa ma non quotato a milano mi pare....
 
Mark Lenders ha scritto:
Ciao a tutti e grazie per i consigli che eventualmente mi darete :)

Sono tentato di sottoscrivere il fondo Aureo Materie prime

scusa, non so darti una risposta, ma sei convinto che sia il momento giusto per entrare in suddetto fondo aurifero visto che l'oro è da tempo che è al top? forse era il caso di entrare tempo fa.. .ora potresti farti male... magari mi sbaglio però io ci andrei cauto :confused:
 
rodino ha scritto:
scusa, non so darti una risposta, ma sei convinto che sia il momento giusto per entrare in suddetto fondo aurifero visto che l'oro è da tempo che è al top? forse era il caso di entrare tempo fa.. .ora potresti farti male... magari mi sbaglio però io ci andrei cauto :confused:

Aureo è la Sgr :)
 
Si infatti. Aureo è la società di gestione del fondo che investe in azionario di imprese che si occupano di materie prime ed energia... hanno tantissimi fondi, di cui alcuni con performance veramente egregie...

Certo che un ETF sarebbe meglio per evitare le commissioni piuttosto pesanti... io ho Directa: mi puoi dire l'ETF non quotato a Milano di cui parli Haganah che provo a fare una ricerca?
 
In sostanza come ETF armonizzato c'è solo questo:
MSCI Europe Materials-ST (STP.PAR), quotato a Parigi, 0,50% di gestione. Ce ne sarebbe un altro quotato a Francoforte ma non è armonizzato.
 
E allora mi sa che m'attacco, perchè con Directa ho l'impressione di non poterlo acquistare..... niente Francia se nn ricordo male...:(

Tu trmz che ne pensi di questa SGR e dei fondi "materie prime" e "mercati emergenti" in particolare? Hanno dato il 36% e oltre il 50% rispettivamente...

Il primo è composto così:

45% MSCI Energy (Loc) 45% MSCI WORLD MATERIALS (Loc) 10% ML LIBID 3M CONSTANT MATURITY

L'altro invece lavora su questi due parametri: 90% MSCI EM (EMERGING MARKETS) ($) 10% ML LIBID 3M CONSTANT MATURITY

Sono molto tentato, anche il prospetto mi ha lasciato ben impressionato... mi stanno sul cavolo solo le commissioni del 2% annuo + l'1,2% di ingresso...
 
Ultima modifica:
Mark Lenders ha scritto:
Si infatti. Aureo è la società di gestione del fondo che investe in azionario di imprese che si occupano di materie prime ed energia... hanno tantissimi fondi, di cui alcuni con performance veramente egregie...

Certo che un ETF sarebbe meglio per evitare le commissioni piuttosto pesanti... io ho Directa: mi puoi dire l'ETF non quotato a Milano di cui parli Haganah che provo a fare una ricerca?


ma il tuo amico lavora in banca?
sai potrebbe storcere il naso se gli dicessi dell'etf...
io ti consiglio banca online tipo iwbank e avrai una vasta scelta di sicav..nessuna commissione sottoscrizione,maggiore comm di gestione rispetto all'etf,ma maggiore diversificazione e scelta...e poi se credi che il settore farà bene...non può essere uno 0,5 o un 1 % in piu l'anno a farti passare la voglia.
 
jean_05 ha scritto:
Aureo è la Sgr :)

ah ok ho detto una castronata :'(
del resto ci sono mille sgr, conoscerne tutti i nomi è un'impresa... cmq resta il fatto che ora come ora buttarsi sulle materie è rischiso, oggi leggo:

MILANO (Reuters) - L'azionario asiatico marcia a ranghi sparsi nella mattinata: c'è denaro sui tech e sull'auto controbilanciato dal calo dei settori minerario-petroliferi e dell'acciaio penalizzati dalla discesa delle commodity dopo i recenti e continui massimi pluriennali.
 
$o$ ha scritto:
ma il tuo amico lavora in banca?
sai potrebbe storcere il naso se gli dicessi dell'etf...
io ti consiglio banca online tipo iwbank e avrai una vasta scelta di sicav..nessuna commissione sottoscrizione,maggiore comm di gestione rispetto all'etf,ma maggiore diversificazione e scelta...e poi se credi che il settore farà bene...non può essere uno 0,5 o un 1 % in piu l'anno a farti passare la voglia.
No $o$, io ho Directa. E proprio perchè non trovavo un ETF che lavorasse specificamente sulle materie prime mi sono rivolto alla banca "reale" in cui ho il mutuo...

Da qui anche il mio post, proprio perchè so che gli ETF sono più vantaggiosi a livello di spese... ma credo nel settore delle materie e dell'energia che continuerà a salire fino a quando non si comincerà con una seria politica di ricerca sulle energia alternative: volevo quindi investirci qualcosina e come dici giustamente tu non mi fermerà certo un 2% di gestione... sto solo informandomi per scegliere il prodotto più appropriato che purtroppo pare quotato a Parigi...

Ditemi qualcosa anche sul post di sopra dove cito quei due fondi, se li conoscete :)
Grazie!
 
Ultima modifica:
Mark, non mi sopravvalutare, sono tutto meno che un esperto...

Conosco Aureo solo per sentito dire, e non in termini positivi. Per quanto riguarda le materie prime, mi sembra un mercato molto isterico e a volatilità altissima che ha corso veramente tanto. D'altra parte, la domanda indiana e cinese crescono... non so, io per il momento giro al largo.
Avevo preso in considerazione un commodity certificate, scegliendo con cura la materia prima su cui puntare, ma poi ho lasciato perdere.

Comunque, se ti interessa il settore, ti consiglio un giro su morningstar, facendo confronti a tappeto su tutte le variabili (e lasciando stare le stelline che sennò Giuppy svalvola :D ). Di fondi del genere ce ne sono molti, per esempio quelli di Merrill Lynch
 
Mark Lenders ha scritto:
Da qui anche il mio post, proprio perchè so che gli ETF sono più vantaggiosi a livello di spese... sto solo informandomi per scegliere il prodotto più appropriato che purtroppo pare quotato a Parigi...

Grazie!
Sui costi hai ragione che gli ETF sono più conveniente dei fondi comuni. Nel tuo caso le cose cambiano un poco. Gli ETF sulle materie prime sono quotati solo su mercati esteri quindi occorre considerare:
1) maggiore commissione di negoziazione
2) maggior costi di custodia del titolo
Quindi il rischio è che acquisti qualcosa nella convinzione di risparmiare sui costi quando, poi, in realtà hai sostenuto oneri uguali.
Ovviamente non so quale siano le condizioni che appllicano a te e quindi l'intero discorso, se le cose fossero diverse, andrebbero a monte.
 
eh oggi con fineco sto in guerra aperta (vedi altri post). Cmnq è l'etf citato dall'ottimo trmz
 
n. 103 del 02-05-06 pagina 26

L’oro schizza verso quota 700 dollari
di Pino Mencaroni
Grandi e piccoli investitori puntano sugli Etf: e il prezzo sale

Pino Mencaroni

da Milano

È sempre corsa all'oro. L'oncia ha raggiunto i 661 dollari, il top dall'ottobre 1980. Mancano 190 dollari per segnare il nuovo massimo storico, un obiettivo che potrebbe essere dietro l'angolo. Molti analisti assegnano il 50% di probabilità che il metallo giallo raggiunga quota 800 dollari nei prossimi 12 mesi e il 25-30% di probabilità che superi il record storico di quota 850. D'altra parte, in questo primo scorcio del 2006 i prezzi sono saliti del 27%, mentre in 12 mesi il rialzo è del 55%.
Questa volta non ci sono carovane di pionieri armati di piccone all'assalto delle miniere. Da circa 2 anni, si è materializzato un esercito di investitori istituzionali (hegde fund e fondi previdenziali) e di risparmiatori sofisticati che, armati di computer, puntano sugli Etf. Si tratta di prodotti finanziari, quotati alle Borse, che si scambiano come le azioni ma i prezzi replicano l'andamento delle quotazioni dell'oro. Non a caso si parla di «oro cartaceo». Dal recente forum sull'oro di Zurigo è emerso che gli Etf in circolazione rappresentano oramai oltre 500 tonnellate di oro. Sono attivissimi nel lanciare questi prodotti i colossi del risparmio come State Street e Barclays Global. Quest'ultima ha differenziato anche sull'argento. L'Etf Shares Silver Trust (Slv) nel giorno del debutto, lo scorso 30 aprile, ha registrato scambi per 2,3 milioni di titoli con un rialzo di oltre il 7%. La londinese Etf Secutiries che ha lanciato in Europa i primi Etf sull'oro ha già raccolto oltre 6 miliardi di dollari. Insomma, si scommette alla Borsa di Londra, all'Euronext, ad Hong Kong passando per le piazze Usa. A Milano, invece, è ancora notte fonda.
«Con gli Etf si sta solo alimentando un movimento speculativo che viene dai fondamentali» spiega Roberto Isidoro, responsansibile del settore finanza della Carichieti e con una lunghissima esperiena maturata sulle piazze svizzere.
«Gli Etf hanno dato sbocco a una domanda di diversificazione latente nei grandi Paesi sviluppati. E i metalli preziosi sono il prodotto giusto. Ma dietro c'è il grande fenomeno di “tesorizzazione” in corso nei Paesi emergenti quali Cina ed India. Qui - conclude Isidoro - i preziosi rappresentano un asset fisico e non finanziario su cui puntare i risparmi. Soprattutto ora che il dollaro mostra problemi di tenuta di medio periodo».ilgiornale
 
Mark Lenders ha scritto:
Ciao a tutti e grazie per i consigli che eventualmente mi darete :)

Sono tentato di sottoscrivere il fondo Aureo Materie prime che mi ha proposto la mia banca tramite un caro amico che ci lavora: gli avevo detto che cercavo qualcosa di simile e lui me l'ha consigliato, ed effettivamente le performance di questo fondo per quest'anno sono davvero lusinghiere, vicine al 40%...

Ora, il mio punto è: esiste un ETF simile, visto che il fondo ha il 2% di commissioni di gestione annue e l'1,2% di commissioni d'ingresso? Se si, quale?

Grazie ancora a tutti per i consigli.

Merrill LYnch World mining Fund.
commissione di gestione 1,75%
Di ingresso puoi negoziare.
Saluti.
 
Indietro