Format PEC x Rimodulazioni prezzi lucegas ILLEGITTIME

  • CODICI AMICO E REF. LINK!

    Chiedere o fornire codici in questa sezione è severamente vietato.
    Puoi condividere ref link e codici solo in questa sezione: "Quelli che il codice...". Leggi il regolamento che si trova in evidenza sopra a tutte le discussioni e condividi i tuoi codici nel rispetto delle norme del forum.
    Trovi una DISCUSSIONE GENERALE SUI CODICI in rilievo nella sezione, per chiedere info o fornire supporto agli utenti. Questo regolamento è parte dei requisiti fondamentali letti e accettati in fase di iscrizione al forum. Pubblicare codici e ref.link in altre sezioni del forum come QUESTA in cui ti trovi comporta la sospensione dalla community.

    Staff | FinanzaOnline
  • INVESTIMENTO IN LENDING CROWDFUNDING SU WALLIANCE: 21 MESI E CEDOLE TRIMESTRALI

    Su Walliance è aperto l’investimento in Lending “Padova, Residence Linea 4.0”. Durata 21 mesi; distribuzione del TAN in cedole trimestrali; restituzione del capitale alla scadenza del finanziamento.
    Campagna di raccolta investimenti > 90%.
    Ticket minimo € 500.
    Per continuare a leggere visita questo LINK

No, mi sono espresso male. Si riferiva (immagino) al ricorso al TAR (proposto/proponendo) contro il provvedimento dell'AGCM
ah ok.....impugnino pure però nel frattempo dovevano congelare le rimodulazioni.......in Francia la gente sarebbe scesa in piazza ...in Italia solo 5% è addirittura a conoscenza del Decreto di agosto22......chi è causa del suo mal piaanga se stesso......NON resta che cambiare fornitore prima della Rimodulazione...al massimo daranno un indennizzo se tra 2 mesi il ricorso di Enel verrà bocciato dal TAR
 
Sono un ingegnere...ma gestisco anche un portafoglio obbligazionario professionale ....quindi ti rispondo così xke, a differenza di quello che pensano in tanti ......i ricavi delle BIG volano anche nel 2022 e l'utile netto ordinario ENEL ( quella che fa i capricci xke AGCM gli ha detto di NON rimodulare le tariffe) per il 2022 resta tra i 5 e 5,3 miliardi di euro ( 10% circa inferiore ai 5,6-5,8 mld della previsione del Piano 2022)
Enel: +84% ricavi nei primi 9 mesi, rivede al ribasso l’utile annuale

Poi che le piccole compagnie abituate a fare solo da bagarini luce e gas ....siano in difficoltà ...è tutta 1 altra storia.......ma le 7 BIG citate da AGCM stanno alla grande

Mi viene da sorridere quando qualcuno pensa che vendano sottocosto.
Credo sia ormai risaputo che il prezzo dell'energia elettrica é calcolato considerando il costo di produzione più alto (ovvero elettricitá prodotta con GAS), quando in realtá una buona fetta dell'energia elettrica prodotta é a costo 0 o quasi (solare, eolico, idro). Questi sono gli extra profitti speculativi. E i dati di @cesare70 lo confermano.
 
Il riferimento lo fa il mercato, se poi mi dici che l'attuale meccanismo di mercato non è disegnato bene, ne possiamo parlare.
Prima però aspetto di vedere una proposta alternativa che funzioni, per ora, ormai da mesi, resta sempre e solo nelle buone intenzioni.
Per altro gran parte della produzione che citi è già stata calmierata ad un prezzo molto più basso di quello di mercato.
 
Scusate, una domanda.
Io ho ENEL e mi è stato comunicato in data 6 agosto che dal 1o dicembre sostanzialmente avrei pagato circa il doppio l'energia. Leggevo su Repubblica che questa decisione di AGCOM riguarda solo chi ha avuto la comunicazione di aumenti dopo il 10 agosto, è vera questa cosa oppure posso sperare anch'io che se il TAR rigetta il ricorso di ENEL, tornerò alle vecchie tariffe fino almeno ad aprile? Grazie.
 
Arrivata stamattina proposta di rinnovo A2A:

"..In relazione al tuo attuale contratto di fornitura a mercato libero “A2A Click Luce” che ti ha garantito un prezzo fisso e invariabile della componente energia per tutto il periodo di fornitura, ti confermiamo la stessa formula di prezzo che ti consente di cautelarti contro le variazioni del costo dei combustibili e le oscillazioni valutarie.

In ottemperanza a quanto previsto dalle Condizioni Particolari di fornitura del tuo contratto, ti comunichiamo che il nuovo prezzo monorario della componente energia (comprensivo di perdite di rete, pari al 10,20% per le forniture in BT), indistinto su tutte le fasce orarie, valido per un anno con decorrenza dal 01/04/2023, è pari a: 0,33300 €\kWh.

Oltre al prezzo per la componente energia, l’offerta prevede l’aggiornamento del corrispettivo fisso di vendita pari rispettivamente a 96,00 €/anno a copertura dei costi di commercializzazione di vendita al dettaglio.

In calce a questa comunicazione inoltre puoi trovare la stima della tua prossima spesa annua e la variazione attesa rispetto ai prezzi attualmente in vigore.
....
Nel caso tu volessi accettare le nuove condizioni di rinnovo, non dovrai fare nulla: le nuove Condizioni Particolari di Fornitura troveranno applicazione dalla data precedentemente indicata.

Qualora invece non desiderassi rinnovare il contratto alle nuove condizioni proposte, potrai recedere aderendo a un’altra offerta di fornitura, oppure chiedere la cessazione dell’utenza, con le modalità previste dalle Condizioni Generali di Fornitura.

Ti informiamo in ogni caso che l’applicazione delle condizioni economiche sopra riportate per il nuovo periodo di fornitura rimane al momento sospesa a causa dei provvedimenti cautelari con i quali l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ritenendo che anche le attività di rinnovo delle condizioni economiche scadute siano precluse ai sensi dell’art. 3 del D.L. n. 115/2022, ha imposto di sospendere provvisoriamente l’applicazione delle condizioni economiche di rinnovo comunicate dopo il 10 agosto 2022 e di confermare fino al 30 aprile 2023 le condizioni economiche previgenti
.

Resta fermo che, qualora venga meno tale preclusione, le condizioni economiche di rinnovo che Ti abbiamo proposto con la presente comunicazione verranno applicate con i tempi e con i modi sopra illustrati.

Quanto appena illustrato non limita in alcun modo la Tua facoltà di recedere entro il medesimo termine e con le medesime modalità che già Ti abbiamo indicato...."

Quindi mi pare di capire che abbiano recepito il provvedimento del tar?
Se avrò le medesime condizioni fino al 30 aprile, entro quando dovrò mandare richiesta di cambio fornitore?
 
Ti informiamo in ogni caso che l’applicazione delle condizioni economiche sopra riportate per il nuovo periodo di fornitura rimane al momento sospesa a causa dei provvedimenti cautelari con i quali l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ritenendo che anche le attività di rinnovo delle condizioni economiche scadute siano precluse ai sensi dell’art. 3 del D.L. n. 115/2022, ha imposto di sospendere provvisoriamente l’applicazione delle condizioni economiche di rinnovo comunicate dopo il 10 agosto 2022 e di confermare fino al 30 aprile 2023 le condizioni economiche previgenti.
Ottimo, A2A si sta comportando correttamente.

Non capisco xke invece Enel NON abbia congelato le rimodulazioni
 
Dipende, quando era la naturale scadenza del contratto? A me stamattina 2 clienti a2a mi hanno detto di aver ricevuto la stessa mail per il gas ma la scadenza del contratto era prevista il 31/3.
 
Dipende, quando era la naturale scadenza del contratto? A me stamattina 2 clienti a2a mi hanno detto di aver ricevuto la stessa mail per il gas ma la scadenza del contratto era prevista il 31/3.
c'è scritto nel post di DAVIDE92......decorrenza 1 aprile 2023.......quindi anche per DAVIDE la scadenza del suo periodo a prezzo fisso è il 31 marzo 2023

A2A lo manterrà 1 altro mesetto con le vecchie condizioni....e solo dal 1 maggio 2023 gli applicherà i nuovi prezzi
 
Il riferimento lo fa il mercato, se poi mi dici che l'attuale meccanismo di mercato non è disegnato bene, ne possiamo parlare.
Prima però aspetto di vedere una proposta alternativa che funzioni, per ora, ormai da mesi, resta sempre e solo nelle buone intenzioni.
Per altro gran parte della produzione che citi è già stata calmierata ad un prezzo molto più basso di quello di mercato.
Il riferimento lo fa il mercato o il cartello dei produttori? Ad ogni modo mi sembra evidente che non siano in perdita in quanto il blocco dei prezzi di AGCM é ampiamente compensato da altre plusvalenze speculative come i dati dimostrano. E non credo affatto che il blocco dei prezzi faccia "crollare" l'intero sistema come qualcuno sostiene.
 
c'è scritto nel post di DAVIDE92......decorrenza 1 aprile 2023.......quindi anche per DAVIDE la scadenza del suo periodo a prezzo fisso è il 31 marzo 2023

A2A lo manterrà 1 altro mesetto con le vecchie condizioni....e solo dal 1 maggio 2023 gli applicherà i nuovi prezzi
Quindi posso fare il cambio fornitore al massimo i primi di marzo per trovarmi la nuova offerta dal 1 maggio?
 
Dipende, quando era la naturale scadenza del contratto? A me stamattina 2 clienti a2a mi hanno detto di aver ricevuto la stessa mail per il gas ma la scadenza del contratto era prevista il 31/3.
AGCM dà tempo fino a domani per comunicare la revoca delle rimodulazioni (almeno così ho capito), quindi, o nel w/e riceveremo una comunicazione oppure le compagnie procederanno come meglio credono (A2A è la sola che si è allineata aprendo un fronte).
 
Quindi posso fare il cambio fornitore al massimo i primi di marzo per trovarmi la nuova offerta dal 1 maggio?
Se cambi verso un fornitore che NON accetta la rinuncia ai 14 gg di ripensamento, per essere CERTO di essere attivato il 1 maggio 2023, devi sottoscrivere tra il 10 e il 15 di marzo.

però queste domande falle nel 3d della luce e del gas......qui solo questioni legate alle PMU/RIMODULAZIONI Illegittime per le quali ci hai fornito immediatamente la letterina di A2A...grazie
 
AGCM dà tempo fino a domani per comunicare la revoca delle rimodulazioni (almeno così ho capito), quindi, o nel w/e riceveremo una comunicazione oppure le compagnie procederanno come meglio credono (A2A è la sola che si è allineata aprendo un fronte).
Dipende se fa fede la data di spedizione delle lettere cartacee.
 
I 5 gg sono passati ed Enel Energia, a differenza di A2A, non ha inviato alcuna letterina che dicesse che le RIMODULAZIONI già inviate sono congelate.
 
A parte che alcune sono anche fallite, ma comunque non ho proposto quello che scrivi tu.

Ci sono due situazioni differenti:
1) Revisione unilaterali dei prezzi che impattano su contratti in corso di validità e ne cambiano le condizioni prima della scadenza. Non si può fare e l'intervento a riguardo è stato giustissimo.
2) La successiva interpretazione che si è data dell'art. 3 (che doveva regolare il punto 1), è che se tu hai un contratto dove c'è scritto che fino al 31/12 paghi 100 e poi dal 1/1 con 3 mesi di anticipo ti mando le nuove condizioni o passi a tariffe indicizzate, come utente finale, ti viene cmq dato il diritto di mantenere le condizioni che avevi in essere fino al 31/12 anche oltre la scadenza del contratto che avevi firmato tu come utente.

Ora, che questo venga arrogato come diritto da parte di molto consumatori che altrimenti gridano allo scandalo, è quantomeno curioso. Dal mio punto di vista i contratti si firmano in 2 e si rispettano. Se poi lo stato vuole garantire ai clienti finali il mantenimento di condizioni più favorevoli deve metterci i soldi e non può chiedere di farlo a società provate. Ma insisto, questi interventi a pioggia, anche basta.
Pienamente d'accordo. Pretendere il punto 2) è semplicemente assurdo, si tratterebbe di un prolungamento dei contratti a prezzo fisso oltre la loro naturale scadenza.
Da giurista per me anche il punto 1) è costituzionalmente illegittimo, perché di fatto abroga l'istituto di sopravvenuta eccessiva onerosità, solo in questo settore; molto dubbia è anche la tassa aggiuntiva sugli "extraprofitti".
 
Con riferimento ai vari reclami e procedimenti AGCM in corso, il CC Engie mi ha anticipato che presto proporranno una offerta indicizzata al posto della tariffa a prezzo fisso x 2 anni con possibilità di scelta da parte dei clienti.
 
Con riferimento ai vari reclami e procedimenti AGCM in corso, il CC Engie mi ha anticipato che presto proporranno una offerta indicizzata al posto della tariffa a prezzo fisso x 2 anni con possibilità di scelta da parte dei clienti.
Beh ..non mi sembra un prolungamento del contratto alle ss condizioni ..devono fare quello se non sbaglio ..non proporre altre tariffe..se non dopo il 30 aprile 2023..
 
Beh ..non mi sembra un prolungamento del contratto alle ss condizioni ..devono fare quello se non sbaglio ..non proporre altre tariffe..se non dopo il 30 aprile 2023..
Mi auto quoto…o intendevi dire con tariffa in corso quella attualmente in vigore?
 
Beh ..non mi sembra un prolungamento del contratto alle ss condizioni ..devono fare quello se non sbaglio ..non proporre altre tariffe..se non dopo il 30 aprile 2023..
Non è infatti una proroga dell'attuale tariffa fino al 30 aprile come richiesto dall'AGCM, ma, se verrà proposta, una offerta a prezzi di mercato un po' piu' accessibili rispetto a 2,35€xsmc.
 
Indietro