formulazione ADX

Sfinge_999

Nuovo Utente
Registrato
23/12/05
Messaggi
56
Punti reazioni
3
Gentilmente, potreste postare i passaggi per calcolare l'ADX ?

Sono un po' perplesso, avendone trovato dorm,ulazioni diverse. :rolleyes: Non credo cambi molto, ma per sapere quale è la formula più utilizzata...

Grazie mille a chi avrà la santa pazienza di dare il suo aiuto :bow:
 
dorm,ulazioni sta per formulazioni....sorry
 
Sperando in qualche risposta, ecco una formulazione e alcune zone d'ombra (per me). La forumlazione è tratta da un libro americano.

Posto N (14 Wilder)
per ogni giorno si calcola:

DI+ = H(t) - H(t-1)
DI- = L(t-1) - L(t)

si sommano questi valori (separatamente se si vogliono le linee DI+ e DI-) solo se positivi.

si divide ogni somma per il true range medio di N giorni ottenendo:

SDI+ = sommatoria(da T-N a N) (DI+)/ATR(N)
SDI- = sommatoria(da T-N a N) (DI-)/ATR(N)

fatto questo si considerano:

(SDI+)-(SDI-)
(SDI+)+(SDI-)

il rapporto è il DX (directional index)
la media mobile di questo è l'ADX

Le zone d'ombra. Premetto che non ho avuto modo di leggere il libro originale di Wilder :rolleyes:

gli "inside days" non sono considerati.

gli "outside days" sono considerati, ma solo il maggiore tra DI+ e DI-

1) variante1 = considerare la differenza tra DI+ e DI- e se positiva aggiungere questa alla SDI+ invece di tutto il DI+ e viceversa per DI-
2) variante2 = considerare il DI+ se Close>open e veceversa.

A cosa serve dividere per ATR, considerato che tutti i membri della equazione che genera il DX sono divisi per ATR? è come non ci fosse, messa così.
Forse che ATR serve solo per calcolare separatamente SDI+ e SDI- e metterli su un grafico insieme a ADX ?

La formulazione del libro vi sembra corretta?

infine...su un qualsiasi grafico sulla rete, quale formulazione viene usata?


Spero in qualche anima pia :rolleyes:
 
Ciao PP, ho trovato molto utile il tuo thread, da cui ho tratto tre vantaggi:

1) la forumlazione originaria di Wilder :)
2) un bel sito a sbafo suggerito da Chantal :D
3) uan bella rinfrescata di memoria sul mio disordine negli appunti :wall: la forumla di wilder l'avevo già letta molto tempo fa e ovviamente dimenticata...
a questo punto, credo di aver collezionato almeno tre formulazioni diverse, considerato che i dati manipolati sono sempre i soliti, forse non è il caso di avventurarsi troppo a fondo nella analisi matematica di ciascuna formulazione.
Vorrà dire che le faccio tutte e le metto a confronto...

Ti ringrazio molto per la segnalazione OK! :bow:
 
Sfinge_999 ha scritto:
non è il caso di avventurarsi troppo a fondo nella analisi matematica di ciascuna formulazione.
Vorrà dire che le faccio tutte e le metto a confronto...

OK! :bow:

Non è che una sia migliore delle altre.
Più che altro serve crearsi la formula ad hoc per evitare che si studi un TS su un software1 , e che poi passando su un altro soft2 quest'altro abbia un'indicatore calcolato diversamente. Cosa che non succederà se invece userai il tuo oscillatore personale.
Ma son cose già scritte nel 3D prima indicato.;)
Bellino quel situccio, eh ?!!
 
Indietro