Fornitura elettrica domestica: consigli su gestori? (Parte XVI) - info nel post #1

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • CODICI AMICO E REF. LINK!

    Chiedere o fornire codici in questa sezione è severamente vietato.
    Puoi condividere ref link e codici solo in questa sezione: "Quelli che il codice...". Leggi il regolamento che si trova in evidenza sopra a tutte le discussioni e condividi i tuoi codici nel rispetto delle norme del forum.
    Trovi una DISCUSSIONE GENERALE SUI CODICI in rilievo nella sezione, per chiedere info o fornire supporto agli utenti. Questo regolamento è parte dei requisiti fondamentali letti e accettati in fase di iscrizione al forum. Pubblicare codici e ref.link in altre sezioni del forum come QUESTA in cui ti trovi comporta la sospensione dalla community.

    Staff | FinanzaOnline
È probabile che i fornitori STG attribuiranno la maggior quota possibile di energia non rinnovabile ai clienti STG, in modo da poter vendere forniture "green" agli altri clienti acquistando il minor numero possibile di garanzie d'origine sul mercato.
Insomma, faranno il solito gioco delle tre carte di tutti i fornitori che vendono sia energia rinnovabile sia non rinnovabile. Si assegna la quota rinnovabile a chi è disposto a pagare per averla, e quello che avanza agli altri (non ci sono mica solo i clienti domestici!), in modo da fare tutti felici senza cambiare di una virgola il mix energetico effettivo.
 
È probabile che i fornitori STG attribuiranno la maggior quota possibile di energia non rinnovabile ai clienti STG, in modo da poter vendere forniture "green" agli altri clienti acquistando il minor numero possibile di garanzie d'origine sul mercato.
Insomma, faranno il solito gioco delle tre carte di tutti i fornitori che vendono sia energia rinnovabile sia non rinnovabile.
ok, ma per noi (STG) alla fine che cambia? :unsure: al di là delle questioni "etiche"
 
Sono in Octopus da poco con tariffa Flex con l'obiettivo di passare al fisso cercando di prendere il picco in basso e stare cosi' per 12 mesi passando l'inverno senza sorprese (casa totalmente elettrica con pompa di calore, consumi di 4500/5000 Kw/anno).
Il ragionamento ci può stare? L'attuale tariffa fissa di Octopus scade oggi, ci sono segnali che da domani quella nuova possa essere minore?
Oppure dovrei migrare verso altri lidi? (non ho avuto modo purtroppo di seguire la discussione negli ultimi tempi)
A mio parere il ragionamento ci può stare, soprattutto se per te è importante "passare l'inverno senza sorprese".
Personalmente, pur avendo consumi contenuti, ho scelto la fissa di Dolomiti (a 0,11€/kWh), ma anche la fissa di Octopus è valida.
Il PUN degli ultimi tre/quattro mesi è stabile intorno a 90€/MWh, quindi non credo ci saranno grandi variazioni sull'offerta, anche se proprio Dolomiti nelle scorse settimane ha portato la sua da 0,11 a 0,13€/kWh.
L'unica alternativa, probabilmente più economica, sarebbe il rientro nel tutelato, restando però con una tariffa variabile.
 
io sono passato a octopus a marzo,
aprile è stato il primo mese che dovrei pagare a loro ma ancora non mi hanno mandato la prima bolletta

ora gli scrivo
 
Sono in Octopus da poco con tariffa Flex con l'obiettivo di passare al fisso cercando di prendere il picco in basso e stare cosi' per 12 mesi passando l'inverno senza sorprese (casa totalmente elettrica con pompa di calore, consumi di 4500/5000 Kw/anno).
Il ragionamento ci può stare? L'attuale tariffa fissa di Octopus scade oggi, ci sono segnali che da domani quella nuova possa essere minore?
Oppure dovrei migrare verso altri lidi? (non ho avuto modo purtroppo di seguire la discussione negli ultimi tempi)
Direi che ultimamente la tendenza è in leggero rialzo. Ad aprile la Fissa 12M ha toccato il valore più basso di quest'anno, 0,01111 €/kWh. Ora è a 0,01178 €/kWh, la differenza su 5000 kWh con il valore precedente è di soli 3,35€, se vuoi stare sereno passa pure alla fissa.
 
Sono passato anche io in SEN dal 01.05
Compilo tutto e invio insieme a documento di identità.
Ieri ricevo questa email:

Con riferimento alla documentazione pervenutaci l'8 maggio 2024, comunichiamo che, per poter dar corso alla richiesta, è necessario che ci vengano fornite maggiori informazioni..... CUT

Non capisco il motivo...spero sia partita per errore e che tutto vada in porto.
In settimana chiamo.
Hai poi chiamato per sentire ?
 
Non ho avuto tempo, lascio passare qualche giorno e chiamo. Per l'altra utenza invece, pur avendo inviato i medesimi moduli, è già arrivata bolletta con deposito cauzionale più canone rai e altro. Quindi non capisco con che discriminante processino le email. Forse dipende dall'operatore...
 
Qualcuno mi spiegherebbe come funziona il rientro in SEN da PC/area riservata? Si può fare anche senza chiamare?
 
Il mondo. Che fottendosene delle "questioni etiche" e puntando solo e a tutti i costi a strappare il risparmio dell'eurino, vent'anni e si scioglie.
L'attuale mercato delle garanzie d'origine e le regole per spacciare per "verde" l'energia venduta non hanno nessuna speranza di incentivare la transizione verso le rinnovabili.
Su 3000 kWh di consumi il greenwashing "energia verde" costa 1,47€ al fornitore. Non è che se poi quello ti fa pagare 50€ per lo stesso bollino salvi il mondo, stai solo facendo felici gli azionisti.
 
Il mondo. Che fottendosene delle "questioni etiche" e puntando solo e a tutti i costi a strappare il risparmio dell'eurino, vent'anni e si scioglie.
Non penso sia il caso di prendersela con chi cerca il risparmio. Dopotutto al momento non è possibile scegliere solo energie rinnovabili per tutti (l'italia non ne produce abbastanza. qualcuno dovrà comunque consumare tale energia se viene richiesta e prodotta).
Quel che si può fare è nel proprio piccolo evitare di consumare quando possibile o comunque diminuire i consumi e consumare meglio.
Nel mio piccolo io ho scelto, potendolo fare e trovando una soluzione alle varie limitazioni, di non avere un'auto, di prendere un alloggio in classe A più piccolo al posto di uno in classe energetica inferiore più grande e di non sprecare l'energia.
Anche chi ha l'auto può scegliere di usarla il meno possibile, può scegliere di cercare di rinnovare il proprio alloggio in maniera che consumi meno ogni volta che prevede di fare lavori migliorativi e di non sprecare energia.

Al fatto che ognuno fa la sua parte nel suo piccolo dovrebbero aggiungersi le grosse aziende, in particolare quelle energetiche, che dovrebbero puntare a sostituire la produzione di gas, benzina ecc... in rinnovabili.

Ovviamente un governo decente che abbia a cuore il problema sarebbe la ciliegina sulla torta.

D'altronde il problema è la quantità immissioni, se fossero minime (quelle inevitabili) le cose andrebbero decisamente meglio.
 
Buongiorno, per il sottoscritto è stato semplice via telefono, poi dipende da che operatore trovi ma con uno "sveglio" gli dai i tuoi dati e ti invia i doc che firmi e riinvii alla mail che ti indicano.
Chiama 0230172011 e segui le indicazioni e digiti 3 e poi 3 nuovamente e parli con l'operatore.
Buona giornata.
Fatto ora richiesta al SEN al nr indicato per rientro su mercato tutelato (tutele graduali visto che passerò non prima del 01/07) Ho ricevuto per mail 5 allegati.... a parte il fatto che ho dovuto richiamarli perchè avevano sbagliato sia nome che cognome :).... comunque se ho capito bene devo rispedire Allegato 2 domanda di rientro da mercato libero con tutti i miei dati compilata e firmata e corredata da copia mio documento e ultima fattura del mio attuale fornitore, l'allegato 3 clienti vulnerabili solo se si rientra nella categoria vulnerabili mentre il 4 privacy e 5 informativa precontrattuale sono solo informativi e non vanno rinviati.... corretto??
 
Qualcuno mi spiegherebbe come funziona il rientro in SEN da PC/area riservata? Si può fare anche senza chiamare?
Sì, io ho fatto tutto direttamente da portale come segue:
  1. mi sono registrato
  2. ho scaricato il modulo di rientro (Modulistica | Servizio Elettrico Nazionale), stampato la prima pagina, compilato e scannerizzato
  3. prendi nota del codice cliente direttamente dal contatore premendo un paio di volte il pulsantino in alto a destra
    (corrisponde alle ultime 8 cifre del POD + una ulteriore cifra di controllo)
  4. carica sul portale: modulo compilato, copia di documento d'identità e copia dell'ultima bolletta
  5. nel modulo di caricamento dei documenti tra le altre cose ti verrà richiesto il codice cliente del punto #3
  6. completato l'upload dei documenti ricevi una email di conferma
Io poi per sicurezza dopo una decina di giorni ho chiamato il servizio clienti al numero 02 30172011 e mi hanno confermato la data del rientro.

HTH

PS, scusa ho modificato il link al modulo di rientro, quello di prima era errato.
 
  • Like
Reazioni: f_b
Ragazzi, una curiosità: cosa succede se dopo il 1 luglio un utente non vulnerabile fa voltura su una fornitura nel SEN intestata ad un cliente vulnerabile?
Dipende. Se es è vulnerabilita anagrafica, dovrà essere gestita da sen. In caso contrario resterà el libero se non certifica.

Logica vuole che il nuovo cliente si troverà nel STG ma non sono riuscito a trovare conferme.
No, il passaggio deve farlo entro il 1/7
 
Abito a Napoli città per cui il mio fornitore STG sarà A2A, che mi pare offra solo contratti 100% green, ma sarà così anche per il STG?
Senz'altro no. I fornitori di maggior tutela così come quelli STG non hanno nessun interesse a offrire un "valore aggiunto" di attrattiva al servizio da loro offerto. Niente energia verde.

Ci sarebbe poi da discutere su significato e valore delle certificazioni verdi.
È palese che se consumo elettricità di notte (niente fotovoltaico) e in un giorno di bonaccia (niente eolico) e mentre le centrali idroelettriche ripompano l'acqua in quota per generare di giorno (niente idro) concludo che quel mio consumo elettrico non sarà green. Punto e basta.

E allora dove sta l'inghippo se ho acquistato 100% rinnovabile?
Sta nel fatto che le Garanzie di Origine GO sono un mercato come un altro. Sono un bollino che assicura solo che qualcuno in Europa (non necessariamente in Italia) e in qualche altro momento (non mentre consumo io) ha prodotto dell'energia verde. Il mio fornitore ha acquistato bollini pari all'energia da me consumata. Quando sia stata prodotta e dove non lo sappiamo.

Tutto bene come bilancio globale del pianeta, meno bene da altri punti di vista.
Facendo un parallelo un po' tirato per i capelli: un palazzinaro costruisce una cattedrale di cemento armato dove prima c'era un giardino. Però decide di sovvenzionare una ONG per piantumazioni nel terzo mondo. Alla fine dirà che ha contribuito a rendere il mondo più verde.

Andando nei dettagli il costo delle GO è attualmente attorno a 0,004-0,008 €/kWh. Il più alto è quello di GSE GARANZIE D’ORIGINE: PREZZI IN AUMENTO ma ci sono altri mercati paralleli.
Il mio consumo sta sui 2000 kWh/anno. Ergo un fornitore può "rinverdire" tutta l'energia che consumo spendendo 15 €/anno (e questo costo rientrerà in un modo o nell'altro in quel che mi fa pagare). Ma per questioni di immagine gli è più comodo ritoccare la quota fissa di +1,25 €/mese e dire che la certificazione verde è già sempre inclusa nell'energia che vende.
 
Ultima modifica:
Senz'altro no. I fornitori di maggior tutela così come quelli STG non hanno nessun interesse a offrire un "valore aggiunto" di attrattiva al servizio da loro offerto. Niente energia verde.

Ci sarebbe poi da discutere su significato e valore delle certificazioni verdi.
È palese che se consumo elettricità di notte (niente fotovoltaico) e in un giorno di bonaccia (niente eolico) e mentre le centrali idroelettriche ripompano l'acqua in quota per generare di giorno (niente idro) concludo che quel mio consumo elettrico non sarà green. Punto e basta.

E allora dove sta l'inghippo se ho acquistato 100% rinnovabile?
Sta nel fatto che le Garanzie di Origine GO sono un mercato come un altro. Sono un bollino che assicura solo che qualcuno in Europa (non necessariamente in Italia) e in qualche altro momento (non mentre consumo io) ha prodotto dell'energia verde. Il mio fornitore ha acquistato bollini pari all'energia da me consumata. Quando sia stata prodotta e dove non lo sappiamo.

Tutto bene come bilancio globale del pianeta, meno bene da altri punti di vista.
Facendo un parallelo un po' tirato per i capelli: un palazzinaro costruisce una cattedrale di cemento armato dove prima c'era un giardino. Però decide di sovvenzionare una ONG per piantumazioni nel terzo mondo. Alla fine dirà che ha contribuito a rendere il mondo più verde.
è sempre meglio dei fornitori che non fanno nulla, e c'è da aggiungere anche che con queste offerte i fornitori che utilizzano energia rinnovabile sensibilizzano i loro clienti e quelli potenziali sul problema del cambiamento climatico invece di far finta di nulla e magari spingono anche i fonitori concorrenti ad offrire energia 100% da fonti rinnovabili, già far parlare del problema e sensibilizzare le persone è sempre meglio che far nulla
 
è sempre meglio dei fornitori che non fanno nulla, e c'è da aggiungere anche che con queste offerte i fornitori che utilizzano energia rinnovabile sensibilizzano i loro clienti e quelli potenziali sul problema del cambiamento climatico invece di far finta di nulla e magari spingono anche i fonitori concorrenti ad offrire energia 100% da fonti rinnovabili, già far parlare del problema e sensibilizzare le persone è sempre meglio che far nulla
Secondo questo ragionamento allora potresti dire pure che le aziende di tabacco fanno bene a scrivere "nuoce gravemente alla salute".
 
Buongiorno,
mi sono informato sul sito di arera e su quello del servizio tutelato, sono interessato a rientrare nel tutelato dopo 13 mesi di Hera a prezzo fisso di 21 cents/kwh (ormai non ha piu' competitività), secondo quanto ho capito non ci sono "penali" a cui sottostare per farlo, ma non ho trovato niente in merito a come si rientra nel STG cioè, se rientrerei con le attuali opzioni (4,5 kw di potenza e monoraria) oppure se rientrerei con opzioni standard (3 kw e bi-oraria).
Ho un consumo medio annuo di circa 4000 kw in residenziale e secondo me attualmente converrebbe il rientro in tutelato.

Qualcuno ha informazioni in merito ?
grazie
 
Indietro