Frutta di stagione

nickilista

Siento el Sur...
Registrato
21/12/02
Messaggi
4.371
Punti reazioni
201
Qual è quella che vi piace di più?
Ho appena finito di mangiare una coppetta di banane e lamponi (con zucchero e succo d'arancia).
A me, in assoluto, piacciono le pèsche bianche, quelle un po' molli dentro (ma non troppo), molto succose.
E comunque, mi piace anche un vassoio pieno di frutti sul tavolo.
Delle merendelle ho già detto, ma a Napoli non si trovano.


(L'estate è in vista e i colori ci invitano alla profondità della superficie. Spolpatevi)
 
Io ADORO tutta la frutta ( quella che conosco, poi le varietà sono moltissime, magari conoscere tutti i loro sapori);) Hai mai provato le banane a pezzettoni con lo yogurt bianco di Muller?? Prova, è buonissimo.




Ram
 
Le fragoline di bosco, quelle che trovi quasi nascoste tra le foglie. Sono profumo puro.
 
i cocco comprato ai super.però ci vole il martello per spaccarlo e bisogna stare attenti ai diti e ai pavimento.
 
Scritto da Rosaram
Io ADORO tutta la frutta ( quella che conosco, poi le varietà sono moltissime, magari conoscere tutti i loro sapori);) Hai mai provato le banane a pezzettoni con lo yogurt bianco di Muller?? Prova, è buonissimo.
Ram
Così, non l'ho mai mangiata.
Però al Blue Horizon di Tangalle, piccolo villaggio-comunità sulla costa sud-occidentale di Ceylon, ogni mattina facevo colazione con una "fruit salade" (-?- ma il termine cingalese era un altro, molto più "corposo"), a base di platani, mele (almeno così credo) e altri frutti coloratissimi, al cospetto di un mugghiantissimo MUHUDA (l'Oceano). I frutti dagli alberi erano còlti la sera prima dai ragazzini piccoli (per arrampicarsi sulle palme, utilizzavano un legaccio che tenesse in parallelo i due piedi); la preparazione era opera di ATTAM (non ho mai capito se fosse la nonna del villaggio in senso proprio, o solamente la donna più anziana)
Tutta la frutta nelle coppe era cosparsa con yogurt (più tardi, in una crisi ipocondriaca, credetti di aver contratto la brucellosi) e miele: una pietanza divina.
Tutto 'sto ben di Dio, lo portava al tavolo (mi vergogno a dire: lo serviva, perché invertirei il rapporto di sudditanza allo splendore) la "perfezione olivastra", camice - mi sfugge il nome esatto: sa...qualcosa - e fiore bianco tra i capelli, un essere che non dimenticherò mai: una bambina, non più di 10 anni, di nome Baba Dilsha. Era una bellezza regale.
 
Ultima modifica:
pure il cocombero,però.Mi piace immegerci la faccia.
 
Scritto da watson
pure il cocombero,però.Mi piace immegerci la faccia.

Un metodo astuto e comodo per risparmiare acqua e sapone....veramente asssstuto! ;)
 
Scritto da Helix
Un metodo astuto e comodo per risparmiare acqua e sapone....veramente asssstuto! ;)

i' Signore c'ha fatto i'cervello mica per nulla.
Lui me l'ha dato e guai a chi lo usa.
 
Scritto da watson
i cocco comprato ai super.però ci vole il martello per spaccarlo e bisogna stare attenti ai diti e ai pavimento.

se si conosce "il punto giusto" il cocco si apre con una facilita' incredibile
 
Scritto da Scioc
due prevedibilissime e simultanee risposte!!!


:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :D



E intanto io devo aprire sta noce di cocco!!! :D

Ma sei di cocco!

Prova con la testa.Si dice che a Canberra ce l'abbiate più dura del muro.
 
Scritto da Scioc
Si, ma a Canberra centro. Io sto a Canberra sud. :D :D :D

Non abbiamo manco muri qui, tutto open space!!!


pecore ne avete?
nel caso la mungi,ci fai il formaggio,vai da un fabbro e scambi il formaggio con un martello.
Il baratto lo conoscerete,spero.
 
Scritto da Scioc
pecore ne abbiamo, ma non in casa. Venduta l'ultima ieri!


Che sfortuna! :(


scommetto che con il ricavato ci hai comprato le noci di cocco.
Panta rei.
 
Scritto da Scioc
Bravo!!!!

Me le hanno colte direttamente dalla Pianta (rei); scorrevano giù che era una meraviglia.


allora fai una cosa.Vai da Ciccio l'ortolano,e ti fai cambiare il cocco con il cocombero,così domani mattina sai anche con cosa lavarti.
 
.
 

Allegati

  • cornucopia.jpg
    cornucopia.jpg
    40,9 KB · Visite: 123
.
 

Allegati

  • frutta.jpg
    frutta.jpg
    42,1 KB · Visite: 121
3 Tentazione e caduta
1 Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: "E` vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?".
2 Rispose la donna al serpente: "Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare,
3 ma del frutto dell`albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete".
4 Ma il serpente disse alla donna: "Non morirete affatto! 5 Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male". 6 Allora la donna vide che l`albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch`egli ne mangiò.
7 Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture.
8 Poi udirono il Signore Dio che passeggiava nel giardino alla brezza del giorno e l`uomo con sua moglie si nascosero dal Signore Dio, in mezzo agli alberi del giardino.
9 Ma il Signore Dio chiamò l`uomo e gli disse: "Dove sei?". 10 Rispose: "Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto".
11 Riprese: "Chi ti ha fatto sapere che eri nudo? Hai forse mangiato dell`albero di cui ti avevo comandato di non mangiare?".
12 Rispose l`uomo: "La donna che tu mi hai posta accanto mi ha dato dell`albero e io ne ho mangiato".
13 Il Signore Dio disse alla donna: "Che hai fatto?". Rispose la donna: "Il serpente mi ha ingannata e io ho mangiato".







Castigo e promessa.

14 Allora il Signore Dio disse al serpente:




"Poiché tu hai fatto questo,

sii tu maledetto più di tutto il bestiame

e più di tutte le bestie selvatiche;

sul tuo ventre camminerai

e polvere mangerai

per tutti i giorni della tua vita.

15 Io porrò inimicizia tra te e la donna,

tra la tua stirpe

e la sua stirpe:

questa ti schiaccerà la testa

e tu le insidierai il calcagno".
16 Alla donna disse:



"Moltiplicherò

i tuoi dolori e le tue gravidanze,

con dolore partorirai figli.

Verso tuo marito sarà il tuo istinto,

ma egli ti dominerà".
17 All`uomo disse: "Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell`albero, di cui ti avevo comandato: Non ne devi mangiare, maledetto sia il suolo per causa tua!

Con dolore ne trarrai il cibo

per tutti i giorni della tua vita.
18 Spine e cardi produrrà per te

e mangerai l`erba campestre.
19 Con il sudore del tuo volto mangerai il pane;

finchè tornerai alla terra,

perchè da essa sei stato tratto:

polvere tu sei e in polvere tornerai!".
20 L`uomo chiamò la moglie Eva, perché essa fu la madre di tutti i viventi.


21 Il Signore Dio fece all`uomo e alla donna tuniche di pelli e le vestì.
22 Il Signore Dio disse allora: "Ecco l'uomo è diventato come uno di noi, per la conoscenza del bene e del male. Ora, egli non stenda più la mano e non prenda anche dell'albero della vita, sì che ne mangi e viva sempre!".
23 Il Signore Dio lo scacciò dal giardino di Eden, perché lavorasse il suolo da dove era stato tratto.
(...)
 
Indietro