Gabetti: Recesso a 3,802

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

prebuffo

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
9/11/04
Messaggi
258
Punti reazioni
11
Ma qualcuno si è accorto del diritto di recesso a 3,802 riferito all'assemblea straodinaria del 22-23 maggio (cambio di statuto).
Il titolo quota un 5% sotto.?!?
C'è qualcosa che no ho capito o stanno regalando?
 
prebuffo ha scritto:
Ma qualcuno si è accorto del diritto di recesso a 3,802 riferito all'assemblea straodinaria del 22-23 maggio (cambio di statuto).
Il titolo quota un 5% sotto.?!?
C'è qualcosa che no ho capito o stanno regalando?

ciao anche io stavo cercando la stessa informazione avendo 2000 gabetti in carico, preferisco recedere e ricompramele dopo l'assemblea se saranno più basse.
 
dal loro sito:

Comunicato stampa
Milano 12 maggio 2006 – Ad integrazione del comunicato stampa diffuso il 13 aprile 2006, inerente la
Convocazione dell’Assemblea Straordinaria di Gabetti Holding SPA in data 22 maggio 2006 ore 11.00,
in prima convocazione (e 23 maggio, stessa ora, in eventuale seconda convocazione) per
l’approvazione delle proposte di modifica degli articoli 1, 4, 9, 11, 12, 13, 14, 19 e 20 dello Statuto
sociale e conseguenti deliberazioni, si rende noto che:
Agli azionisti di Gabetti Holding S.p.A. (“Gabetti” o la “Società”), che non concorreranno alla
deliberazione assembleare riguardante la modifica dello statuto sociale spetterà il diritto di recesso ai
sensi e per gli effetti di cui agli articoli 2437 e seguenti del codice civile poiché si verificherà la
modifica della clausola dell’oggetto sociale (art.4) e il conseguente cambiamento significativo
dell’attività della Società.
Dal momento che Gabetti è una società quotata, ai sensi dell’art. 2437-ter c.c., il valore di liquidazione
delle azioni oggetto di recesso è determinato facendo esclusivo riferimento alla media aritmetica dei
prezzi di chiusura nei sei mesi che precedono la pubblicazione dell’avviso di convocazione
dell’Assemblea le cui deliberazioni legittimano il recesso medesimo.
A seguito della pubblicazione dell’avviso in data 21 aprile 2006, si comunica che la media
aritmetica dei prezzi di cui sopra risulta pari ad Euro 3,802.
Ai sensi dell’art. 2437-bis c.c., i soggetti legittimati all’esercizio del diritto di recesso potranno
esercitare, per tutte o parte delle azioni possedute, il proprio diritto mediante lettera raccomandata che
dovrà essere spedita presso la sede sociale [in Milano, via Ugo Bassi, n. 4/B] entro 15 giorni
dall’iscrizione nel Registro delle Imprese della delibera che lo legittima (dell’avvenuta iscrizione della
delibera dell’assemblea verrà data notizia con apposito avviso integrativo mediante pubblicazione su
almeno uno o più quotidiani a diffusione nazionale), con l’indicazione delle proprie generalità, del
codice fiscale, del domicilio per le comunicazioni inerenti al procedimento, del numero e della
categoria delle azioni per le quali il diritto di recesso viene esercitato, unitamente agli estremi e alle
coordinate del conto corrente del socio recedente su cui accreditare l’importo del rimborso delle azioni
oggetto del recesso.
Le azioni per le quali sarà esercitato il diritto di recesso non potranno essere cedute. Ai fini della
spettanza del diritto di recesso, la qualità di azionista di Gabetti dovrà risultare alla data della
deliberazione assembleare e dovrà permanere sino alla data in cui il diritto viene esercitato. La
dichiarazione di recesso dovrà, inoltre, contenere l’indicazione dell’intermediario presso cui sono
depositate le azioni per le quali sarà esercitato il recesso e l’affermazione che le stesse sono libere da
pegni o altri vincoli a favore di terzi. A tal fine, il socio dovrà allegare idonea certificazione, rilasciata
da un intermediario autorizzato a norma delle disposizioni in materia di strumenti finanziari
dematerializzati immessi in gestione accentrata, attestante: (i) la titolarità delle azioni Gabetti prima
dell’apertura dell’assemblea, (ii) la titolarità delle azioni Gabetti al momento del rilascio della
certificazione e (iii) l’assenza di pegno o altri vincoli sulle azioni per le quali viene esercitato il recesso.
Nell’ipotesi in cui le azioni Gabetti siano gravate da pegno o altro vincolo a favore di terzi, il socio
recedente dovrà allegare alla dichiarazione di recesso - a condizione di inammissibilità della stessa -
un’apposita dichiarazione rilasciata dal creditore pignoratizio, o dal soggetto a favore del quale sia
costituito altro vincolo, con cui tale soggetto rilasci il proprio consenso irrevocabile a Gabetti a
effettuare la liquidazione delle azioni oggetto del recesso in conformità alle istruzioni del socio
recedente.
Il procedimento di liquidazione delle azioni Gabetti per le quali sarà esercitato il diritto di recesso si
svolgerà, ai sensi di quanto previsto dall’art. 2437-quater c.c., mediante offerta delle azioni Gabetti per
le quali è stato esercitato il recesso in opzione a tutti gli altri azionisti Gabetti, in proporzione al numero
delle azioni dagli stessi possedute (l’“Offerta in Opzione”).
L’Offerta in Opzione sarà rivolta, indistintamente e a parità di condizioni a tutti gli azionisti Gabetti,
diversi dagli azionisti recedenti, in proporzione al numero delle azioni dagli stessi possedute.
Per aderire all’Offerta in Opzione, esercitando il diritto di opzione, sarà concesso un termine non
inferiore a 30 giorni dalla data di deposito dell’Offerta in Opzione presso il Registro delle Imprese di
Milano, di cui sarà data notizia mediante pubblicazione di un apposito avviso su almeno un quotidiano
a diffusione nazionale.
L’acquisto delle azioni oggetto dell’Offerta in Opzione, mediante esercizio dei diritti di opzione, dovrà
avvenire presso tutti gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte
Titoli S.p.A., mediante sottoscrizione del modulo di adesione predisposto dagli intermediari autorizzati
e messo a disposizione presso gli stessi. Presso la sede di Gabetti sarà inoltre disponibile, per gli
intermediari che ne faranno richiesta, un facsimile di modulo di adesione.
Gabetti provvederà a comunicare al pubblico, alla Consob e a Borsa Italiana S.p.A. i risultati
dell’Offerta in Opzione, così come i risultati dell’eventuale esercizio del diritto di prelazione da parte
degli azionisti Gabetti che lo abbiano esercitato, secondo le modalità ed entro i termini previsti dalle
norme di legge e regolamentari.
La comunicazione di avvenuta assegnazione delle azioni oggetto dell’Offerta in Opzione sarà effettuata
ai richiedenti dai rispettivi intermediari, aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli
S.p.A., secondo le tempistiche e procedure interne di ciascuno di essi.
Gabetti provvederà a comunicare le modalità e i termini di pagamento e di consegna delle azioni
oggetto dell’Offerta in Opzione, nonché ogni eventuale ulteriore informazione relativa all’Offerta in
Opzione, nell’ambito dell’avviso relativo al deposito dell’Offerta in Opzione presso il Registro delle
Imprese di Milano, che sarà pubblicato su almeno un quotidiano a diffusione nazionale.
Gli azionisti di Gabetti che eserciteranno il diritto di opzione, purché ne facciano contestuale richiesta,
avranno il diritto di prelazione nell’acquisto delle azioni che siano rimaste inoptate all’esito
dell’Offerta in Opzione.
Qualora a seguito dell’Offerta in Opzione e dell’esercizio del diritto di prelazione i soci non acquistino
in tutto o in parte le azioni per le quali è stato esercitato il recesso, trattandosi di azioni quotate in
mercati regolamentati, la Società provvederà al relativo collocamento mediante offerta nei mercati
medesimi.
In caso di mancato collocamento entro 180 giorni dalla comunicazione del recesso, le azioni dei
recedenti verranno rimborsate mediante acquisto da parte della Società utilizzando riserve disponibili
anche in deroga a quanto previsto dal terzo comma dell’art. 2357 c.c.
Una volta terminata la procedura di liquidazione sopra descritta, le azioni per le quali dovesse essere
esercitato il diritto di recesso saranno liquidate.
Al socio che eserciti il recesso non spetteranno eventuali dividendi, acconti su dividendi, distribuzioni
di riserve et similia che Gabetti dovesse distribuire prima della liquidazione delle azioni oggetto di
recesso.
Per ulteriori informazioni:
Marco Fraquelli - Luigi Santo
SEC Relazioni Pubbliche e Istituzionali
Tel .02624999.1; e-mail: fraquelli@secrp.it, santo@secrp.it
 
Dal comunicato stampa si evince che è sufficente avere la titolarità delle azioni prima dell'apertura dell'assemblea.
L'assemblea è il 22 maggio, ora calcolando anche i 3 gg di valuta (ammesso che serva a qualche cosa basta acquistare gab entro domani per dargliele in recesso.
Ovviamente il rischio (minimo) è che l'assemblea strodinaria bocci il cambiamento di statuto?!?.

La mia domanda rimane la stessa, ma allora oggi stanno regalando oppure mi sono perso qualche cosa??
 
prebuffo ha scritto:
Dal comunicato stampa si evince che è sufficente avere la titolarità delle azioni prima dell'apertura dell'assemblea.
L'assemblea è il 22 maggio, ora calcolando anche i 3 gg di valuta (ammesso che serva a qualche cosa basta acquistare gab entro domani per dargliele in recesso.
Ovviamente il rischio (minimo) è che l'assemblea strodinaria bocci il cambiamento di statuto?!?.

La mia domanda rimane la stessa, ma allora oggi stanno regalando oppure mi sono perso qualche cosa??
anche io non capisco.
Servirebbe qualche esperto.
Si dovrebbe postare la questione su legal financial forum per avere notizie di cosa si deve fare in questi casi.
 
prebuffo ha scritto:
Dal comunicato stampa si evince che è sufficente avere la titolarità delle azioni prima dell'apertura dell'assemblea.
L'assemblea è il 22 maggio, ora calcolando anche i 3 gg di valuta (ammesso che serva a qualche cosa basta acquistare gab entro domani per dargliele in recesso.
Ovviamente il rischio (minimo) è che l'assemblea strodinaria bocci il cambiamento di statuto?!?.

La mia domanda rimane la stessa, ma allora oggi stanno regalando oppure mi sono perso qualche cosa??

Oggi è l'ultimo giorno valuta 19 maggio, le azioni acquistate domani con valuta 22 maggio non valgono ai fini del recesso...io ho fatto il pieno, vediamo se è un bluff.
 
dodoale ha scritto:
Oggi è l'ultimo giorno valuta 19 maggio, le azioni acquistate domani con valuta 22 maggio non valgono ai fini del recesso...io ho fatto il pieno, vediamo se è un bluff.
anche io spero che torni almeno al prezzo di recesso nei prossimi giorni.

Comunque ho chiamato l'ufficio stampa e mi hanno confermato il prezzo.
Per i dettagli devo chiamare l'avv. De Silvestri allo 02/77551
 
patrige, se lo hai chiamato mi dici cosa ti ha detto?
grazie
 
la cosa che non mi convince è il tempo che intercorre tra il recesso ed il pagamento.
 
tempo

entro 180 gg dalla dichiarazione di recesso
 
Comunicato stampa
Milano 12 maggio 2006 – Ad integrazione del comunicato stampa diffuso il 13 aprile 2006, inerente la
Convocazione dell’Assemblea Straordinaria di Gabetti Holding SPA in data 22 maggio 2006 ore 11.00,
in prima convocazione (e 23 maggio, stessa ora, in eventuale seconda convocazione) per
l’approvazione delle proposte di modifica degli articoli 1, 4, 9, 11, 12, 13, 14, 19 e 20 dello Statuto
sociale e conseguenti deliberazioni, si rende noto che:
Agli azionisti di Gabetti Holding S.p.A. (“Gabetti” o la “Società”), che non concorreranno alla
deliberazione assembleare riguardante la modifica dello statuto sociale spetterà il diritto di recesso ai
sensi e per gli effetti di cui agli articoli 2437 e seguenti del codice civile poiché si verificherà la
modifica della clausola dell’oggetto sociale (art.4) e il conseguente cambiamento significativo
dell’attività della Società.
Dal momento che Gabetti è una società quotata, ai sensi dell’art. 2437-ter c.c., il valore di liquidazione
delle azioni oggetto di recesso è determinato facendo esclusivo riferimento alla media aritmetica dei
prezzi di chiusura nei sei mesi che precedono la pubblicazione dell’avviso di convocazione
dell’Assemblea le cui deliberazioni legittimano il recesso medesimo.
A seguito della pubblicazione dell’avviso in data 21 aprile 2006, si comunica che la media
aritmetica dei prezzi di cui sopra risulta pari ad Euro 3,802.
Ai sensi dell’art. 2437-bis c.c., i soggetti legittimati all’esercizio del diritto di recesso potranno
esercitare, per tutte o parte delle azioni possedute, il proprio diritto mediante lettera raccomandata che
dovrà essere spedita presso la sede sociale [in Milano, via Ugo Bassi, n. 4/B] entro 15 giorni
dall’iscrizione nel Registro delle Imprese della delibera che lo legittima (dell’avvenuta iscrizione della
delibera dell’assemblea verrà data notizia con apposito avviso integrativo mediante pubblicazione su
almeno uno o più quotidiani a diffusione nazionale), con l’indicazione delle proprie generalità, del
codice fiscale, del domicilio per le comunicazioni inerenti al procedimento, del numero e della
categoria delle azioni per le quali il diritto di recesso viene esercitato, unitamente agli estremi e alle
coordinate del conto corrente del socio recedente su cui accreditare l’importo del rimborso delle azioni
oggetto del recesso.
Le azioni per le quali sarà esercitato il diritto di recesso non potranno essere cedute. Ai fini della
spettanza del diritto di recesso, la qualità di azionista di Gabetti dovrà risultare alla data della
deliberazione assembleare e dovrà permanere sino alla data in cui il diritto viene esercitato. La
dichiarazione di recesso dovrà, inoltre, contenere l’indicazione dell’intermediario presso cui sono
depositate le azioni per le quali sarà esercitato il recesso e l’affermazione che le stesse sono libere da
pegni o altri vincoli a favore di terzi. A tal fine, il socio dovrà allegare idonea certificazione, rilasciata
da un intermediario autorizzato a norma delle disposizioni in materia di strumenti finanziari
dematerializzati immessi in gestione accentrata, attestante: (i) la titolarità delle azioni Gabetti prima
dell’apertura dell’assemblea, (ii) la titolarità delle azioni Gabetti al momento del rilascio della
certificazione e (iii) l’assenza di pegno o altri vincoli sulle azioni per le quali viene esercitato il recesso.
Nell’ipotesi in cui le azioni Gabetti siano gravate da pegno o altro vincolo a favore di terzi, il socio
recedente dovrà allegare alla dichiarazione di recesso - a condizione di inammissibilità della stessa -
un’apposita dichiarazione rilasciata dal creditore pignoratizio, o dal soggetto a favore del quale sia
costituito altro vincolo, con cui tale soggetto rilasci il proprio consenso irrevocabile a Gabetti a
effettuare la liquidazione delle azioni oggetto del recesso in conformità alle istruzioni del socio
recedente.
Il procedimento di liquidazione delle azioni Gabetti per le quali sarà esercitato il diritto di recesso si
svolgerà, ai sensi di quanto previsto dall’art. 2437-quater c.c., mediante offerta delle azioni Gabetti per
le quali è stato esercitato il recesso in opzione a tutti gli altri azionisti Gabetti, in proporzione al numero
delle azioni dagli stessi possedute (l’“Offerta in Opzione”).
L’Offerta in Opzione sarà rivolta, indistintamente e a parità di condizioni a tutti gli azionisti Gabetti,
diversi dagli azionisti recedenti, in proporzione al numero delle azioni dagli stessi possedute.
Per aderire all’Offerta in Opzione, esercitando il diritto di opzione, sarà concesso un termine non
inferiore a 30 giorni dalla data di deposito dell’Offerta in Opzione presso il Registro delle Imprese di
Milano, di cui sarà data notizia mediante pubblicazione di un apposito avviso su almeno un quotidiano
a diffusione nazionale.
L’acquisto delle azioni oggetto dell’Offerta in Opzione, mediante esercizio dei diritti di opzione, dovrà
avvenire presso tutti gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte
Titoli S.p.A., mediante sottoscrizione del modulo di adesione predisposto dagli intermediari autorizzati
e messo a disposizione presso gli stessi. Presso la sede di Gabetti sarà inoltre disponibile, per gli
intermediari che ne faranno richiesta, un facsimile di modulo di adesione.
Gabetti provvederà a comunicare al pubblico, alla Consob e a Borsa Italiana S.p.A. i risultati
dell’Offerta in Opzione, così come i risultati dell’eventuale esercizio del diritto di prelazione da parte
degli azionisti Gabetti che lo abbiano esercitato, secondo le modalità ed entro i termini previsti dalle
norme di legge e regolamentari.
La comunicazione di avvenuta assegnazione delle azioni oggetto dell’Offerta in Opzione sarà effettuata
ai richiedenti dai rispettivi intermediari, aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli
S.p.A., secondo le tempistiche e procedure interne di ciascuno di essi.
Gabetti provvederà a comunicare le modalità e i termini di pagamento e di consegna delle azioni
oggetto dell’Offerta in Opzione, nonché ogni eventuale ulteriore informazione relativa all’Offerta in
Opzione, nell’ambito dell’avviso relativo al deposito dell’Offerta in Opzione presso il Registro delle
Imprese di Milano, che sarà pubblicato su almeno un quotidiano a diffusione nazionale.
Gli azionisti di Gabetti che eserciteranno il diritto di opzione, purché ne facciano contestuale richiesta,
avranno il diritto di prelazione nell’acquisto delle azioni che siano rimaste inoptate all’esito
dell’Offerta in Opzione.
Qualora a seguito dell’Offerta in Opzione e dell’esercizio del diritto di prelazione i soci non acquistino
in tutto o in parte le azioni per le quali è stato esercitato il recesso, trattandosi di azioni quotate in
mercati regolamentati, la Società provvederà al relativo collocamento mediante offerta nei mercati
medesimi.
In caso di mancato collocamento entro 180 giorni dalla comunicazione del recesso, le azioni dei
recedenti verranno rimborsate mediante acquisto da parte della Società utilizzando riserve disponibili
anche in deroga a quanto previsto dal terzo comma dell’art. 2357 c.c.
Una volta terminata la procedura di liquidazione sopra descritta, le azioni per le quali dovesse essere
esercitato il diritto di recesso saranno liquidate.

Al socio che eserciti il recesso non spetteranno eventuali dividendi, acconti su dividendi, distribuzioni
di riserve et similia che Gabetti dovesse distribuire prima della liquidazione delle azioni oggetto di
recesso.
Per ulteriori informazioni:
Marco Fraquelli - Luigi Santo
SEC Relazioni Pubbliche e Istituzionali
Tel .02624999.1; e-mail: fraquelli@secrp.it, santo@secrp.it
 
questo credo sia il motivo dello sconto, quindi il premio non è eccezionale, se uno entra entra perchè crede nel titolo non per il recesso.
 
Rag. Partridge ha scritto:
questo credo sia il motivo dello sconto, quindi il premio non è eccezionale, se uno entra entra perchè crede nel titolo non per il recesso.

Hanno anche 30 giorni per registrare la delibera assembleare, lo sconto rimane comunque ingiustificabile visto che chi compra oggi ha un paracadute che vale 3,802 fino all'esecuzione del recesso.
Mi spiego meglio, se l'azione va a mer.da si può esercitare il recesso, se vola sopra i 4 euro tutto di guadagnato.
Saluti Dodo.
 
dodoale ha scritto:
Hanno anche 30 giorni per registrare la delibera assembleare, lo sconto rimane comunque ingiustificabile visto che chi compra oggi ha un paracadute che vale 3,802 fino all'esecuzione del recesso.
Mi spiego meglio, se l'azione va a mer.da si può esercitare il recesso, se vola sopra i 4 euro tutto di guadagnato.
Saluti Dodo.
in parte hai ragione, ma ciò che non mi convince è che se recedi i soldi li vedi 6 mesi dopo.
Se hai 2 mln di euro e ci metti 20.000 euro te ne freghi ma se hai 50k non lo puoi fare.

Comunque è da tenere d'occhio.
 
allora è tutto chiaro, posto che il diritto di recesso si può esercitare entro 15gg dalla registrazione degli esiti dell'assemblea credo che entrare a questi prezzi sia doppiamente interessante, potrebbe anche succedere che la gab salga da sola... se no mi becco un 4,4% entro 180-210gg.
Non male noh

Saluti
 
Rag. Partridge ha scritto:
in parte hai ragione, ma ciò che non mi convince è che se recedi i soldi li vedi 6 mesi dopo.
Se hai 2 mln di euro e ci metti 20.000 euro te ne freghi ma se hai 50k non lo puoi fare.

Comunque è da tenere d'occhio.

5% in 6 mesi non mi pare che vuol dire bloccare i soldi, vai in banca un pct a 6 mesi al max ti danno il 2,6%, certo la cosa migliore è buttarci solo una parte del capitale e comprare Gabetti paragonandola ad una buona obbligazione.
 
Indietro