Generali e l'eventuale storno: Marzo 2006

Greyone

Se squirti ti sposo
Registrato
27/2/05
Messaggi
6.772
Punti reazioni
249
Da novembre e' in un forte canale rialzista con resistenza nella parte alta intorno ai 32.50€.
Se dovesse partire uno storno in questi giorni,potrebbe scendere nella parte bassa del canale sotto i 30€,zona in cui, se non erro,s'e' lasciata un Gap non da poco.

Nelle ultime sedute sembra lateralizzare nonostante un aumento costante degli indici...vostre impressioni?
 

Allegati

  • G2.gif
    G2.gif
    15,3 KB · Visite: 503
Ultima modifica:
Livelli Pivot di Oggi.

Res1 = 32.4266
Res2 = 32.7733
Res3 = 33.4233

Supp1 = 31.7766
Supp2 = 31.4733
Supp3 = 30.8233
 
Oggi spinge bene di nuovo in zona 32.40 verso i max...
 
Eseguito Short in ritardo a 32.19,sembra scendere bene.
Se non sbaglio supporto forte in zona 31.80-85.

Ma nessuno la trada?
 
Greyone ha scritto:
Eseguito Short in ritardo a 32.19,sembra scendere bene.
Se non sbaglio supporto forte in zona 31.80-85.

Ma nessuno la trada?

I cassettisti non ti risponderanno, ma io si' :p
 
io son rimasto depresso per non aver beccato il 7% e da quel giorno non la trado più :D
 
Vittorio's ha scritto:
io son rimasto depresso per non aver beccato il 7% e da quel giorno non la trado più :D
ingordo... :)
 
sembrerebbe che stiano scaricando.

Luk
 
chiuso short, per ora non si scende e l'indice è in recupero.

Luk
 
ANche oggi ha tenuto il supporto in zona 31.80,rimbalzando fino a 32.15 per poi ritracciare(fino ad adesso) in zona 32.05.

Uguale a ieri...e intanto gli indici spingono,in Italia pero' no...
 
Piatta come gli indici,falso segnale long in apertuta,poi giu'.
Mercato strano,non ha + la forza di salire ma neanche di scendere bruscamente,.. :confused:
 
Ennesima tenuto del supporto a 32.80 e rimbalzo.E' gia' la terza volta che succede,stamattina addirittura da 32.35.Era da approfittarne :o

Se oggi pomeriggio gli indici scendono ancora magari e' la volta buona,ma ne dubito.
 
Generali: utili 2005 a quota 1,66 mld euro, cedola 0,54 euro

Finanzaonline.com - 23/03/2006 19:09 - Il Consiglio di Amministrazione delle Assicurazioni Generali, riunito oggi sotto la presidenza di Antoine Bernheim, ha approvato il bilancio consolidato dell’esercizio 20051 e il bilancio della Capogruppo.
Antoine Bernheim ha commentato: “I risultati relativi all’ultimo esercizio del Piano Industriale dimostrano come il Gruppo sia stato in grado di raggiungere con successo, anche in un contesto sicuramente non facile, gli obiettivi prefissati, creando valore per tutti gli azionisti. Il Gruppo, partendo da questa solida base di risultati, proseguirà nel prossimo triennio in questa direzione, apportando ulteriore crescita e sviluppo”.
I risultati 2005 superano gli obiettivi fissati nel Piano Industriale e rappresentano il miglior bilancio del Gruppo con un utile consolidato che ha raggiunto € 1.918,6 milioni (+15,2% rispetto al 2004) e un Embedded Value (EV), che esprime la crescita di valore conseguita nell’esercizio, che sale a € 24.987 milioni (+ 9,2% rispetto ai € 22.872 milioni del 2004).
L’Embedded Value per azione si è attestato a € 19,6. Il Return on Embedded Value complessivo è salito a 12,3%, quello normalizzato è stato pari a 11,9%.
Tale traguardo è stato raggiunto attraverso le iniziative intraprese nel triennio focalizzate principalmente sul forte miglioramento della gestione operativa, ottenuta a seguito della ristrutturazione e risanamento di aree e compagnie chiave per il Gruppo e il forte sviluppo delle unità locali, che ha permesso di conseguire risultati migliori di quelli del mercato.
In particolare, l’unificazione e la razionalizzazione delle procedure, nonché il processo di omogeneizzazione delle piattaforme informatiche nei singoli Paesi, ha prodotto positivi risultati determinando una riduzione del 2,3% in termini assoluti dei costi di acquisizione e delle spese di amministrazione e una flessione di 2,2 punti percentuali dell’incidenza dei costi sui premi, risultata in miglioramento a 13,9% (16,1% a fine 2004).
Questi risultati sono stati accompagnati da una costante crescita della raccolta che ha superato gli obiettivi fissati sia in termini di premi emessi che di valore della nuova produzione. La raccolta premi complessiva ha registrato infatti nel 2005 un incremento del 13,1%, a termini omogenei, a € 62.834,7 milioni (€ 55.754,6 milioni nel 2004).
Il valore complessivo della nuova produzione2 ha raggiunto i € 776 milioni con una crescita del 12,1% rispetto ai € 692 milioni nel 2004. Il valore del portafoglio esistente (VIF) si è attestato a € 10.186 milioni, con una crescita del 7,6% rispetto ai € 9.467 milioni nel 2004.
Gli investimenti complessivi sono ammontati a € 307.417,4 milioni, con una crescita del 13,1% (€ 271.774,6 milioni a fine 2004). In particolare, gli investimenti propri, esclusi quelli il cui rischio è a carico degli assicurati, sono saliti a € 266.229,9 milioni (€ 236.983,2 milioni a fine 2004). Nell’ambito della composizione di tali investimenti, quelli a reddito fisso rappresentano il 81,9%, le azioni il 11,8%, gli immobili il 4,1% e altri l’2,2%.
Il reddito netto complessivo degli investimenti, esclusa la componente derivante dagli strumenti finanziari valutati al fair value e imputati a conto economico, è ammontato a € 11.700,4 milioni (+7,7%; € 10.865,7 milioni nel 2004). L’apporto degli strumenti finanziari valutati al fair value rilevato a conto economico è stato pari complessivamente a € 5.903,4 milioni con un incremento del 75,1% (€ 3.371,3 milioni a fine del 2004), di cui € 3.998 milioni è il reddito netto relativo alle attività finanziarie il cui rischio è a carico degli assicurati (€ 1.655,8 milioni a fine 2004).
Gli oneri da strumenti finanziari sono ammontati complessivamente a € 1.226,3 milioni. In tale ambito, gli interessi passivi sui debiti finanziari sono stati pari a € 373,9 milioni.
Il capitale in eccesso, nella nuova definizione che ricomprende anche il debito subordinato ammonta a € 3,5 miliardi.
Il dividendo unitario proposto per l’esercizio 2005 è di 0,54 euro per azione, rispetto a 0,43 euro del 2004, con un incremento unitario del 25,6%. L’erogazione complessiva sarà di € 689 milioni (€ 548,5 milioni nel 2004). Il dividendo sarà in pagamento dal 25 maggio, con stacco cedola a partire dal 22 maggio.

Bye ;)
 
renetrader ha scritto:
Generali: utili 2005 a quota 1,66 mld euro, cedola 0,54 euro

Finanzaonline.com - 23/03/2006 19:09 - Il Consiglio di Amministrazione delle Assicurazioni Generali, riunito oggi sotto la presidenza di Antoine Bernheim, ha approvato il bilancio consolidato dell’esercizio 20051 e il bilancio della Capogruppo.
Antoine Bernheim ha commentato: “I risultati relativi all’ultimo esercizio del Piano Industriale dimostrano come il Gruppo sia stato in grado di raggiungere con successo, anche in un contesto sicuramente non facile, gli obiettivi prefissati, creando valore per tutti gli azionisti. Il Gruppo, partendo da questa solida base di risultati, proseguirà nel prossimo triennio in questa direzione, apportando ulteriore crescita e sviluppo”.
I risultati 2005 superano gli obiettivi fissati nel Piano Industriale e rappresentano il miglior bilancio del Gruppo con un utile consolidato che ha raggiunto € 1.918,6 milioni (+15,2% rispetto al 2004) e un Embedded Value (EV), che esprime la crescita di valore conseguita nell’esercizio, che sale a € 24.987 milioni (+ 9,2% rispetto ai € 22.872 milioni del 2004).
L’Embedded Value per azione si è attestato a € 19,6. Il Return on Embedded Value complessivo è salito a 12,3%, quello normalizzato è stato pari a 11,9%.
Tale traguardo è stato raggiunto attraverso le iniziative intraprese nel triennio focalizzate principalmente sul forte miglioramento della gestione operativa, ottenuta a seguito della ristrutturazione e risanamento di aree e compagnie chiave per il Gruppo e il forte sviluppo delle unità locali, che ha permesso di conseguire risultati migliori di quelli del mercato.
In particolare, l’unificazione e la razionalizzazione delle procedure, nonché il processo di omogeneizzazione delle piattaforme informatiche nei singoli Paesi, ha prodotto positivi risultati determinando una riduzione del 2,3% in termini assoluti dei costi di acquisizione e delle spese di amministrazione e una flessione di 2,2 punti percentuali dell’incidenza dei costi sui premi, risultata in miglioramento a 13,9% (16,1% a fine 2004).
Questi risultati sono stati accompagnati da una costante crescita della raccolta che ha superato gli obiettivi fissati sia in termini di premi emessi che di valore della nuova produzione. La raccolta premi complessiva ha registrato infatti nel 2005 un incremento del 13,1%, a termini omogenei, a € 62.834,7 milioni (€ 55.754,6 milioni nel 2004).
Il valore complessivo della nuova produzione2 ha raggiunto i € 776 milioni con una crescita del 12,1% rispetto ai € 692 milioni nel 2004. Il valore del portafoglio esistente (VIF) si è attestato a € 10.186 milioni, con una crescita del 7,6% rispetto ai € 9.467 milioni nel 2004.
Gli investimenti complessivi sono ammontati a € 307.417,4 milioni, con una crescita del 13,1% (€ 271.774,6 milioni a fine 2004). In particolare, gli investimenti propri, esclusi quelli il cui rischio è a carico degli assicurati, sono saliti a € 266.229,9 milioni (€ 236.983,2 milioni a fine 2004). Nell’ambito della composizione di tali investimenti, quelli a reddito fisso rappresentano il 81,9%, le azioni il 11,8%, gli immobili il 4,1% e altri l’2,2%.
Il reddito netto complessivo degli investimenti, esclusa la componente derivante dagli strumenti finanziari valutati al fair value e imputati a conto economico, è ammontato a € 11.700,4 milioni (+7,7%; € 10.865,7 milioni nel 2004). L’apporto degli strumenti finanziari valutati al fair value rilevato a conto economico è stato pari complessivamente a € 5.903,4 milioni con un incremento del 75,1% (€ 3.371,3 milioni a fine del 2004), di cui € 3.998 milioni è il reddito netto relativo alle attività finanziarie il cui rischio è a carico degli assicurati (€ 1.655,8 milioni a fine 2004).
Gli oneri da strumenti finanziari sono ammontati complessivamente a € 1.226,3 milioni. In tale ambito, gli interessi passivi sui debiti finanziari sono stati pari a € 373,9 milioni.
Il capitale in eccesso, nella nuova definizione che ricomprende anche il debito subordinato ammonta a € 3,5 miliardi.
Il dividendo unitario proposto per l’esercizio 2005 è di 0,54 euro per azione, rispetto a 0,43 euro del 2004, con un incremento unitario del 25,6%. L’erogazione complessiva sarà di € 689 milioni (€ 548,5 milioni nel 2004). Il dividendo sarà in pagamento dal 25 maggio, con stacco cedola a partire dal 22 maggio.

Bye ;)
Rene' cosa significa questa approvazione di bilancio per il titolo?NOtizia gia' scontata?
SPiega ad un ignorante,grazie. :o

Sempre Short .19
 
In after il titolo ha perso un po'..
 
Greyone ha scritto:
Rene' cosa significa questa approvazione di bilancio per il titolo?NOtizia gia' scontata?
SPiega ad un ignorante,grazie. :o

Sempre Short .19

Che ne so io ,pensavo vi servisse io ste cose evito di leggerle,a me basta e avanza leggere il book :D

Bye ;)
 
traderdassalto ha scritto:
In after il titolo ha perso un po'..

capisco che in Italia l'after non conti quasi un emerito, ma...è l'ennesimo 'sell on news'? :'(
e le news non erano già state date pochi giorni fa con candelone del 7%? 'sta postilla cosa aggiunge? :mmmm:
 
robyn73 ha scritto:
capisco che in Italia l'after non conti quasi un emerito, ma...è l'ennesimo 'sell on news'? :'(
e le news non erano già state date pochi giorni fa con candelone del 7%? 'sta postilla cosa aggiunge? :mmmm:

Postilla?

Il rialzo è avvenuto dopo la presentazione di un piano industriale (quindi cose che sarebbero avvenute nell'immediato e in futuro..una sorta di piano di azione), questi sono invece dati reali...chiamala postilla :rolleyes:
 
traderdassalto ha scritto:
Postilla?

Il rialzo è avvenuto dopo la presentazione di un piano industriale (quindi cose che sarebbero avvenute nell'immediato e in futuro..una sorta di piano di azione), questi sono invece dati reali...chiamala postilla :rolleyes:

allora se scende anche di poco in after non mi sento molto tranquillo... :'(
 
Indietro