Germania: Indice Zew marzo scende a 63,4 da 69,8

mida68

Nuovo Utente
Registrato
6/9/00
Messaggi
81
Punti reazioni
1
Germania: Indice Zew marzo scende a 63,4 da 69,8

Finanzaonline.com - 14/03/2006 11:04 - In forte calo l'indice Zew Tedesco che era atteso dagli analisti in crescita a 71 da 69.8.

Mhhh
Riprendiamo la discesa interrotta qualche giorno fa???
 
brutto dato per l'economia.

per i rialzisti un'ulteriore speranza in ottica di rallentamento nel percorso di aumento dei tassi.....
 
ricpast ha scritto:
brutto dato per l'economia.

per i rialzisti un'ulteriore speranza in ottica di rallentamento nel percorso di aumento dei tassi.....

Si, ma penso che stavolta il DAX se li porterà tutti dietro, per un salutare storno. La borsa è in piena bolla, non rispecchia l'andamento reale dell'economia.
 
mida68 ha scritto:
Si, ma penso che stavolta il DAX se li porterà tutti dietro, per un salutare storno. La borsa è in piena bolla, non rispecchia l'andamento reale dell'economia.


Non lo rispecchia anche perchè non è questo il suo fine e nemmeno i meccanismi di valutazione dei mercati finanziari sono sincronizzati con l'andamento dell'economia reale.

Non è mai stato così.
Non sarà mai così.

Sembra assurdo, lo so.
Ma è così.
E non perchè i mercati finanziari siano "ciechi", "ottusi" e dominati da fetidi speculatori senza scrupoli che si divertono ad andare in direzioni diverse da quelle che i dati dell'economia reale suggerirebbero a prima vista.
Il punto è solo che i mercati finanziari hanno dinamiche proprie e per definizione essi non sono e non devono essere lo specchio della situazione economica di quel determinato momento.

Certo mica sono talmente sciocco da pensare che i dati rivenienti dall'economia reale non abbiano alcun impatto sull'andamento dei mercati....intendiamoci.

Oltretutto esistono persone assai competenti ed indipendenti che, leggendo i dati economici europei, affermano che secondo loro iniziano ad esserci i primi segnali di una lieve ripresa generale.

Basti anche solo pensare che fasi contraddistinte da crescita economica florida sono state accompagnate da discese o stalli nei corsi dei mercati finanziari....

come lo spieghi?
 
ricpast ha scritto:
Non lo rispecchia anche perchè non è questo il suo fine e nemmeno i meccanismi di valutazione dei mercati finanziari sono sincronizzati con l'andamento dell'economia reale.

Non è mai stato così.
Non sarà mai così.

Sembra assurdo, lo so.
Ma è così.
E non perchè i mercati finanziari siano "ciechi", "ottusi" e dominati da fetidi speculatori senza scrupoli che si divertono ad andare in direzioni diverse da quelle che i dati dell'economia reale suggerirebbero a prima vista.
Il punto è solo che i mercati finanziari hanno dinamiche proprie e per definizione essi non sono e non devono essere lo specchio della situazione economica di quel determinato momento.

Certo mica sono talmente sciocco da pensare che i dati rivenienti dall'economia reale non abbiano alcun impatto sull'andamento dei mercati....intendiamoci.

Oltretutto esistono persone assai competenti ed indipendenti che, leggendo i dati economici europei, affermano che secondo loro iniziano ad esserci i primi segnali di una lieve ripresa generale.

Basti anche solo pensare che fasi contraddistinte da crescita economica florida sono state accompagnate da discese o stalli nei corsi dei mercati finanziari....

come lo spieghi?

E' uso giustificare l'andamento dei mercati con frasi del tipo : Le borse anticipano gli indirizzi economici.In pratica quotano le "prospettive economiche".
In realtà la mia esperienza ventennale mi porta a sostenere che gli andamenti dei mercati non si spiegano razionalmente se non applicando a posteriori ragionamenti a giustificazione dei trend.
 
ricpast ha scritto:
Non lo rispecchia anche perchè non è questo il suo fine e nemmeno i meccanismi di valutazione dei mercati finanziari sono sincronizzati con l'andamento dell'economia reale.

Non è mai stato così.
Non sarà mai così.

Sembra assurdo, lo so.
Ma è così.
E non perchè i mercati finanziari siano "ciechi", "ottusi" e dominati da fetidi speculatori senza scrupoli che si divertono ad andare in direzioni diverse da quelle che i dati dell'economia reale suggerirebbero a prima vista.
Il punto è solo che i mercati finanziari hanno dinamiche proprie e per definizione essi non sono e non devono essere lo specchio della situazione economica di quel determinato momento.

Certo mica sono talmente sciocco da pensare che i dati rivenienti dall'economia reale non abbiano alcun impatto sull'andamento dei mercati....intendiamoci.

Oltretutto esistono persone assai competenti ed indipendenti che, leggendo i dati economici europei, affermano che secondo loro iniziano ad esserci i primi segnali di una lieve ripresa generale.

Basti anche solo pensare che fasi contraddistinte da crescita economica florida sono state accompagnate da discese o stalli nei corsi dei mercati finanziari....

come lo spieghi?

Si, hai ragione, anch'io penso che i mercati hanno delle dinamiche proprie, ma comunque sono lo specchio dell'economia e anche se non reagiscono istantaneamente ai dati economici sono comunque sensibili e a lungo andare, dato dopo dato ne vengono influenzate. E' per forza così.
 
mida68 ha scritto:
Si, hai ragione, anch'io penso che i mercati hanno delle dinamiche proprie, ma comunque sono lo specchio dell'economia e anche se non reagiscono istantaneamente ai dati economici sono comunque sensibili e a lungo andare, dato dopo dato ne vengono influenzate. E' per forza così.
Un solo dato dato senza tante seg.e mentali.

se in 3 mesi scarsi le borse europee,esempio l'Italia,sono cresciute del 7% abbondante,non si puo' pensare che continui all'infinito il rialzo,altrimenti a fine anno l'SPmib ci fa un +30%.
Rimanendo in ottica,come l'anno scorso di un +15% annuo,e' naturale secondo me,una discesa per poi ripartire.
L'anno scorso lo storno di APrile e' stato fatto dopo un +6% da inizio anno,piu' o meno in linea con il rialzo del 2006.ANzi quest anno l'indice sta pompando un po di piu'.Il difficile e' capire cmq "quando" inizia la discesa,non credo pero' manchi molto,le 2 bastonate da -1.5% di alcuni giorni fa sono stati forse un buon avvertimento.Ad oggi cmq lo scenario rimane ancora long
 
Indietro