Germania, Sinistra: Piigs escano dall'euro

Seisul

Nuovo Utente
Registrato
27/12/08
Messaggi
8.551
Punti reazioni
229
BERLINO - Bernd Lucke, che ha fondato Alternativa per la Germania a inizio 2013, sostiene che la Germania stia sbagliando completamente strategia con la quale affrontare la crisi del debito in Europa e che il suo partito ha invece pronte alternative valide per superarla.

Come per esempio, per prima cosa, l'uscita dalla regione dei paesi più indebitati del Sud Europa, che "dovrebbero andarsene perché hanno dimostrato di non poter essere abbastanza competitivi". Inoltre, ha detto il leader politico di sinistra all'emittente Cnbc, se restassero dovrebbero subire una riduzione dei salari di circa il 30% che è una condizione inaccettabile per gli operai.

In secondo luogo, per i paesi rimasti nell'Eurozona, Lucke propone il varo di una riforma che assicuri di inserire una clausula tale da rendere impossibile per un qualsiasi stato di pagare per i debiti degli altri e che tutti i cittadini abbiano la possibilità di fare causa ai governi che dovessero ignorare tale norma".

Alle elezioni di settembre, l'AFD (Alternative Fur Deutschland) dovrà raggiungere la soglia del 5% se vuole assicurarsi seggi in Parlamento, una missione che riuscì al piccolo Partito dei Pirati nel 2011 alle elezioni comunali di Berlino, quando ottene addirittura l'8,9% dei voti.

Finalmente qualcosa si muove.... spero che sto signore raggiunga il 100 % delle adesioni. E' inutile restare nel salotto "buono" con le pezze al chiulo.... Suvvia, un po' di dignita' !!!

p.s Tanto e' solo questione di aprire le danze..... appena esce il primo stato, a ruota, tempo 6 mesi, altri 2 ce li troveremo al fianco. Solo cosi saremo in grado di ripartire... la controprova di cio' e' sotto gli occhi di tutti.... torturati e sbeffeggiati 365 giorni su 365. Se fine deve essere che almeno possiamo sceglierla noi, D'altro canto chi e e' uscito non mi sembra sia sprofondato a casa di Belzebu'
 
Ultima modifica:
BERLINO - Bernd Lucke, che ha fondato Alternativa per la Germania a inizio 2013, sostiene che la Germania stia sbagliando completamente strategia con la quale affrontare la crisi del debito in Europa e che il suo partito ha invece pronte alternative valide per superarla.

Come per esempio, per prima cosa, l'uscita dalla regione dei paesi più indebitati del Sud Europa, che "dovrebbero andarsene perché hanno dimostrato di non poter essere abbastanza competitivi". Inoltre, ha detto il leader politico di sinistra all'emittente Cnbc, se restassero dovrebbero subire una riduzione dei salari di circa il 30% che è una condizione inaccettabile per gli operai.

In secondo luogo, per i paesi rimasti nell'Eurozona, Lucke propone il varo di una riforma che assicuri di inserire una clausula tale da rendere impossibile per un qualsiasi stato di pagare per i debiti degli altri e che tutti i cittadini abbiano la possibilità di fare causa ai governi che dovessero ignorare tale norma".

Alle elezioni di settembre, l'AFD (Alternative Fur Deutschland) dovrà raggiungere la soglia del 5% se vuole assicurarsi seggi in Parlamento, una missione che riuscì al piccolo Partito dei Pirati nel 2011 alle elezioni comunali di Berlino, quando ottene addirittura l'8,9% dei voti.

Finalmente qualcosa si muove.... spero che sto signore raggiunga il 100 % delle adesioni. E' inutile restare nel salotto "buono" con le pezze al chiulo.... Suvvia, un po' di dignita' !!!

:clap::clap:

Peccato che poi sta gente non conti una s.ega
ma la ragione e' tutta dalla loro parte, sono semplicemente diversi gli intenti
 
-30% per gli operai?
ottimista l'amico
già oggi sento di decurtazioni del genere
e non è ancora successo nulla.

per tutto il resto condivido
anche se c'è da dire che i peggiori siamo noi italiani
che nonostante un deb/pil mostruoso
non abbiamo fatto nulla di nulla.
in Portogallo e Spagna qualcosa è successo.
poco è vero
ma la cura da cavallo è iniziata
 
sia fatta la volontà della nazimoneta, fuori i maiali...ok:clap:
 
ma questi sono solo degli estremisti da meno del 5%, non contano praticamente niente.
 
anche se c'è da dire che i peggiori siamo noi italiani che nonostante un deb/pil mostruoso non abbiamo fatto nulla di nulla.

Forse intendevi che non e' stato fatto nulla per rimuovere i privilegi della casta, degli amministratori incapaci, delle retribuzioni / pensioni / liquidazioni di valore ingiustificabile ,dei denari che sono usciti dalla frontiera e che sono rientrati solo parzialmente con uno scheletrico 5 % ( tanto per fare un favore ai soliti noti che parte di questi sono anche politici ).

E' stato fatto molto e anche troppo invece per trombare i redditi a busta paga o degli autonomi fino a 20.000 euro, come al solito, l'esercito dei sign. Rossi.
 
La Germania ha il debito pubblico più alto d'Europa il 250% del pil( il Giappone gli fa un baffo) se ci mettiamo anche i debiti delle regioni i LAND, hanno la prima e la seconda banca tedesca vicino alla bancarotta, se poi aggiungiamo i debiti dei privati hanno un'indebitamento mostruoso.
Senza i PIGS da cui succhiare il sangue sarebbe già fallita!!
Scordatevi che ci lascino andare per loro sarebbe la fine non per noi.
 
La Germania ha il debito pubblico più alto d'Europa il 250% del pil(

non spariamo cifre in libertà...loro hanno 100 mld di debito in più di noi, ma anche un pil molto maggiore, e sopratutto, una minore spesa per interessi.....
 
non spariamo cifre in libertà...loro hanno 100 mld di debito in più di noi, ma anche un pil molto maggiore, e sopratutto, una minore spesa per interessi.....

Informati!!!! parlo di debito sul PIL compreso i debiti dei LAND anche il nostro debito è maggiore di quello che si dice se mettiamo assieme i debiti dello stato con i Comuni e le Regioni ma molto inferiore alla Germania.

Purtroppo è molto lungo ma ti può aprire gli occhi!!

Nando Ioppolo di Elia Menta - Economia Criminale - Massacro e Genocidio attraverso l' economia - YouTube
 
BERLINO - Bernd Lucke, che ha fondato Alternativa per la Germania a inizio 2013, sostiene che la Germania stia sbagliando completamente strategia con la quale affrontare la crisi del debito in Europa e che il suo partito ha invece pronte alternative valide per superarla.

Come per esempio, per prima cosa, l'uscita dalla regione dei paesi più indebitati del Sud Europa, che "dovrebbero andarsene perché hanno dimostrato di non poter essere abbastanza competitivi". Inoltre, ha detto il leader politico di sinistra all'emittente Cnbc, se restassero dovrebbero subire una riduzione dei salari di circa il 30% che è una condizione inaccettabile per gli operai.

In secondo luogo, per i paesi rimasti nell'Eurozona, Lucke propone il varo di una riforma che assicuri di inserire una clausula tale da rendere impossibile per un qualsiasi stato di pagare per i debiti degli altri e che tutti i cittadini abbiano la possibilità di fare causa ai governi che dovessero ignorare tale norma".

Alle elezioni di settembre, l'AFD (Alternative Fur Deutschland) dovrà raggiungere la soglia del 5% se vuole assicurarsi seggi in Parlamento, una missione che riuscì al piccolo Partito dei Pirati nel 2011 alle elezioni comunali di Berlino, quando ottene addirittura l'8,9% dei voti.

Finalmente qualcosa si muove.... spero che sto signore raggiunga il 100 % delle adesioni. E' inutile restare nel salotto "buono" con le pezze al chiulo.... Suvvia, un po' di dignita' !!!

p.s Tanto e' solo questione di aprire le danze..... appena esce il primo stato, a ruota, tempo 6 mesi, altri 2 ce li troveremo al fianco. Solo cosi saremo in grado di ripartire... la controprova di cio' e' sotto gli occhi di tutti.... torturati e sbeffeggiati 365 giorni su 365. Se fine deve essere che almeno possiamo sceglierla noi, D'altro canto chi e e' uscito non mi sembra sia sprofondato a casa di Belzebu'

vinca la merkel
 
vinca la merkel

Vedo che non ti sfugge niente di quello che ci gira attorno.... eminente psichiatra..... magari penserai che tutti son pazzi e tu e qualche altro siete gli unici a poterci aiutare... :cool:
 
i veri falliti sono loro.................e fanno finta di non saperlo....................
 
La Germania ha il debito pubblico più alto d'Europa il 250% del pil( il Giappone gli fa un baffo) se ci mettiamo anche i debiti delle regioni i LAND, hanno la prima e la seconda banca tedesca vicino alla bancarotta, se poi aggiungiamo i debiti dei privati hanno un'indebitamento mostruoso.
Senza i PIGS da cui succhiare il sangue sarebbe già fallita!!
Scordatevi che ci lascino andare per loro sarebbe la fine non per noi.

:clap: La Germania senza i Piigs implode in 1 anno ma ancora non l'hanno capita come funziona :D
 
sti cotiglioni hanno 666 miliardi di crediti incastrati.............. già 60 sono andati a puttttt.....
 
ma questi sono solo degli estremisti da meno del 5%, non contano praticamente niente.
Il mondo reale non sta a guardare se uno ha il 5% o il 90% dei consensi.

Il destino di €landia e' segnato: l'Italia ha perso 30 punti di clup (costo del lavoro per unita' prodotta) rispetto alla Germania, o li recupera con la svalutazione (quindi usita da €landia) o con la riduzione del costo nominale del lavoro.

E' vero che ci sarebbe anche un'altra possibilita'. 10 anni di lacrime e sangue (vere, non come ora) che permettano un lento ma costante recupero. Operazione possibile solo in teoria.
 
sti cotiglioni hanno 666 miliardi di crediti incastrati.............. già 60 sono andati a puttttt.....

Sti tedeschi sono proprio rinco, quante volte sono falliti nella storia:D ed ora si trovano nella stessa situazione, stanno puntellati ed in piedi rubando a tutta europa e questi vorrebbero comandare, manco il trenino alle feste gay sanno comandare :D:D:D:D:D
 
Indietro