Gestione Patrimoniale Mobiliare

Tis670

Nuovo Utente
Registrato
16/11/02
Messaggi
18
Punti reazioni
0
Secondo voi sono buone queste Gestioni patrimoniali?
Io vorrei farne una, però non quella in fondi bensì in titoli.
Grazie per le risposte
 
:mmmm: :'( :no:
Tis670 ha scritto:
Secondo voi sono buone queste Gestioni patrimoniali?
Io vorrei farne una, però non quella in fondi bensì in titoli.
Grazie per le risposte
 
Sconsiglio vivamente. Meglio il fai da te, e, se non si ha tempo, voglia, ecc., puoi fare un giardinetto di ETF e movimentarlo pochissimo.

Ciao
 
Io invece vado controcorrente: trovo le Gestioni Patrim. in TITOLI un ottimo strumento, bisogna pero' trovare un buon gestore e spuntare delle buone commissioni di gestione annue.
Per chi non è in grado, non ha voglia, non ha le conoscenze per fare una adeguata asset allocation del suo patrimonio questo strumento ha doti eccezionali di efficienza e trasparenza (sembre scegliendo qualcosa di serio, come ho detto precedentemente).
Infatti mi pare che questo prodotto non sia piu' di tanto spinto dalle banche (ad esempio la mia vuole MINIMO 500.000 EURO per farne una, contro 15.000 euro per fare una GPF, cioè gestione in fondi, e 500 euro per qualsiasi fondo....).
 
I due fondamentali problemi li ha centrati NCC
1) bravura del gestore
2) costo della gestione patrimoniale
A cui aggiungerei l'andamento del mercato generale. Per aver un buon rendimento deve essere una salita generalizzata e non selettiva (in questo caso tutto si complica).
 
luis80365 ha scritto:
A cui aggiungerei l'andamento del mercato generale. Per aver un buon rendimento deve essere una salita generalizzata e non selettiva (in questo caso tutto si complica).

Il che equivale a dire che, con il mercato in salita costante, qualunque fesso è in grado di far soldi...
Il problema è che la bravura del gestore la scopri solo a posteriori!! E l'ultima fase decisamente negativa per il mercato è stata ormai più di tre anni fa... non so, io se non potessi basarmi su un passa-parola affidabile (e documentato), mi orienterei piuttosto su una ristretta selezione di fondi (magari SICAV estere).
 
trmz ha scritto:
Il che equivale a dire che, con il mercato in salita costante, qualunque fesso è in grado di far soldi...
Ok mi esprimo meglio premettendo che è un'opinione.
Credo che le gestioni patrimoniali siano adatte in un contesto di forte crescita con un'unica direzione di mercato. Ma diventano assolutamente inadatte in un mercato volatile e laterale anche se, in definitiva, questo mercato ha tendenza positiva. E questo secondo caso appare come la situazione vigente dove gli indici stanno fluttuando intorno a valori precisi.
 
luis80365 ha scritto:
Ok mi esprimo meglio premettendo che è un'opinione.
Credo che le gestioni patrimoniali siano adatte in un contesto di forte crescita con un'unica direzione di mercato. Ma diventano assolutamente inadatte in un mercato volatile e laterale anche se, in definitiva, questo mercato ha tendenza positiva. E questo secondo caso appare come la situazione vigente dove gli indici stanno fluttuando intorno a valori precisi.

Effettivamente le GP in titoli, come anche molti Hedge Fund, lavorano bene col mercato deciso. Anche al ribasso, in realtà, nel senso che questi operano anche short, quindi portano a casa dei bei soldini anche al ribasso.
E' quando le cose ristagnano, che non si muovono.
Ma quando le cose ristagnano, anche col fai da te non ti muovi, quindi...

In sostanza, le GP possono rappresentare un ottimo strumento, ma con i costi che hanno, e spesso con problematiche di entrata (importo minimo) e uscita (commissioni tunnel), bisogna avere il cu.lo di centrare un bel gestore, altrimenti si rimane inchiodati anni su posizioni sfortunate.

Ciao

Nikkei
 
Indietro