Giacomelli

giancarlo55

Nuovo Utente
Registrato
19/1/03
Messaggi
579
Punti reazioni
19
Se anche queste obbligazioni sono state emesse con le stesse caratteristiche delle Cirio e di alcune Parmalat perche' nessuno ne parla per farle annullare, come si tenta per quelle Cirio, chi mi sa' dire qualcosa, grazie.
 
Semplicemente perché si tratta di un'unica emissione di 100 milioni
di Euro. I quantitativi di Cirio sono superiori. Per non parlare di quelli di PARMALAT. Qui si é "solo" qualche migliaio di obbligazionisti (3-6 mila). L'unica cosa é farsi sentire prima di tutto con la propria banca essendo disponibili ad andare a vie legali. La mia é UNICREDITO e visto che fa melina andrò per vie legali con qualche associazione di risparmiatori (INTESA DEI CONSUMATORI, ASSORISPARMIATORI, FEDERCONSUMATORI, CODACONS, ecc.).
Per quanto riguarda l'emissione é tra quelle più "sporche". Perché era stata fatta in LUSSEMBURGO per soli investitori istituzionali, questi erano le banche che hanno poi girato le obbligazioni ai loro clienti risparmiatori. Peggio. Chi ha curato il collocamento? l'ABAXBANK di FABIO ARPE che ha fatto altri collocamenti bidone e che aveva rapporti anche con il gruppo PARMALAT (Fabio Arpe era nel consiglio di amministrazione del PARMA CALCIO). In più, per dare un quadro poco tranquillizzante, pensate che il fratello di questo FABIO ARPE che ha fatto dei collocamenti così interessanti, fortunati e trasparanti é MATTEO ARPE, amministratore delegato di CAPITALIA. Il che é tutto dire sul giro di rapporti tra i vertici bancari e sulle mani in cui sono stati messi i risparmi dei poveretti (adesso sempre più poveri) risparmiatori.
Infine, riassumendo, io penso che la colpa di tutto il disastro che é successo con il risparmio sia stata per l'incapacità (nel migliore dei casi se non altro...) delle banche quindi é con loro che bisogna prendersela e a cui chiedere i rimborsi.
 
Indietro