Grasso: "Tengo a precisare che non volevo censurare nessuno".

Conato

acatalettico
Registrato
18/2/12
Messaggi
15.291
Punti reazioni
454
:D



Palermo, 19 lug. (Adnkronos) - "Mi dispiace che il mio intervento sia stato interpretato come una censura. Tengo a precisare che non volevo censurare nessuno". Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso parlando in via D'Amelio a Palermo di quanto accaduto oggi al Senato quando il capo gruppo del Movimento Cinquestelle, Nicola Morra, e' stato fermato nel suo intervento dopo avere citato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
 
Ah bè, allora tutto ok. :asd:
 
E che voleva fare, allora? :mmmm:
 
boh!


Sarebbe interessante sapere quale articolo del regolamento impedisca di nominare il presidente della Repubblica in Senato.

In effetti non è stato neanche nominato esplicitamente :cool:
"È intervenuto direttamente Il Colle..."
 
bravo Grasso , nega, l'elettore pd capirà
 
Quindi se in senato uno vuole lodare Napolitano come miglior presidente di sempre non può?
 
Quindi se in senato uno vuole lodare Napolitano come miglior presidente di sempre non può?

quello sì


Roma, 19 lug. Dopo che il capogruppo M5S Nicola Morra era stato ripreso dal presidente Pietro Grasso nell'aula del Senato perché aveva voluto citare Giorgio Napolitano ("non si può fare riferimento, non lo può citare", gli ha detto Grasso) anche il presidente dei senatori del Pdl Renato Schifani ha citato in aula le parole del capo dello Stato sul caso Shalabayeva. In questo caso però Grasso non è intervenuto e Schifani, svolgendo la sua dichiarazione di voto sulll mozione di sfiducia individuale contro il ministro dell'Interno Angelino Alfano, ha potuto concludere la sua citazione. E lo ha citato per una seconda volta nel prosieguo del suo intervento.
 
il grillino si è censurato da solo a sua insaputa..
 
quello sì


Roma, 19 lug. Dopo che il capogruppo M5S Nicola Morra era stato ripreso dal presidente Pietro Grasso nell'aula del Senato perché aveva voluto citare Giorgio Napolitano ("non si può fare riferimento, non lo può citare", gli ha detto Grasso) anche il presidente dei senatori del Pdl Renato Schifani ha citato in aula le parole del capo dello Stato sul caso Shalabayeva. In questo caso però Grasso non è intervenuto e Schifani, svolgendo la sua dichiarazione di voto sulll mozione di sfiducia individuale contro il ministro dell'Interno Angelino Alfano, ha potuto concludere la sua citazione. E lo ha citato per una seconda volta nel prosieguo del suo intervento.

In pratica si alla lingua e no al piede.
 
Indietro