Hedge funds Le migliori strategie

Claudietto

Nuovo Utente
Registrato
26/11/01
Messaggi
110
Punti reazioni
8
Stavo leggendo a proposito di hedge funds e mi sono accorto di quanto complesso possa essere capire tali investimenti. Se si parla di hedge funds viene subito in mente il fatto che sono fondi che possono andare short. Ma non tutti hanno questa strategia. Un po' come ci sono fondi azionari e fondi obbligazionari, ci sono hedge di diversi tipi.
Chi mi può aiutare a capire cosa fanno le varie strategie ed eventualmente secondo voi qual'è la migliore?
Riporto qui sotto le categorie in cui si dividono gli hedge:
1)Equity market neutral
2)managed futures
3)Long/short equity
4)Macro
5)Convertible arbitrage
6)Event driven
7)Fixed income arbitrage
8)Statistical Arbitrage
9)Low volatility
Ecc...
Grazie per le vostre risposte che preciso, non sono mirate a chiarirmi cos'è la volatilità ad esempio, ma alle strategie adottate dal gestore per ridurle (come nell'ultimo esempio).
 

alan1

Nuovo Utente
Registrato
12/7/00
Messaggi
1.996
Punti reazioni
121
Scritto da Claudietto
Stavo leggendo a proposito di hedge funds e mi sono accorto di quanto complesso possa essere capire tali investimenti. Se si parla di hedge funds viene subito in mente il fatto che sono fondi che possono andare short. Ma non tutti hanno questa strategia. Un po' come ci sono fondi azionari e fondi obbligazionari, ci sono hedge di diversi tipi.
Chi mi può aiutare a capire cosa fanno le varie strategie ed eventualmente secondo voi qual'è la migliore?
Riporto qui sotto le categorie in cui si dividono gli hedge:
1)Equity market neutral
2)managed futures
3)Long/short equity
4)Macro
5)Convertible arbitrage
6)Event driven
7)Fixed income arbitrage
8)Statistical Arbitrage
9)Low volatility
Ecc...
Grazie per le vostre risposte che preciso, non sono mirate a chiarirmi cos'è la volatilità ad esempio, ma alle strategie adottate dal gestore per ridurle (come nell'ultimo esempio).


Ci vuol troppo tempo a spiegare le varie strategie,
lrggi:

Hedge Fund
Davide Nichele Filippo Stefanini
Il Sole 24 Ore

Le strategie più efficienti sono la 1 e la 5.
Ma entrambe non accettano investimenti troppo intensi, pertanto queste strategie non possono proliferare.

la 9 non è una Strategia Hedging, ma il nome spesso dato a Fondi di Fondi Hedge ove si utilizzano solo Strategie a bassa volatilità.
Spesso alcuni di questi fondi vengono impropriamente chiamati Market Neutral, ma è una bufala.
 

Claudietto

Nuovo Utente
Registrato
26/11/01
Messaggi
110
Punti reazioni
8
Mondo hedge (che è anche una rivista) lo conosco, è proprio da lì che ho preso le varie strategie, proverò a vedere il sito. Grazie
Per Alan1: Cosa intendi per "investimenti troppo intensi"? Che non funzionano per importi consistenti? Se sì, per quale motivo? forse perchè le opportunità di arbitraggio se sfruttate troppo riportano il mercato in equilibrio e si vanificano?
Se non è troppo disturbo potresti spiegarmi almeno la 1) che è quella che dal nome mi dice di meno? Grazie anche a te
 

mac

Nuovo Utente
Registrato
9/1/01
Messaggi
3.426
Punti reazioni
168
Scritto da Claudietto

Se non è troppo disturbo potresti spiegarmi almeno la 1) che è quella che dal nome mi dice di meno?


Equity Market Neutral è una strategia che tende ad ottenere guadagni da un mercato azionario indipendentemente dal suo andamento.

In pratica si assumono posizioni long short di pari peso su azioni tra di loro correlate su mercati altrettanto correlati: es acquisto Tim e vendo F.Telecom ovvero acquisto Bmw e vendo Fiat.
Così facendo si mantiene una posizione neutrale sul mercato e le performances si ottengono in conseguenza delle differenti forze relative dei titoli.
 

alan1

Nuovo Utente
Registrato
12/7/00
Messaggi
1.996
Punti reazioni
121
Scritto da Claudietto
Mondo hedge (che è anche una rivista) lo conosco, è proprio da lì che ho preso le varie strategie, proverò a vedere il sito. Grazie
Per Alan1: Cosa intendi per "investimenti troppo intensi"? Che non funzionano per importi consistenti? Se sì, per quale motivo? forse perchè le opportunità di arbitraggio se sfruttate troppo riportano il mercato in equilibrio e si vanificano?
Se non è troppo disturbo potresti spiegarmi almeno la 1) che è quella che dal nome mi dice di meno? Grazie anche a te

Significa che la scelta di titoli e coperture adatte a sviluppare quelle strategie è relativamente limitata, pertanto oltre una certa cifra nel mondo non si può andare.

Ti incollo una descrizione che avevo già fornito l'anno scorso:

L'analista fondamentale sceglie i titoli curando la qualità assoluta,
purtroppo la globalizzazione dei mercati è tale per cui l'andamento dei singoli titoli dipende maggiormente dal settore di riferimento e dagli indici generali che non dalla qualità assoluta dei singoli;
ciò naturalmente è di gran sconforto, dopo aver fatto con cura le analisi della società, il titolo potrebbe crollare solo perché un altro titolo importante del settore è in difficoltà, il tutto vanifica gli sforzi con il risultato che il ritorno sarà a lungo termine, se vi sarà.

L'apoteosi dell'analisi fondamentale è nella strategia Long/Short Equity Market Neutral (più semplicemente MN).

Qui il primo contrasto con chi dice che gli Hedge Fund sono solo speculativi,
questa strategia, che è una delle più utilizzate, in realtà si presta ottimamente ai cassettisti fondamentalisti.

Lo scopo della strategia è di eliminare le fluttuazioni del mercato, e quindi far emergere in assoluta purezza le qualità fondamentali del titolo selezionato.

Si ha quindi l';eliminazione del fattore Beta, e il risultato dipende esclusivamente dal fattore Alfa (qualità della scelta e quindi qualità della gestione).

Attuare la strategia è molto semplice, si compra il titolo scelto e si vende il settore a cui appartiene.

Se il mercato scende scendono entrambe, pertanto quello che si guadagna da una parte si perde dall';altra ma se davvero il titolo scelto è migliore del suo settore perderà meno;
viceversa in salita il titolo scelto salirà di più, vi è quindi sempre un guadagno a prescindere dai movimenti del mercato.

Naturalmente non è così facile, per avere certezze maggiori vengono comprati più titoli, e la giusta quantità tra parte Long e parte Short deve essere calibrata in funzione delle rispettive volatilità.

In realtà la strategia prevede di assumere posizioni attive da entrambe le parti,
si compreranno quindi i titoli migliori e si venderanno i peggiori (quando dico vendere naturalmente intendo vendere allo scoperto), realizzando così una doppia dinamica di guadagno (parliamo sempre di titoli appartenenti allo stesso settore, e quindi tra loro correlati, altrimenti non avremmo più la neutralità del mercato, MN).

Il tutto va ripetuto per diversi settori e quello che esce è un fondo Hedge MN.

(I criteri di scelta potrebbero anche non essere di tipo fondamentale, ogni gestore utilizzerà la sua metodologia).

Questa strategia quindi prevede di ingessare le posizioni (ovviamente le posizioni fondamentali dei singoli titoli possono cambiare e quindi serviranno aggiustamenti in corsa) anche per molti mesi e anni, quindi tutt';altro che speculazione mordi e fuggi, ma vero investimento sulla media e lunga distanza.
 

Claudietto

Nuovo Utente
Registrato
26/11/01
Messaggi
110
Punti reazioni
8
Grazie, ora ne so un po' più di prima anche perchè registrandomi a MondoHedge (cosa che non avevo fatto) ho potuto leggere la descrizione di tutte le strategie e anzi mi scuso si vi ho rubato del tempo quando con un po' più di impegno avrei potuto arrivarci da solo.
Un'ultima cosa: spostando l'attenzione dalle strategie alle SGR, mi chiedevo quali potessero essere i migliori gestori.
Meglio italiani o stranieri (che hanno più esperienza in materia) ad esempio. Oppure: le quote di mercato sono indicative della maggior professionalità o solamente le più grosse SGR godono di canali distributivi più efficaci?
Ho visto che MPS AI ha lanciato nel 2003 SKY equity neutral che adotta la stratega che avete consigliato. Si tratta di un prodotto valido? E i gestori di Pioneer? Nell'asset management tradizionale non brillano di certo, è lo stesso per gli investimenti alternativi?
 

alan1

Nuovo Utente
Registrato
12/7/00
Messaggi
1.996
Punti reazioni
121
Scritto da Claudietto
Grazie, ora ne so un po' più di prima anche perchè registrandomi a MondoHedge (cosa che non avevo fatto) ho potuto leggere la descrizione di tutte le strategie e anzi mi scuso si vi ho rubato del tempo quando con un po' più di impegno avrei potuto arrivarci da solo.
Un'ultima cosa: spostando l'attenzione dalle strategie alle SGR, mi chiedevo quali potessero essere i migliori gestori.
Meglio italiani o stranieri (che hanno più esperienza in materia) ad esempio. Oppure: le quote di mercato sono indicative della maggior professionalità o solamente le più grosse SGR godono di canali distributivi più efficaci?
Ho visto che MPS AI ha lanciato nel 2003 SKY equity neutral che adotta la stratega che avete consigliato. Si tratta di un prodotto valido? E i gestori di Pioneer? Nell'asset management tradizionale non brillano di certo, è lo stesso per gli investimenti alternativi?


Se puoi accedere solo ai prodotti italiani (500000€ min) non hai molto da scegliere,
veri prodotti Hedge scarseggiano, sono tutti Fondi di Fondi Hedge,
e non mi fiderei affatto.
 

Claudietto

Nuovo Utente
Registrato
26/11/01
Messaggi
110
Punti reazioni
8
Scritto da alan1
Se puoi accedere solo ai prodotti italiani (500000€ min) non hai molto da scegliere,
veri prodotti Hedge scarseggiano, sono tutti Fondi di Fondi Hedge,
e non mi fiderei affatto.
Ma anche i fondi di fondi hanno una soglia minima di 500000 euro?
In che modo si potrebbe accedere ai prodotti esteri?
Come mai in Italia la gamma di prodotti è ancora così bassa?
 

marcotrader

Nuovo Utente
Registrato
23/11/01
Messaggi
237
Punti reazioni
2
Scritto da Claudietto
Ma anche i fondi di fondi hanno una soglia minima di 500000 euro?
In che modo si potrebbe accedere ai prodotti esteri?
Come mai in Italia la gamma di prodotti è ancora così bassa?

Si, è stata anzi di recente abbassata perchè prima era di 1 mil. euro.
Considera che molti HF e FHF italiani hanno un advisor estero. In sostanza non li gestiscono in casa. Però ci sono altri player italiani che fanno il prodotto in casa. Sono quelli che vanno meglio anche se magari non hanno nomi altisonanti.

L'offerta in Italia sta crescendo. Anche se è meglio dire che cresce la domanda, che è ancora bassa. Considera che i fondi speculativi non possono essere oggetto di comunicazioni pubblicitarie e che non sono prodotti esattamente "retail", la quota d'ingresso è alta e il portafoglio non vorrai mica investirlo tutto in hedge, quindi patrimonio molto più alto della soglia d'ingresso.

ciao,
Marco
 

NCC1701

Nuovo Utente
Registrato
25/11/01
Messaggi
1.751
Punti reazioni
77
Tuttavia mi pareva di aver letto che Credit Suisse Italia ha lanciato una gamma di FdF Edge con soglia di entrata di 50.000 euro, o sbaglio?
 

mac

Nuovo Utente
Registrato
9/1/01
Messaggi
3.426
Punti reazioni
168
Scritto da NCC1701
Tuttavia mi pareva di aver letto che Credit Suisse Italia ha lanciato una gamma di FdF Edge con soglia di entrata di 50.000 euro, o sbaglio?

Circa i FdF vale quello scritto sopra: solo alcune strategie di Hedge sono sempre realmente efficienti per cui i FdF non ti aiutano a fare chiarezza su cosa stai investendo.

Relativamente alla soglia minima tieni presente che nella legislazione nazionale è stata fissata a 500.000€ (prima era 1 milione). Tutti gli altri prodotti che trovi in giro (non proprio facilmente) con soglie inferiori vanno considerati prodotti non armonizzati.

Se sei un investitore privato, gli utili derivati da un fondo non armonizzata sono assogettati alla ritenuta prevista dal tuo scaglione di reddito (in pratica devi denunciarli nella dichiarazione dei redditi) invece che all'aliquota unica del 12,5%.

E' questo il motivo per cui, permanendo tali soglie, i prodotti restano appannaggio solo di una ristretta cerchia di investitori.

Tutti gli altri sono costretti ad "arrangiarsi" in modo autonomo.
 

Claudietto

Nuovo Utente
Registrato
26/11/01
Messaggi
110
Punti reazioni
8
Ok, un' unltima cosa. Data la soglia d'ingresso uguale si che si tratti di puri che di fondi di fondi, quale delle due opzioni risulta da preferire? Immagino che un hedge puro garantisca maggior trasparenza all'investitore che così sa perfettamente con che strategia sta impiegando i suoi capitali. D'altra parte però se i puri italiani sono così pochi e nuovi, è possibile che non abbiano le competenze necessarie e soprattutto risulta difficilissimo confrontare le performance perchè il confronto è tra pochi prodotti e tutti attivi da non più di un anno. Ci vorrebbero più dati e per più lunghi periodi per capire chi realmente fa bene il suo lavoro.
 

amaser

Nuovo Utente
Registrato
26/10/99
Messaggi
8
Punti reazioni
0
riporto qui una risposta da un forum USA su una domanda se investire sui hedge funds:

"I`m thinking on investing in some hedge funds

i will be happy to get any thoughts?

regards ben.>

Hedge Funds can be a very dangerous place to invest, if you don't know what you are doing. There are 1000's of funds out there and the reason they can be dangerous is because they are unregulated. Just look at the Bank of America Scandal that just happened. Besides being unregulated they are usually offshore. So you have no idea who is running them. Before you invest in any hedge fund make sure you go to the actual office of the manager and sit down with him and ask him 1000 questions. Any further questions you can find me at my website.

Good Luck,

Peter

Riassunto:
c'è ne sono migliaia
non sono regolamentati e sono offshore
non sai o non conosci chi le gestisce (be questo spesso nemmeno per i fondi comuni)
prima di investire, vai dal gestore, parlaci, poni 1000 domande e poi decidi!!


ora si parla di abbassare la soglia per entrare nei hedge funds e magari di consigliarli a risparmiatori che hanno risparmiato 100.000 Euro, ma non capiscono perchè il valore delle obbligazioni cala se aumentano i tassi...!!??

Sono questi i "veri" destinatari dell'apertura agli hedge funds? Temo proprio di si, e tutte queste riviste o cos'altro servono solo a fare invogliare comuni risparmiatori a questo tipo d'investimento, che è assolutamente fuori dalla loro possibilità di controllo!

E le leggi? Ma sappiamo tutti quale pressione eserciterano le lobbies anche in questo settore.

In Germania gli hedge funds saranno disponibili dal 2004, già si alzano voci critiche sull'utilità di questi mezzi in mano a normali risparmiatori.

E poi, se ho abbastanza conoscenza per capire come operano gli hf, posso operare direttamente.

Non parliamo poi dei FdF, alla fine le diverse strategie si annullano e ciò che rimane sono le spese per gl'investitori...

amaser
 

amaser

Nuovo Utente
Registrato
26/10/99
Messaggi
8
Punti reazioni
0
Claudietto,
con l'argomentazione che sono moltissimi e le più diverse strategie, gli hedge funds difficilmente riveleranno pubblicamente il loro rendimento.
E' anche poco utile paragonare i singoli fondi con gli indici di settore, troppa differenza. E poi in Italia/Europa siamo solo all'inizio. Inoltre in genere vengono pubblicati i risultati dei fondi con più successo e che continuano ad esistere, non si parla di tutti quei fondi che chiudono, falliscono oppure distruggono il capitale avuto in affidaemento...


Ovviamente le strategie con più successo, attireranno più riparmiatori ed il maggiore capitale da investire, porterà ad un'appiattimento/abbassamento del rendimento.

amaser
 

marcotrader

Nuovo Utente
Registrato
23/11/01
Messaggi
237
Punti reazioni
2
Amaser.... il solito disfattista della domenica.....
 

amaser

Nuovo Utente
Registrato
26/10/99
Messaggi
8
Punti reazioni
0
disfattista???
un pò di realismo non ha mai fatto male!
chiedi a coloro che nell'euforia si buttavano su athome, worldcom enron o magari cmgi, redback etc., solo perchè se ne parlava nei forum o sui giornali.

mi complimento con coloro, iperprofessionisti esperti e navigati del trading, che riescono a far bene in qualunque condizione e con ogni strategia! Ma non credo che questi perdono molto tempo a leggere i ns. forum.

Purtroppo il 90% o più dei lettori di questo o altri forum non fanno parte di questa vostra categoria. Allora l'informazione dovrebbe essere anche un pò più oggettiva, piuttosto che fare riferimento soltanto a riviste che trattano un'argomento e lo fanno probabilmente con precisi motivi! Informazioni oggettive si trovano, anche se soprattutto in lingua inglese.

Basta girare sui forum americani per leggere i punti "deboli" dei hedge funds che a noi vogliono nascondere!?!
Ben venga lo scambio di informazioni, esperienze etc. ma che non sia, per favore, unilaterale


ti ringrazio e
buona giornata
amaser
 

marcotrader

Nuovo Utente
Registrato
23/11/01
Messaggi
237
Punti reazioni
2
Personalmente sono contro il realismo "complottista"...

I veri punti deboli degli HF che ne consigliano un utilizzo oltre una certa soglia non risiedono nelle libertà gestionali e nelle strategie di investimento diverse dai mutual fund (perchè la normativa è diversa), ma in aspetti più amministrativi.
L'HF non ha una quota giornaliera, ma mensile. La quota viene pubblicata dai 15 ai 40 giorni dopo la data di riferimento. Il tempo di uscita è vincolato e a volte pari o superiore ai tre mesi. E così via.

Queste restrizioni, che derivano dalle caratteristiche gestionali dell'HF, sono giudicate non compatibili con il grado di "awareness" del risparmiatore medio.

Il che vuol dire che se il risparmiatore medio avesse maggiore cultura finanziaria saprebbe anche investire in un prodotto particolare come HF. Al momento non è così.

Ciao,
Marco
 

mac

Nuovo Utente
Registrato
9/1/01
Messaggi
3.426
Punti reazioni
168
Scritto da amaser




1) ora si parla di abbassare la soglia per entrare nei hedge funds e magari di consigliarli a risparmiatori che hanno risparmiato 100.000 Euro, ma non capiscono perchè il valore delle obbligazioni cala se aumentano i tassi...!!??
Sono questi i "veri" destinatari dell'apertura agli hedge funds? Temo proprio di si, e tutte queste riviste o cos'altro servono solo a fare invogliare comuni risparmiatori a questo tipo d'investimento, che è assolutamente fuori dalla loro possibilità di controllo!


2) E poi, se ho abbastanza conoscenza per capire come operano gli hf, posso operare direttamente.

3) Non parliamo poi dei FdF, alla fine le diverse strategie si annullano e ciò che rimane sono le spese per gl'investitori...

A parte tutto quello postato da Marcotrader (su cui concordo):


1) non capisco cosa ci sarebbe di male a rendere disponibile questi prodotti a risparmiatori "da" 100.000 €; molte delle strategie hedge sono meno rischiose di un qualsivoglia mutual + o - Hight Teach (ce ne siamo accorti tutti, vero?), per non parlare degli strumenti derivati o, peggio, dei CW e di tutti quegli altri prodotti di ingegneria finanziaria fatti apposta affinché anche chi è dotato di una certa competenza non riesca a valutarne pregi e difetti.

2) magari si potesse operare direttamente come fanno i gestori hedge :cool: (chi me li presta i titoli per una strategie Market Neutral?)

3) Su questo non vi è dubbio i FdF (anche Hedge) sono solo una macchina moltiplica commissioni.
 

alan1

Nuovo Utente
Registrato
12/7/00
Messaggi
1.996
Punti reazioni
121
Scritto da mac
3) Su questo non vi è dubbio i FdF (anche Hedge) sono solo una macchina moltiplica commissioni.


Non si sa mai,
magari un giorno qualcuno ne inventa di buoni


biggrimjackbox.gif