HELP!!! Fondi PAC azioni/obbligazioni

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
Buonasera a tutti :):):)

Sicuramente avrete aperto negli anni miliardi di topic del genere ma nella mai ignoranza avrei bisogno :D:rolleyes:

Ho diverse idee ma sono indeciso... premetto che sono alle prime armi e vorrei imparare da voi :yes:

Mi piacerebbe aprire PAC per esempio semplificativo di 500 euro al mese ed eventualmente dividerne in azionari al 70% e obbligazionari al 30%.

Orizzonte temporale 5-10 anni con l'eventualità di abbassare la quota a seconda delle esigenze.

Il discorso di base è che sul fondo pensione ho scelto il fondo di categoria (fondo chiuso) quindi l'accantonamento mi piacerebbe ripartirlo totalmente sul mercato ma sarei indeciso sui seguenti fondi azionari:

1) iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc) (iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc) (EUR) ETF | IE00B4L5Y983)
2) AcomeA Italia Q2 (AcomeA Italia Q2|IT0005091233)
3) Nordea 1 - Global Stable Equity Fund BP EUR (Nordea 1 - Global Stable Equity Fund BP EUR|LU0112467450)

Senza però trascurare eventualmente bancoposta azionario internazionale (Bancoposta Azionario Internazionale|IT0003110860) che avrà commissioni di gestione dell'1,70% ma sinceramente non mi dispiace.

Ok che sui PIR sicuramente tutti avranno la loro opionione (ho selezionato quello probabilmente migliore del momento e con un ottimo gestore) ma gli altri due fondi globali mi sembrano entrambi di buon livello.

1) Cosa ne pensate? Avete fondi azionari ulteriori da consigliate?

2) Può avere senso ripartire esempio i 500 euro in 3 fondi azionari come i tre sopracitati ed il resto in altri 2 con volatilità più bassa e quindi meno rischiosi? Oppure scegliere solo 1 fondo azionario ed 1 fondo obbligazionario?

Come fondo valido e "più tranquillo" da affiancare ai 3/4 sopra avrei individuato Alkimis Capital UCITS Coupon (Alkimis Capital UCITS Coupon|IT0004851488).

Considero valida anche l'opzione di utilizzare genertel con sicuramente protetto o un cd tipo rendimax in cui versare ogni tanto abbinato ad Alkimis.

Chiaramente qualsiasi accantonamento lo farei almeno trimestrale (con webank o onlinesim o justet o fondionline.it) ma ad ogni modo evitando il più possibile costi di acquisto mensile.

Cosa ne pensate? Consigli su come ripartire, quanti aprirne e quale? Non insultatemi troppo :p

Grazie in anticipo!!!!!!!!!!!!!!
 
Ultima modifica:

max 69

MEMBER
Registrato
25/5/07
Messaggi
6.555
Punti reazioni
284
Prima di parlare degli strumenti...

Non dici nulla di te. Età, bisogni, propensione al rischio, 5-10 anni perché? Poi che succede? Perché 70-30? Se tra 5 anni sei sotto del 20% come ti sentirai? Uno storno prima o poi arriva.

Che fondo pensione hai? Che comparto, aggressivo o tranquillo? Quanto ci metti? Stai sfruttando la capienza massima per la deduzione o no?

Insomma prima di pensare al PAC, dacci delle informazioni su di te.
 

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
Prima di parlare degli strumenti...

Non dici nulla di te. Età, bisogni, propensione al rischio, 5-10 anni perché? Poi che succede? Perché 70-30? Se tra 5 anni sei sotto del 20% come ti sentirai? Uno storno prima o poi arriva.

Che fondo pensione hai? Che comparto, aggressivo o tranquillo? Quanto ci metti? Stai sfruttando la capienza massima per la deduzione o no?

Insomma prima di pensare al PAC, dacci delle informazioni su di te.

Hai ragione :D

Comunque ho citato 70 azionario e 30 obbligazionario :)

Mi sento assolutamente nel profilo equilibrato e preferisco valutare un pac a 5 anni.. è chiaro che però ritengo poco funzionale un pac estremamente obbligazionario altrimenti credo siano più che validi assicurazioni o conti depositi.

Fondo pensione aggressivo che ovviamente andrà in calando su stabile e poi garantito nell'avanzare con l'età.

Chiaramente potrei partire con un cifra media sui PAC che poi andrei a calare con esigenze di vita.

Serve altro? :)
 
Ultima modifica:

max 69

MEMBER
Registrato
25/5/07
Messaggi
6.555
Punti reazioni
284
Chiarisco che io sui fondi non ti dirò nulla perché non sono esperto. Chi vuole ti risponderà.

Io sto facendo dei discorsi di contorno che servono ad inquadrare la tua situazione, come farebbe (o dovrebbe fare) un consulente/promotore della banca per capire le tue esigenze.

Non hai ancora risposto sulla propensione al rischio, dettaglio importante. Profilo equilibrato non vuol dire molto, ma mi sembra incoerente con il 70/30. Come dice @FrankB, non lo dire in poesia, dillo in numeri. Che % sei disposto a perdere dopo un anno senza scappare a gambe levate in perdita?

Se becchi un anno nero come il 2008-2009 per l'azionario quando i mercati persero il 20-30% in un anno che fai? 5 anni sono pochi per un 70/30 azionario a mio avviso, i listini azionari salgono ininterrottamente dal 2009, prima o poi - 1,2,3 anni? - uno storno arriva. Non si sa di che entità ma deve arrivare.

Qual è il FP? Come si chiama? Che vuol dire che non stai sfruttando la deduzione? Non è possibile, forse stai versando il TFR + il minimo da ccnl?
A mio avviso sarebbe più efficace prima saturare il massimo deducibile nel fondo pensione (5.164€) risparmiando un bel po' di tasse e poi col resto investire in un PAC.
 

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
Chiarisco che io sui fondi non ti dirò nulla perché non sono esperto. Chi vuole ti risponderà.

Io sto facendo dei discorsi di contorno che servono ad inquadrare la tua situazione, come farebbe (o dovrebbe fare) un consulente/promotore della banca per capire le tue esigenze.

Non hai ancora risposto sulla propensione al rischio, dettaglio importante. Profilo equilibrato non vuol dire molto, ma mi sembra incoerente con il 70/30. Come dice @FrankB, non lo dire in poesia, dillo in numeri. Che % sei disposto a perdere dopo un anno senza scappare a gambe levate in perdita?

Se becchi un anno nero come il 2008-2009 per l'azionario quando i mercati persero il 20-30% in un anno che fai? 5 anni sono pochi per un 70/30 azionario a mio avviso, i listini azionari salgono ininterrottamente dal 2009, prima o poi - 1,2,3 anni? - uno storno arriva. Non si sa di che entità ma deve arrivare.

Qual è il FP? Come si chiama? Che vuol dire che non stai sfruttando la deduzione? Non è possibile, forse stai versando il TFR + il minimo da ccnl?
A mio avviso sarebbe più efficace prima saturare il massimo deducibile nel fondo pensione (5.164€) risparmiando un bel po' di tasse e poi col resto investire in un PAC.

Se faccio un esempio numerico di 500 euro mensili quindi 6000 euro in 12 mesi direi che potrei rischiare massimo un 10-15% (circa € 1.000,00) come volatilità negativa .

Ragionamento giustissimo il tuo, probabilmente l'azionario è giusto valutarlo a 10 anni.. in tal caso una parte sarei comunque disponibile a tenerla così a lungo (magari proprio un 10-15%) mentre il resto preferirei vederlo a 5 anni.

Il fondo pensione è questo: Performance del Fondo |Rendimenti Annuali, Cumulati e Trimestrali |Fonchim - Crescita|ISIN:

Comunque si, sto versando solo TFR e il minimo (solo questo minimo del CCNL ovviamente deducibile).
 

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
È anche il mio fondo e il mio comparto. Io ti consiglio di aumentare il contributo a Fonchim prima di iniziare il PAC.

L'idea è assolutamente giusta, ragiono sul fatto che potrei avrei necessità a 5 anni (per questo cerco un PAC che possa essere valido) e invece un altra parte mi sento abbastanza tranquillo a 10 anni.. quindi quel 10-15% di azionario non guasterebbe sul budget totale (anche se ritengo valida la regola del 100-la tua età se considero un investimento azionario).

Il fondo pensione mi piace assolutamente ma il vincolo del solo 30% dopo 8 anni e del 70% solo in particolari condizioni non mi spinge a vincolare ulteriore denaro fino all'età della pensione... vorrebbe dire che se tra 4-5 anni potrei avrei necessità, non potrei ritirarli.
 

Tabpozz

Nuovo Utente
Registrato
28/12/15
Messaggi
396
Punti reazioni
32
Se ragioni a 5 anni con un rischio massimo del 10-15% del capitale, fai un PAC su strumenti prevalentemente obbligazionari. Direi anche che 5 anni sono quasi "il minimo" se vuoi iniziare ad investire e non vuoi affidarti alle semplici assicurazioni e conti deposito, che pur son decisamente più sicure, non essendo considerabili come investimenti.

Il 70% di azioni a 5 anni, con quello che definisci il tuo "rischio massimo" è un suicidio.
 

piccolowarren

Nuovo Utente
Registrato
3/6/16
Messaggi
5.212
Punti reazioni
158
Io direi che per investire in fondi azionari internazionali si deve avere un orizzonte temporale almeno decennale.
 

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
Se ragioni a 5 anni con un rischio massimo del 10-15% del capitale, fai un PAC su strumenti prevalentemente obbligazionari. Direi anche che 5 anni sono quasi "il minimo" se vuoi iniziare ad investire e non vuoi affidarti alle semplici assicurazioni e conti deposito, che pur son decisamente più sicure, non essendo considerabili come investimenti.

Il 70% di azioni a 5 anni, con quello che definisci il tuo "rischio massimo" è un suicidio.

Ti ringrazio per la risposta :)

la mia idea di massima, facendo finta che il budget sia sempre 500 euro:

1) 100 azionario (ITALIA -EUROPA farei AcomeA Italia A2/Q2) e con il fatto che è un PIR, magari dopo 5 anni guardo già se ha avuto i primi risultati. Seconda scelta un bilanciato aggressivo sempre di AcomeA oppure un azionario internazionale come Nordea1 o Ishares (chiaramente tutti almeno 5-10 anni)
2) 100 in un obbligazionario che renda (vedi Gestielle Obbligazionario Corporate B con dev. standard 4%) o un azionario "leggero" che opera diversamente con Alkimis Capital UCITS Coupon (Dev. Standard 3,23%).
3) 200 in un fondo che mi possa rendere 2% all'anno almeno come pianopiano di genertel
4) 100 in un conto deposito

Mi sembra abbastanza equilibrato.. o sbaglio? Chiaramente i primi due si guardano solo dopo 5 anni.. poi si valuta se farne altri 5 o interrompere i versamenti.
 

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
Io direi che per investire in fondi azionari internazionali si deve avere un orizzonte temporale almeno decennale.

Giustissimo, sto iniziando quasi a preferire i bilanciati aggressivi.. mi sembrano più comodi in termine di rischio/performance.. ovviamente sullo storico, non sul futuro :D
 

Tabpozz

Nuovo Utente
Registrato
28/12/15
Messaggi
396
Punti reazioni
32
Ti ringrazio per la risposta :)

la mia idea di massima, facendo finta che il budget sia sempre 500 euro:

1) 100 azionario (ITALIA -EUROPA farei AcomeA Italia A2/Q2) e con il fatto che è un PIR, magari dopo 5 anni guardo già se ha avuto i primi risultati. Seconda scelta un bilanciato aggressivo sempre di AcomeA oppure un azionario internazionale come Nordea1 o Ishares (chiaramente tutti almeno 5-10 anni)
2) 100 in un obbligazionario che renda (vedi Gestielle Obbligazionario Corporate B con dev. standard 4%) o un azionario "leggero" che opera diversamente con Alkimis Capital UCITS Coupon (Dev. Standard 3,23%).
3) 200 in un fondo che mi possa rendere 2% all'anno almeno come pianopiano di genertel
4) 100 in un conto deposito

Mi sembra abbastanza equilibrato.. o sbaglio? Chiaramente i primi due si guardano solo dopo 5 anni.. poi si valuta se farne altri 5 o interrompere i versamenti.

Sicuramente ha più senso di un 70/30 come proposto all'inizio, anche se riguardo alla bontà dei prodotti scelti non mi esprimo perché potrei dire inesattezze.
 

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
Sicuramente ha più senso di un 70/30 come proposto all'inizio, anche se riguardo alla bontà dei prodotti scelti non mi esprimo perché potrei dire inesattezze.

E' difficile per i prodotti, alcuni possono rivelarsi ottimi e altri affatto.. cosa utilizzi oltre a morningstar? :)
 

piccolowarren

Nuovo Utente
Registrato
3/6/16
Messaggi
5.212
Punti reazioni
158
Sicuramente ha più senso di un 70/30 come proposto all'inizio, anche se riguardo alla bontà dei prodotti scelti non mi esprimo perché potrei dire inesattezze.

Anch'io non me la sento di giudicare i prodotti scelti da altre persone, un Fondo che ha avuto ottime performance nel passato non è detto che le manterrà nel futuro, RICORDO ad es. il Global Dividend della M&G considerato per qualche anno il migliore azionario internazionale in assoluto (prescindendo dalle sottocategorie di Morningstar) con le 5 stelle Morningstar e negli ultimi anni registra performance al di sotto della media.
 

piccolowarren

Nuovo Utente
Registrato
3/6/16
Messaggi
5.212
Punti reazioni
158
Giustissimo, sto iniziando quasi a preferire i bilanciati aggressivi.. mi sembrano più comodi in termine di rischio/performance.. ovviamente sullo storico, non sul futuro :D

Attenzione perché i bilanciati aggressivi non rare volte si rivelano più volatili degli azionari, devi vedere in quale tipologia di obbligazioni investono.
 

hunter008

Nuovo Utente
Registrato
22/11/17
Messaggi
618
Punti reazioni
5
Attenzione perché i bilanciati aggressivi non rare volte si rivelano più volatili degli azionari, devi vedere in quale tipologia di obbligazioni investono.

Grazie.

Giustamente è un fondo già formato.. altrimenti posso fare da solo un azionario e un obbligazionario combinando così la quota che investo :)