I Bilanci Di Class

Secondo voi gli ultimi dati di bilancio di Class come sono stati?


  • Votanti
    16

nysedow

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
27/11/00
Messaggi
9.833
Punti reazioni
690
CLASS EDITORI: "Ma quando parti?"

Ma cosa c'è che non và alla società Class Editori?

Possibile che è solo questione di bilancio?

E poi il bilancio non è stato molto negativo.

Vorrei aprire questo thread per cercare di trovare delle risposte e capire perchè questo titolo continua a non piacere agli investitori.

Sono partiti tutti i titolini completamente indebitati e in odor di fallimento (Chl +100% in qualche settimana, Retelit, Inferentia, It way, etc. etc,) ed una società, abbastanza solida come la nostra Class, ha difficolta a salire.

Mi piacerebbe intraprendere questo viaggio di conoscenza dell'universo CLASS, insieme a tutti voi, semplicemente per capire il perchè di questo accanimento che perdura da oltre 5 anni.


Un saluto cordiale a tutti voi del FOL.
 
Ultima modifica:
Thread dedicato esclusivamente all'analisi fondamentale della società e allo "svisceramento" dei bilanci e dei dati, delle news e sui sviluppi futuri degli investimenti.

In parole povere:

E' consentito pervenire, in applicazione della pluralità dei dati finanziari illustrati dal comunicato, e utilizzando parametri ermeneutici, teleologici,testuali e sistematici, ad un esito interpretativo?
O sono solo dati "freddi e puntuali", da cui non si puo' prescindere?

Cosa dicono "davvero" i dati di Class?
 
Ultima modifica:
Non si puo non iniziare con il Comunicato Ufficiale della Società.

Nei prossimi giorni valuteremo punto per punto tutti i dati e le prospettive di crescita.
Mi auguro che ognuno di noi porterà un suo "contributo".
 
L'ho inserisco qui in prima pagina cosi' sarà possibile visualizzarlo facilmente e averlo sempre a portata di mano per ogno "occorrenza"...
 
Approvato dal Cda il progetto di bilancio 2005 Fatturato di gruppo a 111,3 milioni di euro (+11,6%) Margine Operativo Lordo a 8,6 milioni di euro Dividendo 0,010 euro per azione

Milano, 29 Marzo 2006

Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori Spa, presieduto dal professor Victor Uckmar, si è riunito oggi per esaminare il bilancio della capogruppo ed il bilancio consolidato al 31 dicembre 2005.

RISULTATI CONSOLIDATI

Il fatturato di gruppo è cresciuto dell’11,6%, passando da 99,766 a 111,322 milioni di euro. I ricavi da vendita sono aumentati per effetto della raccolta pubblicitaria, cresciuta del 17,9% (da 45,461 a 53,591 milioni di euro), e dei ricavi derivanti dalle vendite in edicola (+12,1%, da 9,560 a 10,714 milioni di euro).
Il margine operativo lordo (Ebitda) è ammontato a 8,533 milioni di euro, in linea con il dato dell’anno precedente (8,864 milioni), con un’incidenza sui ricavi pari al 7,6%. Il risultato operativo (Ebit) è risultato pari a 994 mila euro (1,987 milioni nel 2004).
L’utile ante imposte è stato positivo per 1,785 milioni di euro (2,199 milioni nel 2004); dopo le imposte e dopo gli interessi di terzi, il risultato di competenza della casa editrice è stato pari a 0,553 milioni di euro, rispetto agli 0,112 milioni dello stesso periodo del 2004.
La situazione finanziaria netta passa da un indebitamento netto complessivo verso terzi di 14,5 milioni di euro a un indebitamento netto di 10,5 milioni di euro, con un miglioramento di circa 4 milioni di euro. La riduzione è effetto dell'autofinanziamento della gestione per circa 6,6 milioni di euro, dell'aumento del working capital del periodo per circa 9,5 milioni di euro, al netto degli investimenti in immobilizzazioni e partecipazioni, pari a circa 11,8 milioni di euro.

RISULTATI DELLA CAPOGRUPPO

Class Editori Spa ha chiuso l’esercizio 2005 con un fatturato pari a 46,141 milioni di euro, in aumento di circa il 7% rispetto all’anno precedente (43,215 milioni). Il risultato netto é ammontato a 1,617 milioni di euro, rispetto al risultato del 2004 (0,621 milioni di euro).

ANDAMENTO DELLE PRINCIPALI AREE DI ATTIVITA'

Newspaper - L’area ha conseguito ricavi per 34,489 milioni di euro (29,157 milioni di euro nel 2004, +18,3%) e un margine di contribuzione pari a 12,980 milioni di euro, in crescita del 7,8% rispetto al 2004 (12,046 milioni di euro).
Periodici - I ricavi dell’area sono stati pari a 23,612 milioni di euro (21,806 nel 2004, +8,3%), con un margine di contribuzione pari a 3,234 milioni di euro, migliorativo del 3,1% rispetto al 2004.

Editoria elettronica - Il fatturato é ammontato a 23,970 milioni di euro (24,407 milioni nel 2004, -1,8%), con un margine di contribuzione di 9,517 milioni di euro (-7,2%).

Servizi professionali -L’area ha conseguito 8,479 milioni di euro di ricavi contro i 7,632 milioni del 2004 (+11%). Il margine di contribuzione è passato da 0,071 milioni a 0,662 milioni di euro.

Televisioni e Radio -Il fatturato dell’area è stato pari a 15,162 milioni di euro (15,562 milioni di euro nel 2004, -2,6%), con un margine di contribuzione pari a 2,2 milioni di euro (3,408 milioni nel 2004).

AREE DI ATTIVITA': EVENTI SIGNIFICATIVI

Editoria

MF/Milano Finanza, che ha una readership di 531mila lettori certificati Audipress, migliorativa rispetto all’ultima rilevazione (527 mila lettori, +1%), ha conseguito una diffusione media di 116.673 copie (dati Ads), in crescita del 6% rispetto alle 110.300 del 2004. Il newspaper ha consolidato così la posizione di leader nel settore dell’informazione finanziaria ed economica.
a. Il mensile Class ha registrato una diffusione pari a 89.300 copie medie, in forte crescita (+21%) rispetto alle 73.600 copie del 2004, rafforzando la posizione di primato nel suo mercato di riferimento.
b. Il mensile Gentleman ha confermato il positivo riscontro già ottenuto in precedenza presso il pubblico e gli inserzionisti pubblicitari: negli ultimi tre anni, da quando il magazine è diventato mensile, la raccolta pubblicitaria è cresciuta del’64%.
c. Class Editori e la sua controllante Euroclass Multimedia Holding SA hanno perfezionato (attraverso Country Class Editori Srl) lȇacquisizione del ramo di azienda relativo alla testata Capital da RCS Periodici Spa. Con Capital, che ha una diffusione di 76.239 copie medie (fonte: Ads) e una readership di 368.000 lettori (fonte: Audipress), la casa editrice ha rafforzato il suo primato nel mercato dei mensili maschili in tutti i segmenti, pubblicando già Class, Gentleman e Patrimoni. Il primo numero del nuovo Capital edito da Class Editori è stato pubblicato a dicembre 2005.
d. Per rispondere con sempre maggior efficacia e chiarezza alle esigenze del pubblico, Milano Finanza ha cambiato veste grafica e struttura dei contenuti da gennaio 2005; dall’estate scorsa Class e Case & Country sono in edicola con un formato e una grafica completamente nuova. Dal 21 settembre MF, il quotidiano dei mercati finanziari, è in edicola con una nuova veste grafica, una nuova scansione delle news e una più completa struttura delle pagine; dal 24 settembre è stato rinnovato anche Patrimoni, il magazine di MF/Milano Finanza.

Editoria elettronica.

Dal 13 giugno, la Casa editrice realizza e gestisce il canale dedicato alla finanza del portale Libero, Libero Finanza (http://libero.milanofinanza.it). La partnership con il portale Libero conferma il ruolo di Milano Finanza come primo fornitore di servizi e contenuti finanziari su Internet, sia attraverso il sito www.milanofinanza.it, che ha 250 mila visitatori di cui oltre 32 mila sono utenti paganti, sia attraverso i principali portali, come Excite, Msn, Alice, Tiscali e Yahoo.

Home Banking

Nel mese di maggio, Class Editori ha lanciato il primo servizio di home banking su tv digitale terrestre offerto al pubblico in Italia, insieme a Banca CR Firenze. La piattaforma tecnologica proprietaria di Class Editori consente ai clienti dell’istituto bancario che si sintonizzano sul canale televisivo digitale terrestre Class News (trasmesso nel multiplex di Mediaset) di effettuare direttamente da casa tutte le operazioni oggi possibili con l’Internet banking, semplicemente utilizzando il telecomando del televisore. L’accordo conferma la leadership raggiunta dalla Casa editrice nei servizi finanziari interattivi e costituisce un ulteriore passo avanti nello sviluppo del business televisivo, che rappresenta nella strategia della casa editrice il settore con il più forte potenziale di sviluppo.

Televisione e Radio

Cfn/Cnbc, la prima tv digitale finanziaria globale in lingua italiana, da giugno ha cambiato nome in Class CNBC, per semplificare il ricordo dei telespettatori e sottolineare ancora di più il legame con Class Editori. Class CNBC, in onda tutti i giorni sul bouquet di Sky al n° 505 e in Internet sul portale Rosso Alice (www.rossoalice.it), si è presentata in una veste rinnovata, con collegamenti dai nuovi studi, una nuova infografica e un nuovo palinsesto.
a. Dal 24 settembre tutti i weekend è in onda Class Life, il primo canale televisivo dedicato al piacere di vivere. Il nuovo canale, unico per target e contenuti, è rivolto al pubblico alto ed esclusivo di Class Editori ed è visibile su Class CNBC, in Internet sul portale Rosso Alice e sulla tv digitale terrestre Class News. I contenuti del canale, adattati per la diffusione su Internet, da metà marzo del 2006 sono visibili anche sul portale, www.classlife.it.
b. Nel periodo si è consolidato il bacino di utenza del Circuito Milano Finanza-Classica, syndacation a copertura nazionale formata da alcune primarie radio locali: il circuito ha registrato un audience di 2 milioni di ascoltatori nel giorno medio (dati certificati Audiradio).

AREE DI ATTIVITA' : EVENTI SIGNIFICATIVI SUCCESSIVI AL PERIODO

Editoria

a. Class Editori e Le Monde hanno avviato lo sviluppo di iniziative comuni a livello europeo, in seguito all’entrata nel capitale di Le Monde da parte della Casa editrice, divenuta il settimo azionista di Le Monde SA, la società operativa che edita il quotidiano parigino e le altre testate del gruppo. La decisione di Class Editori di entrare nellȇazionariato del gruppo francese è stata presa per affinità, tenuto conto che Le Monde, uno dei più prestigiosi quotidiani al mondo, è rimasto uno dei pochissimi giornali in Europa controllato da chi vi lavora e non da gruppi industriali e finanziari.

b. Da febbraio è in edicola arricchito nei contenuti e con una nuova veste grafica ItaliaOggi, il quotidiano economico, giuridico e politico di Class Editori. Il nuovo corso del giornale, che ha raggiunto una diffusione vicina alle 100mila copie, si caratterizza graficamente per una nuova prima pagina con grandi foto a colori ed aperture dedicate alla politica, oltre che per una diversa gerarchizzazione delle notizie e per il maggiore uso del colore nelle sezioni interne. Dal punto di vista dei contenuti, ItaliaOggi si apre alla politica, fornendo così ai professionisti cui si rivolge un quadro d’insieme al cui interno meglio si possono comprendere le dinamiche legislative.

c. A marzo ha preso il via il progetto CartaSi Luna, che nasce dall’idea di legare il mensile Luna a uno strumento di pagamento come CartaSi, che risponde alle esigenze delle lettrici di target alto del periodico. CartaSi Luna, che prende il via con l’obiettivo di raggiungere 120mila titolari entro i prossimi 24 mesi, rappresenta una rivoluzione nel settore dei periodici femminili perché, senza svilire la qualità del giornale con gadget che non hanno relazione con i contenuti, consente di ottenere un’elevata diffusione sviluppando al contempo con le titolari della carta un legame di fedeltà unico.
Tra le diverse convenzioni e i vantaggi, le titolari riceveranno l’abbonamento a Luna, nella versione compact espressamente realizzata. In tal modo si raggiungerà una diffusione straordinaria, di grande interesse per gli inserzionisti pubblicitari, che potranno dirigere le loro comunicazioni a un target che si potrà definire in base alle reali abitudini d’acquisto.


EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

Sulla base degli andamenti del 2005 e dei primi mesi del 2006, grazie anche a una serie di operazioni concentrate su testate della Casa editrice, si prevede un miglioramento significativo della redditività.

DIVIDENDO

Il consiglio di amministrazione ha deciso di proporre all’assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo pari a 0,010 euro per azione. Il dividendo sarà messo in pagamento l’11 maggio 2006, contro stacco della cedola n. 9 che avverrà l’8 maggio.

CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA

L’assemblea dei soci é stata convocata in sede ordinaria il giorno 29 aprile 2006 (in prima convocazione) alle ore 9, presso la sede sociale di via Burigozzo n°5, e, occorrendo, in seconda convocazione presso la stessa sede il 2 maggio alle ore 9.

Ordine del giorno:

1-Presentazione del bilancio d’esercizio e consolidato al 31.12.2005 e delle Relazioni del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e della Società di Revisione. Delibere inerenti e conseguenti;

2-Proposta di acquisto e di disposizione azioni proprie, contestuale revoca per la parte non utilizzata della delibera assembleare del 2 maggio 2005 relativa all’autorizzazione e all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie.

ACQUISTO AZIONI PROPRIE

Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori proporrà alla prossima Assemblea degli Azionisti il rinnovo della delega per lȇacquisto di azioni proprie per perseguire, nell'interesse della società, le finalità consentite dalla normativa applicabile in vigore.
 
Ultima modifica:
Acquisto Azioni Proprie

"Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori proporrà alla prossima Assemblea degli Azionisti il rinnovo della delega per l'acquisto di azioni proprie per perseguire, nell'interesse della società, le finalità consentite dalla normativa applicabile in vigore."
 
Ultima modifica:
Convocazione dell’assemblea ordinaria

"L’assemblea dei soci é stata convocata in sede ordinaria il giorno 29 aprile 2006 (in prima convocazione) alle ore 9, presso la sede sociale di via Burigozzo n°5, e, occorrendo, in seconda convocazione presso la stessa sede il 2 maggio alle ore 9.

Ordine del giorno:

a) Presentazione del bilancio d’esercizio e consolidato al 31.12.2005 e delle Relazioni del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e della Società di Revisione. Delibere inerenti e conseguenti;

b) Proposta di acquisto e di disposizione azioni proprie, contestuale revoca per la parte non utilizzata della delibera assembleare del 2 maggio 2005 relativa all’autorizzazione e all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie."
 
nysedow ha scritto:
"L’assemblea dei soci é stata convocata in sede ordinaria il giorno 29 aprile 2006 (in prima convocazione) alle ore 9, presso la sede sociale di via Burigozzo n°5, e, occorrendo, in seconda convocazione presso la stessa sede il 2 maggio alle ore 9.

Ordine del giorno:

a) Presentazione del bilancio d’esercizio e consolidato al 31.12.2005 e delle Relazioni del Consiglio di Amministrazione, del Collegio Sindacale e della Società di Revisione. Delibere inerenti e conseguenti;

b) Proposta di acquisto e di disposizione azioni proprie, contestuale revoca per la parte non utilizzata della delibera assembleare del 2 maggio 2005 relativa all’autorizzazione e all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie."
...contestuale revoca per la parte non utilizzata della delibera assembleare del 2 maggio 2005 relativa all’autorizzazione e all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie....

Quindi l'anno scorso i signori della Società non hanno neanche approfittato "loro stessi" del riacquisto delle proprie azioni e adesso vogliono revocare parzialmente quella delibera!!!!

O non credono neppure loro in Class Editori o perchè aspettano il momento opportuno per un Buy Back a prezzi stracciati.
 
nysedow ha scritto:
"Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori proporrà alla prossima Assemblea degli Azionisti il rinnovo della delega per l'acquisto di azioni proprie per perseguire, nell'interesse della società, le finalità consentite dalla normativa applicabile in vigore."
Vorrei reiniziare proprio da qui riproponendo i dubbi e le perplessità già espresse nel precedente thread.

Ma quali sono le finalità consentite dalla normativa applicabile in vigore?!
Qualcuno sa' qualcosa in merito?

Quindi, volendo acquistare azioni proprie è lecito attendersi fino prossima Assemblea degli Azionisti di fine Aprile che le quotazioni restino davvero su questi livelli, se non piu' giu'.

Quindi, si va giu' fino alla fine di aprile e poi successivamente si va' su'.
Ancora un mese....................................
 
Perchè dalla Delibera del 2 maggio 2005 i Signori non hanno provveduto ad acquistare azioni proprie?!
Questa è la domanda da fare al Consiglio di Amministrazione che si terrà il 29 aprile.
PIN hai detto che tu vai, no?
E allora se puoi e se ti faranno parlare, ponila tu questa domanda al caro Amministratore Delegato Paolo Panerai.
 
Il fatturato

Il fatturato di gruppo è cresciuto dell’11,6%, passando da 99,766 a 111,322 milioni di euro.
 
Il fatturato-definizione

In ragioneria ed in diritto, il fatturato è la somma dei ricavi delle vendite e delle prestazioni nonché degli altri ricavi e proventi ordinari di un'azienda; a seconda delle finalità per le quali lo si computa, può includere la somma degli interessi attivi e dei proventi assimilati, oppure può essere limitato alla sola somma dei ricavi da vendita di beni o servizi. Essendo un dato riferito al ricavo, esso non può mai essere confuso con l'utile netto.

Il fatturato è d'ordinario riferito all'anno di esercizio e, come il nome ben indica, corrisponde con qualche evoluzione all'antica definizione di "somma degli importi delle fatture emesse"; è un dato utilizzato per "misurare" la capacità di mercato di un'impresa. In tempi recenti questo dato è stato anche prescelto, insieme a quello sul numero di addetti, come uno dei criteri giuridici di individuazione delle microimprese o delle piccole e medie imprese, ad esempio in funzione degli interventi pubblici di sostegno alle attività produttive.

Anche nella pratica, il fatturato è una delle ragioni di classificazione delle aziende, per fasce (o per classi), spesso articolato nell'indice di fatturato per addetto, ed entrambi sono elementi essenziali della valutazione dell'azienda (anche ai fini di una eventuale cessione).

Una importante specificazione riguarda il fatturato netto, corrispondente al fatturato totale (somma totale dei ricavi), meno le eventuali imposte (ad esempio l'IVA) comprese negli importi percepiti; l'operazione di determinazione del fatturato al netto delle imposte è in genere assai semplice, componendosi di un semplice scorporo di quanto percepito in qualità di sostituto d'imposta.

All'interno di gruppi imprenditoriali, rileva invece la distinzione fra il fatturato complessivo e quello interno: in gruppi composti di più aziende, è infatti possibile (anzi è alquanto frequente nel caso di singole aziende operanti in settori simili o contigui) che fra queste intercorrano rapporti economici o scambi di beni, servizi e denaro i quali siano doverosamente registrati al modo ordinario. Ovviamente, ad evitare anche che i fatturati possano subire artefazioni mirate, i movimenti fra le aziende di uno stesso gruppo vanno considerati secondo criteri di rigorosa circospezione, ed in genere alla determinazione di tali valori segue una valutazione estimativa dei possibili risultati ordinariamente conseguibili sul mercato esterno.

Il riferimento temporale al quale viene rapportato il fatturato, nella teoria dell'economia aziendale determinerebbe secondo alcuni una visione dinamica del dato, per la quale il fatturato sarebbe una grandezza di flusso.
 
nysedow ha scritto:
Il fatturato di gruppo è cresciuto dell’11,6%, passando da 99,766 a 111,322 milioni di euro.
Comunque sia è salito. Buon risultato, direi.

Quasi 12.000.000 di euro in piu' rispetto al 2004.
 
nysedow ha scritto:
Comunque sia è salito. Buon risultato, direi.

Quasi 12.000.000 di euro in piu' rispetto al 2004.

Non guardare il fatturato..
Se in casa tua guadagni (o fatturi) 2000 euro ma tra tasse e spese per mantenere la famiglia ne spendi 4000 va tutto bene???

Io guardo i margini e gli utili.... e li arrivano le note dolenti.. ;)

Ma la nota + dolente è aver venduto fiat a 7.5 per class... sfogliare i giornali e vedere ad ogni pagina fantastiche pubblicità fiat, nuovi bei modelli... aver preso "sputi in faccia" sul forum quando era a 5 dicendo che arrivava almeno a 10... 50.000 euro che rimangono nei sogni... :'( ed essere qui a lottare non sulla rottura dei 2.1 ma sulla tenuta di 1.58 !!!!!!!!! :specchio:
 
pinele ha scritto:
Ma la nota + dolente è aver venduto fiat a 7.5 per class... sfogliare i giornali e vedere ad ogni pagina fantastiche pubblicità fiat, nuovi bei modelli... aver preso "sputi in faccia" sul forum quando era a 5 dicendo che arrivava almeno a 10... 50.000 euro che rimangono nei sogni... :'( ed essere qui a lottare non sulla rottura dei 2.1 ma sulla tenuta di 1.58 !!!!!!!!! :specchio:
Io tengo PIN.

Ricordi il titolo del mio precedente Thread?

"La discesa fatta di disperazione
...e senza risultato...conduce...."
 
lasciamo perdere i ricordi.
Seguivo tante ciofeche, anch'io e non pensavo che arrivassero dove sono arrivate ora, e con i peggiori blilanci, molto , ma molto peggio delle nostre Class!!!
E tuttora con bilanci sotto osservazione.
Esempi: lo sai benissimo anche tu...
Snai: sfuggita
CHL: sfuggita
Buongiorno Vitaminic: sfuggita
Retelit: sfuggita
I-net: sta per partire
etc.- etc.

Cerchiamo di dimenticare e di reiniziare da 0.
Cerchiamo...
 
pinele ha scritto:
Non guardare il fatturato..
Se in casa tua guadagni (o fatturi) 2000 euro ma tra tasse e spese per mantenere la famiglia ne spendi 4000 va tutto bene???

Io guardo i margini e gli utili.... e li arrivano le note dolenti.. ;)
Lo sai che non credo molto nei bilanci.
Paradossalmente nonostante sia un razionaliosta puro, sono convinto che siano piu' importanti i trend che i bilanci.
E la dimostrazione è evidente nell'analisi chartistica!
Guardali, quei bei grafici, una volta che si è invertita la tendenza...
Via, senza piu' fermarsi...
Lasciar correre i profitti, una volta che il trend invertito è ben consolidato, e tagliare le perdite.
E' proprio questa la regola fondamentale di borsa.
Anzi direi l'unica.
 
Comunque nonostante tutto la mia sete di sapere mi fà approfondire anche la tematica dell'analisi fondamentale.
 
pinele ha scritto:
Non guardare il fatturato..
Se in casa tua guadagni (o fatturi) 2000 euro ma tra tasse e spese per mantenere la famiglia ne spendi 4000 va tutto bene???

Io guardo i margini e gli utili.... e li arrivano le note dolenti.. ;)
Si' il fatturato di per se' non ha importanza se non ci sono utili.
Ma, visto e considerato che questo è il terzo anno consecutivo che il fatturato di Class sale da 80.000.000 di euro del 2003 agli attuali 110.000, vorrà dire anche che le commesse stanno aumentando, e che i clienti sono in costante aumento.
E poi molte società quotate in borsa non fanno utili, e guarda un po' dove si trovano.
Credo che Class con il suo settore di nicchia sia appettibile.

Dico "appetibile" a qualcuno...
 
Class Editori di nuovo sospesa al rialzo, +17,46%

Finanzaonline.com - 01/12/2003 15:55 - Eccezionale la performance in Borsa di Class Editori, che è stata sospesa per eccesso di rialzo dopo aver segnato un ultimo prezzo di 2,845 euro, con un progresso del 17,46% e oltre 4 milioni di pezzi passati di mano. Oggi Class ha annunciato di aver ha siglato un accordo con Mediaset per l'ingresso di Class
News nel gruppo di canali (multiplex) che Mediaset diffonde con il sistema di trasmissione digitale terrestre.

E che notizia è da far salire il titolodi circa il 20%!
Bei tempi, bah basterebbe solo una news di qualsiasi genere come scusa per il mercato....
 
Indietro