I premium bonds

luigir

再見論壇
Registrato
25/3/02
Messaggi
5.320
Punti reazioni
165
ritorno su un mio pallino... I premium bonds.

Perchè non in Italia? Visto che si parla della febbre da scommessa come di una malattia, una droga, perchè non offrire i Premium bonds in alternativa ad Enalotto come metadone?

Lo scommettitore compra titoli di Stato il cui capitale è garantito, quindi scommessa senza perdita del capitale...

Soprattutto buone possibilità di vincita...

Possibilità di rimpiazzare parte dei titoli già emessi con questi, allocando al montepremi somme piu' basse...

Insomma si renderebbe un buon servigio alla comunità ed anche alle casse dello Stato che pagherebbe meno interessi e non dover seguire per forza gli andamenti dei tassi...
 
luigir ha scritto:
ritorno su un mio pallino... I premium bonds.

Perchè non in Italia? Visto che si parla della febbre da scommessa come di una malattia, una droga, perchè non offrire i Premium bonds in alternativa ad Enalotto come metadone?

Lo scommettitore compra titoli di Stato il cui capitale è garantito, quindi scommessa senza perdita del capitale...

Soprattutto buone possibilità di vincita...

Possibilità di rimpiazzare parte dei titoli già emessi con questi, allocando al montepremi somme piu' basse...

Insomma si renderebbe un buon servigio alla comunità ed anche alle casse dello Stato che pagherebbe meno interessi e non dover seguire per forza gli andamenti dei tassi...
attento Luigi....potrebbero accusarti di voler fare
della finanza creativa ;)
 
ramirez ha scritto:
attento Luigi....potrebbero accusarti di voler fare
della finanza creativa ;)

no, non è nulla di inventato, esistono in GB da decenni e decenni e la gente ancora li ama...

in pratica se io ho
Euro 1,000 in quote e mi finanzio al 10pct l'anno, pagherei 100 euro di interesse l'anno...

io invece questi 100 euro li metto in palio per l'estrazione di un premio annuale da 50 per esempio e 50 da un euro...

Logicamente, questo avviene su base mensile etc etc etc

Ma non c'e' nulla di creativo se non assecondare il vizio e non far impoverire gli individui...
 
luigir ha scritto:
no, non è nulla di inventato, esistono in GB da decenni e decenni e la gente ancora li ama...

in pratica se io ho
Euro 1,000 in quote e mi finanzio al 10pct l'anno, pagherei 100 euro di interesse l'anno...

io invece questi 100 euro li metto in palio per l'estrazione di un premio annuale da 50 per esempio e 50 da un euro...

Logicamente, questo avviene su base mensile etc etc etc

Ma non c'e' nulla di creativo se non assecondare il vizio e non far impoverire gli individui...
non parlare di vizio a me....amo la roulette (per fortuna non ve ne sono
qui vicino..) e i derivati...mica male...
 
ramirez ha scritto:
non parlare di vizio a me....amo la roulette (per fortuna non ve ne sono
qui vicino..) e i derivati...mica male...

Bravo, immagina la roulette dove la puntata non la perdi mai...
 
Si però una cosa mi convince poco. Ovvero, estrazione a parte, non ottieni nessun guadagno dal tuo capitale o sbaglio ? In pratica se per cinque anni investo in questo strumento e non sono mai estratto (ogni anno compro UN biglietto della lotteria nazionale, è un'usanza di casa, il solo gioco che da decenni ci vede partecipi e non ho mai vinto una mazza...) cosa ci guadagno ??

Insomma ormai il mondo degli investimenti punta ad attirare i clienti con il ritornello : il vostro capitale è garantito... Grazie! ma che ci guadagno ??

Poi non metto in dubbio che in Italia potrebbe funzionare, però mi pare che ormai il risparmiatore sia educato a : non sperare di guadagnare una lira, accontentati di salvare i risparmi.

Dark
 
Darkghost ha scritto:
Si però una cosa mi convince poco. Ovvero, estrazione a parte, non ottieni nessun guadagno dal tuo capitale o sbaglio ? In pratica se per cinque anni investo in questo strumento e non sono mai estratto (ogni anno compro UN biglietto della lotteria nazionale, è un'usanza di casa, il solo gioco che da decenni ci vede partecipi e non ho mai vinto una mazza...) cosa ci guadagno ??

Insomma ormai il mondo degli investimenti punta ad attirare i clienti con il ritornello : il vostro capitale è garantito... Grazie! ma che ci guadagno ??

Poi non metto in dubbio che in Italia potrebbe funzionare, però mi pare che ormai il risparmiatore sia educato a : non sperare di guadagnare una lira, accontentati di salvare i risparmi.

Dark

Pensa un attimo di essere un giocatore e non un investitore... allora ti ritroverai sulla via giusta... Infatti credo di aver parlato proprio di scommettitori, non investitori o risparmiatori. se l'ho fatto AGGIO sbagliato ;). Ciao Dark!
 
luigir ha scritto:
Pensa un attimo di essere un giocatore e non un investitore... allora ti ritroverai sulla via giusta... Infatti credo di aver parlato proprio di scommettitori, non investitori o risparmiatori. se l'ho fatto AGGIO sbagliato ;). Ciao Dark!

No no hai scritto proprio giocatori! ;)

Anche se penso che un prodotto simile attirerebbe anche parecchi "risparmiatori" non molto consapevoli... Che ti devo dire...sono sempre un pochino più scettico sul mondo che mi circonda. Più leggo e mi informo più divento cauto...sospettoso...diffidente del mondo che mi circonda e di come lo stanno confezionando. Non che preveda tragedie o sommosse popolari, tanto in molti , specie in Italia, mi paiono dormienti :) (e non parlo di questo forum, dove circola molta gente che si tiene up to date...parlo della società italiana in generale). Ciao Luigi!!

Dark
 
Darkghost ha scritto:
Che ti devo dire...sono sempre un pochino più scettico sul mondo che mi circonda. Più leggo e mi informo più divento cauto...sospettoso...diffidente del mondo che mi circonda e di come lo stanno confezionando. Non che preveda tragedie o sommosse popolari, tanto in molti , specie in Italia, mi paiono dormienti :) (e non parlo di questo forum, dove circola molta gente che si tiene up to date...parlo della società italiana in generale). Ciao Luigi!!

Dark

certamente.

A chi lo dici, ho venduto una casa e tengo i soldi sul conto arancio... Sarà per la professione che svolgo, sarà che quando ero trader ho visto tanta gente rovinarsi; ho sviluppato col tempo un sano spirito di preservazione di quello che ho che non mi porta a far fruttare i risparmi in maniera adeguata, ma almeno so che sono li', sperando che ING non vada in bancarotta :D

Ciao caro!
 
In quali Paesi si sono verificati scandali finanziari di grande portata?
 
FaGal ha scritto:
In quali Paesi si sono verificati scandali finanziari di grande portata?

Nella mia carriera da dealer (a me trader come termine non è mai piaciuto, il motto dell'ACI Forex è, once a dealer always a dealer) ho avuto la fortuna di lavorare sempre per banche mai coinvolte in scandali.

diciamo che la gente rovinata l'ho vista su prodotti Bullion (metalli) e Forex. Soprattutto su quest'ultimo quando esisteva la possibilità dei Rollovers a tassi storici e nei metalli quando esisteva la possibilità di effettuare swaps a breve contro dollaro a prezzo di carico e non a prezzo di mercato.

Ora queste consuetudini sono vietate in tutti i Paesi civili ma esistono delle forme complementari che ne consentono indirettamente la pratica.

Tra le banche con maggiore sensibilità non avvengono ma conosco anche banche che per non perdere clienti di un certo peso prendono a garanzia vari bene per non chiudere tout court la posizione del cliente.

Credo che si possa gridare allo scandalo anche guardando aueste società che consentono delle leve a 50, 100 ma anche a 20. Credo che siano troppo pericolosi per l'investitore/speculatore.

ricordo che qualche cliente ha perso anche per via di scandali avvenuti in altre banche, esempio lo scandalo BCCI. Il cliente che aveva dei conti di Margin Trading si è trovato senza fondi per continuare ed ha dovuto chiudere posizioni che perdevano.

La perdita piu' grossa che ho visto è di oltre 2 milioni di dollari in 1 settimana con questo cliente letteralmente in strada senza neanche piu' la casa...

Se poi vogliamo parlare di scandali in vari Paesi a cui non ho assistito come trader ma come "giocatore passivo", indubbiamento quello argentino le batte tutte ma anche la stessa BCCI od il fondo di Maxwell che ha rovinato milioni di "futuri pensionati".

Nick Leeson, per esempio non fu una grande benedizione per il mercato e soffrimo molto a suo tempo di una certa mancanza di fiducia da parte dei clienti verso l'intero settore. I controlli erano assolutamente vergognosi nella Barings ed è impossibile veramente che certe cose potevano accadere... Eppure accadevano e con lo sviluppo della tecnologia e l'ingresso di prodotti sempre piu' sofisticati e complicati da comprendere, aumentano anche le possibilità di fregatura per i clienti...

Il mio avviso è sempre quello di non fidarsi di cio' che non si conosce, anche perchè se certi prodotti li conosci, li eviti...
 
luigir ha scritto:
ritorno su un mio pallino... I premium bonds.

Perchè non in Italia? Visto che si parla della febbre da scommessa come di una malattia, una droga, perchè non offrire i Premium bonds in alternativa ad Enalotto come metadone?

Lo scommettitore compra titoli di Stato il cui capitale è garantito, quindi scommessa senza perdita del capitale...

:mmmm: :mmmm:

I giochi tipo enalotto/lotto/lotterie attirano la massa, nonostante un'aspettativa matematica di vincita estremamente bassa, perchè consentono di coltivare il sogno di cambiare vita facendo il grande colpo con pochi euro.

Non so quanto possa interessare un "gioco" dove la vincita non cambia sostanzialmente granchè, però la somma da scommettere è più elevata del biglietto comprato in tabaccheria.

Per chi vuole preservare solo il capitale basta comprare uno ZC e con gli interessi anticipati imbastire qualcosa con le opzioni, al massimo si perde il premio pagato e si riscuote alla scadenza dell'obbligazione il capitale svalutato.
 
Beh l'argomento che ci vogliono più quattrini che per il gratta e vinci dal tabacchino mi pare calzante.
Pure quello che i premi magari non ti cambiano la vita, e quindi forse attirano meno.

La parte sulla preservazione del capitale però si discosta a mio avviso da quest'ottica. Nel senso che chi sogna il 6 al superenalotto spesso (ma non necessariamente) prima dovrebbe decifrare ZC....poi capire cosa diavolo sia uno zero coupon (magari impapocchiandosi con excel se persona volenterosa), infine leggersi un pdf almeno sulle opzioni e lì magari inizierebbe a cac.arsi sotto o a non capire una beneamata m.azza.

Forse invece abboccherebbe bene per il discorso che con i premium bonds la pappa è pronta e servita. Mettici la campagna marketing che ci sarebbe...
 
skymap ha scritto:
:mmmm: :mmmm:

I giochi tipo enalotto/lotto/lotterie attirano la massa, nonostante un'aspettativa matematica di vincita estremamente bassa, perchè consentono di coltivare il sogno di cambiare vita facendo il grande colpo con pochi euro.

Non so quanto possa interessare un "gioco" dove la vincita non cambia sostanzialmente granchè, però la somma da scommettere è più elevata del biglietto comprato in tabaccheria.

Per chi vuole preservare solo il capitale basta comprare uno ZC e con gli interessi anticipati imbastire qualcosa con le opzioni, al massimo si perde il premio pagato e si riscuote alla scadenza dell'obbligazione il capitale svalutato.

esistono dei fattori psicologici nel giocatore che non consideri quando parli degli Zero Coupons. Lo sconto sul titolo non è mai visto come un interesse percepito. poi qui parliamo di giocatori, non di risparmiatori. Ai risparmiatori piacciono le rendite: i soldi che entrano nel conto ogni tanto... Al giocatore interessa vncere, leggere se il suo biglietto è stto estratto... il giocatore con gli itneressi dello ZC gioca al superenalotto e se non vince dovrà aspettare la scadenza del titolo per riavere i suoi soldi e se è veramente incallito, li vende il giorno dopo...

La vincita non cambia un granche', vero, ma con l'aumento delle quote sottoscritte aumentano i premi estratti. il totale del Montepremi aumenta a seconda dei tassi di interessi e delle quote sottoscritte.

Poi il biglietto in tabaccheria, ovver il costo, non ti viene restituito quando vuoi. Sono soldi persi, in questo caso i soldi sono sempre li e ti pagano la puntata fino a che decidi di chiuderli. Come avrai avuto modo di leggere sul sito, esiste un importo massimo per famiglia, e non si puo' investire la casa du questo tipo di titoli.
 
FaGal ha scritto:
La BCCI, di cui pende processo ancora in Londra, http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=591023&page=1 non era una banca ma una associazione a delinquere. Per motivi diversi un Ambrosiano che trova terreno fertile in Lussemburgo dove i soldi nei fallimenti spariscono per poi risgorgare altrove

Concordo.. non a caso offriva tassi di interesse da favola ed aveva una filiale a Napoli che aveva molti ma molti clienti, ma non certo che facevano la coda agli sportelli... ;)
 
Indietro