I Reports? saranno regolamentati

basterebbe dare solo buy/sell, senza report, questi ultimi sono riservati agli analisti. Forse basta sottolineare che per ottenere quei buy/sell, non si sono effettuate analisi tipo AIAF, per interci, ma sono solo il risultato di una elaborazione con tecniche personali.
 
Scritto da dedalus50
Ora con la legge in cantiere sembrerebbe che diventi piu' complicato dare un "buy" e un "sell":

http://www.borsaplus.com/leggeconsulenza.asp


Mi trovo perfettamente daccordo con l'editoriale di BorsaPlus; Mi sembra un'operazione finalizzata a dare maggiore risalto ad un'associazione che si professa paladina degli analisti finanziari senza essere realmente ( in quanto albo e non ordine ) accredita da nessuno. Spero di sbagliarmi.

Quel che ancora non si capisce ( o non capisco.. ) è : se dovesse passare la legge, i siti internet potranno continuare a pubblicare report o analisi :confused: ?
 
Re: Re: I Reports? saranno regolamentati

Scritto da No Fear!
Mi trovo perfettamente daccordo con l'editoriale di BorsaPlus; Mi sembra un'operazione finalizzata a dare maggiore risalto ad un'associazione che si professa paladina degli analisti finanziari senza essere realmente ( in quanto albo e non ordine ) accredita da nessuno. Spero di sbagliarmi.

Quel che ancora non si capisce ( o non capisco.. ) è : se dovesse passare la legge, i siti internet potranno continuare a pubblicare report o analisi :confused: ?


Bisognerebbe avere il testo del provvedimento. Ho appena provato con il sito della Camera, ma non c'e'.
Oppure non e' facile trovarlo.
 
Re: Re: I Reports? saranno regolamentati

Da un estremo all'altro: leggo sulla stampa specializzata di progetti di inserimento di articoli sul TUF che prevederebbero addirittura pene sanzionatorie di miliardi di vecchie lire e la reclusione per anni: come al solito nello scimmiottare gli americani il legislatore non sa che la realta' italiana dell'analisi e della consulenza e' molto diversa, con redditi che nella media sono molto lontani (in negativo) da quelli di un bancario dipendente medio (categoria molto invidiata dai piu', anche se penso soprattutto per il reddito) .

Penso che prevedere rimedi sanzionatori come quelli adottati per gli analisti USA da milioni di dollari annui sia un absurdum.....ma forse c'e' qualche gruppetto in Italia che vorrebbe il monopolio dell'analisi .

Voglio solo ricordare che la maggior parte dei siti web e' sotto il livello minimo di sussistenza e quello su cui bisognerebbe puntare e' solo una maggiore professionalita' e preparazione ma .....modus in rebus.

Tu VVUo' fa' l'americano legislatore????

Sono d'accordo ovviamente su certi casi emblematici(Enron&c),ma qua il discorso e' molto diverso; si cerca di utilizzare il consenso popolare riferendosi a quei casi BIG con lo scopo in realta' di chiudere la bocca agli analisti indipendenti che , per la maggioranza, lavorano tramite web e che con Enron , Cirio, Obbligazioni Argentina non c'entrano nulla;

anzi semmai ,se andiamo a vedere cosa si scriveva nel peggiore dei siti web al tempo, sicuramente non si caldeggiavano queste operazioni.

Quello che spero e' che anche qua si prenda coscienza del disegno potenzialmente pericoloso e che potrebbe mettere a repentaglio diverse sane professionalita' e limitare la liberta' di stampa della rete .

Spero che anche qua nel FoL esaminiate seriamente questo problema, a partire dai cari amici della Redazione fino agli utenti che devono avere sempre in fututo la possibilita' di confrontarsi e leggere le analisi di analisti/consulenti indipendenti e non dipendere(se passera') dalle uniche analisi fatte da banche o sim molto patrimonializzate con il contentino di avere la chinese wall (quando lavoravo in banca nel 1992 gia' si parlava di separazione tra trading e gestione e per rispettare la legge mi hanno montato un muretto alto un metro di cartongesso......:-))

Internet fa paura; hanno provato ad attaccare le testate web indipendenti cercando di obbligare i siti web ad avere un direttore responsabile come le testate giornalistiche; questa ultima manovra , a mio avviso, e' molto piu' subdola e sta passando quasi inosservata......ATTENZIONE

un caro saluto a tutti
paolo
 
Re: Re: I Reports? saranno regolamentati



hanno portato via con l'acqua sporca anche il neonato.


ma che cosa c'entra la consulenza con CIRIO? Proprio perchè il consulente poteva essere indipendente, NON avrebbe consigliato CIRIO.


X Tommasini:
ma gli scalper che desiderano vendere segnali buy/sell a qualche minuto di distanza l'uno dall'altro, cascano dentro questo schema?
 
Re: Re: Re: I Reports? saranno regolamentati

Scritto da Scalpo
hanno portato via con l'acqua sporca anche il neonato.


ma che cosa c'entra la consulenza con CIRIO? Proprio perchè il consulente poteva essere indipendente, NON avrebbe consigliato CIRIO.


X Tommasini:
ma gli scalper che desiderano vendere segnali buy/sell a qualche minuto di distanza l'uno dall'altro, cascano dentro questo schema?


carissimo Scalpo,appena rientro in ufficio inizieremo a studiarlo dettagliatamente ; certo che comunque il provvedimento ha uno "stile" che non promette niente di buono.

Non sono riusciti a bloccare i siti web tramite la nomina obbligatoria di un giornalista iscritto all'ordine per un soffio: questa volta mi sembra che ci saranno problemi notevoli per l'informazione in rete.

Il problema per i grossi gruppi e' che la gente segue ormai piu' i consigli via web che non la carta stampata e questo non puo' essere tollerato:inoltre sulla carta stampata vi e' un turnover di cash mentre nel web una grande indigenza .....
 
Re: Re: Re: Re: I Reports? saranno regolamentati

Scritto da Paolo Tommasini
carissimo Scalpo,appena rientro in ufficio inizieremo a studiarlo dettagliatamente ; certo che comunque il provvedimento ha uno "stile" che non promette niente di buono.

Non sono riusciti a bloccare i siti web tramite la nomina obbligatoria di un giornalista iscritto all'ordine per un soffio: questa volta mi sembra che ci saranno problemi notevoli per l'informazione in rete.

Il problema per i grossi gruppi e' che la gente segue ormai piu' i consigli via web che non la carta stampata e questo non puo' essere tollerato:inoltre sulla carta stampata vi e' un turnover di cash mentre nel web una grande indigenza .....

OK fatti sentire o qui o su assoCPA

Saluti
 
Indietro