i sessantottini lottarono per raggiungere condizioni migliori

fu un periodo
di fratellanza e opulenza
 
Il 68 inizia in USA contro la guerra del Viet Nam.

In Italia è più una rivoluzione famigliare per dire basta al padre padrone.

I comunisti ne fanno un loro strumento.

Riempiono di cagàte le gallerie con un arte che arte non è, pompano canzoni e musiche che musicalmente sono un schifo, nei migliori casi sono di una noia mortale.

Cercano di darci una impronta culturale ma i risultati sono penosi.

Mah!
 
La presenza di giovani operai a fianco degli studenti fu la caratteristica anche del Sessantotto italiano, il più intenso e ampio tra tutti quelli dell'Europa occidentale assieme a quello francese.

Quanto alla musica basti citare Guccini, De Gregori, Venditti, Bennato,
De Andrè, Conte, Lucio Dalla.
Ma son solo i più famosi, fu una fioritura, anni di grazia che non torneranno mai più.
 
probabilmente il 68 è uno dei momenti salienti in cui a sinistra lo studio della realtà approfondito, che era stato sviluppato in decenni e condiviso da ambienti di sinistra, uno studio ricco di contenuti economici importanti, lo studio di questo sistema economico, del capitalismo monetario, è stato completamente abbandonato e sostituito da slogan e frottole terzomondiste-ecologiste-moraliste; tanto che sino a qualche anno fa, non conoscendo per nulla gli aspetti pregevoli della tradizione, della storia della sinistra, le interpretazioni del mondo di storici ed esponenti di una sinistra ormai scomparsa; ero profondamente convinto che la sinistra italiana fosse da forse da sempre un ammasso di demenzialità, mentre lo è da pochi decenni

Saranno pochi decenni ma a me sembra in un' altra vita, la sinistra era quella dei lavoratori che lottavano per migliorare la loro condizione, ma che allo stesso tempo facevano quadrato per salvare la propria fabbrica da una crisi facendo sacrifici. Il 68 non c'entra nulla con questa sinistra e ha prodotto solo sinistri radical scic figli di papà, di cui Dalema è massima espressione.Gli stessi che una volta al potere si sono rivelati come la peggiore generazione di politici del dopoguerra.
 
Una generazione di folli ha creato il 68 molti sono morti x la piaga dell'eroina altri invece si sono devastati il cervello hanno rovinato famiglie divorzi su divorzi.
É stata la reazione naturale di ribellione nei confronti dei nostri Nonni quella era gente inquadrata dai sani principi che ha costruito l'Italia nel dopoguerra.
Ora rimaniamo noi giovani che ereditiamo la totale perdizione della generazione precedente.
Se i nostri nonni erano un po' bigotti i nostri genitori erano dei matti da legare ci vuole equilibrio nelle cose oggi per riprendersi bisogna tornare ai vecchi e sani valori della famiglia e del lavoro dei nostri nonni
 
all'epoca molti si davano da fare per costruirsi casa con le loro mani
pure al sabato e domenica
i comunistacci
passavano per prenderti per il cul
 
all'epoca molti si davano da fare per costruirsi casa con le loro mani
pure al sabato e domenica
i comunistacci
passavano per prenderti per il cul

studenti che si organizzarono per portare aiuto alle zone alluvionate e aiutarono a salvare il patrimonio artistico di Firenze.
aggratis

e dal movimento studentesco nasce anche il movimento operaio :D

e tutti a contestare il consumismo....(che è parola diversa dal comunismo).......inutile :D
 
poi un bel giorno nacque il pd e gli operai votarono lega...:wall:
 
Ancora con gli operai.... E che palle 'ste proletariate in un forum di finanza..... :wall::wall:

Non ti preoccupare dei pochi operai che ne sono rimasti non si occupa più nessuno ormai non servono più a nulla neppure per i voti , per quello sono più importanti gli immigrati (non sono razzista è la realtà).
Ormai la sinistra è cosa da museo.
 
Non ti preoccupare dei pochi operai che ne sono rimasti non si occupa più nessuno ormai non servono più a nulla neppure per i voti , per quello sono più importanti gli immigrati (non sono razzista è la realtà).
Ormai la sinistra è cosa da museo.

Da museo sono il santone speranzoso e i suoi ingenui seguaci
 
meglio il 67 della summer of love
meglio il movimento hippie
anticonformista, anticonsumista
meglio i ragazzi che ho conosciuto poi morti di eroina
che i vari dalema veltroni ecc ecc ecc
 
Indietro