Il crollo è alle porte

antor

Un gioiello è x sempre !
Registrato
2/2/08
Messaggi
5.714
Punti reazioni
320
Abito a Milano semicentro, da oltre un anno i prezzi scendono, dal picco del 2005 si acquista a -20%, si affitta a -10%. Le agenzie immobiliarri sono vuote; Grimaldi si è messa a fare pubblicità alla televisione (non la facevano da anni), i cartelli vendesi e affittasi aumentano e restano esposti per mesi, i prezzi sono ancora elevati, i proprietari e le immobiliari tengono duro per cercare di tenere su i prezzi, è un po come il tiro alla fune.... quando le mani incominciano a briciare uno molal e scappa. State certi che i primi a scappare saranno banche i immobiliaristi che sono i più preparati, l'asso di picche resterà in mano a chi si è fatto prendere dall'ebbrezza del grande guadagno, esattamente conme nel 2001 con la borsa, quando anche le massaie acquistavano i titoli tecnologici e poi.... Milano nel 1980 aveva 1.700.000 abitanti, oggi 1.300.000, è pieno di case vuote, le aziende grandi escono dalla città, le piccole chiudono, glli stipendi sono quello che sono ed i tassi di interesse salgano e cosè i mutui. Ci può stare iul pòrezzo elevato per un bilocale, ma qualcuno mi deve spiegare quale famiglia-tipo si puòacquistare un appaartamento di 120 e più metri a 4.000 € al metro. Forse quelli che ne hanno uno da 100 metri da permutare, ma negli ultimi anni chi aveva daa permutare l'ha fatto ed ora? Secondo me Milano come San Francisco entro 2 anni. Io sto alla finestra ed aspetto i cadaveri degli immobiliaristi passare.
 
Abito a Milano semicentro, da oltre un anno i prezzi scendono, dal picco del 2005 si acquista a -20%, si affitta a -10%. Le agenzie immobiliarri sono vuote; Grimaldi si è messa a fare pubblicità alla televisione (non la facevano da anni),

piu' precisamente dal 2001 .... da allora l'immobiliare e' solo raddoppiato


hihihihih
 
Ammazza ma rispondete solo ai post di ribassi e rialzi???
 
Indietro