Il gelato al pistacchio

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

aybyx

UGO
Registrato
12/3/00
Messaggi
246
Punti reazioni
40
La vita somiglia ad una giostra. Ad ogni giro, nuovi sorrisi ci aggiungono ai nostri, nuovi pianti di bimbi si aggiungono ai pianti dei bimbi che vanno. E tutto continua, come sempre è successo e come sempre sarà. Purtroppo, però, agli addii non ci si abitua mai. Mai ci si rassegna ai cambiamenti che la vita ha deciso di regalarci. Tutto sembra immutabile ed eterno, fino al momento in cui tutto di colpo finisce, a volte senza una valida spiegazione. Quasi sempre, quella spiegazione era già dentro di noi, ma non volevamo ascoltarla, perché più facile era ignorarla, più comodo.
Prigionieri come siamo della nostra fame di vivere, ci dimentichiamo che la vita non è fatta solo di momenti lieti, ma anche di scelte, di decisioni da prendere che ci accompagneranno per sempre.
Ma per ogni porta che ci si chiude davanti, altre si aprono, felici di accoglierci nei misteri che ci attendono oltre... Per ogni fiore che abbiamo gettato o ci è morto tra le mani, altri si schiuderanno per regalarci il loro profumo e i loro colori. Bisogna solo trovare dentro di noi la voglia e la gioia di raccogliere quei fiori e di assaporarne i profumi, senza paura, senza tentennamenti.
Tutto ha un senso, tutto serve, soprattutto gli accadimenti che più di altri ci fanno male. Sono proprio loro che ci aiutano a capire. Sono loro che ci spingono a migliorarci, ci spronano e ci danno la forza per andare avanti, nonostante tutto e tutti, anche se la vita qualche volta ci priva della presenza di chi amiamo, o di chi abbiamo amato o anche di chi avremmo potuto amare. E che il destino o la morte ha voluto allontanare da noi. Ma chi ci ha accompagnato per un tratto della nostra vita, rimarrà sempre con noi. Sotto altre forme, vestito di emozioni e ricordi. Ma comunque con noi.
Qualche giorno fa mi è arrivato un sms di un'amica speciale che lotta contro un tumore: "Ciao. Sto male. Per me l'estate non verrà...".
La metastasi la sta portando via ai suoi cari, a me, al mondo...
E io non trovo più il coraggio di telefonarle. Mi sembra quasi di vivere in un incubo. Vorrei svegliarmi e andare a passeggio, magari con lei. Ma non sto dormendo... E una volta di più penso a quale possa essere il significato di tutto questo. Ci deve essere penso, ci deve essere... Penso alla gita che avrei voluto fare con quella mia amica, una volta guarita, nei boschi che lei tanto ama e al gelato al pistacchio che le avevo promesso... Penso alla sua gioia di vivere e a coloro che resteranno a piangerla. Penso a chi muore tutti i giorni, prigioniero della sua malinconia, penso a chi ha perso il gusto di vivere. Penso a me che nonostante tutto questo, riesco ancora a sorridere e a far sorridere chi aveva perso la voglia di farlo. Guardo fuori e trovo il sole che preannuncia un'altra estate.
Ma perché allora sento così freddo dentro di me?
 
Scritto da aybyx


E io non trovo più il coraggio di telefonarle.


e fallo, invece, fallo...io anche stasera tornerò da Marco, che a 3 anni e mezzo deve purtroppo già conoscere quello schifo di malattia. Andrò ancora a far lo scemo lì da lui, a giocare tra macchinette e pistolettate...come ho già fatto, lo scemo -che, evidentemente, mi riesce bene..- con Maria, con Ciro, con Piergiorgio...ma serviva a farli sorridere un po', ed è quello che tutti vogliamo, soprattutto coloro ai quali di tempo per i sorrisi ne resta poco...per piangere c'è sempre tempo, ed anche se poi, dopo essere stato da Marco, stasera, sentirò anch'io un pò più freddo non farà niente...mi basta pensare a quegli occhietti smorfiosi che, prima che andassi via, l'altra sera, mi han chiesto un altro bacio ancora...
 
Aybyx… concordo con andale…… fallo !!
Trova il coraggio… non stare in silenzio.
 
dille che la vogliamo vedere in piedi.....
......
..anche se non la conosciamo......siamo in molti a volerle offrire quel gelato al pistacchio...
 
In questi ultimi giorni, senza motivo, quando pensavo alla mia amica, se ero solo, non riuscivo a non piangere. E non riuscivo a spiegarmi cosa fosse quella terribile inquietudine che mi assaliva a ondate sempre più violente. O meglio, non volevo spiegarmelo... Vivo di istinto da sempre. E a me non potevo mentire a lungo. Non ho trovato la forza di telefonarle. Ma le ho mandato qualche sms a cui lei non rispondeva mai....Finchè l'altro ieri mi ha scritto: "....pensavo di farcela....". Nient'altro.
Poi oggi, mi arriva un sms: messaggio per volontà di V ......: "lupo, anche dal cielo voglio pensarti. 6 speciale. vivi".
Ho risposto all'sms e dall'altra parte, probabilmente la sorella, mi è stato detto che ieri alle 23 V.... se ne è andata... Proprio mentre io sul divano, di colpo, riscoppiavo in lacrime. Mi è stato detto dove verrà sepolta. Non il suo cognome.... Perché di lei sapevo tante cose, ma non il cognome... Verrà sepolta in centro Italia, nella sua città natale. Ci andrò. La troverò ugualmente. Le ho promesso che le avrei dedicato il romanzo che mille volte iniziavo e che mille volte non finivo. Ora sono sicuro che lo finirò quanto prima. Lei sarà felice di vedermi e di leggere insieme a me qualche pagina. Io magari, nel frattempo, mangerò quel gelato al pistacchio che le avevo promesso tanti mesi fa... A lei offrirò un kinder cereali, di cui era golosa. Glielo lascerò sulla tomba, accanto ai fiori a cui non potrà rubare il profumo, perché qualcuno così ha deciso...
 
Ho pensato e ripensato cosa scrivere.... non ho trovato parole adatte ad esprimere ciò che sento....
...
Ti sono vicina
 
L'unico modo che io conosca per superare il dolore è vivere anche per loro. Lo sta facendo, e gli voglio bene anche per questo, e forse di più, Andale.

Masca
 
Scritto da aybyx
In questi ultimi giorni...........



Voglio credere che Lei ora sia serena, stia bene, ti veda e ti protegga.....
 
Scritto da aybyx
In questi ultimi giorni, senza motivo, quando pensavo alla mia amica, se ero solo, non riuscivo a non piangere. E non riuscivo a spiegarmi cosa fosse quella terribile inquietudine che mi assaliva a ondate sempre più violente. O meglio, non volevo spiegarmelo... Vivo di istinto da sempre. E a me non potevo mentire a lungo. Non ho trovato la forza di telefonarle. Ma le ho mandato qualche sms a cui lei non rispondeva mai....Finchè l'altro ieri mi ha scritto: "....pensavo di farcela....". Nient'altro.
Poi oggi, mi arriva un sms: messaggio per volontà di V ......: "lupo, anche dal cielo voglio pensarti. 6 speciale. vivi".
Ho risposto all'sms e dall'altra parte, probabilmente la sorella, mi è stato detto che ieri alle 23 V.... se ne è andata... Proprio mentre io sul divano, di colpo, riscoppiavo in lacrime. Mi è stato detto dove verrà sepolta. Non il suo cognome.... Perché di lei sapevo tante cose, ma non il cognome... Verrà sepolta in centro Italia, nella sua città natale. Ci andrò. La troverò ugualmente. Le ho promesso che le avrei dedicato il romanzo che mille volte iniziavo e che mille volte non finivo. Ora sono sicuro che lo finirò quanto prima. Lei sarà felice di vedermi e di leggere insieme a me qualche pagina. Io magari, nel frattempo, mangerò quel gelato al pistacchio che le avevo promesso tanti mesi fa... A lei offrirò un kinder cereali, di cui era golosa. Glielo lascerò sulla tomba, accanto ai fiori a cui non potrà rubare il profumo, perché qualcuno così ha deciso...

sembra una vicenda triste, ma forse non lo è

forse è solo un pezzetto di una grande storia

ora ti tocca di completarla con il tuo mattoncino, credo sia una fatica improba, ma ti tocca, non deluderla

nulla avviene per caso

il caso non esiste

sono davvero commosso

io credo a quello che ha scritto V. nel suo sms

sei uno speciale :)

ciao
 
Sprechiamo giorni settimane mesi....credendoci eterni, poi leggi poche righe e comprendi che chi non può godrebbe di ogni ora, minuto, secondo.......e pur non conoscendoli mai.....non sapendo ne il nome ne il volto ma solo un breve piccolo scampolo della loro storia........lasciano dietro se un monito ed un insegnamento preziosi.....



.
 
Questo pomeriggio ci sarà il funerale di una donna speciale, che ha dato a tutti quelli che l'hanno conosciuta l'esempio di come si possa rimanere se stessi anche quando Dio, come diceva lei, si è girato da un'altra parte.
Qualcuno di voi sa chi è, perché ne avevo parlato per la festa della donna. Ha sofferto l'incredibile, nel fisico e purtroppo anche nel cuore, e io sono più serena da quando ho saputo che se ne è andata.

Che la terra le sia lieve, Masca
 
Stalle molto vicino e non aver paura!

Le ultime 2 settimane sono le più terribili, in tutti i sensi ma goditi ogni momento vicino a quell'amica, anche se degenera fisicamente e metalmente, è sempre lei.

Questo purtroppo è un passaggio molto doloroso! E una cosa che non capirò mai il dolore estremo, come quello di un cancro.


mesi fa una persona MOLTO cara (eh sì, mia madre!) per me è stata malissimo (dire malissimo poi è riduttivo!), 5 mesi di sofferenza, pene dell'inferno, e poi è finita come puoi immaginare

Ma ti assicuro che non ho sofferto per la sua morte, speravo solo che soffrisse il meno possibile, era molto più doloroso vederla lì ferma in quel letto, negli ultimi tempi, in quello stato
Ho sofferto molto di più quando ho saputo della sua sorte

Una che era vitale, sempre in lotta con la vita, figurati!
Una vera pena!

Nonostante tutto, anche se ora è 2 metri sotto terra, non la sento persa, un pò perchè vive in me e negli altri che l'hanno conosciuta.
Era una persona semplice, ma ha lasciato qualcosa a tutti, piccoli e grandi cose, non è passata e basta per la vita, questo si che avrebbe fatto piangere
Invece quello che ha seminato (a sua insaputa), in un certo senso ogni giorno scava dentro il cuore di chi la conosceva e cresce. Almeno, è così per me.
Beh e poi è strano, ma se sei stato vicino a quella tua amica, vedrai che la sentirai molto vicina comunque, perchè legata a te.
Un pezzo di lei vivrà sempre in te, è tutto uno scambio, la vita, no?

E poi, se anche tu credi nell'aldilà, non potrai sentirla persa, ma solo temporaneamente separata da te.
Se ti può aiutare, pensa che sia partita per un lungo viaggio e che tra molto tempo, un giorno, vi potrete riabbracciare, anche se in un'altra forma
Ti giuro che ci sono persone che ho perso da anni, ma non per questo le sento distanti.
Sento più distanti certe persone che ho attorno, davvero.

Ciao;) e mi raccomando, non lasciare passare il tempo così!
 
Scusa, ho scritto di getto senza leggere il messaggio dopo, quello di 3 giorni fa.
 
Scritto da aybyx
In questi ultimi giorni, senza motivo, quando pensavo alla mia amica, se ero solo, non riuscivo a non piangere. E non riuscivo a spiegarmi cosa fosse quella terribile inquietudine che mi assaliva a ondate sempre più violente. O meglio, non volevo spiegarmelo... Vivo di istinto da sempre. E a me non potevo mentire a lungo. Non ho trovato la forza di telefonarle. Ma le ho mandato qualche sms a cui lei non rispondeva mai....Finchè l'altro ieri mi ha scritto: "....pensavo di farcela....". Nient'altro.
Poi oggi, mi arriva un sms: messaggio per volontà di V ......: "lupo, anche dal cielo voglio pensarti. 6 speciale. vivi".
Ho risposto all'sms e dall'altra parte, probabilmente la sorella, mi è stato detto che ieri alle 23 V.... se ne è andata... Proprio mentre io sul divano, di colpo, riscoppiavo in lacrime. Mi è stato detto dove verrà sepolta. Non il suo cognome.... Perché di lei sapevo tante cose, ma non il cognome... Verrà sepolta in centro Italia, nella sua città natale. Ci andrò. La troverò ugualmente. Le ho promesso che le avrei dedicato il romanzo che mille volte iniziavo e che mille volte non finivo. Ora sono sicuro che lo finirò quanto prima. Lei sarà felice di vedermi e di leggere insieme a me qualche pagina. Io magari, nel frattempo, mangerò quel gelato al pistacchio che le avevo promesso tanti mesi fa... A lei offrirò un kinder cereali, di cui era golosa. Glielo lascerò sulla tomba, accanto ai fiori a cui non potrà rubare il profumo, perché qualcuno così ha deciso...

Sarà sicuramente un bel libro!
 
Il giorno dopo aver saputo che la mia amica non c'era più, nella chat che uso di sera per vincere la noia dell'ufficio è entrata per la prima volta una ragazza. Quella sera non mi andava di parlare con nessuno, ma noto che lei ha lo stesso nome della mia amica, solo qualche anno di più. Non posso non cliccarla. Mi dice che è capitata lì per caso, e che di solito chatta pochissimo. Le racconto perché ho voglia di parlare con lei. Mi ascolta e mi spiega che "sentiva" di dover entrare in quella chat. Come se qualcuno stesse "chiamandola". Abbiamo parlato 3 ore. A lei, a quella sconosciuta, ho detto cose che nessuno sapeva. Mi ha detto più volte di sentirsi piccola piccola di fronte ad un dolore così grande. Il giorno dopo è tornata di nuovo. Siamo stati insieme due ore. Poi i figli, il marito e la cena da preparare hanno reclamato la sua presenza è mi ha salutato. Non prima di dirmi che è alta circa 1,63, che ha i capelli neri e lisci fino spalle e che ha gli occhi scuri. Me lo dice rabbrividendo, perché io le ho appena detto che la mia amica era così...
Ieri, viene in chat un'altra amica, conosciuta da poco. Viene raramente. Vive in Spagna. Fa l'avvocato. Mi piace chiacchierare con lei. Le racconto l'episodio. Lei mi ascolta, tranquilla, ma nient'affatto sorpresa. Poi mi rivela che in realtà il suo vero nome è V..... come la mia amica e come l'altra donna... Aggiungendo che secondo lei non sono due semplici coincidenze. Poi mi chiede di parlarle della mia amica. Le racconto qualcosa. Le parlo di un'abitudine di V....... Praticamente viveva di latte. Amava il latte. A quel punto la mia amica spagnola mi ferma: "io adoro il latte"... mi dice. Mi manda una mail per provarmi che si chiama realmente V...... E in effetti nell'intestazione appare il suo nome e cognome... Le chiedo se anche lei sia alta circa 1,63, abbia occhi e capelli scuri sulle spalle. "Certo - mi dice - avevi dubbi? Lei afferma di credere nella reincarnazione ed è sicura che V...... in qualche modo mi starà sempre vicina. Io non so più cosa pensare, ma mi piace crederlo...
 
Indietro