Il miglior debito? Quello italiano

zikkio

Nuovo Utente
Registrato
12/2/09
Messaggi
15.265
Punti reazioni
377
Il miglior debito? Quello italiano - Il Sole 24 ORE


perchè in questo articolo non si menziona che il problema maggiore è stata la mancanza di riforme per combattere la corruzione e per far ripartire la crescita?


la marcegaglia si è sgolata per 2-3 anni, dall 2008 in poi, che l'italia era ferma...che non si facevano riforme per far partire l'economia, che le aziende italiane erano in difficoltà, che stavamo perdendo competitività
 
Per essere presi seriamente in considerazione bisogna avere un curriculum da *******, fancazzisti, mantenuti, possibilmente aver militato nel sindacato ed essere iscritti al PD.
Se ti chiami Epifani, Camusso, Cofferati ti ascoltano (tanto non costa nulla, non dicono mai niente di importante).
Se sei un imprenditore ti tappano la bocca subito e ti chiedono quanti soldi hai esportato in Svizzera, quante società alle cayman hai e quante ville possiedi a Cortina.
 
Il miglior debito? Quello italiano - Il Sole 24 ORE


perchè in questo articolo non si menziona che il problema maggiore è stata la mancanza di riforme per combattere la corruzione e per far ripartire la crescita?


la marcegaglia si è sgolata per 2-3 anni, dall 2008 in poi, che l'italia era ferma...che non si facevano riforme per far partire l'economia, che le aziende italiane erano in difficoltà, che stavamo perdendo competitività

il sole 48ore l'altro ieri ha censurato del tutto la lettera di S&P sull'italia e il downgrade alle banche......nascondendo sperano che la situazione cambi......:rolleyes:
 
Devono convincere le vecchiette a coprare BTP spazzatura? :mmmm:
 
Per essere presi seriamente in considerazione bisogna avere un curriculum da *******, fancazzisti, mantenuti, possibilmente aver militato nel sindacato ed essere iscritti al PD.
Se ti chiami Epifani, Camusso, Cofferati ti ascoltano (tanto non costa nulla, non dicono mai niente di importante).
Se sei un imprenditore ti tappano la bocca subito e ti chiedono quanti soldi hai esportato in Svizzera, quante società alle cayman hai e quante ville possiedi a Cortina.

la differenza oramai non è se sei imprenditore o sindacalista, la differenza è se sei in politica oppure no......

un po' come la differenza che c'era nel medioevo tra baroni e plebaglia
 
il sole 48ore l'altro ieri ha censurato del tutto la lettera di S&P sull'italia e il downgrade alle banche......nascondendo sperano che la situazione cambi......:rolleyes:

forse su quello fanno pure bene, a che serve frci sentire sempre....downgrade, da a+ a bbb a ccc...a zzzz?

tanto ci prendono solo per il kiul

ma almeno dire le cose come sono avvenute......abbiamo perso una grossa possibilità con l'euro, e si sa che all'estero ci sono delgi squali pronti a sbranarci in caso di nostra debolezza, ed invece non l'abbiamo sfruttata e sempre con il solito problema,......ognuno pensa ai cacchi suoi in questo paese perennemente diviso
 
credo che i Btp prima o poi li vedremo a 30
 
Il miglior debito? Quello italiano - Il Sole 24 ORE


perchè in questo articolo non si menziona che il problema maggiore è stata la mancanza di riforme per combattere la corruzione e per far ripartire la crescita?


la marcegaglia si è sgolata per 2-3 anni, dall 2008 in poi, che l'italia era ferma...che non si facevano riforme per far partire l'economia, che le aziende italiane erano in difficoltà, che stavamo perdendo competitività

la marcegaglia :D
 
"..., mentre il nostro debito pubblico "interno" è abbondantemente coperto (per oltre il 50%) dalla ricchezza finanziaria netta delle famiglie, a differenza, ad esempio, di quello spagnolo... "

Continuiamo a farci "fighi" con questa affermazione, che è assolutamente vera e che è stata più volte "spesa" dai nostri governanti di turno per ottenere in sede europea una "corretta" valutazione del nostro debito pubblico.

Ma nel momento in cui verranno a chiederci di far fronte concretamente a questa "cambiale" che abbiamo insistentemente e fortemente chiesto di firmare, cosa faremo ??

Come spiegheremo alle "famiglie che coprono con la loro ricchezza finanziaria netta il 50% del debito bla bla bla" che qualcuno ha speso, in loro nome e in loro conto senza aver nessuna autorizzazione in merito, rassicurazioni in sede europea e che è venuto il momento di donare nuovamente l'oro alla Patria ??

Al mio paese si dice "...bello fare i cu.latto.ni col cu.lo degli altri..."
 
"..., mentre il nostro debito pubblico "interno" è abbondantemente coperto (per oltre il 50%) dalla ricchezza finanziaria netta delle famiglie, a differenza, ad esempio, di quello spagnolo... "

Continuiamo a farci "fighi" con questa affermazione, che è assolutamente vera e che è stata più volte "spesa" dai nostri governanti di turno per ottenere in sede europea una "corretta" valutazione del nostro debito pubblico.

Ma nel momento in cui verranno a chiederci di far fronte concretamente a questa "cambiale" che abbiamo insistentemente e fortemente chiesto di firmare, cosa faremo ??

Come spiegheremo alle "famiglie che coprono con la loro ricchezza finanziaria netta il 50% del debito bla bla bla" che qualcuno ha speso, in loro nome e in loro conto senza aver nessuna autorizzazione in merito, rassicurazioni in sede europea e che è venuto il momento di donare nuovamente l'oro alla Patria ??

Al mio paese si dice "...bello fare i cu.latto.ni col cu.lo degli altri..."

E chissà come si spiegano i tanti capofamiglia che postano qua dentro come mai la loro ricchezza sta diminuendo per finanziare i debiti dello stato...
Ma il ragionamento per loro funziona benissimo: lo stato siamo noi. Quindi se lo stato ha un debito, noi abbiamo un debito e dobbiamo pagarlo.
Ed infatti lo pagano in modo molto mansueto.
Ai loro figli quando non avran più pane da dargli, oltre che futuro da promettergli, gli spiegheranno che é per il bene della Patria e, tronfi di onore, dormiranno sonni tranquilli!
;)
 
di quanto sei short :confused:

liquidità assoluta


con il rischio attuale è meglio rinunciare al rendimento


regola n. 1
mai farsi fottere il capitale

20121114_camusso.jpg
 
"..., mentre il nostro debito pubblico "interno" è abbondantemente coperto (per oltre il 50%) dalla ricchezza finanziaria netta delle famiglie, a differenza, ad esempio, di quello spagnolo... "

Continuiamo a farci "fighi" con questa affermazione, che è assolutamente vera e che è stata più volte "spesa" dai nostri governanti di turno per ottenere in sede europea una "corretta" valutazione del nostro debito pubblico.

Ma nel momento in cui verranno a chiederci di far fronte concretamente a questa "cambiale" che abbiamo insistentemente e fortemente chiesto di firmare, cosa faremo ??

Come spiegheremo alle "famiglie che coprono con la loro ricchezza finanziaria netta il 50% del debito bla bla bla" che qualcuno ha speso, in loro nome e in loro conto senza aver nessuna autorizzazione in merito, rassicurazioni in sede europea e che è venuto il momento di donare nuovamente l'oro alla Patria ??

Al mio paese si dice "...bello fare i cu.latto.ni col cu.lo degli altri..."

già, come se risolvesse qualcosa.
 
E chissà come si spiegano i tanti capofamiglia che postano qua dentro come mai la loro ricchezza sta diminuendo per finanziare i debiti dello stato...
Ma il ragionamento per loro funziona benissimo: lo stato siamo noi. Quindi se lo stato ha un debito, noi abbiamo un debito e dobbiamo pagarlo.
Ed infatti lo pagano in modo molto mansueto.
Ai loro figli quando non avran più pane da dargli, oltre che futuro da promettergli, gli spiegheranno che é per il bene della Patria e, tronfi di onore, dormiranno sonni tranquilli!
;)

Il problema è che non lo stiamo pagando il debito.
Stiamo pagando, e nemmeno basta, la spesa corrente, generata in buona parte dal debito stesso.

Quando ci verrà chesto, dall'oggi al domani, di rimborsare il debito con una semplice partita contabile " credito privato a debito pubblico", allora si che ne vedremo delle belle, altro che IMU, TARES e aumento IVA.

Siccome la cosa è ineludibile, sarebbe meglio trovare soluzioni concordate, sempre dolorosissime, ma concordate.
 
Il problema è che non lo stiamo pagando il debito.
Stiamo pagando, e nemmeno basta, la spesa corrente, generata in buona parte dal debito stesso.

Quando ci verrà chesto, dall'oggi al domani, di rimborsare il debito con una semplice partita contabile " credito privato a debito pubblico", allora si che ne vedremo delle belle, altro che IMU, TARES e aumento IVA.

Siccome la cosa è ineludibile, sarebbe meglio trovare soluzioni concordate, sempre dolorosissime, ma concordate.

Quante pippe mentali però...
Il problema é che stiamo pagando i conti di qualcun altro. PUNTO.
E per il resto ti do ragione, meglio certo non andrà.
Ineludibile dipende dalla volontà popolare: quindi ti do ragione ancora, è ineludibile :D
 
Indietro