il mio caso...

maccherone

l'impopolare
Registrato
21/11/01
Messaggi
516
Punti reazioni
45
a questo punto approfitto della sua disponibilità per spiegarle il mio caso.

io abito in un terratetto con ingresso esclusivo.

tuttavia vivo in una zona residenziale, per cui vicino al mio ci sono molti altri immobili.

per analogia, potrei provare a socializzare con qualche vicina di casa?

me lo consiglia oppure uscire dall'immobile è di per sè sconsigliabile?

in quest'ultimo caso, cercherei subito un appartamento (possibilmente con un generoso numero di condominE...)
 
scusate, ho sbagliato, era la risposta ad un altro thread...

...chiedo umilmente scusa...
 
Caro e appassionato Lettore della Nostra Rivista "AMARE IN CONDOMINIO", la Sua situazione è tipicamente favorevole ad un'applicazione analogica dei principi del Nostro Giornale, preferendo nell'ordine

a) vicina bella anche se più distante purchè la villa della vicina abbia una entrata secondaria, per scappare in tempo;
b) vicina meno bella ma in villa con affaccio sulla propria, favorevole per un ripiego a casa in caso di rientro del proprio partner;
c) vicina lontana nel viale comune con possibilità di scusa <<ero uscito a fare due passi nel viale>>.

Ricordiamo ai Lettori che la Nostra Rivista è rivolta anche ai condominii c.d. orizzontali (villette una accanto all'altra).
 
egregio direttore,

la ringrazio per i preziosi consigli.

essendo naturalmente refrattario alla innaturale pratica della fedeltà coniugale, cercherò di far tesoro delle dritte, e le farò sapere i punti di forza e di debolezza delle ipotesi a,b e c.

ringraziando di nuovo, esco col cane (scusa buona, non le pare?) alla ricerca di prede appetibili.
 
Gentile Direttore, scrivo al suo giornale per un quesito che mi arrovella da tempo: se la vicina di casa si trasferisce, che fare?
 
Caro Lettore,
la vicina di casa trasferita perde la qualità di vicina per cui si aprono due strade:
a) trasferirsi con tutta la famiglia nei pressi della ex vicina affinchè quest'ultima sia vicina ancora
b) persa irrimediabilmente la vicina, quest'ultima sarà sostituita da altra.

L'ipotesi a) è accettabile se la nuova vicina è di gran lunga peggiore della precedente, per cui l'alternativa b) diverrebbe inattuabile.

Il Direttore di Amare in Condominio (A.I.C.)

Nel prossimo numero di A.I.C., il Supplento "AMORI IN CONDOMINIO: quando l'amore si fa in comunione.
 
Indietro