Il tutto è assurdo e ridicolo(parte III)

iolicchio

federicusmereparavit
Registrato
27/2/05
Messaggi
11.603
Punti reazioni
856
ripartiamo da qui

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=671524

Spero che i cazzeggiatori,sparapalloni,perditempo si astengano dal postare chiacchiere varie.Vorrei una discussione seria e proficua sul tema cell therapeutics.

Sono gradite opinioni e commenti vari

grazie

Da borsa e finanza del 15/05/2004

L’azienda, che è specializzata sul segmento oncologico, è molto vicina alla fine della fase III, l’ultima prima della commercalizzazione, per lo Xyotax, un prodotto in sperimentazione clinica per tre diverse terapie di cancro ai polmoni.....................................................................
Qual è il mercato potenziale dello Xyotax per la pipeline di Cti?
Nel caso di sucesso, questo prodotto diventerà un blockbuster, cioè un medicinale da oltre un miliardo di vendite l’anno. Lo confermano i numeri delle società che oggi producono medicinali usati nelle terapie contro il cancro ai polmoni. Aventis, a esempio, produce un farmaco, il Taxotere, che consente di realizzare un giro d’affari di oltre 2 miliardi di dollari. A sua volta, il rivale Taxolo della Bristol-Myers-Squibb vende più di un miliardo l’anno.

L'articolo diceva in caso di successo avremmo avuto un farmaco da 1 mld di $ di fatturato annui.Ora non è più così,quindi dovremmo rivedere le stime di fatturato al ribasso data la sua eventuale applicazione quasi esclusivamente alle donne.Dobbiamo usare tutti i se del caso dato che,a differenza di molti pompatori del forum, la sua futura approvazione non è assolutamente certa.Vorrei,inoltre fare un parallello con la situazione di vicuron,società acquisita un anno fa per 1,9 mld di $.Vi posto un articolo tratto sempre da borsa e finanza del 18/06/2005

....................come un fulmine a ciel sereno, giovedì Pfizer ha scombinato le carte di questo perfetto parallelismo e ha annunciato un’intesa miliardaria per acquistare asset, risorse e i due medicinali allo studio (la dalbavancina e l’anidulanfungina, a un passo dalla commercializzazione) della Vicuron. Il numero uno mondiale della farmaceutica tradizionale è pronto a pagare ben 1,9 miliardi di dollari (29,10 dollari per azione), una cifra che è stata giudicata da tutti gli analisti di settore, a prescindere dai gusti, straordinaria. «Normalmente si paga un premio del 20, 30% al mercato per un’acquisizione, non certo il doppio», ha sottolineato Les Funtleyder, gestore del settore health care della Miller Tabak di New York. Il premio, rispetto alla quotazione del titolo Vicuron negli ultimi tre mesi, è del 75 per cento. Considerando il massimo storico raggiunto da Vicuron, ovvero i 24,10 dollari di gennaio 2004, il surplus è comunque del 21 per cento.
Come mai Pfizer, a prescindere dalle sue riserve cash che certo non vengono intaccate da un investimento di questo livello, ha scelto di sborsare quasi 2 miliardi per due prodotti che ancora non hanno la certezza di arrivare sul mercato? Ma soprattutto, farà questa fine anche Cell Therapeutics, andando a chiudere una parabola quasi epica del biotech all’italiana? Per Pfizer comprare Vicuron, o qualunque altra azienda di ricerca biotecnologica con promettenti medicinali in sperimentazione, era una mossa inevitabile. Le big pharma sono in carenza di nuovi prodotti e per scovare i cosiddetti blockbuster sono ormai costrette a rivolgersi alla ricerca di nicchia. Edwin Van der Gest, numero uno di BbBiotech, società d’investimento del settore biotecnologico quotata a Zurigo, Milano e Francoforte e azionista indiretto di Vicuron tramite Sepracor, lo conferma: « Pfizer ha pagato a caro prezzo Vicuron, ma è stata costretta. Solo così può sperare di mantenere la sua leadership e arricchire la pipeline. Da ormai quattro o cinque anni più della metà dei nuovi farmaci proviene dalle biotech e le big pharma attingono a loro inglobandole con mega fusioni». Il termine entro cui la Fda dovrà emettere il verdetto sulla dalbavancina è il 21 settembre, per l’anidulanfungina il 27 novembre. Entrambi sono in fase III e la possibilità che vengano accettati è in media del 75 per cento..........................

Ho sottolineato alcuni pezzi salienti dell'articolo per farvi capire che pfizer sborsò un anno fa 1,9 mld di $ per acquisire vicuron , una società con due composti in fase III.Un paragone perfetto tra vicuron e ctic non si può fare dato che vicuron aveva si due composti in fase III ma questi avevano già concluso con buoni risultati tale fase.Ctic ha due composti in fase III che non hanno ancora superato la fase III,ergo la differenza è abbissale.Se qualche big dovesse sborsare circa 2 mld di $ per ctic dovrebbe avere almeno la certezza dell'efficacia dei suoi composti;effecacia che adesso è solo presunta e non certa.C'è da dire anche che c'era già da tempo un accordo di collaborazione tra pfizer e vicuron e quindi chi meglio di pfizer conosceva la reale efficacia dei due conmposti.

Situazione finanziaria

I dati del 1° trimestre 2006 hanno mostrato una perdita effettiva,dopo componenti straordinarie e non ripetibili nei prossimi trimestri, di circa 27 mln di $ e liquidità per circa 50 mln che sommati ai 30 circa rivenienti dalla recente emissione di obbligazioni convertibili portano a una disponibilità finanziaria di 80 mln di $ .Io ritengo che la perdita trimestrale sia ancora troppo alta e,quindi, dovremo ricorrere al mercato dei capitali entro fine anno.Urgono accordi di co-sviluppo con altre società almeno relativamente
al CT-2106 e pixantrone dato che è evidente che la gran parte degli sforzi finanziari è diretta verso lo sviluppo dello xyotax.La società non può portare avanti da sola tutte le sperimentazioni in atto nei vari trials aperti perchè questo comporterebbe un cash-burn rate elevatissimo.


Un'ulteriore considerazione prima di chiudere riguarda la risposta data da Bianco all'ultima conference call con gli analisti finanziari.I dati preliminari relativi al pixantrone verrano spostati a luglio.......

sono sconcertato e non ho parole.Questo personaggio negli ultimi anni non ne ha azzecata una e mai rispettato tutti gli impegni con gli azionisti.Qui vogliamo certezze e non chiacchiere.Fatti non parole

buon week-end a tutti
 
Buongiorno a tutti.

La mia opinione personale e' questa:
Cell Therapeutic e' una societa' che sta facendo delle ricerche le quali se arriveranno ad un fatto positivo non solo si avranno delle soddisfazioni cinicamente economiche ma un passo in avanti per sconfiggere un male tremendo_Ora il punto,per me,e' semplicemente questo:chi acquista titoli sa che il rapporto fra la vittoria e la sconfitta e' esattamente al 50/50%.Quindi noi possiamo dire tutto quello che vogliamo ed i speculatori possono fare tutto quel che vogliono sul titolo ma se in questo istante un medico che lavora per Ceel fa una scoperta che tutti aspettono allora i Fondi e chi opera con lo short vanno a quel paese.
Questa e' la mia modestissima opinione poi tutto il resto e' fantafinanza e cazzeggiare(sia ben chiaro lo faccio anch'io).Un saluto a tutti e buon Week End
 
iolicchio ha scritto:
ripartiamo da qui

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=671524

Spero che i cazzeggiatori,sparapalloni,perditempo si astengano dal postare chiacchiere varie.Vorrei una discussione seria e proficua sul tema cell therapeutics.

Sono gradite opinioni e commenti vari

grazie

Il tutto è assurdo e ridicolo:
non capisco perchè molti di voi stanno perdendo tempo e denaro oramai da mesi (anni) con il titolo di un'azienda che probabilmente è più vicina ad un'insuccesso che ad un successo del suo bussines. Senza considerare che in questi mesi (anni) con qualsiasi altro titolo del listino avreste ottenuto performance a doppia, se non tripla, cifra.....bancari energetici ecc, quindi neanche tra titoli speculativi. Ricordo che Cel da 3 anni è il titolo con la performance più negativa del listino.
Queste non mi sembrano chiacchiere ma dati di fatto.
 
Nulla da dire se non che:
1) di alleanze per lo sviluppo del PIX Bianco non ne parla più......parla solo di partnership globale per la commercializzazione dello xyotax...però forse fatta l'una automaticamente sarà fatta anche l'altra...almeno lo spero perchè di soldi in cassa ce ne sono pochi per continuare lo sviluppo di tutti i prodotti... e l'accordo di commercializzazione dello xyotax, non dovrebbe portare soldi in cassa a cell fintanto che lo xyotax non sarà commercializzato.
2) il cash burn rate dovrebbe (a detta di bianco) diminuire leggermente nei prossimi mesi...per attestarsi a fine anno tra 90-100 milioni di dollari. Ti ricordo che a febbraio bianco aveva indicato una cifra intorno ai 70-80 milioni.
saluti
 
Kryptonite ha scritto:
Il tutto è assurdo e ridicolo:
non capisco perchè molti di voi stanno perdendo tempo e denaro oramai da mesi (anni) con il titolo di un'azienda che probabilmente è più vicina ad un'insuccesso che ad un successo del suo bussines. Senza considerare che in questi mesi (anni) con qualsiasi altro titolo del listino avreste ottenuto performance a doppia, se non tripla, cifra.....bancari energetici ecc, quindi neanche tra titoli speculativi. Ricordo che Cel da 3 anni è il titolo con la performance più negativa del listino.
Queste non mi sembrano chiacchiere ma dati di fatto.

Hai perfettamente ragione!!!!!!!!!!!!!!!!!Ma per chi ormai è dentro,anche con una parte modesta del suo capitale(io sono al 14% del mio portafoglio titoli),crederci è d'obbligo

ciao

buona domenica
 
ma lo spostamento dei dati sul pix potrebbe avere una sua valada ragione nel senso che non si sono verificati i decessi .
solo che qualche mese fa bianco avrebbe magnificato adesso ha un po piu' di prudenza
quanto alle aleanze secondo me si faranno solo con altro ceo
 
furlan76bis ha scritto:
Nulla da dire se non che:
1) di alleanze per lo sviluppo del PIX Bianco non ne parla più......parla solo di partnership globale per la commercializzazione dello xyotax...però forse fatta l'una automaticamente sarà fatta anche l'altra...almeno lo spero perchè di soldi in cassa ce ne sono pochi per continuare lo sviluppo di tutti i prodotti... e l'accordo di commercializzazione dello xyotax, non dovrebbe portare soldi in cassa a cell fintanto che lo xyotax non sarà commercializzato.
2) il cash burn rate dovrebbe (a detta di bianco) diminuire leggermente nei prossimi mesi...per attestarsi a fine anno tra 90-100 milioni di dollari. Ti ricordo che a febbraio bianco aveva indicato una cifra intorno ai 70-80 milioni.
saluti

Caro furlan la situazione è davvero delicata a questo punto visto che Bianco, per l'ennesima volta, si è rimangiato la parola relativamente alla presentazione dei dati preliminari sul pixantrone;questi vengono spostati a luglio.Non ci resta che prolungare l'agonia per altri due mesi poi........................... :confused:

Il carissimo e illustrissimo personaggio che ho avuto tempo fa il piacere di conoscere,sia pure telefonicamente, mi aveva messo in guardia.........allora che fare???

Lui confida molto nel pixantrone, un po' meno sullo xyotax, ma non era assolutamente d'accordo sulle modalità con cui sono stati condotti i vari trials sui composti

A buon intenditor poche parole

buona domenica
 
iolicchio ha scritto:
Hai perfettamente ragione!!!!!!!!!!!!!!!!!Ma per chi ormai è dentro,anche con una parte modesta del suo capitale(io sono al 14% del mio portafoglio titoli),crederci è d'obbligo

ciao

buona domenica

Io punterei a salvare il salvabile, anche se è una minima percentuale del capitale meglio reinvestirla altrove che lasciarla consumare lentamente su Cell.

Saluti
 
Orma68 ha scritto:
Buongiorno a tutti.

La mia opinione personale e' questa:
Cell Therapeutic e' una societa' che sta facendo delle ricerche le quali se arriveranno ad un fatto positivo non solo si avranno delle soddisfazioni cinicamente economiche ma un passo in avanti per sconfiggere un male tremendo_Ora il punto,per me,e' semplicemente questo:chi acquista titoli sa che il rapporto fra la vittoria e la sconfitta e' esattamente al 50/50%.Quindi noi possiamo dire tutto quello che vogliamo ed i speculatori possono fare tutto quel che vogliono sul titolo ma se in questo istante un medico che lavora per Ceel fa una scoperta che tutti aspettono allora i Fondi e chi opera con lo short vanno a quel paese.
Questa e' la mia modestissima opinione poi tutto il resto e' fantafinanza e cazzeggiare(sia ben chiaro lo faccio anch'io).Un saluto a tutti e buon Week End
ORMA, PREMESSO CHE SONO RIENTRATO IN USA A 1,77...SE FOSSE VERAMENTE IL 50/50 SAREMMO TUTTI FELICI...SOPRATTUTTO PER LA SCONFITTA DEL MALE DEL SECOLO SCORSO...SAREI FELICE DI INVESTIRE, ANZI ADDIRITTURA DI REGALARE, TUTTO IL MIO PATRIMONIO SE CI FOSSE ALMENO IL 50% DELLA POSSIBILITA' CHE QUELLO CHE FA CELL SI AVVERI
 
effettivamente...i dati sul pix...erano attesi a giugno spero....nn spero...che nn deludano se no son azzi....una cosa sola.... anche questo bond...e' stato sottoscritto....da chi ? da un folle ....o da uno che sa piu' di noi....
 
peaad ha scritto:
effettivamente...i dati sul pix...erano attesi a giugno spero....nn spero...che nn deludano se no son azzi....una cosa sola.... anche questo bond...e' stato sottoscritto....da chi ? da un folle ....o da uno che sa piu' di noi....
si vede che sei da poco sul titolo..i bond sono solo degli affari per i sottoscrittori...VERRANNO RIMBORSATI A BREVE CON GLI INTERESSI ANTICIPATI...ma dovranno finire prima o poi i soldi :wall: :wall: :wall:
 
Assurdo e ridicolo è anche la constatazione di un farmaco in situazione di non inferiorità (di fatto comunque superiore per i meno effetti collaterali) non possa essere posto in commercio,se fosse stata richiesta la non inferiorità,forse adesso sarebbe vicino alla commercializzazione.I medici stessi per etica professionale probabilmente prescirverebbero lo Xyotax.Mi chiedo altresì se fosse stato possibile richiedere la non inferiorità,e in un secondo momento proseguire gli studi per la superiorità.
 
iolicchio ha scritto:
Vorrei una discussione seria e proficua sul tema cell therapeutics.

La millesima discussione. Ovviamente inutile e non proficua come tutte le altre. A cosa ti sono serviti miliardi di post su questa ciofeca se non a fare la figura del ridicolo che perde i soldi ed è contento di farlo difendendo l'indifendibile?
Inoltre comincio ad avere il sospetto che a voi della superiorità o non inferiorità del farmaco o della sua messa in commercio vi freghi abbastanza poco, ai fini terapeutici. Chissà perchè.

Continuate a perdere tempo e soldi contenti di farvi ridere dietro da mezzo mondo!!!
 
Ceco Ciuco ha scritto:
La millesima discussione. Ovviamente inutile e non proficua come tutte le altre. A cosa ti sono serviti miliardi di post su questa ciofeca se non a fare la figura del ridicolo che perde i soldi ed è contento di farlo difendendo l'indifendibile?
Inoltre comincio ad avere il sospetto che a voi della superiorità o non inferiorità del farmaco o della sua messa in commercio vi freghi abbastanza poco, ai fini terapeutici. Chissà perchè.

Continuate a perdere tempo e soldi contenti di farvi ridere dietro da mezzo mondo!!!
:clap: :clap: :clap: :clap:
 
Cell Therapeutics, Inc.
Condensed Consolidated Statements of Operations
(In thousands, except for per share amounts)
2006 2005
Ricavi:
Vendita prodotti $ - $ 6.037
Ricavi da contratti di licenza 20 103
Totale ricavi 20 6.140
Costi operativi:
Costo del venduto - 246
Costi di ricerca e sviluppo 1 6.015 22.063
Costi generali amministrativi e di vendita 1 0.103 19.326
Ammortamento dei beni materiali 189 253
Costi di ristrutturazione e svalutazione di attività 460 -
Totale spese di gestione: 26.767 41.888
Risultato operativo ( 26.747) (35.748)
Altri ricavi (costi)
Proventi finanziari 5 42 480
Oneri finanziari e interessi passivi (8.628) (3.893)
Utili / (perdite) su cambi 291 29
Interessi passivi liquidati anticipatamente (20.166) -
Ricavi su debiti in strumenti derivati 3.424 -
Spese correlate all'operazione finanziaria (1.919) -
Perdita netta $ ( 53.203) $ (39.132)
Perdita netta per azione $ (0,59) $ ( 0,62)
Numero di azioni utilizzate per il calcolo
della perdita netta per azione 90.000
6 3.303
Stato patrimoniale consolidato
31-mar 31-dic
2006 2005
Disponibilità finanziarie, titoli disponibili
per la vendita e ratei attivi interessi $ 4 4.396 $ 6 9.067
Depositi vincolati 5 .943 25.596
Capitale circolante 3 0.500 76.288
Totale attivo 1 03.316 1 55.440
Prestiti obbligazionari convertibili 1 70.903 2 30.765
Perdite nette accumulate ( 878.492) (825.289)
Patrimonio netto ( 98.941) (107.097)
(importi in migliaia di dollari)
Risultati trimestrali
31-mar
 
iolicchio ha scritto:
Cell Therapeutics, Inc.
Condensed Consolidated Statements of Operations
(In thousands, except for per share amounts)
2006 2005
Ricavi:
Vendita prodotti $ - $ 6.037
Ricavi da contratti di licenza 20 103
Totale ricavi 20 6.140
Costi operativi:
Costo del venduto - 246
Costi di ricerca e sviluppo 1 6.015 22.063
Costi generali amministrativi e di vendita 1 0.103 19.326
Ammortamento dei beni materiali 189 253
Costi di ristrutturazione e svalutazione di attività 460 -
Totale spese di gestione: 26.767 41.888
Risultato operativo ( 26.747) (35.748)
Altri ricavi (costi)
Proventi finanziari 5 42 480
Oneri finanziari e interessi passivi (8.628) (3.893)
Utili / (perdite) su cambi 291 29
Interessi passivi liquidati anticipatamente (20.166) -
Ricavi su debiti in strumenti derivati 3.424 -
Spese correlate all'operazione finanziaria (1.919) -
Perdita netta $ ( 53.203) $ (39.132)
Perdita netta per azione $ (0,59) $ ( 0,62)
Numero di azioni utilizzate per il calcolo
della perdita netta per azione 90.000
6 3.303
Stato patrimoniale consolidato
31-mar 31-dic
2006 2005
Disponibilità finanziarie, titoli disponibili
per la vendita e ratei attivi interessi $ 4 4.396 $ 6 9.067
Depositi vincolati 5 .943 25.596
Capitale circolante 3 0.500 76.288
Totale attivo 1 03.316 1 55.440
Prestiti obbligazionari convertibili 1 70.903 2 30.765
Perdite nette accumulate ( 878.492) (825.289)
Patrimonio netto ( 98.941) (107.097)
(importi in migliaia di dollari)
Risultati trimestrali
31-mar


----Buona domenica Lance....! ;)
 
Non capisco come abbiamo potuto utilizzare per il calcolo della perdita per share solo 90 mln di azioni quando tutti sanno che siamo arrivati a 101 mln.

I Costi di ricerca e sviluppo SI SONO RIDOTTI DEL 30% rispetto all'analogo periodo del 2005

I Costi generali amministrativi e di vendita SI SONO RIDOTTI QUASI DEL 50%

La perdita trimestrale si è ridotta a circa 27 mln di $ rispetto ai 36 mln dell'anno precedente ai quali vanno sommati 6 mln di $ derivanti dalla vendita del trisenox.

Concludendo,la perdita effettiva del 1° trimestre 2006 è di 27 mln di $ circa rispetto ad una perdita effettiva dell'analogo periodo 2005 di 42 mln circa.Abbiamo,quindi, registrato una riduzione della perdita del 40% circa dovuta esclusivamente ad una drastica riduzioni dei costi.

poco male

buona domenica a tutti
 
dayt76 ha scritto:
----Buona domenica Lance....! ;)

buona domenica amico di sventura :'(

speriamo che il tempo ci dia ragione OK!
 
Indietro