Immobiliare: la ripresa è rinviata al 2014

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

reganam

Utente Registrato
Registrato
19/11/09
Messaggi
25.423
Punti reazioni
1.364
Immobiliare: la ripresa e' rinviata al 2014 (Mi.Fi.)

MILANO (MF-DJ)--Ancora un rinvio per la ripresa del mattone, residenziale e non. Un recupero che non si e' visto nel corso del 2011, e che al momento non lascia sperare che si palesera' in tempi molto brevi.

In realta', si legge su Milano Finanza, le attese non parlavano del 2011 come dell'anno della svolta, dunque non di errore di previsione si e' trattato, ma una fase di stabilizzazione, tradizionale anticamera a una ripresa successiva, era comunque nelle aspettative di molti. Il mattone, specie quello residenziale, ha mostrato una tenuta superiore a quella di molte altre asset class, limitata comunque all'1,5-2%. Certo, peggio e' andata alle transazioni, vera spia dell'impatto della crisi sul settore immobiliare, che hanno segnato un nuovo minimo: quest'anno nel comparto residenziale dovrebbero essere molte meno di 600 mila (le stime di Nomisma oscillano non vanno oltre le 575 mila compravendite) contro il massimo di 845 mila toccato nel 2008. Se cosi' fosse il risultato del 2011 si configurerebbe come il livello piu' esiguo dal 1997, quando tra l'altro il livello di finanziarizzazione del mercato, misurato dalla diffusione dei mutui in rapporto al pil era decisamente piu' contenuto rispetto all'attuale (si e' passati dal 3% al 19,7%).

Non solo. Sul comparto residenziale rischia seriamente di incidere negativamente l'Imu, ossia la reintroduzione dell'Ici sulla prima casa, per di piu' partendo da una rendite catastali rivalutate del 60%, e di un inasprimento di quella gia' esistente sulle seconde case. Quest'ultima partira' dal 7,6 per mille ma, a discrezione die comuni, potra' arrivare fino all'1%, anche in questo caso partendo da una rendita catastale rivalutata del 60%.

In questo quadro, e' difficile ipotizzare quanto tempo occorrera' per l'approdo a valori sostenibili da cui il mercato possa finalmente ripartire, ma proprio la crisi ha rinverdito il ruolo di bene rifugio rivestito dagli immobili. Deluso dalle borse, preoccupato dal futuro dei titoli governativi, ancorche' ormai molto generosi, timoroso magari per l'avvenire dei figli nel mondo del lavoro o per il proprio futuro post pensionistico, chi puo' preferisce riversare i risparmi sugli immobili, abitazioni in primis. red/ofb
 
se passa pure la riforma del catasto con imposte alla stessa % di adesso pagate sull'intero importo della transazione,la ripresa arriverà tra 30 anni...
 
Questi articoli sono abbastanza assurdi in quanto partono dal presupposto che il prezzo degli immobili debba sempre salire.

ripresa rinviata al 2014... :wall: loro concepiscono solo periodi di stabilizzazione propedeutici a nuovi rialzi... :rolleyes:

mah...

vaglielo a spiegare che gli immobili, al pare di tutti gli altri asset, hanno i loro cicli di espansione, rialzo, calo, crollo etc... forse solo con dinamiche più rallentate rispetto a bond o azioni anche perché non è un mercato efficiente e trasparente.
 
Concordo con Randolph, essendo estraneo al mondo immobiliare, io la faccio molto semplice senza essere influenzato delle mille sfaccettature dell'argomento. Peccherò di superficialità ma credo che si voglia spingere le persone ad avere la prima casa e basta, non usare l'immobile come forma di investimento.

Con le riforme in corso alcuni "baluardi" dovranno cadere, o meglio dovrebbero. Se uno fa due conti: IMU (con rendite +60%), spese varie, invecchiamento dell'immobile,...comprare a 100 e rivendere a 120 dopo 10 anni può significare non averci guadagnato nulla.

E' la "immobilità" che da sicurezza all'Italiano, peccato che il mondo ora si muova molto veloce.
 
Concordo con Randolph, essendo estraneo al mondo immobiliare, io la faccio molto semplice senza essere influenzato delle mille sfaccettature dell'argomento. Peccherò di superficialità ma credo che si voglia spingere le persone ad avere la prima casa e basta, non usare l'immobile come forma di investimento.

Con le riforme in corso alcuni "baluardi" dovranno cadere, o meglio dovrebbero. Se uno fa due conti: IMU (con rendite +60%), spese varie, invecchiamento dell'immobile,...comprare a 100 e rivendere a 120 dopo 10 anni può significare non averci guadagnato nulla.

E' la "immobilità" che da sicurezza all'Italiano, peccato che il mondo ora si muova molto veloce.

di pure che significa aver preso un bagno visto che l'inflazione al 2% per dieci anni brucia quel +20, a cui si aggiungono l'IMU per 10 anni e i mancati rendimenti del 5% sui mercati obbligazionari
se si affitta è già diverso...
 
Non volevo essere così brutale e parlare di sanitari! Ma il concetto è quello l'inflazione l'italiota medio neanche la considera.

Una domanda: secondo voi il fatto che sarà necessario affittare perché una 2 casa abbia un minimo di senso porterà alla corsa verso la locazione disperata con riduzione dei prezzi? Esiste una statistica con un minimo di fondamento delle case in affitto+case sfitte Vs il numero di nuclei familiari in Italia? Il censimento avrebbe dovuto servire anche a questo...
 
Non volevo essere così brutale e parlare di sanitari! Ma il concetto è quello l'inflazione l'italiota medio neanche la considera.

Una domanda: secondo voi il fatto che sarà necessario affittare perché una 2 casa abbia un minimo di senso porterà alla corsa verso la locazione disperata con riduzione dei prezzi? Esiste una statistica con un minimo di fondamento delle case in affitto+case sfitte Vs il numero di nuclei familiari in Italia? Il censimento avrebbe dovuto servire anche a questo...

guarda, di sicuro la legge in vigore fissa le aliquote imu con degli intervalli e l'imu sulle sfitte è più larga dell'imu sulle case locate, i valori finali di imu sono decisi dall'addizionale dei comuni che visti i chiari di luna è sempre il massimo o, in caso di comuni virtuosi, sarà comunque più alta sulle sfitte rispetto alle altre
non vedo una corsa alla ricerca dell'inquilino con canoni in seria discesa ma un livellamento al ribasso si e comunque l'invenduto è a livelli indescrivibili e non ci sono cittadini italiani per riempire queste case ne con acquisti ne con affitti
il mercato è bloccato, manca la domanda di abitazioni per la crisi economica, per la demografia, per il credito, per la previdenza ridimensionata
chi ha queste case in più paga un sacco di tasse e rinuncia ai rendimenti dei titoli di stato senza prospettiva di rivalutazione delle proprie case
 
Concordo con Randolph, essendo estraneo al mondo immobiliare, io la faccio molto semplice senza essere influenzato delle mille sfaccettature dell'argomento. Peccherò di superficialità ma credo che si voglia spingere le persone ad avere la prima casa e basta, non usare l'immobile come forma di investimento.

Con le riforme in corso alcuni "baluardi" dovranno cadere, o meglio dovrebbero. Se uno fa due conti: IMU (con rendite +60%), spese varie, invecchiamento dell'immobile,...comprare a 100 e rivendere a 120 dopo 10 anni può significare non averci guadagnato nulla.

E' la "immobilità" che da sicurezza all'Italiano, peccato che il mondo ora si muova molto veloce.

Analisi interessante.

In pratica si pensa ad un cambio "concettuale" dell'immobiliare italiano,definito un'anomalia da Monti.
 
guarda, di sicuro la legge in vigore fissa le aliquote imu con degli intervalli e l'imu sulle sfitte è più larga dell'imu sulle case locate, i valori finali di imu sono decisi dall'addizionale dei comuni che visti i chiari di luna è sempre il massimo o, in caso di comuni virtuosi, sarà comunque più alta sulle sfitte rispetto alle altre
non vedo una corsa alla ricerca dell'inquilino con canoni in seria discesa ma un livellamento al ribasso si e comunque l'invenduto è a livelli indescrivibili e non ci sono cittadini italiani per riempire queste case ne con acquisti ne con affitti
il mercato è bloccato, manca la domanda di abitazioni per la crisi economica, per la demografia, per il credito, per la previdenza ridimensionata
chi ha queste case in più paga un sacco di tasse e rinuncia ai rendimenti dei titoli di stato senza prospettiva di rivalutazione delle proprie case

Grazie oneone, buon per me che ho intenzione di comprare una prima casa nel 2012 (mutuerò circa il 30%), ma resta sempre de vedere quanto ci metteranno i proprietari a capirlo e disfarsene, qualche mese non basterà, di solito concetti così radicati richiedono anni. Dal basso della mia esperienza la riduzione del nuovo (costruzioni) la vedo già da oltre un anno anche in zone dove si è costruito a go-go e di luci dalle finestre nei complessi nuovi ne vedo molto poche. Se son rose...
 
Grazie oneone, buon per me che ho intenzione di comprare una prima casa nel 2012 (mutuerò circa il 30%), ma resta sempre de vedere quanto ci metteranno i proprietari a capirlo e disfarsene, qualche mese non basterà, di solito concetti così radicati richiedono anni. Dal basso della mia esperienza la riduzione del nuovo (costruzioni) la vedo già da oltre un anno anche in zone dove si è costruito a go-go e di luci dalle finestre nei complessi nuovi ne vedo molto poche. Se son rose...

Si infatti gli effetti non saranno immediati,dopo 4-5 anni di IMU pagata,spese alte,rendimenti ridicoli,molti getteranno la spugna...e sarà un calo lungo e generalizzato...
 
Analisi interessante.

In pratica si pensa ad un cambio "concettuale" dell'immobiliare italiano,definito un'anomalia da Monti.

Yes e credo che Monti certe cose non le dica a caso; mettiamo in fila censimento+revisione catasto+lotta all'evasione (ovviamente in maniera soft, non mi aspetto che usino il satellite per beccare gli abusi, anche se sarebbe bello) e la direzione è quella. Gli strumenti per "indurre" ad andare verso la direzione della liquidità (banche? titoli di stato?) ci sono tutti con quei dati a disposizione.

Lo scontro titanico sarà contro la mentalità Italiota anche se devo dire che negli ultimi 15 anni la corsa al non potrei ma lo faccio lo stesso (acquisto di beni mobili e immobili) grazie al credito facile dovrà per forza giungere al redde rationem.

Chi dovrà si disfarrà dei beni prima mobili e poi immobili.
 
Grazie oneone, buon per me che ho intenzione di comprare una prima casa nel 2012 (mutuerò circa il 30%), ma resta sempre de vedere quanto ci metteranno i proprietari a capirlo e disfarsene, qualche mese non basterà, di solito concetti così radicati richiedono anni. Dal basso della mia esperienza la riduzione del nuovo (costruzioni) la vedo già da oltre un anno anche in zone dove si è costruito a go-go e di luci dalle finestre nei complessi nuovi ne vedo molto poche. Se son rose...

se non hai ancora comprato sei in una posizione di vantaggio ora, ovviamente trovarei una casa che ben si adatta alla tua vita lavorativa e familiare ma io ti consiglio di valutare di aspettare ancora un po' se non hai l'urgenza di comprare e rimanere ancora in affitto sul piccolo facendo rendere ottimamente il capitale mentre le case scendono inevitabilmente, rimandi pure una tassa IMU e con le liberalizzazioni potrebbe diminuire pure la parcella del notaio OK!
se hai bimbi che hanno bisogno di una camera intera e di spazi maggiori però ben venga un acquisto oculato, sei dalla parte del favorita nella transazione di questi tempi, i venditori si fanno vedere forti ma non lo sono, occhio agli spread sui mutui, quelli sono proprio cari :rolleyes:
 
Yes e credo che Monti certe cose non le dica a caso; mettiamo in fila censimento+revisione catasto+lotta all'evasione (ovviamente in maniera soft, non mi aspetto che usino il satellite per beccare gli abusi, anche se sarebbe bello) e la direzione è quella. Gli strumenti per "indurre" ad andare verso la direzione della liquidità (banche? titoli di stato?) ci sono tutti con quei dati a disposizione.

Lo scontro titanico sarà contro la mentalità Italiota anche se devo dire che negli ultimi 15 anni la corsa al non potrei ma lo faccio lo stesso (acquisto di beni mobili e immobili) grazie al credito facile dovrà per forza giungere al redde rationem.

Chi dovrà si disfarrà dei beni prima mobili e poi immobili.

la ristrutturazione del catasto passa per le foto aeree che mi risulta siano già state scattate OK!
 
se non hai ancora comprato sei in una posizione di vantaggio ora, ovviamente trovarei una casa che ben si adatta alla tua vita lavorativa e familiare ma io ti consiglio di valutare di aspettare ancora un po' se non hai l'urgenza di comprare e rimanere ancora in affitto sul piccolo facendo rendere ottimamente il capitale mentre le case scendono inevitabilmente, rimandi pure una tassa IMU e con le liberalizzazioni potrebbe diminuire pure la parcella del notaio OK!
se hai bimbi che hanno bisogno di una camera intera e di spazi maggiori però ben venga un acquisto oculato, sei dalla parte del favorita nella transazione di questi tempi, i venditori si fanno vedere forti ma non lo sono, occhio agli spread sui mutui, quelli sono proprio cari :rolleyes:

Grazie mille dei consigli oneone, no ho urgenza e quindi aspetterò ancora un po' (nel frattempo accumulo ancora un po' di liquidi), ho individuato la città (Parma), non ho figli ma vorrei almeno 2 stanze da letto in prospettiva. Per il momento siamo ancora sui 3.000 €/mq. e seguo con attenzione l'evolversi della situazione.
 
Analisi interessante.

In pratica si pensa ad un cambio "concettuale" dell'immobiliare italiano,definito un'anomalia da Monti.

però è tutt'alto che anomalo "ambire" ad avere una casa di proprietà,un'unica casa da abitare!
E se il professorone dei miei stivali,mi fa pagare l'IMU oltre alla TARSU che già si è quintuplicata nell'arco degli ultimi 10 anni e soprattutto vuol far pagare le imposte(di registro o IVA)sul valore della transazione col rischio di pagare un atto notarile 10/15k non mi pare proprio che stia agevolando i più deboli :wall:
 
però è tutt'alto che anomalo "ambire" ad avere una casa di proprietà,un'unica casa da abitare!
E se il professorone dei miei stivali,mi fa pagare l'IMU oltre alla TARSU che già si è quintuplicata nell'arco degli ultimi 10 anni e soprattutto vuol far pagare le imposte(di registro o IVA)sul valore della transazione col rischio di pagare un atto notarile 10/15k non mi pare proprio che stia agevolando i più deboli :wall:

Vero, infatti come al solito si spara con un cannone per uccidere un colibrì, avrei fatto distinzioni ancora più nette tra prima e successive case. Sulla prima grosse agevolazioni (anche per dare iniezione al mercato), sulle altre bastonate ancora più grandi, sarebbe stato un modo ancora più efficace di giungere allo scopo.

I notai: chissà se mai interverranno su questa casta!
 
Vero, infatti come al solito si spara con un cannone per uccidere un colibrì, avrei fatto distinzioni ancora più nette tra prima e successive case. Sulla prima grosse agevolazioni (anche per dare iniezione al mercato), sulle altre bastonate ancora più grandi, sarebbe stato un modo ancora più efficace di giungere allo scopo.

I notai: chissà se mai interverranno su questa casta!

non si può, è pieno di gente che intesta case a parenti, mogli, figli e amanti per avere le agevolazioni prima casa
 
non si può, è pieno di gente che intesta case a parenti, mogli, figli e amanti per avere le agevolazioni prima casa

Se si volesse si potrebbero trovare, 1 casa per nucleo familiare (sperando che l'amante sia già sposata) e il resto si può avere ma a caro prezzo.

Comincerei ad operare in senso opposto, sostituire il "fatta la legge, trovato l'inganno" con "trovato l'inganno, fatta la legge".
 
Ultima modifica:
Grazie mille dei consigli oneone, no ho urgenza e quindi aspetterò ancora un po' (nel frattempo accumulo ancora un po' di liquidi), ho individuato la città (Parma), non ho figli ma vorrei almeno 2 stanze da letto in prospettiva. Per il momento siamo ancora sui 3.000 €/mq. e seguo con attenzione l'evolversi della situazione.

OK! se hai un bilocale in affitto in 2 senza figli puoi resistere ancora un po' e ti potrai comprare la casa per la famiglia allargata senza mutuo, auguri OK!
 
Indietro