IMU e Detratrazione non riportata nel bollettino

torre1

Un passo alla volta
Registrato
15/5/08
Messaggi
51.427
Punti reazioni
5.220
Come da titolo: cosa succede se nel bollettino della seconda rata ci si dimentica di scrivere i 100 euro di detrazione a cui si aveva diritto (il 50% dei 200 di detrazione sul totale), che invece si erano riportati correttamente nella prima rata ?
C'è qualche comunicazione da fare ? Ravvedimento non credo, perchè l'importo delle due rate è corretto, tenendo però conto dei 200 euro di detrazione a cui chiaramente si aveva diritto
 
Come da titolo: cosa succede se nel bollettino della seconda rata ci si dimentica di scrivere i 100 euro di detrazione a cui si aveva diritto (il 50% dei 200 di detrazione sul totale), che invece si erano riportati correttamente nella prima rata ?
C'è qualche comunicazione da fare ? Ravvedimento non credo, perchè l'importo delle due rate è corretto, tenendo però conto dei 200 euro di detrazione a cui chiaramente si aveva diritto

è prevista un'ammenda da 30 a 100 volte la radice del quadrato dell'importo moltiplicato 3,14 per chiudere il cerchio e diviso 1,618 nel rispetto del rettangolo aureo predisposto per la specifica.:o
 
è prevista un'ammenda da 30 a 100 volte la radice del quadrato dell'importo moltiplicato 3,14 per chiudere il cerchio e diviso 1,618 nel rispetto del rettangolo aureo predisposto per la specifica.:o

:no: Bersani prevedeva un massimale di 200 volte la radice, ma Monti si è limitato a 80 volte, per la giusta opposizione del PDL.

Comunque, per chi si trovi nella stessa mia situazione, dalle prime ricerche che ho fatto sembra sia o un errore formale (quindi sanzionabile) ma tra i meno gravi, o meramente formale. Comunque mi sa che almeno una comunicazione in comune dovrò farla, ma non so ancora con quali moduli

Da quanto leggo qui, Imu: codici e calcoli sbagliati si sanano con il ravvedimento – Esperto Risponde

dovrebbe proprio essere un errore meramente formale, quindi non sanzionabile: il passaggio è il seguente:

In quest'ultimo caso, che è la fattispecie del nostro interlocutore, le sanzioni non sono irrogabili poiché le infrazioni non ostacolo l'attività di controllo e non incidono né sulla determinazione dell'imposta né sul versamento (articolo 6, comma 5-bis, del Dlgs 472/97; articolo 10, comma 3, della legge 212/2000). In particolare, l'omessa indicazione nel modello F24 dell'importo della detrazione, oltre a non arrecare pregiudizio all'esercizio delle azioni di controllo da parte del Comune impositore competente, costituisce un errore facilmente riconoscibile (l'imposta "a debito" versata è al netto della detrazione) per il quale non sarebbe necessaria alcuna comunicazione. Ma andiamo con ordine.
 
Ultima modifica:
Ma perchè pagare l'IMU col bollettino e regalare così anche la commissione alle poste quando si può usare il modello F24 che è completamente gratis e facilmente ravvedibile?
 
Ma perchè pagare l'IMU col bollettino e regalare così anche la commissione alle poste quando si può usare il modello F24 che è completamente gratis e facilmente ravvedibile?

Infatti l'ho fatto con l'F24, ne avevo due, uno mio, l'impiegata di banca si è accorta che mancava la detrazione, ma mentre stavamo parlando per un malinteso ha fatto partire la procedura, e sembra che una volta partita non si possa correggere, non in banca almeno. Il secondo F24 invece l'ho corretto al volo ed è andato tutto bene.
Nella prima rata avevo riportato correttamente i 100euro (50% della detrazione), quindi dovrebbe essere chiaro che è solo una omissione, non un errore formale di quelli che fanno perdere tempo all'amministrazione (è questo che fa scattare la sanzione anche se l'importo è corretto).

Quello che voglio capire è se devo comunque (come penso) spedire una comunicazione formale (ma non so se al comune o all'agenzia delle entrate) per chiarire l'accaduto (tra l'altro il termine ultimo è il 17, potrei anche farlo prima della scadenza) o se posso lasciar perdere

Nel primo caso, però, non mi è chiaro cosa devo fare. In questi giorni farò un po' di ricerche su internet, se qualcuno ci è già passato, lo ringrazio in anticipo per ogni tipo di suggerimento
 
Quello che voglio capire è se devo comunque (come penso) spedire una comunicazione formale (ma non so se al comune o all'agenzia delle entrate) per chiarire l'accaduto (tra l'altro il termine ultimo è il 17, potrei anche farlo prima della scadenza) o se posso lasciar perdere

Nel primo caso, però, non mi è chiaro cosa devo fare. In questi giorni farò un po' di ricerche su internet, se qualcuno ci è già passato, lo ringrazio in anticipo per ogni tipo di suggerimento
Ho detto altrove che mi è capitato con l'ICI; in prima battuta, andai a chiedere all'ADE, dove mi guardarono come fossi uno zombie. In effetti avevano ragione, trattandosi di tributo comunale e non erariale.
Visto che si tratta dell'IMU abitazione principale, la segnalazione va indirizzata al Comune.
Io la farei; è più semplice comunicare adesso l'errore che essere chiamato in seguito, in sede di controllo.
Basta scrivere due righe, segnalando di aver rilevato un errore formale o un'omissione nell'F24 e allegando copia del modello. Raccomandata A/R all'Ufficio Tributi - IMU.
 
Ho detto altrove che mi è capitato con l'ICI; in prima battuta, andai a chiedere all'ADE, dove mi guardarono come fossi uno zombie. In effetti avevano ragione, trattandosi di tributo comunale e non erariale.
Visto che si tratta dell'IMU abitazione principale, la segnalazione va indirizzata al Comune.
Io la farei; è più semplice comunicare adesso l'errore che essere chiamato in seguito, in sede di controllo.
Basta scrivere due righe, segnalando di aver rilevato un errore formale o un'omissione nell'F24 e allegando copia del modello. Raccomandata A/R all'Ufficio Tributi - IMU.

Grazie :), era una delle ipotesi a cui stavo pensando, proverò anche a scrivere una mail in comune, di solito rispondono in un paio di giorni. Forse riesco a fare tutto direttamente con i servizi online .... se riesco a trovare le password :D

Grazie ancora :)
 
Indietro