In bianco e nero..... continuo - capitolo II

diagonale

onde in tempesta
Registrato
14/1/14
Messaggi
37.282
Punti reazioni
1.516


"Orfeu negro" è inoltre un film franco-brasiliano di Marcel Camus, tratto da una pièce teatrale dello straordinario Vinicius de Moraes (Orfeu de Conceição), liberamente ispirato in chiave moderna al mito greco di Orfeo ed Euridice. Il primo è un giovane musicista nero, che fa il conduttore di tram, e conosce la bella Euridice con cui ballerà una sensuale samba.

film-scenes-scene-from-the-movie-orfeu-negro-directed-by-marcel-camus-picture-id545736919


La pellicola vinse la Palma d'oro al Festival di Cannes e l'Oscar per il miglior film straniero, l'unico in lingua portoghese fino ad ora. Fra gli elementi fondamentali del suo apprezzamento sono state indubbiamente le canzoni di Antônio Carlos Jobim e V. de Moraes e di Luiz Bonfá e Antônio Maria.


coverlg.jpg
 
Ultima modifica:

diagonale

onde in tempesta
Registrato
14/1/14
Messaggi
37.282
Punti reazioni
1.516
photo.aspx



".... La notte si scioglie i capelli azzurri e sgancia piano

il pettine di madreperla della sua mezza luna.

Agnelli bianchi ruzzano in mare e salano le stelle,

il gallo nero si sveglia, ha visto in sogno il sole;

è notte fonda, ma nel silenzio si leverà a cantare:

è posato su un gran pino frondoso, nel cortile del re,

ma ora ha spiegato le ali e salta giù dai rami.

Menelao ha pagato caro il sonno: all’alba

ha gli occhi ancora aperti e con timore e gioia

la mente avverte il fiato leonino del compagno.

Ma mentre il gallo nero apre le sue ali pesanti

ai dolci albori
, in un attimo il re riprende sonno;

e, come quando ti stendi sotto un albero fiorito

e un forte vento ti riempie di petali il grembo,

così, densi e muti, sul petto del re cadono i sogni […..]"



(Νίκος Καζαντζάκης, da Odissea libro IV, traduzione di Nicola Crocetti)



fehmiu.jpg
 

Dance with wolf

Jeune Europe/EURASIA
Sospeso dallo Staff
Registrato
13/8/10
Messaggi
28.996
Punti reazioni
1.319
FiZc5PMWYAEOD4i.jpg
Il 25 Novembre 1970 moriva Yukio Mishima
 

diagonale

onde in tempesta
Registrato
14/1/14
Messaggi
37.282
Punti reazioni
1.516
Roberta Di Mario, pianista

- Da dove nascono le tue idee musicali? Sono luoghi fisici, o della memoria, o è pura immaginazione?

R.D.M.: Non c’è mai una regola quando c’è un’ispirazione, sicuramente è il mio vivere, il mio sentire sia all’istante sia come vissuto. In genere faccio decantare quel vissuto e quel sentire fino a trasformarlo attraverso le note. Tutto sta nel riuscire a fare esperienze, provare sensazioni e avere la fortuna di riuscire a trasformarle in musica, che è poi un privilegio di noi musicisti. Quindi queste idee sono tutto quello che vivo, tutto quello che ascolto, sono un luogo che ho vissuto, uno sguardo che ho incontrato, un pensiero che mi ha attraversato la mente."