In Italia serve un genio per dire che l'acqua è calda

Antoniano2

Algo-trader
Registrato
7/9/16
Messaggi
21.942
Punti reazioni
470
In Italia abbiamo bisogno di una crisi violenta e di uno dei banchieri più famosi e competenti al mondo per ricordarci che..

1) la scuola deve essere aperta ad ogni costo, deve essere una priorità
2) le aziende possono fallire in una fase di crisi
3) le riforme delle imposte si fanno tutte assieme e non a pezzetti per evitare assalti alla diligenza
4) che per vaccinare non servono primule ma dobbiamo utilizzare lo sterminato patrimonio immobiliare pubblico

E così via

Non siamo i soli, anni fa in Bangladesh buttarono fuori dal governo il Nobel Yunus, i politici la sanno sempre più lunga :o
 
In Italia abbiamo bisogno di una crisi violenta e di uno dei banchieri più famosi e competenti al mondo per ricordarci che..

1) la scuola deve essere aperta ad ogni costo, deve essere una priorità
2) le aziende possono fallire in una fase di crisi
3) le riforme delle imposte si fanno tutte assieme e non a pezzetti per evitare assalti alla diligenza
4) che per vaccinare non servono primule ma dobbiamo utilizzare lo sterminato patrimonio immobiliare pubblico

E così via

Non siamo i soli, anni fa in Bangladesh buttarono fuori dal governo il Nobel Yunus, i politici la sanno sempre più lunga :o



i nostri politici hanno come unità di tempo 15 gg, 2 cali consecutivi nei sondaggi e si riposizionano. Abbiamo appena votato per le regionali e tra poco votiamo per i comuni.

Sostanzialmente abbiamo un sistema elettorale a ciclo continuo, che mette in discussione perpetuamente tutte le segreterie politiche e di alleanze, per noi sono sfottò sui social per loro milioni di euro che si spostano da una fondazione all'altra.

non c'è speranza
 
i nostri politici hanno come unità di tempo 15 gg, 2 cali consecutivi nei sondaggi e si riposizionano. Abbiamo appena votato per le regionali e tra poco votiamo per i comuni.

Sostanzialmente abbiamo un sistema elettorale a ciclo continuo, che mette in discussione perpetuamente tutte le segreterie politiche e di alleanze, per noi sono sfottò sui social per loro milioni di euro che si spostano da una fondazione all'altra.

non c'è speranza

No ...
Speranza c'è, purtroppo
 
In Italia abbiamo bisogno di una crisi violenta e di uno dei banchieri più famosi e competenti al mondo per ricordarci che..

1) la scuola deve essere aperta ad ogni costo, deve essere una priorità
2) le aziende possono fallire in una fase di crisi
3) le riforme delle imposte si fanno tutte assieme e non a pezzetti per evitare assalti alla diligenza
4) che per vaccinare non servono primule ma dobbiamo utilizzare lo sterminato patrimonio immobiliare pubblico

E così via

Non siamo i soli, anni fa in Bangladesh buttarono fuori dal governo il Nobel Yunus, i politici la sanno sempre più lunga :o
Piccolo dettaglio: le aziende non devono fallire perché qualcuno gli ha imposto di stare chiuse (magari dopo aver speso anche dei bei soldini per adeguamenti chiesti sempre da quel qualcuno).
 
Piccolo dettaglio: le aziende non devono fallire perché qualcuno gli ha imposto di stare chiuse (magari dopo aver speso anche dei bei soldini per adeguamenti chiesti sempre da quel qualcuno).

Vero Galerkin. L'unica cosa è che non è solo "qualcuno", ma anche "qualcosa".
Per me è inutile dire che, nonostante le restrizioni, ci sono 100k morti. Perchè manca la controprova...quanti ce ne sarebbero IN ITALIA senza restrizioni?
Secondo me molti di più.
Si tratta di avere visione lunga.
Secondo te tutte le attività di oggi, se vengono ristorate, saranno in piedi anche l'anno prossimo o tra 5 anni? Oppure alcune abitudini cambieranno radicalmente e non ci saranno più gli stessi business di oggi? E' questa la vera domanda...e non è facile rispondere.

Quello che è sicuro è che Alitalia potrebbe anche chiudere baracca oppure ridimensionarsi un bel po'.
Ilva potrebbe reggere qualche anno anche solo per fornire acciaio per il famoso Ponte sullo Stretto, ma poi?

Per non parlare poi delle piccole botteghe artigiane. Possiamo ristorare con decine di miliardi, ma sarebbero soldi spesi bene? Non so.
Non è semplice eh...
 
Vero Galerkin. L'unica cosa è che non è solo "qualcuno", ma anche "qualcosa".
Per me è inutile dire che, nonostante le restrizioni, ci sono 100k morti. Perchè manca la controprova...quanti ce ne sarebbero IN ITALIA senza restrizioni?
Secondo me molti di più.
Si tratta di avere visione lunga.
Secondo te tutte le attività di oggi, se vengono ristorate, saranno in piedi anche l'anno prossimo o tra 5 anni? Oppure alcune abitudini cambieranno radicalmente e non ci saranno più gli stessi business di oggi? E' questa la vera domanda...e non è facile rispondere.

Quello che è sicuro è che Alitalia potrebbe anche chiudere baracca oppure ridimensionarsi un bel po'.
Ilva potrebbe reggere qualche anno anche solo per fornire acciaio per il famoso Ponte sullo Stretto, ma poi?

Per non parlare poi delle piccole botteghe artigiane. Possiamo ristorare con decine di miliardi, ma sarebbero soldi spesi bene? Non so.
Non è semplice eh...

Giusto
Ma lo stesso discorso, identico, va fatto per enti ed uffici pubblici che sono un salasso continuo
 
Vero Galerkin. L'unica cosa è che non è solo "qualcuno", ma anche "qualcosa".
Per me è inutile dire che, nonostante le restrizioni, ci sono 100k morti. Perchè manca la controprova...quanti ce ne sarebbero IN ITALIA senza restrizioni?
Secondo me molti di più.
Si tratta di avere visione lunga.
Secondo te tutte le attività di oggi, se vengono ristorate, saranno in piedi anche l'anno prossimo o tra 5 anni? Oppure alcune abitudini cambieranno radicalmente e non ci saranno più gli stessi business di oggi? E' questa la vera domanda...e non è facile rispondere.

Quello che è sicuro è che Alitalia potrebbe anche chiudere baracca oppure ridimensionarsi un bel po'.
Ilva potrebbe reggere qualche anno anche solo per fornire acciaio per il famoso Ponte sullo Stretto, ma poi?

Per non parlare poi delle piccole botteghe artigiane. Possiamo ristorare con decine di miliardi, ma sarebbero soldi spesi bene? Non so.
Non è semplice eh...

i problemi italici sono antichi, Covid senza ristori o blocco licenziamento avrebbe fatto saltare il tappo sociale. Abbiamo comprato a carissimo prezzo solo tempo. Ma è da decenni che compriamo 'tempo' a debito.
 
Giusto
Ma lo stesso discorso, identico, va fatto per enti ed uffici pubblici che sono un salasso continuo

Esatto. Invece noi vogliamo sempre tenere tutto in piedi, a qualsiasi costo.
 
i problemi italici sono antichi, Covid senza ristori o blocco licenziamento avrebbe fatto saltare il tappo sociale. Abbiamo comprato a carissimo prezzo solo tempo. Ma è da decenni che compriamo 'tempo' a debito.

Si. E non sappiamo fino a quando
questa dilazione sarà possibile.
 
4) che per vaccinare non servono primule ma dobbiamo utilizzare lo sterminato patrimonio immobiliare pubblico

Io trovo surreale il dibattito su primule o meno.
Meglio utilizzare il patrimonio pubblico dove disponibile, dove non lo è si utilizzino le primule.
La realtà ad oggi è che non mancano ne le strutture ne i medici, ma i vaccini.

Allora bene ragionare sulle strutture, ma queste spesso sono ancora molto capienti.

Vicino a casa mia c'è un bel centro vaccinale.
Il responsabile mi diceva che ne fanno 90 al giorno, mentre la capacità della struttura è di 230.

Quindi mi disturba un po' quando si discute di vaccinazioni in un posto o nell'altro, od in ore notturne e così via, perché mi sembrano discussioni di teorici che non vivono la realtà
 
Io trovo surreale il dibattito su primule o meno.
Meglio utilizzare il patrimonio pubblico dove disponibile, dove non lo è si utilizzino le primule.
La realtà ad oggi è che non mancano ne le strutture ne i medici, ma i vaccini.

Allora bene ragionare sulle strutture, ma queste spesso sono ancora molto capienti.

Vicino a casa mia c'è un bel centro vaccinale.
Il responsabile mi diceva che ne fanno 90 al giorno, mentre la capacità della struttura è di 230.

Quindi mi disturba un po' quando si discute di vaccinazioni in un posto o nell'altro, od in ore notturne e così via, perché mi sembrano discussioni di teorici che non vivono la realtà

E le scuole non potevano essere ospitate la scorsa primavera in teatri palestre palazzetti caserme e stadi?

Non potrebbero esserlo tutt'ora?
 
E le scuole non potevano essere ospitate la scorsa primavera in teatri palestre palazzetti caserme e stadi?

Non potrebbero esserlo tutt'ora?

Oddio questa la vedo più difficile.
Quante classi puoi ospitare in un palazzetto?
In un capannone puoi ospitare cento persone che si vaccinano, ospitare tre classi, se non fanno tutte la stessa lezione non è mica semplice
So che sono stati spesi molti soldi per adeguare dove possibile le aule e renderle più capienti. Ma oltre così non era semplice.
 
Indietro