Incubi e ossessioni

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Scardanelli

MEMber
Registrato
1/5/00
Messaggi
1.391
Punti reazioni
30
1) IL TERRAGLIO

Ascolto, da quando è nata, Radio24 durante i miei quotidiani viaggi in automobile.
Questa emittente, ogni ora, dedica un notiziario flash alla situazione della viabilità sulla rete stradale italiana.
Bene: che sia inverno, estate, autunno, primavera, che sia mezzodì, mezzanotte, pomeriggio o mattino, sempre, dicasi sempre, vengono segnalate code e rallentamenti al Terraglio.
Mi chiedo allora: cosa è il Terraglio? Un paese? Una zona geografica? Un fiume? Una montagna?
Dove si trova il Terraglio (presumo in Italia Orientale)?
Soprattutto: perché al Terraglio ci sono sempre code? Cosa fa tutta quella gente al Terraglio? Perché non costruiscono un megastradone a quattro+quattro corsie?
Fateci caso, voi che ascoltate Radio 24, il Terraglio colpisce sempre.


2) UOMINI IN SANDALI

Il piede di un uomo (a volte anche quello di alcune donne) fa schifo.
Non c'è nulla da fare: i tentativi per nobilitare questa parte del corpo sono miseramente falliti: nonostante Paolo Villaggio, reclame varie, la moda mare e altre fresconate, il piede resta una parte del corpo semplicemente repellente.
Perchè allora alcuni figuri si ostinano a esporre le loro estremità alla vista altrui? Pensano di guadagnare qualche centimetro quadrato di frescura? Non sanno che con una leggera calza di cotone e un mocassino in cuoio il piede rimane freschissimo e asciutto? Perché nessuno dice nulla ed è divenuto normale sopportare l'orrenda visione? Almeno tali personaggi provano un briciolo di vergogna nell'ostentare forme ossute e sgraziate, unghie lercie e pelli decomposte e sgrattate dall'attrito col materiale schifosamente sintetico dei sandali?
 
Il Terraglio è cugino del vento forte a Cainello.

Avranno i capelli come Elvis da quelle parti ...
 
Dovrebbe essere la zona ingorgata di Mestre.
 
Scritto da Scardanelli
2) UOMINI IN SANDALI

Il piede di un uomo (a volte anche quello di alcune donne) fa schifo.
Non c'è nulla da fare: i tentativi per nobilitare questa parte del corpo sono miseramente falliti: nonostante Paolo Villaggio, reclame varie, la moda mare e altre fresconate, il piede resta una parte del corpo semplicemente repellente.
Perchè allora alcuni figuri si ostinano a esporre le loro estremità alla vista altrui? Pensano di guadagnare qualche centimetro quadrato di frescura? Non sanno che con una leggera calza di cotone e un mocassino in cuoio il piede rimane freschissimo e asciutto? Perché nessuno dice nulla ed è divenuto normale sopportare l'orrenda visione? Almeno tali personaggi provano un briciolo di vergogna nell'ostentare forme ossute e sgraziate, unghie lercie e pelli decomposte e sgrattate dall'attrito col materiale schifosamente sintetico dei sandali?

sul piede permettimi di dissentire, anzi ti invito a leggere il mio 3D "La collezione Schoensigel"

http://forum.finanzaonline.com/forum/showthread.php?threadid=358421

oltre a delle bellissime foto troverai dei passaggi interessanti sui piedi.

se non hai voglia di farlo, te ne riassumo alcuni:p

Scritto da Lorenzo Garavini di Metz

.....Ciò che però fa da costante contrappunto alla ricerca storica contenuta nei suoi voluminosi taccuini è il simbolismo erotico del piede (specie se piccolo), delle scarpe, delle caviglie e delle ginocchia. L'immagine allusiva del piede che scivola e si insinua in una scarpina che lo avvolge perfettamente, in effetti, suggerisce ben altro tipo di contatto intimo e segreto.



Scritto da Lorenzo Garavini di Metz
Se la donna è un angelo, come poeti e innamorati hanno spesso sostenuto, dovrebbe volare, non camminare; ma la donna cammina: lo testimoniano gli arrossamenti e le ammaccature dei suoi piedi, spesso torturati da scarpe scomode e strette. Quei segni dimostrano che l'angelo si è trasformato in una creatura terrestre.

Particolarmente degno di nota è il dito piccolo, che di solito sembra piegare la testa come un neonato, per appoggiarsi confidente al suo vicino. Occorre avere un cuore di pietra per non baciarlo con tanta tenerezza.

Esistono due percorsi dei baci:

Il primo, che è quello canonico, parte dalla bocca, e dopo il doppio alt imposto dai seni, si smarrisce più in basso, di solito senza arrivare ai piedi, che restano ingiustamente non baciati. La situazione iniziale comunque di parità: le bocche trovano alla stessa altezza.

Il secondo percorso parte dai piedi. Questo significa che uno dei partner ammette in via preliminare la sua inferiorità.
È un devoto, un essere genuflesso e prosternato davanti a un corpo torreggiante.

Qui il sentimento prende una coloritura crudele: giacché l'idolo sui cui piedi viene deposto un serto di baci può calpestare il suo ammiratore devoto senza neanche accorgersene, in modo distratto e indifferente, come gli esseri umani calpestano le
formiche.


Scritto da Lorenzo Garavini di Metz
.....Esistono naturalmente anche i tabù che vietano alle donne di mostrare i piedi nudi: nella regione del Volga le donne lo consideravano cosÌ sconveniente da tenerli coperti anche a letto; per le donne longobarde far vedere a un uomo i piedi valeva quanto esibire i genitali; esistevano luoghi in cui spiare i piedi nudi di una donna era considerata una trasgressione così grave da meritare la pena di morte

......salut y fuerza al canut:p
 
Veramente c'è anche un altro errore, ortografico stavolta e ripreso anche nel quote. Ma ho chiuso nel cassetto fino a settembre la matita rossa e blu, e ho scritto il cartellino "chiuso per ferie".

Masca feriosa
 
scarda, ho acceso la radio oggi in macchina, era sintonizzata su radio 24

e la prima cosa che sento è

"code tra mestre e il terraglio..."

mi sono scompisciato dalle risate

anch'io ascolto spesso radio 24 ma il terraglio me lo ero sempre perso
 
In ogni caso, si tratta di post immenso, che io contemplo in reverente silenzio. :p
 
Scritto da capitano nemo
scarda, ho acceso la radio oggi in macchina, era sintonizzata su radio 24

e la prima cosa che sento è

"code tra mestre e il terraglio..."

mi sono scompisciato dalle risate

anch'io ascolto spesso radio 24 ma il terraglio me lo ero sempre perso

:D

ciao Capitano ;)
 
Scritto da Masca
Veramente c'è anche un altro errore, ortografico stavolta e ripreso anche nel quote. Ma ho chiuso nel cassetto fino a settembre la matita rossa e blu, e ho scritto il cartellino "chiuso per ferie".

Masca feriosa

Le bucce delle arance non sono lisce?

Ciao.
 
1) Il Terraglio non ce la farà mai contro Roncobilaccio e Barberino di Mugello...

2) Concordo assolutamente.
Calza di cotone blu (a coste) al ginocchio e mocassino leggero e flessibile...

matra;)
 
Azz'.......!!

Scritto da matra simca
...
2) Concordo assolutamente.
Calza di cotone blu (a coste) al ginocchio e mocassino leggero e flessibile...

matra;)

:eek:

Ma che mi stai guardando dalla webcam ?!? :eek:

Ed io che pensavo di averla spenta....:rolleyes:
(Mi perdonerai se ho la barba di 2 giorni, ma sai..il caldo..:o )
 
la canotta traforata non è da te...:eek:

matra;)
 
Scritto da matra simca
la canotta traforata non è da te...:eek:

matra;)

Infatti l'ho tolta, ...troppo caldo. :o

Beh, adesso non mi dirai che ti scandalizza un petto villoso .. ?!? :eek: :rolleyes: :D
 
Scritto da capitano nemo
scarda, ho acceso la radio oggi in macchina, era sintonizzata su radio 24

e la prima cosa che sento è

"code tra mestre e il terraglio..."

mi sono scompisciato dalle risate

anch'io ascolto spesso radio 24 ma il terraglio me lo ero sempre perso

Vero, confermo!
(verso le 14,15)
 
Re: Re: Incubi e ossessioni

Scritto da orario continuato
...






......salut y fuerza al canut:p

:)
Mi ribellavo al piede maschile.
Ammetto che quelli femminili, tranne rare eccezioni, posseggono un che di selvatico che li rende fascinosi, soprattutto in certi mignolini come rincagnati e grifagni.
 
Nanni e le scarpe (da "Bianca", 1984).

Michele confessa i suoi delitti al commissario, e gli espone il suo pensiero sulla gente e sulle scarpe.

- E quando ho visto le sue scarpe io ho capito tutto di lei: è un uomo che ha sofferto, che ha solo un paio di scarpe alla volta, che piano piano si consumano, diventano lise, perdono il colore. Quando io ho guardato le sue scarpe ho pensato: ora glielo dico subito
- Che cosa?
- Che sono io quello che cerca, che sono stato io
- Ma perché, erano suoi amici, che cosa le avevano fatto?
- Mi avevano deluso. Gli amici ti deludono, la gente normale no. A me piacciono le coppie felici, io li aiuto, li indirizzo sulla strada giusta, gli dò consigli, però non li seguo più quando fanno quegli errori cosí stupidi. Cominciano a dirti le bugie, poi si separano, poi ritornano a stare insieme però è troppo tardi, perché ormai sono feriti e cattivi e allora non li voglio più vedere. Una volta era più facile giudicare, come con le scarpe: c'erano solo alcuni modelli, molto caratterizzati, erano quel tipo di scarpe e basta. Ora invece tutto è più confuso, uno stile si è intrecciato a un altro, le cose non sono più nette
- No, scusi, stavamo parlando dei suoi amici...
- Sí, gli amici non possono comportarsi cosí, perché io mica divento amico del primo che incontro. Io decido di voler bene, scelgo; e quando scelgo è per sempre.
 
Scritto da Mafaldita
Nanni e le scarpe (da "Bianca", 1984).

Michele confessa i suoi delitti al commissario, e gli espone il suo pensiero sulla gente e sulle scarpe.

- E quando ho visto le sue scarpe io ho capito tutto di lei: è un uomo che ha sofferto, che ha solo un paio di scarpe alla volta, che piano piano si consumano, diventano lise, perdono il colore. Quando io ho guardato le sue scarpe ho pensato: ora glielo dico subito
- Che cosa?
- Che sono io quello che cerca, che sono stato io
- Ma perché, erano suoi amici, che cosa le avevano fatto?
- Mi avevano deluso. Gli amici ti deludono, la gente normale no. A me piacciono le coppie felici, io li aiuto, li indirizzo sulla strada giusta, gli dò consigli, però non li seguo più quando fanno quegli errori cosí stupidi. Cominciano a dirti le bugie, poi si separano, poi ritornano a stare insieme però è troppo tardi, perché ormai sono feriti e cattivi e allora non li voglio più vedere. Una volta era più facile giudicare, come con le scarpe: c'erano solo alcuni modelli, molto caratterizzati, erano quel tipo di scarpe e basta. Ora invece tutto è più confuso, uno stile si è intrecciato a un altro, le cose non sono più nette
- No, scusi, stavamo parlando dei suoi amici...
- Sí, gli amici non possono comportarsi cosí, perché io mica divento amico del primo che incontro. Io decido di voler bene, scelgo; e quando scelgo è per sempre.


Grazie.

Avevo apprezzato questo passo ma lo ricordavo vagamente.
Mi ha fatto piacere leggerlo.

G
G
 
Il terraglio è la strada che da Mestre porta a Treviso, passando da Mogliano Veneto. Siccome l'uscita per il terraglio si trova circa a metà della famigerata tangenziale di mestre, è sempre castigata da furiosi ingorghi e code apocalittiche.

Quanto ai piedi, la valenza erotica di quelli femminili è universalmente riconosciuta, specie dagli eserciti di feticisti amanti del genere, che sognano si succhiare pollicioni dalle unghie laccate e leccare piante sudate dei piedi.
Ripetto a quelli maschili, credo che sia assolutamente elegante e progressista mostrarli tutta l'estate e possibilmente anche d'inverno, in un'ottica egualitaria e popolare.
Trovo che le opinioni contrarie siano da attribuirsi a una cultura snob, borghese e reazionaria.

Ole' :D
 
Indietro