Indennità di accompagnamento per anziani. Esperienze?

tunzig

Freikugeln
Registrato
10/11/08
Messaggi
4.484
Punti reazioni
238
Anche se non sono introiti liquidi ma uno sgravio su quei 3k eur/anno di irpef (rx1) che deve pagare è ottimo comunque: saranno soldi che potrà mettere da parte ed è questo il nostro obiettivo. Mi resta però il dubbio sulla quantificazione di questa somma data dalla 104, in particolare:


visto che sono escluse dal calcolo le "spese per vitto alloggio" della rsa (definiamola così per semplicità però siamo d'accordo che è un'altra cosa rispetto alla cdr), come eseguire il calcolo per il mio caso? Nell'esempio della rsa di 2400eur/mese di sopra mi pare che si è presa tutta la retta mensile e non solo la parte scremata da vitto, alloggio, etc. o mi sbaglio? Potete chiarire ulteriormente, così mi rendo conto di che cifra ottenibile con la 104 parliamo?

Come detto, adesso sono molto meno propenso a fare la domanda per l'accompagnamento, puntando invece sulla 104. La parente, lo ripeto, non ha nulla da parte, quindi il denaro per le visite con certificazione inerenti la pratica dell'accompagnamento dovremo uscirlo noi, perciò preferirei puntare sulla 104 per adesso, cioè almeno ho certezza di ottenere qualcosa subito.
Allora...a quanto dici, la signora ha molti acciacchi ma non credo tali da accedere all'accompagnamento.
Sulla 104 ci si può ragionare e fare domanda mettendo in conto che il risultato di una commissione 104 è più incerto del tempo metereologico nella zona dell'Etna.
Anche se l'approccio che presenti al problema non è gradevolissimo (dal mio punto di vista, non si dovrebbe partire parlando di cifre ma di benessere della persona), essendo in una casa di riposo è probabile che non ci siano voci riferite specificatamente all'assistenza della signora (rifarle il letto NON è assistenza specifica...così come accompagnarla a braccetto nella sala comune a giocare a briscola).
Poi, se nella retta non ci sono spese diversificate, hai due strade: non porti in detrazione/deduzione; porti in detrazione/deduzione tutta la cifra (a patto che chi emetta fattura si prenda la responsabilità di scrivere che tutta la retta è riferita a 'spese specifiche di assistenza').
In sostanza, se avete pagato delle fatture, ne prendi una e la leggi...così verifichi quanto ti stiamo dicendo e con che forma è stata stesa.
 

tantoquanto

Nuovo Utente
Registrato
18/6/03
Messaggi
8.530
Punti reazioni
490
Anche se non sono introiti liquidi ma uno sgravio su quei 3k eur/anno di irpef (rx1) che deve pagare è ottimo comunque: saranno soldi che potrà mettere da parte ed è questo il nostro obiettivo. Mi resta però il dubbio sulla quantificazione di questa somma data dalla 104, in particolare:


visto che sono escluse dal calcolo le "spese per vitto alloggio" della rsa (definiamola così per semplicità però siamo d'accordo che è un'altra cosa rispetto alla cdr), come eseguire il calcolo per il mio caso? Nell'esempio della rsa di 2400eur/mese di sopra mi pare che si è presa tutta la retta mensile e non solo la parte scremata da vitto, alloggio, etc. o mi sbaglio? Potete chiarire ulteriormente, così mi rendo conto di che cifra ottenibile con la 104 parliamo?

Ti sbagli. Rileggi il post n.11

"La quota sanitaria rientrante tra le "spese mediche e di assistenza specifica" viene decisa ogni anno da ciascuna Regione: ad esempio in Regione Lombardia per il 2021 è stata del 58%"
Comunque a fine anno quando si richiede la fattura alla rsa le due quote vengono distinte.
 

baratto80

Nuovo Utente
Registrato
11/1/15
Messaggi
496
Punti reazioni
3
Mi sono occupato del pagamento di questa cdr solo il 1^ mese (poi sono rientrati gli altri parenti e ci stanno pensando loro) e mi hanno rilasciato una "ricevuta di accettazione":
il sottoscritto [mio nome] versa alla [cdr] la somma di eur 1100 a saldo del periodo dal ... al ... [1 mese] per l'ospitalità di [mia parente] e s'impegna a pagare anticipatamente, entro i primi 2 giorni. accetta la condizione di non poter usufruire di eventuali rimborsi, nel caso che il ricovero non avvenga o sia di durata inferiore ai 30 gg
[timbro con p.iva e firma]
ma di sicuro non è una fattura nè c'è alcuna distinzione di spese. A questo punto mi conviene dunque conferire col titolare affinchè emetta fattura ogni mese dettagliando le spese che la parente potrà dedurre? Se è possibile preferirei la cadenza mensile e non annuale perchè non vi nascondo che sto valutando anche altre strutture cui trasferirla.

il risultato di una commissione 104 è più incerto del tempo metereologico nella zona dell'Etna.
Quindi passerei da un certezza di fallimento della richiesta di accompagnamento ad una scommessa 50-50 della 104? Che mi dici riguardo i costi complessivi per finalizzare la sola richiesta della 104? Dovrà comunque effettuare visite con certificazione?

Riguardo le fonti, ho trovato questa pagina dell'AdE sulle "Spese mediche e di assistenza specifica delle persone con disabilità"
da cui:
In caso di ricovero di un portatore di handicap in un istituto di assistenza e ricovero, non è possibile portare in deduzione l’intera retta pagata, ma solo la parte che riguarda le spese mediche e di assistenza specifica, anche se sono state determinate sulla base della percentuale forfettaria stabilita da una delibera regionale.
@tantoquanto Abbi pazienza ma parto da zero sull'argomento; perchè ho sbagliato quando ho detto che @marcom90 aveva conteggiato l'intera retta della cdr/rsa nel suo computo al post #15? Mi stai dicendo che ho sbagliato... nel senso che ha sbagliato lui a computarla per intero?
 

tantoquanto

Nuovo Utente
Registrato
18/6/03
Messaggi
8.530
Punti reazioni
490
@tantoquanto Abbi pazienza ma parto da zero sull'argomento; perchè ho sbagliato quando ho detto che @marcom90 aveva conteggiato l'intera retta della cdr/rsa nel suo computo al post #15? Mi stai dicendo che ho sbagliato... nel senso che ha sbagliato lui a computarla per intero?

Non preoccuparti, io ho molta pazienza.. @marcom90 non l'ha computata per intero. Lui, che risiede in Lombardia, spende 2400 al mese, ma di questi solo il 58% sono deducibili in quanto spese mediche. Il 58% di 2400 sono 1392 e lui, avendo un reddito alto, deduce il 41%, cioè 570,72 al mese.
 

baratto80

Nuovo Utente
Registrato
11/1/15
Messaggi
496
Punti reazioni
3
Non mi riferivo alle percentuali a moltiplicare ma al fatto che abbia preso, per intero, la retta della sua rsa e non soltanto la parte di essa inerente le "Spese mediche e di assistenza specifica delle persone con disabilità", che credo dipenda da ciascuna rsa. E' questo che non capisco.
 

marcom90

Nuovo Utente
Registrato
18/11/21
Messaggi
56
Punti reazioni
2
Non mi riferivo alle percentuali a moltiplicare ma al fatto che abbia preso, per intero, la retta della sua rsa e non soltanto la parte di essa inerente le "Spese mediche e di assistenza specifica delle persone con disabilità", che credo dipenda da ciascuna rsa. E' questo che non capisco.

Ogni anno verso Marzo ai fini 730 le RSA rilasciano una certificazione in cui c’è scritto nell’anno precedente quanto si è speso in totale come retta. Di questo totale, ogni Regione stabilisce annualmente la percentuale che è riferita alle spese sanitarie. Per la regione Lombardia nel 2021 è stato del 58%. La Rsa calcola banalmente il 58% dell’importo pagato annuo e lo classifica come spesa medica e di assistenza specifica. Non può calcolare un altro importo ma si deve attenere alle direttive Regionali.

Per quanto riguarda se fare la pratica di accompagnamento o quella 104, puoi farle in un unico giro spendendo una sola volta. Per partire la pratica basta che al medico di base fai flaggare quando compila il certificato medico introduttivo sia la spunta invalidità sia quella handicap (su google puoi trovare il modello del certificato medico introduttivo).
 

baratto80

Nuovo Utente
Registrato
11/1/15
Messaggi
496
Punti reazioni
3
Ok, ora è chiaro :) Erroneamente credevo che ogni rsa si mettesse a fare autonomamente distinzione ma invece è un parametro percentuale imposto dalla regione. Adesso mi resta da reperire questo parametro per la mia regione e poi l'altro parametro a moltiplicare inerente il reddito (19.063eur RN1). Avete idea di dove si possano reperire? Sul web non vedo tabelle di pertinenza.

Per quanto riguarda se fare la pratica di accompagnamento o quella 104, puoi farle in un unico giro spendendo una sola volta
Deduco quindi che le visite con certificazione, e le inerenti spese, sono a comune tra le 2 pratiche, giusto?
 

marcom90

Nuovo Utente
Registrato
18/11/21
Messaggi
56
Punti reazioni
2
Di quale Regione sei?

Il certificato medico introduttivo lo paghi una volta al medico di base. Certificazioni mediche immagino le avrai già, se fornite invece dalla rsa dovrebbe essere gratuite. La visita sarà unica, avrai poi due certificati distinti (quello di invalidità per eventuale accompagnamento e quello di handicap per 104). Molto probabilmente i certificati non saranno definitivi, ma sarà richiamato a visita dopo 1/2anni.
 

baratto80

Nuovo Utente
Registrato
11/1/15
Messaggi
496
Punti reazioni
3
La parente appartiene alla regione sicilia.
La mia intenzione di chiedere fattura alla cdr ogni mese, dopo averle fatto ottenere la 104, è dunque impropria? Non credo a loro costi nulla emetterla ogni mese, poi le porterò al commercialista che conosce la % regionale annua della deduzione quando farà dichiarazione. Come ho detto, mi farebbe più comodo così che la fattura annua perchè sto valutando di portarla da un'altra parte.

Certificazioni mediche immagino le avrai già, se fornite invece dalla rsa dovrebbe essere gratuite.
Se intendi visite con certificazione allora no, ancora non ne ha fatte. Tutti o quasi i referti clinici sono stati redatti con visite asl in convenzione.

La visita sarà unica, avrai poi due certificati distinti
In soldoni, posso decidere di non pagare qualcosa visto che non mi interessa l'accompagnamento ma solo la richiesta per la 104?
 

marcom90

Nuovo Utente
Registrato
18/11/21
Messaggi
56
Punti reazioni
2
Da fonti che trovo su internet sembra che la regione Sicilia segua il principio della ripartizione equa, quindi le spese sanitarie sono il 50%.

La certificazione è un tuo diritto chiederla anche una volta che la tua parente ha cambiato posto. Anche a me capito’ e la rilasciarono tranquillamente. Se puoi fare affidamento sulle singole fatture non saprei onestamente, ho preferito chiederla una volta piuttosto che avere eventuali rogne con Agenzia delle Entrate.

Lato costi se hai già i referti (meglio se recenti) non ne vedo molti: certificato medico introduttivo e eventuali trasferimenti a visita. Considera che in questo periodo, a causa COVID, l’INPS può effettuare anche le visite solo strettamente documentali e quindi potrebbe pure non essere chiamata a visita, se non in caso di incertezza nel giudizio.
 

mrm

Nuovo Utente
Registrato
4/11/10
Messaggi
1.457
Punti reazioni
73
ciao tunzig!!!:flower:
 

Maste72

Nuovo Utente
Registrato
30/7/16
Messaggi
402
Punti reazioni
22
Qualcuno dice di spendere 2400 euro al mese, altri che la spesa viene ripartita e spende la metà.
Qualcuno mi spiega in quale caso la quota sanitaria è a carico dello stato? Grazie
 

baratto80

Nuovo Utente
Registrato
11/1/15
Messaggi
496
Punti reazioni
3
Qualcuno dice di spendere 2400 euro al mese, altri che la spesa viene ripartita e spende la metà.
Qualcuno mi spiega in quale caso la quota sanitaria è a carico dello stato? Grazie
Se non hai agevolazioni (come me per adesso) devi mettere tu tutta la retta della cdr. Se ottieni la 104 vale il calcolo del post #15 ed è quello che ti viene rimborsato in irpef in dichiarazione, ovvero la quota sanitaria, fermo restando che i parametri a moltiplicare variano per regione e per reddito. Almeno questo è quello che ho capito io finora :)

[...] eventuali trasferimenti a visita [...]
Visto che la difficoltà di deambulazione è il principale handicap, oltre alla limitazione dei movimenti degli arti, che ne pensi se chiedo visite a domicilio? Da una parte farebbe intendere che è messa tanto male che non ce la fa ad uscire dalla cdr ma d'altra parte credo comporterebbe una enorme dilazione dei tempi di sviluppo della 104.
 

Maste72

Nuovo Utente
Registrato
30/7/16
Messaggi
402
Punti reazioni
22
Se non hai agevolazioni (come me per adesso) devi mettere tu tutta la retta della cdr. Se ottieni la 104 vale il calcolo del post #15 ed è quello che ti viene rimborsato in irpef in dichiarazione, ovvero la quota sanitaria, fermo restando che i parametri a moltiplicare variano per regione e per reddito. Almeno questo è quello che ho capito io finora :)
Ok allora si riprende sul 730 circa il 41% (a seconda del reddito) della quota sanitaria (in Lombardia 58%) è corretto?
Non viene risarcita direttamente dallo stato tutta la quota sanitaria...
 

baratto80

Nuovo Utente
Registrato
11/1/15
Messaggi
496
Punti reazioni
3
Il calcolo è corretto. Resta solo da reperire la % in base al reddito, magari avvicino al caf, chissà che non sappiano rispondere al volo... anche se qui da me si fanno pagare anche l'aria che respiri lì dentro.
Anche tu ti stai muovendo per far ottenere la 104 a qualcuno?
 

tantoquanto

Nuovo Utente
Registrato
18/6/03
Messaggi
8.530
Punti reazioni
490
Il calcolo è corretto. Resta solo da reperire la % in base al reddito, magari avvicino al caf, chissà che non sappiano rispondere al volo... anche se qui da me si fanno pagare anche l'aria che respiri lì dentro.
Anche tu ti stai muovendo per far ottenere la 104 a qualcuno?

Ma quale caf vuoi avvicinare...hai già detto che ha un reddito di circa 19k...recuperi il 25% su 4k e il 23% sul resto...in pratica recupererai più o meno 1600 euri.
aliquote irpef - Cerca con Google
 

Maste72

Nuovo Utente
Registrato
30/7/16
Messaggi
402
Punti reazioni
22
Il calcolo è corretto. Resta solo da reperire la % in base al reddito, magari avvicino al caf, chissà che non sappiano rispondere al volo... anche se qui da me si fanno pagare anche l'aria che respiri lì dentro.
Anche tu ti stai muovendo per far ottenere la 104 a qualcuno?

La 104 x mia madre ce l'ho da 6 anni, da un paio ha anche l'accompagnamento.
Adesso che c'è da usare il sollevatore e x muoverla è problematico pensavo di vedere x RSA. Quella del mio paese chiede 70€ al giorno.
 

baratto80

Nuovo Utente
Registrato
11/1/15
Messaggi
496
Punti reazioni
3
@tantoquanto Tu hai ragione ma la mia ignoranza in materia si taglia col coltello. Sapevo la questione degli scaglioni di tassazione in base al reddito ma non sapevo si applicasse anche per il calcolo di questa deduzione nè come procedere. Quindi il conto che hai fatto è: 1100 (cdr) * 0.5 (quota sanitaria regione parente) * 0.25 ? Se sì allora fanno 137,5eur/mese * 12 = 1650 eur/anno.
@Maste72 Quanto tempo è passato per ottenere la 104? Intendo dal 1^ passo, che dovrebbe essere un documento del medico di base. Ti ricordi quanto hai sborsato complessivamente?
 

mcord

reMember
Registrato
15/8/16
Messaggi
3.679
Punti reazioni
205
Io non conosco i prezzi del sud (al nord 1100 sarebbe da mettersi a ballare nudi sotto la pioggia per la gioia) ... sei sicuro che non sia già in rsa con quota sanitaria a carico dello stato ?