info prezzi CCT e info sui BTPi ???

tinto101

Utente Registrato
Registrato
22/5/06
Messaggi
199
Punti reazioni
1
voi che siete esperti, NON ci capisco piu nulla....

E' forse arrivata ora di acqusitare i BTP, magari
quelli BTPi ? vedo che ne parla nel sito del
Universita' di Torino il mitico prog. Scienza ,
che dite? vista poi infalazione quasi al 4% !!!

Ma la cosa che volevo chiedervi e' come mai
fino a pochi mesi fa' i CCT si acquistavano sui
100,3 o 100, 7 e ora si acqusitano a 99,2 o
99,8 ???


E la cosa che mi preoccupa e' che anche quelli
che ho nel mio portfolio acqusitati appunto a
100 e passa ora li vedo che anche loro sono a
99....

come mai ? chi mi spiega in modo semplice?
Sia se ora di acqusito dei BTP e del calo
del prezzo dei CCT ? grazieee
 
voi che siete esperti, NON ci capisco piu nulla....

E' forse arrivata ora di acqusitare i BTP, magari
quelli BTPi ? vedo che ne parla nel sito del
Universita' di Torino il mitico prog. Scienza ,
che dite? vista poi infalazione quasi al 4% !!!

Ma la cosa che volevo chiedervi e' come mai
fino a pochi mesi fa' i CCT si acquistavano sui
100,3 o 100, 7 e ora si acqusitano a 99,2 o
99,8 ???


E la cosa che mi preoccupa e' che anche quelli
che ho nel mio portfolio acqusitati appunto a
100 e passa ora li vedo che anche loro sono a
99....

come mai ? chi mi spiega in modo semplice?
Sia se ora di acqusito dei BTP e del calo
del prezzo dei CCT ? grazieee

A mio modesto avviso, entrare sui BTPi non sarebbe un errore (magari scegliendo quelli con una scadenza media ).
Per quanto riguarda i CCT non mi preoccuperei molto : credo che il leggero calo sia imputabile al meccanismo di indicizzazione legato ai Bot.
Questo fa si che i tassi dei CCT si adeguino più lentamente alle mutate condizioni di mercato.
Ciò è un pochino penalizzante nelle fasi di rialzo dei tassi ma è anche premiante quando inizia una fase di ribasso degli stessi.
A mio modesto parere ovviamente.
saluti
 
nessuno che mi aiuta ?





Questo è un articolo interessante riguardante il calo delle quotazioni dei CCT.

Ciao

orso25




di Nicola Pegoraro (Network)
venerdì 27 giugno 2008 - 17:43


TITOLI DI STATO E TASSI
... che hanno segnato, negli ultimi giorni, performance estremamente negative. Non si tratta certo di un balzo incredibile, ma di un incremento di prezzo di circa un punto per i titoli decennali dell'Area Euro. Riguardo a quello che succede in Italia, va detto che sono i CCT a fare notizia. Nel giro di poco meno di un mese, sono nettamente peggiorati i prezzi su tutte le scadenze (vedi il grafico del prezzo di uno dei CCT più liquidi nel mese di giugno), con livelli a volte leggermente inferiori a 98 o comunque assestati su quella soglia. Questo peggioramento non coincide con un netto peggioramento del premio di rendimento che devono offrire i nostri BTP rispetto agli omologhi tedeschi (peggioramento registrato, invece, qualche mese settimana fa).


Qualche mese fa, avevamo parlato della difficoltà a prezzare questo tipo di strumenti (quasi unici nel panorama dell'Area Euro), dal momento che le loro cedole sono indicizzate ai tassi delle emissioni dei BOT e che i rendimenti di queste viaggiano ormai su livelli nettamente inferiori a quelli dei tassi interbancari. Tuttavia, non è ben chiaro cosa abbia smosso i prezzi negli ultimi giorni ed in maniera così pronunciata (in particolare, non si capisce bene perché solo ora). Le varie spiegazioni che vengono fornite dagli analisti non mi hanno molto convinto, in quanto o si riferiscono a problematiche ben note da tempo o, a volte, azzardano possibilità che mi sembrano fantasiose, come, per esempio, l'uscita dai CCT per acquistare carta corporate a breve termine legata ai tassi Euribor (tutto questo interesse non mi risulta). L'ipotesi che, personalmente, mi convince di più è quella di uno scoppio ritardato, su questa particolare asset class, dei fenomeni già in atto da tempo. Probabilmente qualche grosso operatore ha modificato in modo sostanziale le sue valutazioni di medio termine sulle prospettive future per i tassi BOT (da cui dipende la redditività dei CCT), decidendo di vendere gli strumenti e questo, in un mercato che resta illiquido per tutte le tipologie di emissioni, è bastato per mandare giù i prezzi.
 
Indietro