Info su Fonditalia

Wrugaian

Nuovo Utente
Registrato
30/6/03
Messaggi
13
Punti reazioni
0
Ciao a tutti, vorrei se possibile un vostro consiglio circa una proposta che mi è stata fatta dal mio promotore.
Attualmente parte (circa il 20%) del mio piccolo capitale è investito in una obbligazione BEI in rand scadenza dic 07 al 8,5% e che solo sul cambio mi sta facendo guadagnare, per ora, un altro 7-8 %.
Lui consiglia, anche su mia richiesta di abbassare un po' il rischio, di vendere queste obbligazioni, anche se non a 100 proprio in virtù del cambio favorevole, e comprare 3 compartimenti FONDITALIA di cui, mi ha garantito, non ci sono spese di ingresso o uscita, ma commissioni annuali detratte direttamente dalla quota del fondo stesso (quanto.. bo?!? non mi ha saputo dire a memoria, mi farà leggere il prospetto prima di firmare).
I compartimenti che mi ha proposto sono:
B Global EM MK (40%)
Eq Japan (40%)
Inflation Linked (20%)

Trovo lampante la sua convenienza (passo da un "fai da me" su cui lui non ci ricava nulla a un "gestisci tu e prenditi le commissioni"), ma proprio perchè non voglio credere che lo dica solo per questo, vorrei avere da qualcuno + esperto di me, e meno interessato di lui, un consiglio o una valutazione.
Grazie.
 
Scritto da Wrugaian
Ciao a tutti, vorrei se possibile un vostro consiglio circa una proposta che mi è stata fatta dal mio promotore.
Attualmente parte (circa il 20%) del mio piccolo capitale è investito in una obbligazione BEI in rand scadenza dic 07 al 8,5% e che solo sul cambio mi sta facendo guadagnare, per ora, un altro 7-8 %.
Lui consiglia, anche su mia richiesta di abbassare un po' il rischio, di vendere queste obbligazioni, anche se non a 100 proprio in virtù del cambio favorevole, e comprare 3 compartimenti FONDITALIA di cui, mi ha garantito, non ci sono spese di ingresso o uscita, ma commissioni annuali detratte direttamente dalla quota del fondo stesso (quanto.. bo?!? non mi ha saputo dire a memoria, mi farà leggere il prospetto prima di firmare).
I compartimenti che mi ha proposto sono:
B Global EM MK (40%)
Eq Japan (40%)
Inflation Linked (20%)

Trovo lampante la sua convenienza (passo da un "fai da me" su cui lui non ci ricava nulla a un "gestisci tu e prenditi le commissioni"), ma proprio perchè non voglio credere che lo dica solo per questo, vorrei avere da qualcuno + esperto di me, e meno interessato di lui, un consiglio o una valutazione.
Grazie.

A parte l'Inflation Linked, gli altri 2 ce li avevo in un portafoglio fondi Fideuram-Fonditalia che ho liquidato giusto la settimana scorsa.Non ritengo siano fondi eccezionali, questa come valutazione ESTREMAMENTE GENERALE.
Valuto negativamente, per quella che è la mia esperienza personale, la competenza del promotore.
Valuto abbastanza negativamente il flusso di informazioni che mi veniva fornito da Fideuram.
Non mi piace Fideuram, in generale.

Riguardo quello che dici:
1- mi pare un portafoglio MOLTO AGGRESSIVO quindi con probabilità di ottenere alte performances, ha una volatilità alta e quindi un alto rischio.
2- vai sul sito di morningstar per farti un'idea delle commissioni anche perchè sul loro sito non c'è scritto nulla al riguardo.....che bello!Io non me lo ricordo.
3- certo è che il tuo promotore ci prende le comissioni!!!Prova a chiedergli quanto costerebbe (per eventuali switch) operare (se se può!!) online con loro.....dovrai aprire un conto con spese,ecc,ecc,ecc.
4- non conosco l'obbligazione che compone parzialmente il tuo attuale portafoglio.cos'è?Un corporate bond?
ciao
 
con quella composizione nn abbassi certo il rischio, 40% su bond paesi emerg.,40% su azionario giappone, e 20% su inflation linked

per abbassare il rischio dovresti fare 100% o quasi inflation linked.
poi va bene anche fare un po' d'azionario ma basta sapere che si rischia.....
;)
willy
 
Certo l'emittente dell'obbligazione è affidabilissimo (AAA di S$P's), rimane un grosso rischio valuta.
La decisione di abbassare (magari scendere dal 20% al 10%, anche se cmnq la situazione rand va monitorata) il rischio del portafoglio è sensata, ma sostituire un obbligazione per l'80% con 2 fondi azionari mi lascia perplesso.
L'unica cosa sicuramente positiva è che in un'ottica di differenziazione il tuo portafoglio non è più investito per il 20% sulla stessa valuta rischiosa, ma hai frazionato quel rischio in altri strumenti che però individualmente sono anche + rischiosi dell'obbligazione stessa.
 
Grazie per le risposte..
Fatto 100 il mio portafoglio, io l'ho diviso in questo modo:
20% BEI in Rand 8,5% dic 07 su cui sto guadagnando molto sulla valuta che di fatto è l'unico rischio di questa obbligazione in quanto l'emittente è triplaA;
10% HUF 8% lug 06 di una emittente triplaA il cui rischio è sempre la valuta su cui, anche se non moltissimo, ma sto guadagnando (ho pensato che l'ungheria stava per entrare nell'area euro e pertanto che la moneta si sarebbe stabilizzata, garantendomi una buona cedola);
8% Fideuram Performance (dove sono state 'ste performance non so.. ed è l'unica cosa che ho sottoscritto su consiglio del promotore fino ad oggi);
8% Telecom Risp, che vorrei portare al 10 ritirando un po' di liquidità dalla voce sotto;
4% Derivati vari.. diciamo capitale a fortissimo rischio (e infatti sono passato dal +25% al -25% con estrema rapidità.. );
50% Conto Arancio e buoni postali.

Ovviamente non è proprio così preciso.. ma ad occhio possiamo dire che i numeri sono questi.
Il mio profilo è abbastanza aggressivo, almeno credo. Non essendomi mai confrontato fino ad adesso con gli altri non saprei definire "aggressivo".
Ho chiesto al mio promotore di liquidare il rand in buona performance attualmente e di spostarlo su qualcosa di valido (un rendimento pari almeno al 6%) ma meno rischioso. Lui in quest'ottica mi ha proposto di dividere con Fonditalia sui 3 comparti che vi ho detto e mi ha aggiunto che dovrei riuscire a mantenere un rendimento del 5% almeno.. forse + se le cose vanno bene, ma anche meno se le cose vanno male.

Detto questo, vista la vostra cortesia e competenza, credete sia il caso di rivedere le proposte segnalate dal promotore? Mantenendo un profilo di rischio così come descritto, magari un filino + tranquillo, come secondo voi sarebbe meglio suddividere la liquidità derivante dalla vendita delle obbligazione BEI?
Aggiungo solo una cosa. L'obbligazione in rand mi garantiva un 8,5% e quindi un lasco sui 12 mesi della valuta di circa il 6% prima che l'investimento andasse in perdita. Ora questo lasco è diventato del 15% vista la rivalutazione del rand e quindi, rispetto alla sottoscrizione è divenuto assai meno rischioso, anche se ormai vorrei approfittare del momento. Un fondo, invece, non parte da un minimo.. o va su o giù.. e questo mi spaventa un po', anche se, stando alle parole del promotore, la componente Inflation Linked dovrebbe tenermi a galla.
Grazie molte per le vostre risposte, spero sia utile anche ad altri questa discussione anche in virtù del confronto su diversi punti di vista.
 
Scritto da Wrugaian
Grazie per le risposte..
Fatto 100 il mio portafoglio, io l'ho diviso in questo modo:
20% BEI in Rand 8,5% dic 07 su cui sto guadagnando molto sulla valuta che di fatto è l'unico rischio di questa obbligazione in quanto l'emittente è triplaA;


Ma secondo te un'emittente tripla A emette all'8.5% ?


Perchè non provi a domandarlo al tuo Promotore.
 
Ultima modifica:
Scritto da alan1
Ma secondo te un'emittente tripla A emette all'8.5% ?

Non capisco il senso della tua domanda :mmmm:
Comunque non è una mia opinione.. è un dato oggettivo.
Cosa dovrei chiedere al mio promotore rischiando di fare la figura del pollo?
 
Scritto da Wrugaian
Non capisco il senso della tua domanda :mmmm:
Comunque non è una mia opinione.. è un dato oggettivo.
Cosa dovrei chiedere al mio promotore rischiando di fare la figura del pollo?


Ma a te sembra normale ?

Dato oggettivo!
Se vedi un asino che vola, è un dato oggettivo ?
O pensi che dietro ci sia qualcosa nascosto ?




E' così grave fare la figura del pollo ?
Non è meglio sapere dove si sono messi i soldi ?
 
Scritto da alan1
Ma a te sembra normale ?

Forse non ti è familiare la distinzione fra emittente e valuta.
Qui il rischio non è sull'emittente (che è BEI) e che quindi ha un rating tripla A, ma sulla valuta, assai volatile anche perchè dipende dall'economia Sud Africana.
Quindi ecco perchè una tripla A, che garantisce il rimborso a 100 (in RAND), ha un tasso all'8,5%.
 
Scritto da Wrugaian
Forse non ti è familiare la distinzione fra emittente e valuta.
Qui il rischio non è sull'emittente (che è BEI) e che quindi ha un rating tripla A, ma sulla valuta, assai volatile anche perchè dipende dall'economia Sud Africana.
Quindi ecco perchè una tripla A, che garantisce il rimborso a 100 (in RAND), ha un tasso all'8,5%.



No, a me non è chiaro,

ma non importa,
vedo che sei convinto vuol dire che hai ben visionato.
 
Scritto da Wrugaian
Forse non ti è familiare la distinzione fra emittente e valuta.
Qui il rischio non è sull'emittente (che è BEI) e che quindi ha un rating tripla A, ma sulla valuta, assai volatile anche perchè dipende dall'economia Sud Africana.
Quindi ecco perchè una tripla A, che garantisce il rimborso a 100 (in RAND), ha un tasso all'8,5%.


E' possibile che sia quel tasso(vedi sotto un esempio di un bond bei 8,2%), anche se nel sito della bei (www.eib.org) non ho trovato lobbligazione in questione.

23/03/2009 26/02/1999 6,000,000,000 8.2 % CZ0000000021
 
Scritto da ighliz
E' possibile che sia quel tasso(vedi sotto un esempio di un bond bei 8,2%), anche se nel sito della bei (www.eib.org) non ho trovato lobbligazione in questione.

23/03/2009 26/02/1999 6,000,000,000 8.2 % CZ0000000021

XS0139030422


Anche se ora noto che la data di emissione è 24/03/04.. quindi o è riportata male la data di emissione o non è quella che ho io, anche se è uguale in tutto e per tutto.
Cmq se possibile mi piacerebbe riportare il discorso sui compartimenti Fonditalia.. se a qualcuno interessa proseguire.
Grazie
 
Ultima modifica:
Se il rischio fosse solo nella valuta, basterebbe fare una copertura in valuta, che al massimo può costare l'1%,
resterebbe il 7,5% di cedola pulita a rischio 0.


Come mai qualcuno ha deciso di regalare questi 7,5%, visto che per prendere il 3% si fanno i salti mortali ?
 
Il rand sudafricano (su cuiho investito in passato) sul lungo si svaluta sulle cosiddette valute forti.

E' questo il motivo degli alti rendimenti anche da parte di un'emittente "accreditata" rispetto a quelli che lamedesima emittente potrebbe spuntare indebitandosi su altre valute.

La copertura sul lungo è molto onerosa in consegienza dell'inflazione che svaluta la moneta sudafricana.
 
Scritto da alan1
Se il rischio fosse solo nella valuta, basterebbe fare una copertura in valuta, che al massimo può costare l'1%,
resterebbe il 7,5% di cedola pulita a rischio 0.


Come mai qualcuno ha deciso di regalare questi 7,5%, visto che per prendere il 3% si fanno i salti mortali ?

il costo della copertura dipende dalla valuta in questione... coprirsi in dollari o in rand non è la stessa cosa....

e comunque il tuo discorso sul tasso riferito alla tripla A è sbagliato, o meglio non vi siete spiegati abbastanza ( credo io).

il tasso è alto non perchè l'emittente non è sicuro (bei è tripla a, meglio dell'italia) ma semplicemente perchè è il tasso di mercato di quel paese.
naturalmente se il tasso di mercato è quello ci sono dei forti rischi di svalutazione del rand nei confronti dell'euro.
quindi alla fine è una scommessa.
sono comunque d'accordo nel ritenere il titolo in questione un titolo rischioso.
 
Scritto da Willy Saxon

sono comunque d'accordo nel ritenere il titolo in questione un titolo rischioso.


Il risultato finale a cui volevo arrivare è questo.


Non si può considerare che si tratta di un investimento col solo rischio cambio.
Si tratta invece di un investimento ad alto rischio, oltre al cambio c'è anche la dinamica tipica dei paesi emergenti.

Coprire il cambio è molto costoso, non tanto per il costo dell'impianto tecnico, ma per l'inflazionne che corrode il valore del futures attraverso il forte decadimento temporale del derivato,

ovvero alla fine della fiera per abbattere il rischio devo mangiare tutto il guadagno,
ovvero non regala niente nessuno.


In quest'ottica e solo in quest'ottica possiamo cercare un investimento alternativo che abbia un rischio simile (sempre che sia un rischio accettabile dall'investitore, che forse fino ad ora non si è reso conto di quale rischio abbia accettato).


C'è da dire quindi che tali tipi di titoli hanno guadagnato molto bene nel corso degli ultimi 18 mesi, ed è difficile immaginare che siano altrettanto remunerativi in seguito.
 
Ultima modifica:
che il sudafrica sia rischioso non ci sono dubbi , pero' se fate una ricerca scoprite che ha incredibili risorse minerarie , oro (quindi uranio) argento , diamanti, platino e svariati altri metalli non preziosi di cui e' tra i principali produttori mondiali.

il settore dei metalli e' in rialzo da mesi x la "fame" cinese.
 
Scritto da Weaver
che il sudafrica sia rischioso non ci sono dubbi , pero' se fate una ricerca scoprite che ha incredibili risorse minerarie , oro (quindi uranio) argento , diamanti, platino e svariati altri metalli non preziosi di cui e' tra i principali produttori mondiali.

il settore dei metalli e' in rialzo da mesi x la "fame" cinese.

Se è per questo è risaputo che il più grande produttore al mondo di metalli industriali è l'Argentina.
 
Scritto da alan1
Se è per questo è risaputo che il più grande produttore al mondo di metalli industriali è l'Argentina.

questo e' un colpo basso ;)

io mi riferivo in particolare ai metalli preziosi , ove oltre i cinesi anche la particolare situazione attuale fa' lievitare i prezzi.
e se non ricordo male i tassi in rand pochi anni fa' viaggiavano sul 15/16%

x l'argentina bisogna ricordare che e' dai tempi del piano Marshal che viene "boicottata".
 
Indietro