Informazione, intermediario ed eccesso di dati e scartoffie.

Verm & Solitair

Legal Opinionist
Registrato
22/5/00
Messaggi
1.624
Punti reazioni
21
In base al principio di chiarezza, l'intermediario ha come regola di comportamento generale quella di non indurre i clienti in errore.

Peraltro, l'intermediario deve dare informazioni in modo corretto, completo e senza omissione (principio dell'integrità dell'informazione).

La trasmissione di molti dati irrilevanti, accanto ad altri altrettanto numerosi ma rilevanti, annebbia la mente del risparmiatore, sicchè in questo caso non può dirsi assolto un livello di informazione adeguata. E v. l'orientamento della Banca d'Italia che in riferimento alla trasparenza bancaria affermava il disorientamento della clientela delle nache nei contratti bancari per la grande massa di informazioni: in particolare la relazione al 1993.
 
Indietro