Intek: da seguire attentamente ( parte 2°)

Steffan

CIA vale più di 2€
Registrato
17/10/00
Messaggi
15.114
Punti reazioni
1.273
vi chiedo di leggere attentamente quanto sto per scrivere, ed aventualmente stampatelo e leggetelo con calma.

questo è il primo post:

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?threadid=306711



ORA A DISTANZA DI QUALCHE TEMPO RIPRENDO LA PRATICA INTEK, PERCHè CI SONO NOTEVOLI AGGIORNAMENTI.



PARTO CON QUESTO ARTICOLO IMPORTANTISSIMO:



Intek, il cda chiede nuovo buy back

Sole24 ore 07/05/2003 pag 37

MILANO. Il prossimo consiglio di amministrazione della INTEK, previsto per venerdì 9 maggio, approverà il bilancio del 2002 chiederà il rinnovo della delibera di acquisto di azioni proprie, per un periodo previsto dal codice civile di 18 mesi. Al 30 aprile la società aveva reso noto di avere 17.599.356 di azioni proprie in portafoglio pari all’8,64% del capitale: in particolare , l’1,58% del capitale ordinario e il 40,79% di quello di risparmio, frutto del piano di acquisto di azioni proprie deliberato dall’assemblea ordinaria della società operativa nel private equità il 13 dicembre 2001. fonti della società fanno sapere che il rinnovo della delibera non rappresenta un passo verso il delisting del titolo da Piazza Affari, quanto uno strumento di operatività sul titolo. Per quanto molti operatori ritengono possibile una uscita del titolo dal mercato. La società infatti quota ad un prezzo di 5 volte gli utili 2002 e capitalizza 91 milioni di euro pari al patrimonio netto (circa 90 milioni di euro). E il flottante è esiguo: la holding di partecipazione è controllata con il 74% dalla holding Quattroduedue, mentre attualmente intek ha in portafoglio il 7% di azioni proprie, secondo quanto riferito da fonti aziendali. L’azienda non può salire oltre il 10% del capitale, limite stabilito dal codice civile. La società ha chiuso il 2002 con un utile consolidato, dopo le tasse e prima di un possibile effetto condono di 17,5 milioni di euro contro i 5,5 milioni dell’anno precedente. Il risultato beneficia della plusvalenza di 31,3 milioni per la cessione lo scorso ottobre della partecipazione in Sediver. All’inizio di aprile poi la società ha venduto la sua partecipazione nella Alberto Aspesi che ha comportato una plusvalenza di circa 3,2 milioni di euro e un impatto positivo sulla posizione finanziaria netta del gruppo di circa 17,2 milioni di euro. Intek ha in cassa attualmente circa 100 milioni di euro e si sta guardando intorno con l’obiettivo di fare nuove acquisizioni.
Il titolo, che ieri ha chiuso a 0,54 euro (-0,93) con volumi inferiori (23.650 pezzi) alla media degli ultimi 30 giorni (88.800), ha guadagnato dall’inizio dell’anno oltre il 18%.(MA.PI).
 
tempo fa quando per una settimana c`e` stato il boom di scambi era uscuta una notizia ascoltate bene:una societa` credo francese voleva comprare una delle societa` sotto il controllo d INTEK per il valore di 4 volte che in quel momento quotava 0.52 :eek: gli analisti erano molto perplessi
 
Direi che un UP è doveroso! ;)

Io a 0.54 sono entrato... volumi raddoppiati rispetto a 10 minuti fa... :)

laz
 
11:05 Intek: la situazione del buyback al 30 aprile
.. ..
Intek, in riferimento al piano di acquisto di azioni proprie, ha comunicato che la situazione aggiornata al 30 aprile 2003 e' la seguente: sono 17.599.356 le azioni complessive in portafoglio, pari all'8,64% del capitale sociale, di cui 2.644.625 ordinarie (1,58% del capitale) e 14.954.731 risparmio (40,79% del capitale). L'operazione e' stata deliberata dall'assemblea ordinaria il 13 dicembre 2001.




LA SOCIETà DAL 2001 AD OGGI è STATA COSTANTEMENTE RASTRELLATA.


QUATTRODUEDUE al 30/06/2001 aveva in carico il 56,955 % delle azioni intek


al 31/12/2001 il 61,404% delle azioni


al 2/07/2002 il 65,703% delle azioni


al 31/12/2002 il 74,167% delle azioni


al settembre 2003 il 74,175% delle azioni



il flottante sarebbe del 25,825% .....


SE NON FOSSE CHE LA STESSA INTEK STA RASTRELLANDO ORMAI TUTTE LE RISPARMIO ( OLTRE IL 40% IN CARICO SUO).....E UNA PARTE DELLE ORDINARIE.



LE RISPARMIO ORMAI SONO ALLO STESSO PREZZO DELLE ORDINARIE E PROBABILMENTE VERRANNO CONVERTITE E QUANDO VERRà FATTA QUESTA OPERAZIONE LA INTEK AVRà IL BENEFICIO DI AVERE COMPRATO RISPARMIO AD UN PREZZO PIù BASSO E PROBABILMENTE NON DILUIRà LA QUOTA.



PRATICAMENTE I TITOLI IN CIRCOLAZIONE SONO RIMASTI DAVVERO POCHI.


E LA SOCIETà QUOTA 0.76 I MEZZI PROPRI E CON LE RISP DA UN DIVIDENDO DI OLTRE IL 7% E L'ORDINARIA DEL 2,5% SUPERIORE A QUELLO DEI BOT.
 
COME VI HO POSTATO NEL PRIMO ARTICOLO, LA SOCIETà HA IN PANCIA OLTRE 100 MILIONI DI EURO DI CASSA, HA SOTTOSCRITTO UN IMPORTANTE ACCORDO CON BANCA INTESA, HA ALCUNE PARTECIPAZIONI E POSSIEDE QUASI IL 10% DEI TITOLI INTEK IN PORTAFOGLIO.


QUESTI I RASTRELLAMENTI NEGLI ULTIMI MESI:

solo acquisti!!!!!!!


FEB: ord 163.020
risp 360.946


marzo: ord 404.196
risp 882.080

aprile : 943.320 ord
124.969 risp

maggio: 592.050 ord
251.095 risp

giugno: 147.498 ord
3000 risp

luglio: 369.554 ord
305.132 risp

agosto: 54.771 ord
43.950 risp




daaprile in avanti vanno sommate a quanto reso noto in prile dalla società.



ORMAI QUESTI HANNO FATTO PIAZZA PULITA SUL MERCATO E LA SOCIETà E' ANCORA A FORTE SCONTO.
 
Intek
Intek/ La holding di Manes sta per vendere Aspesi a 2Ginvestimenti: operazione da 25 mln
14 febbraio 2003


Aspesi: ormai ci siamo. Nei prossimi giorni Intek venderà il 50% della società (ricordiamo che la holding nelle scorse settimane ha ceduto Sediver sa a Vetroarredo SpA per 15 milioni). Vincenzo Manes infatti è in trattativa per vendere la sua quota a 2Ginvestimenti.

Il fondo guidato da Giuliano Tabacchi può chiudere l'affare per una cifra che si aggira attorno ai 25 milioni di euro: se non ci saranno intoppi l'operazione può chiudersi entro la fine della scorsa prossima.

Non sarà dunque Alberto Aspesi, fondatore del gruppo e proprietario della metà delle azioni a rilevare la quota messa sul mercato da Intek. La tentazione nelle passate settimane c'era stata, ma poi l'imprenditore ha preferito lasciare le cose così come sono.

Invecem dietro la decisione di vendere, presa da Manes, c'è la volontà di mettere a segno una buona plusvalenza, in seguito all'ingresso nella società attuato nel corso del 2002.
Con riferimento al Patto Parasociale (il Patto) già comunicato, depositato e pubblicato in data 30 gennaio 1999, ai sensi e per gli effetti dell'art. 122 del D. Lgs. 24.2.1998 n. 58 e del Regolamento di attuazione adottato con delibera n. 11715 del 24.11.1998 e sue successive modificazioni, avente ad oggetto le azioni della Quattoduedue Holding B.V. (la Società ) con sede in Amsterdam, the Netherlands, Strawinskylaan 923, la quale detiene attualmente il 57,22% del capitale sociale rappresentato da azioni ordinarie con diritto di voto di INTEK S.p.A. (Intek), con sede in Ivrea (TO) Via C. Olivetti, 8 società quotata al sistema telematico della Borsa Italiana,la società MAPA s.r.l., con sede in via Volterra n.9, Milano, integralmente posseduta dal socio Vincenzo Manes, è subentrata nel Patto nella posizione di quest'ultimo, avendo acquisito in data 22 giugno 2001 l'intera partecipazione detenuta dal socio Vincenzo Manes, esercitando in pari data i diritti di opzione allo stesso spettanti sull'aumento di capitale della Quattroduedue Holding BV come previsto all'art.2 del Patto.

Il capitale sociale della Società è ora suddiviso in numero 3.610.650 azioni (le Azioni) del valore nominale di NLG 10 ciascuna, di cui 1.600 azioni ordinarie di categoria A e numero 3.609.050 azioni di categoria B ed è posseduto come segue :


Socio Categoria Azioni Numero Azioni Percentuale
Mapa s.r.l. A 800 0,022
B 1.012.669 28.047
Hedyco Holding B.V. A 800 0,022
B 346.669 9,601
Ruggero Magnoni B 927.564 25,690
Potenza Holding Inc. B 1.322.148 36,618
Totale 3.610.650 100,000


Nessuno dei soci (i Soci) di Quattroduedue Holding B.V. ne detiene il controllo.

Lo Statuto della Società attribuisce ai possessori di azioni di categoria A e ai possessori di azioni di categoria B identici diritti.

Ogni altra pattuizione contenuta nel Patto è rimasta invariata ed efficace fra i Soci.

30 Giugno 2001

[IH.1.99.2]

PATTO RINNOVATO TACITAMENTE CON ESTRATTO PUBBLICATO IL 22 FEBBRAIO 2002 - LA NUOVA SCADENZA E' 30 GIUGNO 2004

17:36 Intek: utile netto semestrale in contrazione
.. ..
Il Gruppo Intek ha registrato nel primo semestre dell'anno un utile netto di 344.000 euro, in calo rispetto ai 2,364 milioni di euro del corrispondente periodo del 2002. La capogruppo ha realizzato una perdita netta di 1,334 milioni, contro il rosso di 2,785 milioni del 2002.
15:01 Intek: i risultati del primo trimestre
.. ..
Intek ha terminato il primo trimestre evidenziando un patrimonio netto pari a 142,2 mln di euro, mentre la posizione finanziaria netta ha mostrato un dato positivo per 102,9 mln di euro. Il risultato netto è stato negativo per 394 mila euro, rispetto all'utile di 3 mln di euro conseguito nel corrispondente periodo dello scorso anno.


10:10 Intek cede partecipazione in A2 per 21mln euro
.. ..
Secondo quanto riporta una nota, Intek ha ceduto per 21 milioni di euro compresivi dei debiti la propria partecipazione in A2, società che detiene il 50% della società di abbigliamento Alberto Aspesi, alla Grayling del gruppo 2G Investimenti dell'imprenditore Giuliano Tabacchi. L'operazione ha fruttato a Intek una plusvalenza, al netto di imposte e oneri accessori pari a 3,2 milioni di euro, con un impatto positivo sulla posizione finanziaria netta di circa 17,8 milioni.
Numero 032, pag. 3 del 14-02-2003
Per vendere la sua quota del 50% a 20-25 mln di €.
Aspesi, Intek tratta con Giuliano Tabacchi

È ormai soltanto questione di giorni la vendita del 50% di Aspesi da parte di Intek,
la holding di partecipazioni guidata da Vincenzo Manes. Secondo quanto risulta a MFF,
l’imprenditore sta trattando per cedere la sua partecipazione a 2Ginvestimenti, il
fondo di Giuliano Tabacchi (uscito da Safilo), che possiede il 40% di Italian luxury
industries, la società vicentina fondata assieme a Giancarlo Chimento e che nel 2001
ha rilevato il marchio Venini.

Il valore dell’operazione si aggira tra i 20 e i 25 milioni di euro (in base a una
valutazione complessiva dell’azienda di circa 50 milioni di euro) e il closing è
previsto entro la fine della settimana. Anche il fondo Opera nei mesi precedenti
aveva esaminato il dossier Aspesi, ma ha poi preferito non proseguire la trattativa.
L’altro azionista di riferimento del marchio è Alberto Aspesi (che ha il 50%), fondatore
del gruppo, e che sta seguendo con attenzione la trattativa dell’ingresso del nuovo
socio nel capitale. L’imprenditore aveva preso in considerazione anche l’opzione
di rilevare la quota di Intek, ma poi ha preferito l’ingresso del fondo, pronto a
far fronte a un piano di investimenti.

La decisione di Manes di uscire da Aspesi non è legata all’esigenza di fare cassa,
dal momento che la società quotata è una tra le rare società del listino milanese
a non avere problemi di liquidità. La holding di partecipazioni ha, infatti, ancora
in cassa circa 105 milioni di euro, frutto anche di un recente aumento di capitale.
La scelta del presidente e amministratore della holding quotata risponde, piuttosto,
alla volontà di valorizzare, incassando una lauta plusvalenza, l’investimento realizzato
un anno fa nella griffe.
Nei mesi scorsi, inoltre, erano circolate indiscrezioni sulla possibilità di creare
un polo sportivo tra Aspesi e Superga (controllata all’81% dalla Sopaf di Jody Vender),
progetto che non è riuscito mai a decollare.

La scelta di Intek di vendere la quota nell’azienda fashion arriva a circa quattro
mesi di distanza dalla vendita della partecipata Sediver sa, leader mondiale nel
comparto degli isolatori in vetro e composito per il trasporto di energia elettrica
a media e alta tensione, a Vetroarredo spa, il gruppo fiorentino che opera nel settore
del vetro industriale. Un’operazione che ha permesso al gruppo di incassare 115 milioni di euro.
 
ACCORDO STRATEGICO CON BANCA INTESA:

DA IL MONDO:

venerdì, 18 aprile 2003
VARIE
Pag. 034

E con Intek nasce la newco I Due

PRIMO PIANO

Banca Intesa si appresta a deconsolidare un portafoglio di partecipazioni industriali di minoranza (circa una decina, in settori diversificati, per un valore patrimoniale superiore a 100 milioni di euro) attraverso una joint venture in allestimento con la Intek. Nuovo contenitore del portafoglio sarà la I Due (da Intesa Intek) in via di costituzione, con capitale ripartito tra azioni privilegiate sottoscritte dalla banca e ordinarie in mano alla holding quotata di cui è presidente Vincenzo Manes (nella foto), che avrà anche la gestione. L' obiettivo di Intesa ? Alleggerire gli immobilizzi e valorizzare le partecipazioni industriali da conferire in modo più dinamico e flessibile, appoggiandosi alla struttura di Intek, che ha maturato una pluriennale esperienza di smobilizzi partecipativi, come nel caso del gruppo Santavaleria. Regista del progetto, oltre a Manes, è Gaetano Miccichè, capo del merchant banking e del large corporate di Banca Intesa.
 
io sono azionista storico delle INTEK RNC
 
AL 30/06/2002 LE AIZONI IN PORTAFOGLIO venivano messe a bilancio ad un valore nettamente superiore a quello di bilancio...


come ci faceva notare Pizzodigino:

Facendo passare velocemente il bilancio al 30.06.2002 mi è balzata all'occhio una cosa molto interessante; al 30.06.2002 la Intek deteneva azioni proprie della categoria risp. non conv. pari al 6,2% del capitale valutate al prezzo di carico di 0,6359 euro. Nella nota descrittiva si faceva notare che il prezzo di borsa dall'azione era in quel momento di 0,36 euro, ma "tenuto conto del valore effettivo della stessa, anche alla luce delle operazioni in via di definizione (vedi Sediver e Newfee) si è reputato di non dover provvedere ad una diversa valutazione."
Quindi per gli amministratori l'azione rnc valeva 0,6359 euro a giugno, periodo in cui non si erano ancora verificati materialmente gli effetti positivi delle vendite e degli incassi straordinari. "



la Intek è ...............

http://www.borsaitalia.it/media/borsa/db/pdf/2002.pdf

http://www.borsaitalia.it/media/borsa/db/pdf/1886.pdf
 
Intek bella
sei meglio di una mortadella

non è come andar per funghi
l'avvelenarsi è da me qui lungi
 
e' uno dei titoli più autocomprati dalla società stessa...
 
A questo punto dobbiamo ricapitolare un po' tutto quanto:

la società capitalizza in borsa:

azioni ordinarie:

166.893.736 x 0,54 = 90.122.617 euro

azioni risparmio:

36.663.380 x 0,54 = 19.798.252 euro

totale:

109.920.869 euro di capitalizzazione.


------------------





leggete bene alla data della trimestrale a quanto ammontava il patrimonio...... e propbabilmente la VENDITA DELLA ASPESI, che ha fruttato 21 milioni di euro non era ancora stata conteggiata.




Intek: i risultati del primo trimestre
..
Intek ha terminato il primo trimestre evidenziando un patrimonio netto pari a 142,2 mln di euro, mentre la posizione finanziaria netta ha mostrato un dato positivo per 102,9 mln di euro. ....






no, dico bene, 142,2 mln di euro di patrimonio netto ( NETTO)...

e il titolo ne capitalizza decisamente meno.
 
142.200.000 di patrimonio netto


203.527.116 azioni in circolazione



142.200.000 : 203.527.116 = prezzo di 0.698 che sarebbe il valore della società se venisse valutata secondo il patrimonio.
 
PROVIAMO A VEDERE QUANTO C'è IN CASSA:


Lunedì 28 Ottobre 2002, 19:50
Intek vede risultato e posizione finanziaria 2002 attivi
MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Il gruppo Intek , anche a seguito della recente dismissione di Sediver, prevede di chiudere l'esercizio in corso con un risultato e una situazione finanziaria "largamente" attivi, informa una nota.
La società ha chiuso il 2001 con un utile netto di competenza positivo per 5,453 milioni di euro.
Newfè, società controllata al 90% da Intek (Milano: TEKI.MI - notizie - bacheca) attiva nel settore dei crediti non performing, ha realizzato oggi un incasso di crediti per 86,7 milioni di euro, prosegue la nota.
Pertanto, con quanto percepito oggi dalla controllata, la posizione finanziaria netta del gruppo Intek, depurata dagli esborsi connessi all'operazione e ai costi gestionali di Newfè, è migliorata di circa 65 milioni di euro. /RED
--
LA FIORENTINA VETROARREDO CONQUISTA IL 100% DI SEDIVER
Milano 28 ottobre - Vetroarredo spa, il gruppo fiorentino che opera nel settore del vetro industriale, ha concluso la settimana scorsa le operazioni per l'acquisizione da Intek Spa del 100% del capitale di Sediver Sa, leader mondiale nel comparto degli isolatori in vetro e composito per il trasporto di energia elettrica a media ed alta tensione. L'importo dell'operazione è pari a 115 milioni di euro. Il Gruppo Sediver, che conta circa 1200 dipendenti, stabilimenti produttivi in Francia, Brasile e Cina, fa capo alla società francese Sediver SA e ha registrato nel 2001 un fatturato di 157 milioni di euro. Nell'esercizio in corso, tenuto conto della cessione delle attività statunitensi e di una fonderia in Francia, il gruppo prevede di raggiungere un fatturato di circa 120 milioni di euro.


----


Dopo il 30 settembre è stata ceduta Sediver con un incasso di 102 milioni di euro a cui vanno tolti 8 milioni investiti in Vetroarredo, l'acquirente di Sediver.
Quindi la posizione finanziaria, dopo tale operazione, è positiva per 44 milioni di euro.
Dobbiamo quindi aggiungere il credito incassato da Newfe pari a 86 milioni di euro e si ottiene 130 milioni di euro di posizione finanziaria netta contro 90 milioni di euro di capitalizzazione.
Sia l'operazione Sediver che l'operazione Newsfe comporteranno delle plusvalenze su cui ci saranno delle imposte da pagare. Quindi la posizione finanziaria si ridurrà di almeno il 30%.
Bisogna a questo punto aggiungere le partecipazioni dove scopro che Intek possiede:
90% di Newfe
8% di Vetroarredo
99% di A2Sa (alberto Aspesi)
Tutto il resto, Riva Calzoni compresa, è stato ceduto.


-----------------------




QUESTE SOPRACITATE SONO NOTIZIE DI FINE SCORSO ANNO.....MA CI SERVONO PER CAPIRE.



A QUESTE DOBBIAMO AGGIUNGERE QUEST'ULTIMA NOTIZIA


10:10 Intek cede partecipazione in A2 per 21mln euro
.. ..
Secondo quanto riporta una nota, Intek ha ceduto per 21 milioni di euro compresivi dei debiti la propria partecipazione in A2, società che detiene il 50% della società di abbigliamento Alberto Aspesi, alla Grayling del gruppo 2G Investimenti dell'imprenditore Giuliano Tabacchi. L'operazione ha fruttato a Intek una plusvalenza, al netto di imposte e oneri accessori pari a 3,2 milioni di euro, con un impatto positivo sulla posizione finanziaria netta di circa 17,8 milioni.







RICAPITOLANDO:


+ 102 milioni di euro da Sediver
- 52 negativi
+ 86 incasso Newfè
--------
+ 136 mln -30% circa, otteniamo un valore di 106 mln NETTI



A QUESTI VANNO AGGIUNTI 17,8 MILIONI NETTI


PERTANTO LA CASSA DOVREBBE AMMONTARE , APPUNTO A OLTRE 100 MILIONI DI EURO , CIOE' PER L'ESATTEZZA, SE I CALCOLI SONO CORRETTI A 123,8 MILIONI.

Bisogna a questo punto aggiungere le partecipazioni dove scopro che Intek possiede:
+ 8 milioni investiti in Vetroarredo, l'acquirente di Sediver.
100% intek holding
95% Newspi srl
90% di Newfe spa (SOCIETà CHE PER ME VALE MOLTO VISTO QUELLO CHE è RIUSCITA A DARE QUEST'ANNO)




(non ho notizie di queste due partecipazioni).
1)Il 24% di Ducati Energia, azienda produttrice di condensatori, generatori di calore e strumenti di misura
2)Il 100% di Tecsinter, azienda del canavese che produce oggetti sinterizzati per l’industrai automobilistica




ora dovrebbe essere chiaro perchè continuano a RASTRELLARE TITOLI....



SICURAMENTE PERCHè TUTTI QUEI MILIONI DI EURO FANNO MOLTA GOLA....E SONO BEN 123,7 MILIONI DI EURO DI CASSA!!!!
 
Non c'è il due senza il tre

Ciao Steffan, bentornato su Intek.

Il titolo è ottimo, ma non temi che possano fare una porcellata come quelle che abbiamo visto con AFI e più recentemente con Roncadin ? Non c'è il due senza il 3 si dice....

Ciao.
 
alla luce di tutto questo mi dai un target?
GRAZIE
 
Scritto da Steffan
142.200.000 di patrimonio netto


203.527.116 azioni in circolazione



142.200.000 : 203.527.116 = prezzo di 0.698 che sarebbe il valore della società se venisse valutata secondo il patrimonio.

X geko

il target è ai mezzi propri, cioè 0,698 euro.

( credo che la società possa anche essere delistata, come indicano anche nel primo articolo postato, ....)


PS: hai la mail box piena.
 
Re: Non c'è il due senza il tre

Scritto da PizzoidGino
Ciao Steffan, bentornato su Intek.

Il titolo è ottimo, ma non temi che possano fare una porcellata come quelle che abbiamo visto con AFI e più recentemente con Roncadin ? Non c'è il due senza il 3 si dice....

Ciao.

Ciao PIZZO, speravo fossi ancora su questo cavallo.

se ti va raccontaci un po' a quanto mettono a bilancio le azioni, cioè a che valore.



IL SITO DELLA SOCIETà è: WWW.ITK.IT
 
Re: Re: Non c'è il due senza il tre

Scritto da Steffan
Ciao PIZZO, speravo fossi ancora su questo cavallo.

-------------------------------------------------------------------------------
In verità è da un po che sono uscito; ho continuato a seguire il titolo ma solo per le quotazioni ( speravo in un ribasso per rientrare, ma è da parecchio che sale solamente).

Se non fossi stato scottato dalle esperienze suddette, ci entrerei a pesce. Se non ricordo male però il I° trimestre non è andato molto bene. Se trovo un pò di tempo (oggi stò seguendo con apprensione le mie Nicox che fanno - 9%) farò una veloce analisi del bilancio. Ciao.
 
MA GUARDA UN PO...

INTANTO PERO MANOVRANO IL BOOK!!!!!!:confused: :confused: :confused: :confused: :mad:
 
Indietro