Juventus 2023/24 - La Juve agli juventini ⚪️⚫️

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
All'epoca avevi varie fonti di gioco ...

la prima juve di conte aveva pirlo-vucinic e e gli inserimenti di marchisio e vidal, oltre a del piero quando giocava.
poi avevi tevez al posto di vucinic ..
poi dybala-cuadrado-pjanic al posto di pirlo-tevez

oggi abbiamo ..... boh, cambiaso al limite. Gli altri son giocatori che strappano o di contorno.

Chiaro che vai in difficolta', specie con le piccole.

L'altro problema ovvio e' che, mancando piedi buoni, si fa fatica ad uscire con la palla se pressati alti.
 
arrivarono Khedira e Pjanic che erano meno esuberanti fisicamente e piú 'spezza gioco' che altro.
Khedira veniva da anni in cui era titolare fisso al Real e ce lo hanno dato perché credevano fosse rotto, era un signor centrocampista.
Pjanic era trequartista prima di Allegri.
Il problema è proprio come li faceva giocare l'allenatore.
Se gli avessero chiesto chi prendere al Milan tra Pirlo e Van Bommel avrebbe preso Pirlo che a Milano metteva sempre in panca o Van Bommel che con lui era titolare fisso al posto di Pirlo?
Il problema è che lui il centrocampo lo vede così
 
Adesso giocatori che non siano in squadre tra le più importanti e che potrebbero fare assist ed aumentare la creatività della fase offensiva della Juventus, sono Zirkzee, che è già stato nominato in questo thread, ed il trequartista Michael Olise, del Crystal Palace, che anche oggi contro l'Aston Villa si è fatto notare per un assist nell'azione della prima rete e per aver passato la palla a chi dalla fascia ha fatto il cross su cui è stata realizzata la seconda rete.

Olise è del 2001 come Zirkzee.
Olise aveva avuto un infortunio muscolare ad una coscia ed una ricaduta: Hodgson aveva riferito che lo staff medico gli aveva detto che era in grado di giocare un tempo, aveva l'impressione che senza Olise la partita fosse persa, lo aveva mandato in campo nel secondo tempo e si era nuovamente infortunato in febbraio. Dall'inizio di aprile gioca.

Michael Olise - Stats 23/24

Crystal Palace dealt huge blow over Michael Olise injury

Olise e Zirkzee hanno origine nigeriana da parte del padre. Olise ha madre franco-algerina ed ha giocato nella nazionale francese under 21.
Sarebbe da capire se lo staff medico sarebbe in grado di capire se Olise sia a rischio di nuovi infortuni muscolari e se interessi a qualche club ricco della Premier.
 
Ultima modifica:
ricordi ...
1716137670344.jpeg
 
Khedira veniva da anni in cui era titolare fisso al Real e ce lo hanno dato perché credevano fosse rotto, era un signor centrocampista.
Pjanic era trequartista prima di Allegri.
Il problema è proprio come li faceva giocare l'allenatore.
Se gli avessero chiesto chi prendere al Milan tra Pirlo e Van Bommel avrebbe preso Pirlo che a Milano metteva sempre in panca o Van Bommel che con lui era titolare fisso al posto di Pirlo?
Il problema è che lui il centrocampo lo vede così
La stagione di Pirlo con Allegri nel Milan fu tormentata dai problemi fisici. Pirlo saltò 17 partite, metà campionato. I 31 anni e la predisposizione ai guai muscolari, portarono il Milan a rinegoziare la sua posizione. Nel suo libro "Penso quindi gioco", Pirlo ricostruisce quei giorni:

" 'Andrea, il nostro allenatore Allegri pensa che se resti non potrai più giocare davanti alla difesa - sono le parole dell'amministratore delegato Adriano Galliani, ndr- Per te avrebbe pensato a un altro ruolo: sempre a centrocampo, ma sulla sinistra'. Piccolo particolare: davanti alla difesa pensavo di poter dare ancora il meglio di me. Un pesce quando il mare è profondo respira, se lo spostano sotto il pelo dell'acqua si arrangia, ma non è la stessa cosa. 'Anche con te in panchina o in tribuna abbiamo vinto lo scudetto. E poi, Andrea, da quest'anno la politica della società è cambiata. A chi ha più di trent'anni, proponiamo il rinnovo di contratto solo per dodici mesi'.
...


Allegri e Pirlo, storia e evoluzione di un equivoco tattico

Allegri avrebbe voluto far giocare Pirlo nel Milan più o meno nella posizione di Modric nel Real Madrid in qualche periodo.

1716141187041.png
 
Ultima modifica:
E infatti dopo Pirlo ha cambiato squadra e allenatore e davanti alla difesa ha fatto la differenza per anni. Perché non ci sposta Locatelli a sinistra che è il suo ruolo?
Potrei sbagliare ma mi sembra di ricordare che nello stesso libro Pirlo si lamenta del fatto che una volta recuperato dall' infortunio si ritrovava comunque a giocare col contagocce.
Tra l'altro anche nella formazione dell' immagine perché gioca Barzagli che rientra da infortunio e ha giocato tutta la stagione a fasi alterne e non è rimasto con la difesa a 4 con Dani Alves basso e Cuadrado alto che stava spaccando il mondo?
La risposta è sempre la stessa: prima si difende, poi, in caso, si attacca che tanto qualche occasione ci scappa. Brutti modo di vedere il calcio, che però è redditizio, soprattutto se giochi con squadre più forti della tua
 
Appunto, entra sul 3-1 per gli altri a 14 minuti dalla fine!
Magari qualcun altro si sarebbe pure rifiutato di entrare.
 
Ho sbagliato a contare!
Vabbè il senso si è capito comunque.
 
Adesso giocatori che non siano in squadre tra le più importanti e che potrebbero fare assist ed aumentare la creatività della fase offensiva della Juventus, sono Zirkzee, che è già stato nominato in questo thread, ed il trequartista Michael Olise, del Crystal Palace, che anche oggi contro l'Aston Villa si è fatto notare per un assist nell'azione della prima rete e per aver passato la palla a chi dalla fascia ha fatto il cross su cui è stata realizzata la seconda rete.

Olise è del 2001 come Zirkzee.
Olise aveva avuto un infortunio muscolare ad una coscia ed una ricaduta: Hodgson aveva riferito che lo staff medico gli aveva detto che era in grado di giocare un tempo, aveva l'impressione che senza Olise la partita fosse persa, lo aveva mandato in campo nel secondo tempo e si era nuovamente infortunato in febbraio. Dall'inizio di aprile gioca.

Michael Olise - Stats 23/24

Crystal Palace dealt huge blow over Michael Olise injury

Olise e Zirkzee hanno origine nigeriana da parte del padre. Olise ha madre franco-algerina ed ha giocato nella nazionale francese under 21.
Sarebbe da capire se lo staff medico sarebbe in grado di capire se Olise sia a rischio di nuovi infortuni muscolari e se interessi a qualche club ricco della Premier.

Non conosco Olise, probabilmente è fortissimo, ma nell'acquisto di giocatori per questa juve utilizzerei un concetto fondamentale.

La Juve non ha 3 o 4 di anni di tempo per costruire e fare con calma...

La Juve, per le proprie ambizioni naturali e per il tifo che ha, deve ingranare in breve tempo (attenzione ingranare non vuol dire vincere subito per forza, ingranare vuol dire ingranare cioè far vedere in campo che si sta creando un progetto importante di mentalità e gioco in modo concreto).... se arriva Motta avrà al massimo qualche mese per cominciare a far girare bene la macchina, altrimenti poi inizieranno i mugugni....e coi mugugni i primi problemi...

Allora penso che tra un giocatore che sta già facendo bene in serie A e un giocatore che sta facendo bene in un campionato estero, entrambi funzionali a Motta, vado diretto su quello che sta già facendo bene in serie A.... perchè presumibilmente avrà bisogno di minor tempo per adattarsi (tipo di campionato, lingua, modo di mangiare e vivere) rispetto al giocatore estero... soprattutto e ancor meglio se è un giocatore che sta già giocando con Motta...

Quindi se la scelta, per esempio e per gioco, deve essere tra Zirkzee e Olise...vado tutta la vita su Zirkzee ... se invece hanno ruoli diversi guarderei prima in Italia comunque.... cioè se Olise è un trequartista puro e Motta vuole un trequartista la prima scelta per lui penso sarebbe Ferguson del Bologna che però ha avuto un grave infortunio ed allora guarderei ad altri ruoli simili in Italia che sono Koopmeiners (molto costoso) oppure (meno costoso) Colpani del Monza...

Ma il concetto di fondo è appunto che tenderei a prediligere chi già gioca in serie A e gioca bene, perchè di tempo non ce n'è tanto per adattarsi ed ingranare... poi ovvio che se si pensa di aver di fronte un giocatore estero fenomenale ad un prezzo basso allora quella può rappresentare l'eccezione...
 
Non conosco Olise, probabilmente è fortissimo, ma nell'acquisto di giocatori per questa juve utilizzerei un concetto fondamentale.

La Juve non ha 3 o 4 di anni di tempo per costruire e fare con calma...

La Juve, per le proprie ambizioni naturali e per il tifo che ha, deve ingranare in breve tempo (attenzione ingranare non vuol dire vincere subito per forza, ingranare vuol dire ingranare cioè far vedere in campo che si sta creando un progetto importante di mentalità e gioco in modo concreto).... se arriva Motta avrà al massimo qualche mese per cominciare a far girare bene la macchina, altrimenti poi inizieranno i mugugni....e coi mugugni i primi problemi...

Allora penso che tra un giocatore che sta già facendo bene in serie A e un giocatore che sta facendo bene in un campionato estero, entrambi funzionali a Motta, vado diretto su quello che sta già facendo bene in serie A.... perchè presumibilmente avrà bisogno di minor tempo per adattarsi (tipo di campionato, lingua, modo di mangiare e vivere) rispetto al giocatore estero... soprattutto e ancor meglio se è un giocatore che sta già giocando con Motta...

Quindi se la scelta, per esempio e per gioco, deve essere tra Zirkzee e Olise...vado tutta la vita su Zirkzee ... se invece hanno ruoli diversi guarderei prima in Italia comunque.... cioè se Olise è un trequartista puro e Motta vuole un trequartista la prima scelta per lui penso sarebbe Ferguson del Bologna che però ha avuto un grave infortunio ed allora guarderei ad altri ruoli simili in Italia che sono Koopmeiners (molto costoso) oppure (meno costoso) Colpani del Monza...

Ma il concetto di fondo è appunto che tenderei a prediligere chi già gioca in serie A e gioca bene, perchè di tempo non ce n'è tanto per adattarsi ed ingranare... poi ovvio che se si pensa di aver di fronte un giocatore estero fenomenale ad un prezzo basso allora quella può rappresentare l'eccezione...
Nelle partite più recenti ho visto Olise giocare soprattutto da trequartista centrale e da trequartista esterno destro.
Prima di aprile non lo avevo notato (per qualche mese era infortunato).
Olise e Zirkzee potrebbero anche giocare insieme. Ma mi pare difficile che la Juve possa acquistarli entrambi (dipende anche da chi Giuntoli abbia intenzione di cedere).
Può giocare da trequartista in 4-2-3-1, 3-4-1-2 , 3-4-2-1, 4-3-2-1 , 4-2-2-2 , 4-3-1-2.

Da un sito britannico un'analisi di qualche mese fa su Michael Olise :

Olise è un trequartista/attaccante mancino che ha giocato prevalentemente come esterno/ala destra, con qualche partita come numero 10. È sicuro di sé e creativo, capace di portare avanti il pallone, di dribblare attraverso il centrocampo e di effettuare passaggi e cross penetranti ma morbidi.

Quando opera da destra, come mancino, cerca di tagliare all'interno e di fornire cross curvi e cadenti ai compagni di squadra che attaccano il centro, o più comunemente il lato opposto, dell'area di rigore. Olise ha un'impressionante capacità di sollevare il pallone oltre i suoi avversari più vicini, con un topspin sufficiente a far correre il pallone tra i suoi avversari. Il suo camuffamento sul pallone, unito a un abbassamento delle spalle, rende difficile per il suo diretto avversario prevedere quando sceglierà di tagliare dentro. Questo gli permette di avere lo spazio momentaneo per effettuare i cross in profondità .
...
Nella stagione 2022/23, Olise ha giocato anche come numero 10 centrale in un 4-2-3-1. In questo ruolo, si inseriva tra i centrocampisti centrali avversari, sviluppando connessioni più strette con il centravanti - Ayew, Edouard, Mateta o, a volte, Zaha. Olise ha effettuato il maggior numero di passaggi chiave per il Palace in Premier League in quella stagione, con un numero significativo di passaggi come numero 10 centrale.

Quando riceveva centralmente - spesso tra le linee - Zaha, Eze e Ayew supportavano, ma ruotavano anche con Olise. Il Palace era fluido tra le linee, sostenendo alle spalle e proteggendo da retroguardia, attraverso un doppio pivot.
...
Tradotto con DeepL.com (versione gratuita)

Michael Olise: position and style of play - The Coaches' Voice

Mesi fa gli inglesi dicevano che Olise interessava a Chelsea e Liverpool, più recentemente dicono che sia seguito dal Manchester United. Se fosse un vero obiettivo di qualche club inglese tra i più ricchi sarebbe difficile da acquistare.

Manchester United target Michael Olise as Bayern Munich consider Bruno Fernandes swoop - Paper Round - Eurosport

1716199773489.png

1716199698469.png

1716199804662.png

1716199825207.png

1716199718717.png
 
Ultima modifica:
Non conosco Olise, probabilmente è fortissimo, ma nell'acquisto di giocatori per questa juve utilizzerei un concetto fondamentale.

La Juve non ha 3 o 4 di anni di tempo per costruire e fare con calma...

La Juve, per le proprie ambizioni naturali e per il tifo che ha, deve ingranare in breve tempo (attenzione ingranare non vuol dire vincere subito per forza, ingranare vuol dire ingranare cioè far vedere in campo che si sta creando un progetto importante di mentalità e gioco in modo concreto).... se arriva Motta avrà al massimo qualche mese per cominciare a far girare bene la macchina, altrimenti poi inizieranno i mugugni....e coi mugugni i primi problemi...
Dipende dalle intenzioni del tuo/nostro proprietario. La Ferrari sono 16 anni che non vince nulla, e nel passato recente anche noi si è sfiorato il decennio.
Immagino che per il primo anno del nuovo allenatore, siano richiesti i medesimi obiettivi di questa stagione, zona Champions, un buon percorso in Coppa Italia, e il superamento del girone iniziale di CL
 
Dipende dalle intenzioni del tuo/nostro proprietario. La Ferrari sono 16 anni che non vince nulla, e nel passato recente anche noi si è sfiorato il decennio.
Immagino che per il primo anno del nuovo allenatore, siano richiesti i medesimi obiettivi di questa stagione, zona Champions, un buon percorso in Coppa Italia, e il superamento del girone iniziale di CL
Ma, per come la penso io, la differenza tra Ferrari e Juve è il pubblico... il pubblico della Ferrari è molto ma molto più paziente e forse anche meno visceralmente attaccato, seppur molto caloroso...

Difficilmente l'amico o il collega ti percula perchè Verstappen ha battuto per l'ennesima volta Leclerc... molto più facile che ti perculi perchè la juve fa cacare

Il calcio fa più parte della vita quotidiana del popolo medio

Il pubblico della juve è molto meno paziente...

Mi sbaglierò, mi capita spesso, ma se dopo pochi mesi la juve di Motta non ingrana cominceranno i fastidi e i mugugni.... si comincerà a dire "non ci serviva l'ex interista in panca", "criticavate Allegri ed ecco il risultato col sostituto"....

Quindi, anche per questo motivo, a Motta serve avere giocatori abituati alla serie A...
 
Io non mi aspetto un super gioco spumeggiante e tutto a memoria, ma almeno sedermi a vedere la partita e quando guardo il cronometro pensare..toh già passati 30 min..e non ancora 60' di gioco??
Mi basterebbe vedere un po' più di velocità ed agonismo.
Basta giocatori che camminano, con passaggini lenti.
Non trovo le statistiche, ma credo che quest'anno gol non provenienti da palla inattiva sono stati veramente pochi.
 
Nel calcio di oggi, ognuno secondo le qualità dei propri giocatori, servono 2 cose da allenare ben bene.
1) Come portare il pressing
2) Come uscire dal pressing altrui
Queste 2 cose si vanno a tradurre sul fatto che tu giochi bene o male. Poi ovviamente se hai giocatori di classe farai meglio la 2, se hai giocatori più scarsi farai meglio la 1.
Se lavori bene.

Se le fai molto bene entrambe hai fatto bingo.
 
La sfuriata di Allegri e la moralina della Vecchia Signora

Ci si ammutolisce davanti al fulmine sgarbato che viene da un dio degli stadi. La società invoca i valori, ma che scuoletta di buon gusto è quella di liquidare con accanimento un suo leader per una scenataccia umana troppo umana?

20 mag 2024- Giuliano Ferrara

Lo stile Juventus è da sempre una grande cialtronata. Mai come nel caso di Massimiliano Allegri, licenziato perché si comporta in modo “contrario ai valori della società”. Lasciamo stare i risultati dell’allenatore, che tappano la bocca (cinque scudetti eccetera). Il fatto di costume, la saccente lezioncina pedagogica a uno che ha comprensibilmente sbroccato, stufo di essere perculato dalla “società dei valori”, prevale su tutto. I valori sono un travestimento ipocrita della voglia di competere e vincere, dei quattrini per farlo, dei bilanci forzati e della gara non sempre irreprensibile sul mercato dei talenti. Tutti partecipiamo del balletto valoriale, tutti ci ubriachiamo di bibite idealistiche, parametri di eleganza e compostezza, e alla fine questa ipocrisia può anche tracimare in banali regole di buona educazione. Perfetto.
Ma conciare per le feste e sottoporre a gogna un uomo che fa una sfuriata, che esprime non ciò in cui dice di credere, i valori, ma quel che è, il suo effettivo valore umorale e carnale di una sera, è un modo di offendere l’amor proprio manifesto di un professionista soffocato dal rancore ambientale, che alla fine esplode e sanziona il tutto minacciando di strappare le orecchie a un giornalista e dando il bando a un collega aziendale, stracciandosi le vesti e turpiloquendo a casaccio
nel giorno di una vittoria e dell’addio.
La collera richiede rispetto, se non solidarietà. Chi s’infuria fuori dalle righe in genere è visitato dalla necessità, da una smania che può perfino avere dell’elegante, del rivelatore, dell’irreprensibile. Ci si ammutolisce davanti al fulmine sgarbato che viene da un dio degli stadi. Anche questa è una questione di etichetta. La società, invece di invocare valori, avrebbe dovuto per eleganza e compostezza mostrare un lieve imbarazzo e risolvere il contratto senza strepito e condanne morali. La chiamano la Vecchia Signora, è un simbolo popolare della rabbia e della potenza del tifo, del plebiscito delle maggioranze urlanti davanti all’idolo dello scudetto e della
coppa, che senso ha invocare l’etichetta di Balmoral, che scuoletta di buon gusto è quella di liquidare con accanimento un suo leader per una scenataccia umana troppo umana? La collera di Allegri aveva il sapore di una rivalsa a lungo rimandata verso un tradimento, che non è un tradimento di valori ma personale, di serietà professionistica, era lo strepito di un uomo sottoposto alla guerra dei sussurri, a certe spietatezze e volgarità d’apparato che sono tipiche delle stagioni di insania e di autolesionismo certo non estranee alla Juve di questi ultimi tempi. Avrebbe potuto e forse dovuto accontentarsi dell’ultima vittoria sull’atalanta e mettersi il cuore in pace, ma ci sono casi in cui l’orgoglio diventa travolgente e senza far male a
nessuno rende lecito prendere tutti a pesci in faccia. Il comportamento di Allegri, la sua baldanza e la sua furia, andrebbe insegnato nelle scuole per far vedere a che punto può arrivare, in certi contesti, l’ira repressa di un generale di brigata fortunato alle prese con una diserzione indiscreta, vile e contundente. Invece siamo alle solite del banalismo etichettaro, non sta bene, non si fa, goditi la vita, non reagire, non avere stomaco, le persone a modo non fanno così, tutti contro Allegri. Ma che restituiscano quei cinque scudetti e quelle coppe invece di frignare e condannare in nome dei valori e della moralina comune uno che hanno semplicemente trattato male e gli ha fatto una omerica scenataccia.
 
Pare probabile che Michael Olise passi a qualche big inglese. Ho visto poco fa che a febbraio c'era qualche articolo che ipotizzava che la Juventus avrebbe dato Matias Soule come parziale contropartita per Olise. Soulé, voci dall’Inghilterra: “Juve pronta a metterlo sul piatto”
Più recentemente Soule è ancora indicato come possibile acquisto del Crystal Palace, che lo starebbe prendendo in considerazione per sostituire Olise.

£34m-rated Juventus Star Among 3 Possible Michael Olise Replacements at Palace

Il Crystal Palace ha alcuni giocatori offensivi che avrebbero suscitato l'interesse di qualche big inglese.
Da febbraio l'allenatore del Crystal Palace è Oliver Glasner , austriaco che per alcuni anni aveva allenato in Germania ( Eintracht etc.).

Tutti pazzi per Olise, Eze e Mateta, ma Glasner frena: "Fiducioso sulla loro permanenza" - TUTTO mercato WEB
 
Dalla partita di ieri sera, per me in attacco la prossima stagione si deve ripartire da yildiz+chiesa+chivoletevoi.....
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Indietro