Kme-la nuova Intek vol.3

L'acquisizione da parte di cunova dell'intero business dei metalli speciali aerospaziali del Gruppo KME (“KME Aerospace”) consentirebbe alla società combinata di servire anche i mercati dell'esplorazione spaziale e aerospaziale in generale

:mmmm::mmmm: non si riesce a trovare una minima traccia di “KME Aerospace”, e di quanto è valutata a bilancio :mmmm::mmmm:

soliti magheggi
 
Per le azioni di risparmio, se si vogliono eliminare, si dovrà passare da una assemblea speciale che deliberi la conversione obbligatoria in ordinarie, con in parallelo una congrua offerta in titoli ordinari e tanti soldi anche utilizzando le obbligazioni che hanno.
Fortunatamente la congruità dell'offerta verrà stabilita tra i maggiorenti soci di risparmio e la controparte 422
La tua ipotesi sul valore delle Risparmio?

Non mettiamo in difficoltà @Andre_Sant , anche au questo punto è tutto scritto.
L'offerta effettuata sulle risparmio fu di 1.2 cum, significa che allora si aspettavano nel giro di due anni circa un valore di 2.5 x ; quindi 2.5 €
Mi aspetto una offerta con uno sconto prendendo di base quel prezzo, teniamo conto che il valore di kme che sta emergendo, @sissidog docet, è più alto di quello ipotizzabile all'epoca sella seconda opa, e che le risp sono poche ma fondamentali per arrivare ad uno squeeze totale, quindi qui mi aspetto che si arrivi ad un accordo tra i maggiori azionisti di risparmio e 422, conversione obbligatoria a prezzo di soddisfazione per tutti

è veramente difficile fare delle ipotesi, anche perchè sappiamo tutti quanto fantasioso sia Manes nelle sue offerte.
Noto che il mercato sta già prezzando le rsp quasi a a 1,5€ pertanto la forbice di una eventuale offerta si restringe tra questa quotazione e i 2,5€ circa... ma l'offerta deve soddisfare sia Manes che gli azionisti di risparmio, molti dei quali di lungo corso e quasi tutti celoduristi :D

Diciamo che se l'obiettivo è il delisting per quanto con braccino corto su 14 milioni di titoli non vedo sbagliato per la proprietà proporre anche 2.5 che rappresenta circa il valore che jp morgan si attendeva a suo tempo.
Ora le valutazioni sono anche migliorate

aggiungerei che il moltiplicatore 2,5x come minimo guadagno atteso sull'intera operazione da Manes&co entro il 2026, secondo me vale più per le ordinarie che per le (poche) risparmio. Queste ultime valgono di più e pertanto non sarebbe assurda un proposta vicino ai 2,5€. Ma ripeto, il filantropo è molto fantasioso, e io mi aspetto qualche ulteriore gioco di prestigio, piuttosto che una proposta cash.
 
Un riassunto per tutti sulle.ipotesi del.valore delle risparmio.
 
Oggi ha portato.bene di nuovo sopra.a 1.50 a quando una bella quotazione a 2 c'è spazio di salita
 
Socio Giorgio Zaffaroni presenta propria lista alla prox assemblea. (8 mil az Ord)
sarà un segnale di fumo... Tanta roba
 
piccolo riassunto

Non mettiamo in difficoltà @Andre_Sant , anche su questo punto è tutto scritto.
L'offerta effettuata sulle risparmio fu di 1.2 cum, significa che allora si aspettavano nel giro di due anni circa un valore di 2.5 x ; quindi 2.5 €
Mi aspetto una offerta con uno sconto prendendo di base quel prezzo, teniamo conto che il valore di kme che sta emergendo, @sissidog docet, è più alto di quello ipotizzabile all'epoca sella seconda opa, e che le risp sono poche ma fondamentali per arrivare ad uno squeeze totale, quindi qui mi aspetto che si arrivi ad un accordo tra i maggiori azionisti di risparmio e 422, conversione obbligatoria a prezzo di soddisfazione per tutti

è veramente difficile fare delle ipotesi, anche perchè sappiamo tutti quanto fantasioso sia Manes nelle sue offerte.
Noto che il mercato sta già prezzando le rsp quasi a a 1,5€ pertanto la forbice di una eventuale offerta si restringe tra questa quotazione e i 2,5€ circa... ma l'offerta deve soddisfare sia Manes che gli azionisti di risparmio, molti dei quali di lungo corso e quasi tutti celoduristi :D

Diciamo che se l'obiettivo è il delisting per quanto con braccino corto su 14 milioni di titoli non vedo sbagliato per la proprietà proporre anche 2.5 che rappresenta circa il valore che jp morgan si attendeva a suo tempo.
Ora le valutazioni sono anche migliorate

aggiungerei che il moltiplicatore 2,5x come minimo guadagno atteso sull'intera operazione da Manes&co entro il 2026, secondo me vale più per le ordinarie che per le (poche) risparmio. Queste ultime valgono di più e pertanto non sarebbe assurda un proposta vicino ai 2,5€. Ma ripeto, il filantropo è molto fantasioso, e io mi aspetto qualche ulteriore gioco di prestigio, piuttosto che una proposta cash.

Ognuno è libero di volare con la fantasia, ma rimanere con i piedi per terra credo sia più saggio, per non avere delusioni. Ad oggi, non è mai arrivata una proposta degna sulle azioni di risparmio, la prima permetteva di concambiare bond, ed è stata fatta nel 2021 ad un prezzo di poco superiore ai 50 centesimi, poi un'altra ops nel 2022 valutava le azioni 0,80 euro senza che ci sia stato neppure un rilancio, poi la terza è stata un'opa fatta a 1,30 cum dividendo. Non ci sono state adesioni significative in nessuna delle 3, anche se la prima ops del 2021 ha permesso di ridurre di molto i titoli residui in circolazione. Oggi il 10% delle azioni di risparmio residue sono della proprietà, per cui il raggio di offerta sarebbe su 12,8 milioni di titoli. Non tante, ma la società prende tanto tempo, e le azioni sono diventate più care. Non sembra ci sia la voglia di chiudere la partita, e di conseguenza non è in discesa neppure la fusione inversa. E' tempo di cambiare strategia, se Manes davvero vuole chiudere la questione. Ma pensare ad un'offerta largamente sopra i 2 euro, sinceramente io non ci credo neppure se lo vedo. Mi aspetterei un'offerta inferiore con la possibilità di un conguaglio per i dividendi non ancora incassati, ma non comunque superiore ai 2 euro. Non credo passerà molto tempo prima di avere qualche novità.

Per le azioni di risparmio, se si vogliono eliminare, si dovrà passare da una assemblea speciale che deliberi la conversione obbligatoria in ordinarie, con in parallelo una congrua offerta in titoli ordinari e tanti soldi anche utilizzando le obbligazioni che hanno.
Fortunatamente la congruità dell'offerta verrà stabilita tra i maggiorenti soci di risparmio e la controparte 422
 
nella giornata appena trascorsa le risparmio sono risalite sopra 1,5

vediamo domani che succede
 
anche oggi giornata radiosa per kmer 1,55 apertura
 
Già, il socio Zaffaroni, secondo me non ha presentato i propri candidati per essere eletti.....

Queste due assemblee di primavera 2024 mettono in evidenza che non controllano l'assemblea dei risparmisti e lo squeeze è ancora molto lontano :yes:
esatto e anche che se volessero chiudere tutta l'operazione delisting in modo ordinato, oggi hanno i referenti per un accordo
 
Dal documento parti correlate... confermano il valore intrinseco della società superiore a tutte le lore giravolte passate e future
e cmq nella stessa assemblea vanno a votare favorevolmmente per il ritiro cash e/o natura di warr management per evitare diluizione e contemporaneamente nuova emissione di call scad 2027 su strumenti quotati :mmmm::mmmm:

come sempre Manes number one


In particolare, gli stessi Amministratori Esecutivi hanno rilevato che al momento delle emissioni deiWarrant Management, la prospettiva per loro, in quanto beneficiari, era quella di poter sottoscrivereun titolo quotato in Borsa e dunque liquido e, volendo, immediatamente monetizzabile. In secondoluogo, la liquidità del titolo avrebbe permesso agevolmente ai beneficiari di trovare fonti difinanziamento, tali da costituire idonea provvista per la sottoscrizione dei titoli. I presupposti sonovenuti meno con il delisting



2.3. Indicazione delle motivazioni economiche e della convenienza per la Società dell’Operazione.Qualora l’Operazione sia stata approvata in presenza di un avviso contrario degli amministratori odei consiglieri indipendenti, un’analitica e adeguata motivazione delle ragioni per le quali si ritienedi non condividere tale avviso.


Gli Accordi sono convenienti economicamente per la Società.La stessa infatti compra warrant, evitando una forte diluizione del capitale sociale, che sarebbedeterminata dalla conversione dei warrant in azioni ordinarie. L’acquisto avverrebbe al prezzo di Euro0,60 l’uno, contro il valore di Euro 1,00 per azione; il valore di acquisto sarebbe allineato al prezzodell’OPA Warrant, che ha offerto la possibilità ai titolari di warrant di cedere gli stessi alla Società;tale possibilità era preclusa ai titolari di Warrant Management.

Il prezzo è ritenuto conveniente per la Società considerando che, in base al convincimento delConsiglio di Amministrazione, condiviso dai membri del Comitato Parti Correlate, il valore intrinsecodella stessa è considerato superiore sia alla valorizzazione derivante dal corrispettivo unitario di Euro0,60 per ciascun Warrant Management sia al valore del patrimonio netto e degli attuali valori diriferimento di Borsa e di OPA; è inoltre nell’interesse della Società evitare una forte diluizione deltitolo, che sarebbe determinata dalla emissione di n. 37,5 milioni di azioni ordinarie ad un prezzo diEuro 0,40.

Sulla base degli Accordi, invece, qualora gli Amministratori Esecutivi optassero tutti einteramente per un pagamento del prezzo in natura, si avrebbe un’emissione di massime n. 22,5milioni di azioni ordinarie, determinando così una diluzione più contenuta rispetto all’esercizio ditutti i Warrant Management.L’acquisto “a sconto” dei Warrant Management condivide il medesimo interesse sociale che è giàstato alla base dell’OPA Warrant, avendo un effetto di buy back, vantaggioso per la Società in quantomigliorativo degli indici patrimoniali e reddituali.

L’Operazione è passata al vaglio del Comitato PartiCorrelate che, in data 18 aprile 2024, ha espresso parere favorevole all’unanimità.Il Consiglio di Amministrazione ha approvato all’unanimità, con l’astensione degli AmministratoriEsecutivi, l’Operazione con deliberazione del 22 aprile 2024 e, conseguentemente, con il votofavorevole di tutti gli amministratori indipendenti.
 
Sempre dal documento pubblicato ieri... il socio Gallo non ha consegnato nulla sia in opa che in OPSC WARR, come pure il socio Ricciardi ha mantenuto la propria posizione in az risp

Gli Amministratori Esecutivi detengono i seguenti strumenti finanziari dell’Emittente a titolopersonale:

Nome e cognome
Strumento Finanziario
Numero strumentiposseduti


Marcello Gallo KME Group SpA - Azioni ordinarie 835.931 KME Group SpA - Warrant KME Group 2021/2024 337.384
 
Patrimonio netto per azione

Esercizio 2023 1,54
 
Indietro