La grande sinfonia dell'universo e la teoria delle stringhe

  • Creatore Discussione FR
  • Data di inizio

FR

Entanglement
Registrato
1/4/00
Messaggi
1.900
Punti reazioni
250
Quella dell'universo sembra essere un'orchestra d'archi a cui poi si sono aggiunti strumenti a percussione che suona la propria musica, in cui ogni oggetto del cosmo dal più grande al più piccolo è assimilato ad una corda che vibra, e contribuisce ad un'armonia simile a quella concepita da Pitagora qualche migliaio di anni fa.

Questo esempio viene utilizzato per introdurre quella che è chiamata oggi La teoria delle stringhe e superstringhe. L'intento dichiarato è quello si spiegare l'universo nella sua enorme complessità dall' infinitamente grande all' infinitamente piccolo con un'unica teoria.

Quello che era il sogno di Einstein, la teoria unitaria, sta forse prendendo corpo, anche se numerosi sono gli ostacoli che si frappongono alla sua realizzazione

La nascita di questi nuovi studi si fanno derivare agli anni 70 e sin da subito si sono trascinati dietro dispute e controversie con polemiche anche feroci.

Ora a quanto sostiene uno dei suoi divulgatori più famosi Brian Greene in un'intervista alla rivista "Le Scienze" il tutto sembra crescere sul piano della credibilità prendendo consistenza e prestigio

Certo alcune conclusioni che derivano direttamente da questi studi appaiono stravaganti ed esoterici difficili da accettare. Si parla della possibilità di mondi diversi e paralleli uno dei quali è il nostro fino ai misteriosi spazi di Calabi-Yaou…..

Mi fa piacere sapere che tutto sia partito da un'idea dell'italiano Gabriele Veneziano che per primo ipotizzò le corde al posto di particelle puntiformi e lo studio delle sue vibrazioni

La mia è una descrizione estremamente semplicistica buttata così per incuriosire ma la teoria delle stringhe e superstringhe sta veramente impegnando molti fisici teorici che, prima in maniera astratta, e ora con la ricerca di verifiche sperimentali, cercano di dargli corpo.

Di recente un "rumore" di fondo dell'universo, che proveniva dagli spazi siderali sembrava essere una nota di questo grandioso concerto destando entusiasmo negli addetti ai lavori.

A me piace semplicemente immaginare che qualcuno di noi possa ascoltare, nel silenzio della notte con il cielo stellato, qualcuna di queste note del grande concerto della vita.

FR

http://www.lescienze.it/specialarchivio.php3?id=8236
 
Già la fisica eretica, l'estremo confine che ci porta a Dio.
 
ossigggggnnnnnnuuuuuuurrrrrrrrrrrrr
che belinate!!!!:D ;)
 
Scritto da bluck
ossigggggnnnnnnuuuuuuurrrrrrrrrrrrr
che belinate!!!!:D ;)
Ciao Bluck, la tua esclamazione, se si valutano le conclusioni talvolta stravaganti, talvolta incredibili possono essere anche giustificate. Però se facciamo una disamina della storia della scienza, in particolare quello che riguarda la relatività di Einstein e forse in maniera ancora più accentuata la meccanica quantistica c'era da parte degli stessi addetti ai lavori molto scetticismo, eppure con il passare degli anni ci sono state conferme sperimentali e ricadute tecnologiche che sfruttano quei principi teorici.
La teoria delle stringhe, con i mezzi rigorosi della matematica, cerca di conciliare due teorie in contrasto tra di loro, ed il fatto che se ne parli in una rivista come "Le Scienze", derivazione italiana di "Scientific American" ed un po' portavoce divulgativo della comunità scientifica internazionale, non la pone tra "la fisica eretica" (Ciao anche a te Fastmax! )
FR
 
Ultima modifica:
Scritto da FR
Ciao Bluck, la tua esclamazione, se si valutano le conclusioni talvolta stravaganti, talvolta incredibili possono essere anche giustificate. Però se facciamo una disamina della storia della scienza, in particolare quello che riguarda la relatività di Einstein e forse in maniera ancora più accentuata la meccanica quantistica c'era da parte degli stessi addetti ai lavori molto scetticismo, eppure con il passare degli anni ci sono state conferme sperimentali e ricadute tecnologiche che sfruttano quei principi teorici.
La teoria delle stringhe, con i mezzi rigorosi della matematica, cerca di conciliare due teorie in contrasto tra di loro, ed il fatto che se ne parli in una rivista come "Le Scienze", derivazione italiana di "Scientific American" ed un po' portavoce divulgativo della comunità scientifica internazionale, non la pone tra "la fisica eretica" (Ciao anche a te Fastmax! )
FR

Sai FR, ciao innanzitutto, la teoria nel suo limite estremo sosterrebbe ed io ne sono un fervente sostenitore che il linguaggio universale ovvero quel collante che ha una sua "misurabilità" sia l'Amore...:) se non è Fisica eretica questa ...:)
 
Tutti in qualche modo, cerchiamo la verità, tutti siamo ansiosi di sapere perché siamo qui. Tutti insieme stiamo scalando la montagna delle grandi spiegazioni e ogni generazione ben salda sulle spalle di quella precedente, cerca di raggiungere coraggiosamente la cima. Non sappiamo dire se i nostri discendenti vedranno mai il mondo da lassù e osserveranno l’immenso, elegante universo con infinita chiarezza
Da L’universo elegante di Brian Greene

Non so se riusciremo a raggiungere quella cima, anzi penso che giunti in prossimità ci accorgeremo che ogni volta è più alta di quello che pensavamo, ma uno dei significati della vita è quello di provarci sempre.
 
Scritto da FR


...penso che giunti in prossimità ci accorgeremo che ogni volta è più alta di quello che pensavamo...


Ho sempre meditato su questo. Quasi con (in)certezza mi sembra di poterlo affermare...

Ciao(z) FR :)


il presido(z)
 
Indietro