La legge del babbeo

Verm & Solitair

Legal Opinionist
Registrato
22/5/00
Messaggi
1.624
Punti reazioni
21
Scriveva Adam Smith nella Ricchezza delle nazioni che "non è certo dalla benevolenza del macellaio, del birraio o del fornaio che ci aspettiamo il nostro pranzo, ma dal fatto che essi hanno cura del proprio interesse..." E non dipendiamo dalla benevolenza altrui per mangiare, ma dall'egoismo dei mercanti. Questi abbindoleranno i loro clienti, per indurli a comprare beni di cui non hanno bisogno. Essi approfitteranno dell'ingenuità e dell'ignoranza dei consumatori per far pagare loro più del dovuto e rifilare loro merce scadente. Ed allora sul mercato entrano in gioco altri meccanismi di protezione stabiliti dallo Stato a tutela dei consumatori, risparmiatori e babbei in genere. Ma l'intervento pubblico nel mercato è soggetto a leggi proprie, che sono leggi para scientifiche, obbediscono a forze che procedono lungo direzioni diverse da quelle dei loro sostenitori. Ogni intervento legislativo istituisce altre posizioni di potere: il modo con cui quel potere sarà utilizzato dipende dalle persone che sono nella posizione più favorevole per assumere il controllo (proprio in base alla legge che viene introdotta) indipendentemente dalle intenzioni e dagli obiettivi degli iniziali sostenitori dell'intervento.
 
secondo me ieri sera Verm si è letto qualche libro di S. King .....:p
 
Indietro