La prossima settimana scadono bot per 7,7 miliardi.Emissioni per 13.

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

Dav. c. G.

Utente Registrato
Registrato
16/9/09
Messaggi
50.441
Punti reazioni
819
Benissimo. Si cerca di ridurre l'età media dei titoli. Infatti titoli a breve hanno tassi bassissimi in questo momento (tra il 2 ed il 3,6%); quelli a lunga oltre il 7%.
Banche, ma anche i fondi d'investimento e i risparmiatori, hanno effettuato rilevanti acquisti di titoli pubblici a breve termine. In particolare il rendimento dei nostri Bot a tre mesi è diminuito, tra il 9 novembre e il 5 gennaio, del 70 per cento passando dal 6,60 all'1,95 per cento; per i Bot a sei mesi la diminuzione è stata del 68 per cento passando dall'8,30 al 2,66; per i Bot a dodici mesi diminuzione del 62 per cento (da 9,47 a 3,61); per i Btp a due anni diminuzione del 30 per cento (da 7,26 a 5,09). La diminuzione del Btp quinquennale è stata più bassa: 12 per cento. I decennali sono sostanzialmente stabili attorno al 7 per cento.

Va aggiunto a chiarimento che l'alto rendimento dei decennali è virtuale; ridiventerà attuale con le prossime aste di febbraio. A questo proposito sarebbe opportuno che il Tesoro, anziché portare in asta Btp decennali, abbreviasse i termini di scadenza a un anno o al massimo due. Li collocherebbe a rendimenti molto più bassi superando un appuntamento molto impegnativo senza incidere sulla durata media del nostro debito pubblico che è attualmente di sette anni.


Finanzaonline.com - 9.1.12/17:49:
In relazione all´asta di Bot in calendario per giovedì 12 gennaio, il Ministero dell´Economia e delle Finanze ha precisato che è stato fissato a 8,5 miliardi l´ammontare dell´asta di Bot annuali.
La nota del Mef precisa inoltre che per lo stesso giorno è stata decisa l´emissione di Bot della durata di 136 giorni, con scadenza 31 maggio 2012 per un importo di 3,5 miliardi di euro. Il Mef ricorda inoltre che il 16 gennaio 2012 vengono a scadere Bot per 7,7 miliardi di euro, tutti relativi al titolo annuale.
 
Ultima modifica:
tassi bot in netto ribasso al collocamento di oggi.

La spesa pubblica per interessi ne beneficerà.
OK!


Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 12 gen - 8,5 miliardi di
euro collocati con un rendimento lordo del 2,735%, quasi
dimezzato rispetto al 5,95% registrato a meta dicembre 2011
e ai minimi dallo scorso giugno. Questo l'esito dell'asta di
oggi sulla scadenza annuale portata a termine dal Tesoro. A
fronte degli 8,5 miliardi di euro collocati, la domanda e'
stata pari a 12,5 miliardi. Assegnati anche 3,5 miliardi di
BoT con durata residua di 136 giorni: in questo caso la
domanda e' stata pari a 6,485 miliardi di euro e il
rendimento lordo ponderato si e' fermato all'1,644%. Il
regolamento delle due emissioni cade sul prossimo 16
gennaio.
Cel-Y-

(RADIOCOR) 12-01-12 11:29:43 (0126)news 3 NNNN
 
ottime notizie
un'attenta gestione delle emissioni può tenere sotto controllo la spesa per interessi mentre risale la fiducia nell'italia
secondo me potevano vendere i btp per l'intero importo richiesto :)
 
Diciamo che i tassi sono rientrati nei gangheri.
 
abbiamo rendimenti reali negativi a 1 anno (rispetto all'inflazione), ci vuole ottimismo :)
 
Diciamo che i tassi sono rientrati nei gangheri.

Roubini ha detto che l'Italia aveva superato il punto di non ritorno questa estate.
Ha poi detto che si trova su di un piano inclinato ed insaponato con sotto il baratro.

Le ultime vicende sui mercati ci dicono che invece c'è finalmente nuova speranza di risalire e di evitare il baratro; solo speranza ed un pò di fiducia in più rispetto a qualche settimana fa.

Sembra che invece a te la cosa dispiaccia.
 
Ultima modifica:
qualche bella emissione in dollari o pound o chf non è in programma visto il calo dell'euro?
 
Non scherziamo, Roubini ha ragione: questi di gennaio sono solo bruscolini.
Tra febbraio e aprile l'Italia deve piazzare qualcosa come 70-80 miliardi. In totale 250 miliardi nel solo 2012. E fare dei BOT annuali non fa che tirare a campare rinviando il problema al 2013 (che già ha per conto suo in carico qualcosa come altri 147 miliardi di euro)...
 
Non scherziamo, Roubini ha ragione: questi di gennaio sono solo bruscolini.
Tra febbraio e aprile l'Italia deve piazzare qualcosa come 70-80 miliardi. In totale 250 miliardi nel solo 2012. E fare dei BOT annuali non fa che tirare a campare rinviando il problema al 2013 (che già ha per conto suo in carico qualcosa come altri 147 miliardi di euro)...

è il trend e il sentiment che fa il prezzo e i costi degli interessi alla fine, ottimismo :bye:
 
Non scherziamo, Roubini ha ragione: questi di gennaio sono solo bruscolini.
Tra febbraio e aprile l'Italia deve piazzare qualcosa come 70-80 miliardi. In totale 250 miliardi nel solo 2012. E fare dei BOT annuali non fa che tirare a campare rinviando il problema al 2013 (che già ha per conto suo in carico qualcosa come altri 147 miliardi di euro)...

Meglio spostarne un pò al 2013 (visto che ne abbiamo tantissimi in scadenza nel 2012 e meno nel 2013), no?

Inoltre i tassi dei bot sono bassissimi, quelli dei btp lunghi altissimi.

E poi le cose potrebbero migliorare ancora in futuro per la credibilità del paese.
Come successe dopo il 1995. E dopo di allora che, piano piano, scesero gli spread da 600 a 20.

Ed allora perchè emettere adesso tanti btp a 10 anni a quasi il 7% a tasso fisso?
 
Oops, ero stato ottimista.
Ci sono qualcosa come 130 miliardi di euro solo tra febbraio e aprile.....
E contiamo che sono in arrivo il downgrade della francia, quello dell'italia, il probabile crack greco, e la recessione continentale.
E poi ci domandiamo perchè siamo sempre a quota 500?
 

Allegati

  • titoliScadenza2012_0.png
    titoliScadenza2012_0.png
    71,6 KB · Visite: 126
Due cose sono fondamentali per poterci dire "fuori pericolo":

1. Le misure economiche che intraprenderà nel prossimo mese il Governo Monti.

2. Le scelte che farà la Merkel nei prossimi mesi.

Le aste di oggi sono boccate d'ossigeno che lasciano ben sperare su questi due fattori. Probabilmente si scommette su questo.

Ps: fermo restando che il quadro rimane negativo per l'intero occidente.
 
Due cose sono fondamentali per poterci dire "fuori pericolo":

1. Le misure economiche che intraprenderà nel prossimo mese il Governo Monti.

2. Le scelte che farà la Merkel nei prossimi mesi.

Le aste di oggi sono boccate d'ossigeno che lasciano ben sperare su questi due fattori. Probabilmente si scommette su questo.

Ps: fermo restando che il quadro rimane negativo per l'intero occidente.

Certo.

Però qualcosa la Merkel sembra voglia concedere a Monti, no?

E quello che farà il governo Monti dipende soprattutto da quello che gli lasceranno fare, no? Ad esempio sulle liberalizzazioni, sullo spending review e sulla lotta a corruzione ed evasione fiscale.
E sulla concorrenza in genere.

Come nella manovra salva Italia che, nonostante tutti gli intralci ed i veti parlamentari,
ha dato qualche chanches al paese.

Invece fino a poche settimane fa ci davano quasi tutti già nel baratro.
 
Meglio spostarne un pò al 2013 (visto che ne abbiamo tantissimi in scadenza nel 2012 e meno nel 2013), no?

Guarda, prima del 2013 ci sono solo i bot trimestrali, quindi il 2013 è proprio il minimo per non tirare a campare fino al prossimo quarter, ma il problema si ripresenterà ingigantito l'anno prossimo (quanto fa 260+150 miliardi di euro?).
Ben diverso se si fosse riusciti a spostare alcune delle scadenze a 5, 10 o 20 anni. Ma oramai il mercato chiede il 7-8% per quelle scadenze, e non c'è da stupirsi di questo.
I tassi dei BOT non sono bassissimi, visto che sono un'enormità rispetto a 3 anni fa. Ma sono bassi rispetto ai decennali. Ovvero, il mercato ci sta dicendo: forse un anno ce la fate, ma voi cinque o dieci anni non campate.


Ciao
 
Guarda, prima del 2013 ci sono solo i bot trimestrali, quindi il 2013 è proprio il minimo per non tirare a campare fino al prossimo quarter, ma il problema si ripresenterà ingigantito l'anno prossimo (quanto fa 260+150 miliardi di euro?).
Ben diverso se si fosse riusciti a spostare alcune delle scadenze a 5, 10 o 20 anni. Ma oramai il mercato chiede il 7-8% per quelle scadenze, e non c'è da stupirsi di questo.
I tassi dei BOT non sono bassissimi, visto che sono un'enormità rispetto a 3 anni fa. Ma sono bassi rispetto ai decennali. Ovvero, il mercato ci sta dicendo: forse un anno ce la fate, ma voi cinque o dieci anni non campate.


Ciao

Vabbe!
Mica i titoli in scadenza nel 2012 li devi spostare tutti al 2013!

Ne sposti solo una parte al 2013 ed il resto negli anni successivi.

I tassi dei bot a 136 gg. emessi oggi sono all'1,64% lordo; molto sotto l'inflazione.
Ciao.
 
Infatti, e ti sei soffermato a chiederti il perchè?

Lo so bene il perchè. A me interessano gli effetti e le prospettive.

Molto meglio avere una curva dei tassi inclinata verso l'alto come ora che piatta o addirittura inclinata verso il basso come ad inizi novembre 2011.
 
Se non ti chiedi il perchè non puoi capire nè gli interessi nè le prospettive, perchè, come il giocatore d'azzardo, prendi solo quello che vedi positivo alla bisca. E scarti tutto quello che non ti piace.
Non a caso, poi alla bisca, è il banco che vince sempre.
 
Altro che bisca!

Se non ti chiedi il perchè non puoi capire nè gli interessi nè le prospettive, perchè, come il giocatore d'azzardo, prendi solo quello che vedi positivo alla bisca. E scarti tutto quello che non ti piace.
Non a caso, poi alla bisca, è il banco che vince sempre.



Il Sole 24 Ore Radiocor) - Francoforte, 12 gen - "I
mercati stanno apprezzando quello che e' stato fatto" in
Italia. Lo ha detto il governatore della Bce Mario Draghi in
risposta alla domanda sull'andamento degli spread fra i Btp
italiani e i bund, un riferimento soprattutto all'andamento
dell'asta di Bot condotta oggi dal Tesoro italiano e che e'
stata seguita con grande soddisfazione dall'Eurotower.
Cop
 
Certo.

Però qualcosa la Merkel sembra voglia concedere a Monti, no?

E quello che farà il governo Monti dipende soprattutto da quello che gli lasceranno fare, no? Ad esempio sulle liberalizzazioni, sullo spending review e sulla lotta a corruzione ed evasione fiscale.
E sulla concorrenza in genere.

Come nella manovra salva Italia che, nonostante tutti gli intralci ed i veti parlamentari,
ha dato qualche chanches al paese.

Invece fino a poche settimane fa ci davano quasi tutti già nel baratro.

Troppe volte "sembrava che la Merkel..." io aspetterei...!!

Il decreto "salva-Italia" è e rimane un grande errore!

Se di baratro vogliamo parlare il tutto è rimasto come prima... l'unica cosa che conta è la crescita o la stampante.... si scommette sulla seconda visto che la prima tarderà ad arrivare (anche a causa del salva-Italia)!
 
Indietro