la PUNTO sbarca in CINA

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Flafly

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
10/2/06
Messaggi
906
Punti reazioni
16
MArchionne da NY

dichiara contatti con la CINA


che botta ragazzi
 
FIAT: POMIGLIANO;DOMANI 500 ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO


(AGE) POMIGLIANO D'ARCO, Napoli - Da domani i 500 lavoratori a tempo determinato della Fiat Auto di Pomigliano d'Arco diventeranno dipendenti a tempo indeterminato in virtù dell'accordo siglato la settimana scorsa all'Unione industriali di Napoli tra i sindacati e l'azienda. Il passaggio era previsto per la giornata del 9 aprile, data di scadenza del contratto a termine. Trattandosi di un giorno festivo, l'azienda ha deciso di consegnare domani agli interessati la lettera di assunzione. "Al risultato già positivo ottenuto con la trasformazione dei contratti dei lavoratori interessati - sottolinea Giovanni Sgambati, segretario generale della Uilm Campania - si aggiunge la buona decisione dell'azienda di non aspettare la settimana successiva per consegnare le lettere. A questi si aggiungono i 300 lavoratori che avranno, entro la fine del mese, un contratto a tempo determinato fino a luglio. Dovremo impegnarci a dare anche una risposta salariale a tutti i lavoratori Fiat che hanno contribuito al risanamento del gruppo". (AGE)



Data: 06/04/06 15:57
 
Novità05/04/2006Una Fiat Sedici all'orientaleIn collaborazione con la casa del Lingotto la Suzuki ha lanciato sul mercato la sua SX4, gemella della vettura italiana ma con un prezzo molto più competitivo.





Il nome del nuovo modello Suzuki spiega tutto: "S" di Sport, "X" come Cross-over e 4 come 4x4. Frutto della collaborazione tra Suzuki e Fiat Auto SpA, la SX4 ha fatto il suo ingresso nel mercato italiano nel mese di Marzo.

Offre al tempo stesso le migliori caratteristiche di un’auto compatta e di un’auto prettamente sportiva (SUV). La linea bassa e i finestrini larghi e triangolari delle portiere anteriori contribuiscono a conferire un aspetto grintoso dalle prestazioni sportive, mentre gli ampi parafanghi e le carreggiate generose danno un’immagine di stabilità e tenuta di strada.

Sono disponibili due diverse versioni: la “Outdoor” con pneumatici da 16 pollici di serie ed un aspetto SUV reso ancor più evidente dalle modanature poste a protezione dei passaruota e dei fianchi della vettura, dal paracoppa, dai sottoporta e dall’elevata altezza da terra. La versione “Urban”, invece, racchiude il carattere di auto familiare, con elementi stilistici orientati ad una sobria eleganza.



Photogallery



56K ADSL




L’abitacolo è accogliente anche grazie alla qualità e all’aspetto dei materiali utilizzati. Elementi decorativi circolari ed un pannello centrale scorrevole caratterizzano l’interno. I comandi disposti ergonomicamente sono facilmente raggiungibili e l’ampio cruscotto costituito da tre anelli fornisce le più importanti informazioni. Può ospitare comodamente fino a 5 persone con il loro bagaglio. Il bagagliaio ha una capacità di 270 litri (VDA), che aumenta fino a 625 litri quando i sedili posteriori sono ripiegati in avanti. Inoltre, l’abitacolo è dotato di vari scomparti di diverse dimensioni.

Il DNA sportivo si rivela in una risposta dinamica alla guida ed in un comfort superiore nelle lunghe distanze. E’ inoltre, la prima auto nella sua categoria che offre la combinazione del sistema di trazione 4x4 con la trasmissione manuale a sei marce ed una motorizzazione diesel.

Due le motorizzazioni importate da Suzuki Italia: un benzina 1.6 VVT (1.586 cc) da 107 Cv (79 kW) ed un tubodiesel commonrail 1.9 DDiS da 120 Cv (88 kW). Il primo disponibile sia nella versione "Urban Line", dal carattere cittadino, sia "Outdoor Line" dall’aspetto SUV, con sistema di trazione integrale 4x4 inseribile, a tre modalità - 2WD, 4WD Auto e 4WD Lock ; il secondo solo in quella "Outdoor".
 
non mettere le stesse informazioni in tuttii thread
 
Flafly ha scritto:
MArchionne da NY

dichiara contatti con la CINA


che botta ragazzi

la qualità è la stessa
non dovrebbe avere difficoltà ad ambientarsi... :rolleyes:
 
Flafly ha scritto:
MArchionne da NY

dichiara contatti con la CINA


che botta ragazzi

OTTIMO........... :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: OK! OK! OK! OK! :yes: :yes: :yes: :yes: :yes: :yes: :yes: :yes: :clap: :yes: :clap: :clap: QUANTI CINESI CI STANNO SU UNA PUNTO? Speriamo non molti, così ne comprano di più
 
up

si recupera

okkio al WARRANT
 
Fiat Powertrain fornirà 1.000 motori a gas per bus Pechino
mercoledì, 12 aprile 2006 1.13
Versione per stampa

TORINO, 12 aprile (Reuters) - Fiat Powertrain Technologies, Gruppo Fiat (FIA.MI: Quotazione, Profilo), fornirà 1.000 motori alimentati a gas naturale alla società dei trasporti pubblici di Pechino.

L'operazione fa parte di un programma di cooperazione fra il Ministero italiano dell'ambiente, l'Autorità dello Stato cinese per la Protezione dell'Ambiente e la Municipalità di Pechino, dice una nota.

L'iniziativa si incentra su progetti a favore della mobilità sostenibile in vista dei Giochi Olimpici del 2008.

"Quella annunciata oggi è la più grande fornitura di motori pesanti a gas naturale mai realizzata dal Gruppo Fiat e una delle più importanti a livello mondiale".

I motori saranno installati su autobus urbani di produzione locale che circoleranno dai prossimi mesi nella capitale cinese.

Negli anni 2002-2004 Fiat ha già fornito alla società dei trasporti di Pechino 320 motori a gas naturale, sviluppati grazie ad un programma di ricerca e sviluppo finanziato dal Ministero italiano dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, che sono in attività nella capitale cinese.
 
Indietro