La verità(???), mi spiego(?!?), sui mercati(...)

Fa sempre piacere leggere interventi di persone intelligenti e competenti.

Io negli ultimi anni ho cambiato atteggiamento, perché ho capito che, nel mio caso, lo studio approfondito non porta guadagno in borsa. Credo che il primo motivo sia il bias conoscitivo che fa ritenere di "capirne più del mercato".
Non è un caso che alcuni dei migliori trader abbiano praticamente le caratteristiche dei giocatori a poker.
Ed è arcinoto che i prestigiosi economisti che hanno fondato hedge fund sono praticamente tutti falliti.

A mio parere oggi lo studio dovrebbe concentrarsi sul sentiment dei grandi player, come fa notare @P.A.T., es. nel caso dei titoli emergenti che saranno inclusi nei principali indici.

Un sentiment per me molto interessante da seguire è quello delle mitiche obbligazioni secolari in vista della riduzione dei tassi. E' una bella scommessa, anche perchè, pur avendo applicato modelli di ogni tipo, non riesco a venirne a capo :)
 
Which major asset class has generated the strongest returns over the long run? How do the returns of investments like bonds and real estate actually stack up?

To put investment returns in perspective, this graphic shows the growth of $100 by asset class over the long term, based on data from Aswath Damodaran at NYU Stern.



Comparing Asset Class Returns​

Below, we show the returns of a $100 investment across major asset classes—from U.S. stocks to gold—between 1970 and 2023:

YearS&P 500Corporate
Bonds
GoldU.S. 10-Year
Treasury Bonds
Real EstateCash
1970$100$100$100$100$100$100
1980$226$181$1,578$141$229$192
1990$823$741$1,033$477$374$431
2000$4,060$1,886$734$1,067$536$682
2010$4,656$4,191$3,760$1,821$693$840
2020$16,890$8,349$5,059$2,802$1,155$891
2023$22,419$7,775$5,545$2,286$1,542$956




Numbers have been rounded. S&P 500 includes dividends. Cash represented by 3-Month U.S. T-Bills. Corporate Bonds represented by Baa corporate bonds. Real Estate represented by the Case-Shiller Home Price Index.

As we can see, a $100 investment in the S&P 500 (including reinvested dividends) in 1970 would be worth an impressive $22,419 in 2023.


Not only were U.S. stocks the top performing major asset class, they outpaced other investments by a wide margin. Consider how a $100 investment in corporate bonds would have grown to $7,775 over the period, or 65% lower than an investment in the S&P 500.

When it comes to gold, a $100 investment would have been worth $5,545 by 2023. During the 1970s and 2000s, gold boomed amid bouts of inflation and a falling U.S. dollar. By comparison, the S&P 500 saw much lower returns over these decades.

Real estate, another safe haven asset, returned on average 5.5% annually since 1970, with the highest gains seen in the decade through 2020. Interestingly, a $100 investment in the asset class would have grown to just $1,542 by 2023 due to slower price growth through the 1980s and 2000s weighing on overall returns.


During both periods, the housing market crashed, taking years for the sector to fully recover. In fact, following the Global Financial Crisis, it took a decade for home prices to climb to their previous 2006 peak.
 
Un sentiment per me molto interessante da seguire è quello delle mitiche obbligazioni secolari in vista della riduzione dei tassi. E' una bella scommessa, anche perchè, pur avendo applicato modelli di ogni tipo, non riesco a venirne a capo :)
Spero di riuscire a scrivere qualcosa in proposito perchè è un aspetto che interessa anche me.
Qui ho accennato qualcosa sul discorso dei tagli al tasso BCE prezzati dal mercato, nel caso a qualcuno possa interessare:
ECB interest rates as forecasted by the market
 
Ultima modifica:
Spero di riuscire a scrivere qualcosa in proposito perchè è un aspetto che interessa anche me.
Qui ho accennato qualcosa sul discorso dei tagli al tasso BCE prezzati dal mercato, nel caso a qualcuno possa interessare:
ECB interest rates as forecasted by the market
I tassi "prezzati dal mercato" sono i tassi forward per il non-arbitraggio.

Confrontando gli storici, il raffronto dovrebbe essere fra Euribor e Deposit Facility rate.
 
Ultima modifica:
Un sentiment per me molto interessante da seguire è quello delle mitiche obbligazioni secolari in vista della riduzione dei tassi. E' una bella scommessa, anche perchè, pur avendo applicato modelli di ogni tipo, non riesco a venirne a capo :)
In che modo il sentiment sulle secolari dipenderebbe dai tassi a breve termine?
 
In che modo il sentiment sulle secolari dipenderebbe dai tassi a breve termine?

"dipenderebbe" se la yield curve fosse immutabile e la riduzione dei tassi agisse su tutta la curva in modo omogeneo. Ma non è così, e questo è il primo rompicapo. Il secondo è che alcuni bond, che scadono quando manco sapremo se esisteranno ancora gli stati che li hanno emessi, hanno poco senso come obbligazioni, quindi vanno visti come futures (con leva dettata da duration e convessità). Ma come futures non hanno un sottostante misurabile, per cui il loro valore si può stimare su prezzi del passato che però, a loro volta, hanno poco significato. Ne convieni?

1712700666772.png
 
Un secolare ha come inflazione attesa implicita il target delle banche centrali.

A questa va aggiunto un tasso reale che dipende dalle prospettive di crescita economica; che a loro volta sono legate solo indirettamente ai movimenti dei tassi a breve termine.
 
I tassi "prezzati dal mercato" sono i tassi forward per il non-arbitraggio.

Confrontando gli storici, il raffronto dovrebbe essere fra Euribor e Deposit Facility rate.
Mi ritrovo con quello che scrivi, ed è il motivo per il quale normalmente l'euribor tende a stare nella parte inferiore del corridoio dei tassi delimitata dal tasso sui depositi alla BCE.

Ricopio qui per completezza
To understand the euribor, we need to consider the corridor of rates in the euro area. This corridor is defined by three rates:

1) the rate on deposits of commercial banks at the central bank and this represents the lower limit (the deposit facility rate, 4%);
2) The marginal refinancing rate which is calculated on a working day and is the upper limit (4,75%);
3) the main refinancing rate which is calculated on the working week (the MRO which is the reference one, 4,5%).

These 3 rates are set by the ECB; the counterparts are the ECB on one side and the banks on the other.
The euribor instead is determined by the market from the interaction of banks with each other.
Under normal market conditions, the euribor rates should stay within the corridor that the ECB established to regulate the financial activity.
At this moment we have a spot euribor at 3 months at about 3.950%. On July 27, 2022 there was the first official rise by the ECB and the 3-month euribor was already in the 0.2% area from the previous week, with the ECB rate still at zero. On October 31, 2022 the 3-month euribor closed already in the 1.7% area followed by the front maturity of the future, while the ECB rate was still at 1.5% (it would rise to 2% at the next meeting).
We therefore see that the spread between 3-month euribor and the main ECB rate is variable and depends on market conditions.

In conditions of liquidity and easing monetary policy, the euribor tends to remain below the main rate which in turn is within the corridor traced by the other two. However in conditions of stress it can even exit the corridor exceeding the upper limit as happened during the 2008 crisis when banks no longer trusted each other.
Moreover, there is the question of the tenors on the loans. The ECB rate considers 1 week while the euribor considers 3 months.
The fact that the 3-month future is taken to make forecasts is linked to a question of liquidity.

The 3-month future traded on the eurex and ICE is the most liquid. It is also used by pension funds and institutions for hedging. The futures with shorter maturities are relatively illiquid and have larger and more unpredictable deviations from the value that you want to estimate.
 
Un secolare ha come inflazione attesa implicita il target delle banche centrali.

A questa va aggiunto un tasso reale che dipende dalle prospettive di crescita economica; che a loro volta sono legate solo indirettamente ai movimenti dei tassi a breve termine.

Quindi torniamo a secolare = future (=> scommessa).

E' del tutto evidente che il mercato dei matusa non sta facendo le prudenti ponderazioni che hai evidenziato. E da qui discende la mia volontà di non studiare troppi dettagli, proprio perchè ho intuìto che non se ne viene a capo. In altre parole, il risultato degli studi e degli approfondimenti sarebbe comunque quello di starne prudentemente alla larga.

Qui si apre un altro fronte di analisi: da una parte l'istiituzionale non si può permette di scommettere, a meno che non definisca un prodotto normato ai sensi MIFID, ecc. Dall'altra c'è il privato investitore un po' gambler, che alla fine coi suoi risparmi fa quel che vuole.
Ho scritto più volte da altre parti che, a differenza di venti anni fa, oggi nelle piattaforme non voglio più essere identificato come investitore pro. Semplicemente perchè non lo sono, è lapalissiano.

Diciamo anche che, portando il ragionamento all'estremo, il secolare assomiglia un po' al bitcoin: promette valore sulla base di presupposti ragionevoli, ma non c'è alcun algoritmo matematico che possa quantificare questo (possibile) incremento di valore.

Bisogna sempre ricordare che, al di là dei bei ragionamenti, siamo qui per guadagnare in borsa.
 
Ultima modifica:
A proposito di aspettative di inflazione e sue influenze sull'obbligazionario, e a cascata sul resto:
Market-based measure of inflation
Measuring expected inflation with breakevens | FRED Blog

A U.S. Treasury security typically promises to repay an investor a flow of coupon payments and then principal repayment once the security matures. These payments are made in U.S. dollars. A security that promises to deliver future dollars is called a nominal security. Most U.S. Treasury securities are nominal securities.

Nominal securities do not offer investors protection against unexpected inflation. The purchasing power of future dollars declines as the cost of living increases. In short, the same dollars buy fewer goods. To help protect investors against inflation risk, the U.S. Treasury also issues “real’’ securities—that is, securities that are indexed to the rate of inflation (or cost of living) as measured by changes in the consumer price index (CPI). These Treasury inflation-protected securities (TIPS) promise to deliver more dollars when the CPI is higher and fewer dollars when the CPI is lower.

These two types of securities can be used to infer bond market expectations of future inflation. The basic idea is simple: Consider a security that matures in, say, 5 years. FRED shows us that the annual yield on a 5-year TIPS is presently –1.65%. We can interpret this number as the real (inflation-adjusted) yield on a 5-year TIPS. FRED also shows us that the annual yield on a 5-year nominal Treasury security is 1.35%. If investors are indifferent between holding the two securities in their wealth portfolios, then they must be yielding something close to the same inflation-adjusted rate of return. This would be true if investors were expecting an average inflation rate over the next 5 years equal to 1.35% – (–1.65%) = 3%. To put things another way, for an investor to break even on a bet between a nominal and inflation-protected security, the expected rate of inflation would have to be 3%. For this reason, this market-based measure of inflation is called the breakeven inflation rate.
The FRED graph above shows that the 5-year breakeven inflation rate averaged close to 2% in the years leading up to the COVID-19 crisis. After an initial decline in early 2020, expected inflation over the next 5 years has risen steadily to about 3%. The reason behind this increase is hotly debated. The breakevens do not tell us the cause of inflation. They provide us only with a measure of inflation expectations.

How this graph was made: Search for and select “Market Yield on U.S. Treasury Securities at 5-Year Constant Maturity, Inflation-Indexed.” From the “Edit Graph” panel, use the “Add Line” tab to search for and add the remaining two series.

Esiste uno strumento simile per l'area euro?
 
Intendi titoli indicizzati all'inflazione in Europa? Certo che esistono!
Ma forse non ho capito la domanda...
Un tool che plotti i bond indicizzati europei, ma a maturità costante come sulla Fred.
Non so se riesco a spiegarmi. Non ho trovato niente del genere già impacchettato e pronto all'uso
 
Ah ecco. Non mi risulta, ma potrebbe essere interessante.
Ti giro un paio di link che ho raccolto nell'ultimo periodo per le yield curve (è già qualcosa)
World Government Bonds - Daily updated yields
Euro area yield curves
Screenshot_98.png

E' una grafica che ho creato su tradingview. Si può osservare l'andamento del 2 anni e la reazione anticipata ai cambiamenti del tasso BCE oltre che le reazioni alle crisi politiche italiane. Sto cercando di farmi una specie di dashboard con python per questo tipo di analisi includendo l'interpolazione dei futures sull'euribor in modo da avere due punti di riferimento costanti ad un anno e a due anni.
Ti metto una immagine che è veramente in fase embrionale, ci devo lavorare tanto ancora.
python.png
 
E' una grafica che ho creato su tradingview. Si può osservare l'andamento del 2 anni e la reazione anticipata ai cambiamenti del tasso BCE oltre che le reazioni alle crisi politiche italiane. Sto cercando di farmi una specie di dashboard con python per questo tipo di analisi includendo l'interpolazione dei futures sull'euribor in modo da avere due punti di riferimento costanti ad un anno e a due anni.
Ti metto una immagine che è veramente in fase embrionale, ci devo lavorare tanto ancora.

Caspita, è interessante. Io però non andrei così indietro, c'è il rischio di creare dei bias inutili. Io faccio monitoraggio dall'autunno dello scorso anno e guardo solo di sfuggita al passato, ma non vedo alcun segnale utile. Il 2024 invece è interessantissimo, ci sono scrolloni continui e sui bond lunghi c'è parecchio movimento. Non oso immaginare cosa succederà aundo ci saranno gli annunci dei tagli.

Molto interessante inserire l'euribor nell'analisi, ci penso su... ;)
 
Caspita, è interessante. Io però non andrei così indietro, c'è il rischio di creare dei bias inutili. Io faccio monitoraggio dall'autunno dello scorso anno e guardo solo di sfuggita al passato, ma non vedo alcun segnale utile. Il 2024 invece è interessantissimo, ci sono scrolloni continui e sui bond lunghi c'è parecchio movimento. Non oso immaginare cosa succederà aundo ci saranno gli annunci dei tagli.

Molto interessante inserire l'euribor nell'analisi, ci penso su... ;)
L'ho fatto partire dall'emissione del BTP72.
 
Indietro