La vita e' tutto un rischio: Rischi per chi pianifica o e' gia' in FIRE(Finantial Indipendence Retire Early)

Rischi per chi pianifica o e' gia' in FIRE

  • 1)Rischio di spese sanitarie

    Voti: 3 7,7%
  • 2) Rischio di perdita di reddito

    Voti: 1 2,6%
  • 3)Rischio elevato del servizio del debito

    Voti: 0 0,0%
  • 4) Rischio problema abitativo

    Voti: 0 0,0%
  • 5)Rischio operativo

    Voti: 0 0,0%
  • 6)Rischio per cure a lungo termine

    Voti: 4 10,3%
  • 7)Rischio di longevità

    Voti: 6 15,4%
  • 8)Rischio di inflazione

    Voti: 4 10,3%
  • 9)Rischio di prelievo in eccesso

    Voti: 2 5,1%
  • 10)Rischio di fragilità declino cognitivo

    Voti: 7 17,9%
  • 11)Rischio finanziario di abuso sugli anziani

    Voti: 0 0,0%
  • 12)Rischio di consulenza finanziaria

    Voti: 0 0,0%
  • 13)Rischio di frode

    Voti: 0 0,0%
  • 14)Rischio di mercato

    Voti: 2 5,1%
  • 15)Rischio di tasso di interesse

    Voti: 1 2,6%
  • 16)Rischio di liquidità

    Voti: 0 0,0%
  • 17)Rischio Sequenza di Restituzione rendimenti

    Voti: 0 0,0%
  • 18)Rischio di pensionamento forzato

    Voti: 0 0,0%
  • 19)Rischio di insolvenza del datore di lavoro

    Voti: 0 0,0%
  • 20)Rischio di cambiamento di stato civile

    Voti: 1 2,6%
  • 21)Rischio di responsabilità finanziaria imprevisto

    Voti: 0 0,0%
  • 22)Rischio di spesa eccessiva

    Voti: 2 5,1%
  • 23)Rischio di politica pubblica

    Voti: 3 7,7%
  • 24)Rischio di pianificazione patrimoniale

    Voti: 1 2,6%
  • 25)Rischio di allocazione delle attività (asset)

    Voti: 0 0,0%
  • 26)Rischio causato da un danno importante( non assicurabile del tutto )

    Voti: 1 2,6%
  • 27)Rischio di concentrazione

    Voti: 0 0,0%
  • 28)Rischio di credito

    Voti: 0 0,0%
  • 29)Rischio esecuzione

    Voti: 0 0,0%
  • 30)Rischio di controparte

    Voti: 1 2,6%

  • Votanti
    39
Il rischio di vedere i tassi di interesse così alti ancora a lungo nell'area euro credo possa essere archiviato, ma ... :D

Francia: inflazione rallenta a marzo, +0,2% mensile e +2,3% tendenziale - Borsa Italiana

Perché in Italia l'inflazione è più bassa rispetto al resto d'Europa

Germania: stima inflazione marzo in calo a +2,2%, 0,4% su mese (RCO) - Borsa Italiana

... mai dire mai ...

Ukrainian drone hits Russia's third biggest refinery, damage not critical

A Ukrainian drone struck Russia's third largest oil refinery on Tuesday about 1,300 km (800 miles) from the front lines
 
Ultima modifica:
L'accesso immediato istantaneo con un click al bottone sell può essere pericoloso. Il bank run della Silicon Valley Bank è il primo avvenuto in modo così repentino e via social ... non è stato di buon auspicio per il futuro.
a me pare tutto un pò più veloce
sia nel scendere che nel salire
Un evento 6 o 10 sigma sui mercati azionari è potenzialmente possibile, anche se sono stati previsti dei circuit breakers per cercare di impedire dei flash crash.



Stock Market Circuit Breakers: Analyzing their Role Post 1987 Crash - FasterCapital.

https://www.cmegroup.com/trading/price-limits.html#equityIndex
ESM4 per sp500
(il prezzo va diviso per 100)

non condivido il panico da flash crash
se nessuno compra in un dato momento è perchè in quel momento il prezzo è percepito come troppo alto
non ci vedo niente di male
piuttosto è paurosa la concentrazione
quella si che andrebbe regolamentata
 
[...]
piuttosto è paurosa la concentrazione
quella si che andrebbe regolamentata

Non lo so, è come dire che il capitalismo va limitato, e teoricamente tutto è possibile, ed in passato qualche mossa molto incisiva venne fatta.

In 1906 the U.S. government brought suit against Standard Oil Company (New Jersey) under the Sherman Antitrust Act of 1890; in 1911 the New Jersey company was ordered to divest itself of its major holdings—33 companies in all.

Standard Oil | History, Monopoly, & Breakup

Alcuni sostengono che un problema possa diventare la corporate governance nel momento in cui le Big Three BlackRock, Vanguard, and State Street possiedono consistenti diritti di voto di numerose società azionarie.

Through an analysis of proxy vote records we find that the Big Three do utilize coordinated voting strategies and hence follow a centralized corporate governance strategy.

Hidden power of the Big Three? Passive index funds, re-concentration of corporate ownership, and new financial risk† | Business and Politics | Cambridge Core
 
Il rischio inflazione in un grafico: se l'inflazione rimanesse fissa in ciascun paese, questo grafico ci mostra gli anni necessari per perdere metà del potere d'acquisto del capitale nominale. Non so quanto sia aggiornato perchè non c'è una data, ma rende l'idea.

1712116389054.jpeg
 
Il rischio inflazione in un grafico: se l'inflazione rimanesse fissa in ciascun paese, questo grafico ci mostra gli anni necessari per perdere metà del potere d'acquisto del capitale nominale. Non so quanto sia aggiornato perchè non c'è una data, ma rende l'idea.

Vedi l'allegato 3001962
Spagna e Italia hanno la stessa moneta, sul lungo periodo lo vedo duro un tale divario
 

  • 18)Rischio di pensionamento forzato
Magari, più che un rischio mi pare una opportunità.
 
A proposito di rischio di corporate governance, ricordavo di avere salvato qualcosa in merito ed ho trovato il riferimento.

Our study used a database of shareholdings in the 299 largest publicly-listed global corporations from the Bureau van Dijk global database of corporations, OSIRIS.
The largest 30 shareholders (out of more than 2,100 share controllers) owned or controlled some 51.4% of the assets of the 299 companies. This is a significant concentration of resources and power – 1.5% of shareholders controlling 51% of shares.

Who owns the world? Tracing half the corporate giants’ shares to 30 owners
 
Spagna e Italia hanno la stessa moneta, sul lungo periodo lo vedo duro un tale divario

E' difficile fare previsioni per il lungo periodo. Anni fa si discuteva di un potenziale breakup dell'area euro, ed era uscito anche uno studio, credo fosse di Vanguard, che ne stimava la probabilità, partendo dalla analisi delle varie aree monetarie esistite nella storia.
 
CONVIVERE CON I RISCHI NATURALI Silvia Peppoloni
Conoscerli per difendersi


I fenomeni naturali, anche nei loro aspetti più temibili, ci ricordano che la Terra è un pianeta vivo. L’Italia, paese
geologicamente fragile, è soggetto a terremoti, eruzioni, frane,inondazioni dagli effetti spesso devastanti. A un ambiente
fisico così difficile si sono colpevolmente aggiunte l’incuria e la disattenzione dell’uomo. Quali sono le cause dei fenomeni
naturali? In che misura sono prevedibili? Come possiamo difenderci? Il primo passo è trasformare la cultura del
soccorso e dell’emergenza in cultura della prevenzione e della mitigazione del rischio.
Cos’è il rischio
Il rischio è la possibilità che un fenomeno naturale di una data intensità possa causare effetti dannosi su popolazione,
insediamenti abitativi, attività produttive e infrastrutture, all’interno di una particolare area, in un prefissato intervallo
temporale. Viene definito come il prodotto simbolico della pericolosità (P), della vulnerabilità (V) e dell’esposizione (E):
R = P × V × E
 

  • 18)Rischio di pensionamento forzato
Magari, più che un rischio mi pare una opportunità.
SE hai gia' raggiunto IL tuo numero FIRE e ti ritiri anticipatamente ,altrimenti se non lo hai raggiunto e ti pensionano licenziandoti etc... e non hai i fondi necessari per campare lo e'.
 
L’INVESTIMENTO MIGLIORE NON E’ QUELLO CHE RENDE DI PIU’….Perchè l’investimento che rende di più, se non lo hai fatto con tanta fortuna, è quello che ci mette un tempo indeterminato a dare i suoi frutti ed è quello che attraversa periodi più o meno lunghi di alti e bassi che non tutti sono in grado di sostenere. L’investimento migliore è quello che TU puoi sostenere, è quello che contribuisce alla Qualità della Tua Vita, anche lasciandoti dormire la notte. L’investimento migliore in assoluto NON esiste: ogni Persona potrebbe avere l’investimento che fa al caso suo se solo conoscesse abbastanza sé stessa e sapesse comprendere ciò che davvero può sostenere…ma il problema sta proprio qua: buona parte di noi , a parole, è in grado di sostenere gli investimenti che ha fatto e, di fatto, ce la fa fino al giorno in cui l’investimento non si inceppa in qualcosa che , magari, fa parte della sua natura ma che non è stato correttamente considerato prima di investire . La Prima sostenibilità alla quale dobbiamo mirare è quella che ci riguarda: se un investimento potenzialmente redditizio ha caratteristiche che noi non siamo in grado di sostenere è improbabile che noi ce la facciamo a mantenerlo fino a quando darà frutti e non sarebbe strano se ci arrendessimo con frustrazione quando non ce la facciamo più a sostenerlo. L’investimento migliore ESISTE ma non è facile da trovare perché NON ne esiste uno solo, buono per tutti e quello buono, talvolta, potrebbe anche non essere dove lo si va a cercare.
 
Attenti alle truffe ⚠️🚫

È in corso una nuova campagna di phishing riguardante false convocazioni giudiziarie a firma del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.

La convocazione, proveniente dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione – Brigata dei Giovani della Repubblica Italiana e recante sullo sfondo il logo dell’Agenzia Nazionale per la Cybersicurezza (ACN), prospetta alla vittima un’inesistente indagine penale nei suoi confronti per i reati di pornografia infantile, pedofilia, esibizionismo e pornografia informatica. Lo scopo è quello di causare nel destinatario uno stato di agitazione e di indurlo a ricontattare il truffatore entro 72 ore, inviando le proprie giustificazioni. Successivamente, alla vittima verrà chiesto il pagamento di una somma di denaro per evitare le condanna.

La Polizia Postale raccomanda di diffidare da simili messaggi: nessuna forza di Polizia contatterebbe mai direttamente i cittadini, attraverso email o messaggi, per chiedere loro dati personali o pagamenti in denaro, con la minaccia di procedimenti penali a loro carico.
 

Allegati

  • truffa.jpg
    truffa.jpg
    114,9 KB · Visite: 11
Molto spesso leggo degli articoli e vedo delle interviste dove in modo stucchevole si esaltano le doti degli investitori e gestori di successo. Non voglio negare le loro capacità ed il loro talento, ma molto probabilmente senza la fortuna dalla loro parte non sarebbero arrivati dove sono arrivati.

The Role of Luck in Life Success Is Far Greater Than We Realized

[1802.07068] Talent vs Luck: the role of randomness in success and failure

Anche un piano per l'indipendenza finanziaria, per risultare vincente, deve avere una dose di fortuna dalla propria parte. Dare per scontato che i rendimenti futuri saranno una replica dei rendimenti passati è una forzatura logica, e pure gli imprevisti non sono pianificabili anche se vorremmo far finta che non esistano.
 
Ultima modifica:
Non lo so, è come dire che il capitalismo va limitato, e teoricamente tutto è possibile, ed in passato qualche mossa molto incisiva venne fatta.



Standard Oil | History, Monopoly, & Breakup

Alcuni sostengono che un problema possa diventare la corporate governance nel momento in cui le Big Three BlackRock, Vanguard, and State Street possiedono consistenti diritti di voto di numerose società azionarie.



Hidden power of the Big Three? Passive index funds, re-concentration of corporate ownership, and new financial risk† | Business and Politics | Cambridge Core
certo che va regolamentato
senza esagerare ovviamente
basterebbe applicare i principi del WTO anche qua
siamo di fronte a una posizione esagerata, parlare di abuso di posizione dominante è piuttosto moderato
in confronto i fratelli hunt erano macchiette con il 33%
 
Ho riletto questo articolo e come viene spiegato negli esempi, per una persona in FIRE la probabilità di morire prematuramente (zona grigia) supera la probabilità di terminare il denaro anticipatamente (zona rossa). Questo è un fatto che non viene sufficientemente ricordato.

1712146235281.png


The Biggest Risk of All - Money Flamingo - FIRE & Lifestyle Blog

Per giocare col simulatore.

Rich, Broke or Dead? Post-Retirement FIRE Calculator: Visualizing Early Retirement Success and Longevity Risk - Engaging Data
 
Ultima modifica:
Over 65 non autosufficienti nei prossimi anni avranno sempre piu' bisogno di assistenza..occorrera' implementare servizi di assistenza vedi articolo e rapporto..
Circa 4milioni nel 2021 su circa 14milioni over65 sono circa il 28,5% di non autosufficienti+400mila previsti nel 2029 over 65 non autosufficienti.
Il tasso di copertura tra Rsa Adi e' insufficiente badanti Oss Asa cercasi e da formare per il futuro..
Oggi la popolazione italiana di 65 anni e più rappresenta il 23,5% del
totale ma entro il 2050 questa potrebbe rappresentare il 34,9% del totale in funzione dell’effetto baby boomer;
• già al 2030 la percentuale si assesterebbe intorno al 30% della popolazione totale;
• al 2030 l’80% dei comuni italiani andrà incontro ad un calo demografico
(il 94% per i comuni delle aree interne) vedendo un ribaltamento ulteriore della piramide demografica;
• si assisterà ad un aumento del numero complessivo delle famiglie senza nuclei (persone sole), con un incremento del 20,5%, da 9 a circa 11 milioni nel periodo 2021-2041 (41,4% delle famiglie totali), con alcune specifiche:
li uomini che vivono soli segneranno +18,4% (uno su tre over65)-
e donne sole +22,4% (1 su 5 over65);
complessivamente gli over65 soli rappresentano il 60% degli anziani.
 

Allegati

  • 6_Rapporto_LA_SOSTENIBILITÀ_DEL_SETTORE_LONG_TERM_CARE_NEL_MEDIO-LUNGO_PERIODO.pdf
    3,1 MB · Visite: 4
  • Screenshot_20240403-173845.png
    Screenshot_20240403-173845.png
    892,8 KB · Visite: 9
Ultima modifica:
SE hai gia' raggiunto IL tuo numero FIRE e ti ritiri anticipatamente ,altrimenti se non lo hai raggiunto e ti pensionano licenziandoti etc... e non hai i fondi necessari per campare lo e'.
Che io sappia in pensione forzatamente ci vai solo per raggiunti limiti di età, praticamente quando sei troppo vecchio per qualunque lavoro.
 
Il concetto di tokenizzazione degli assset era un tema molto in voga durante la discussione sul web3, se prende piede si rischia una trasformazione accelerata dal mondo reale al digitale. Il metaverso poggia la propria base tecnica sulla tokenizzazione degli asset.

Un progetto come questo lanciato dalla BIS segnala che l'interesse c'è per creare una nuova infrastruttura.

Financial service providers around the world have started seriously considering tokenization, which facilitates the digitization of real-world assets.
The new Project Agorá – Greek for marketplace – will bring together seven monetary authorities from the U.K., Japan, South Korea, Mexico, Switzerland, New York and Europe, as well as private financial firms to run investigations, according to the announcement.
It "will investigate how tokenized commercial bank deposits can be seamlessly integrated with tokenized wholesale central bank money in a public-private programmable core financial platform," the BIS said in its announcement. "This could enhance the functioning of the monetary system and provide new solutions using smart contracts and programmability while maintaining its two-tier structure."
Project Agorá will explore a more efficient payment infrastructure that could bring together numerous payment systems, Head of the BIS Innovation Hub Cecilia Skingsley said in a press statement.
“We will not just test the technology, we will test it within the specific operational, regulatory and legal conditions of the participating currencies, together with financial companies operating in them,” Skingsley added.

https://www.coindesk.com/policy/202...enization-project-to-enhance-monetary-system/

Negli ultimi tempi è un continuo fiorire di progetti pilota verso le CBDCs ... scommetto che rimarrete stupiti dalla lista:

List of CBDC Projects Under BIS (Bank for International Settlements)
 
Indietro